Salvini: "Contrario alla chiusura degli stadi, è resa dello Stato"

Vertice dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive. Salvini: "Tornare ad autorizzare le trasferte collettive dei tifosi. La chiusra degli stadi è la resa dello Stato"

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha partecipato alla riunione dell’Osservatorio sulle manifestazioni sportive, riunito per discutere del grave episodio di Milano del 26 dicembre scorso, con lo scontro tra gli ultras dell'Inter e quelli del Napoli costato la vita ad una persona. "I dati a nostra disposizione relativi al periodo primo luglio - 30 novembre 2018, rispetto al 2017, ci dicono che il calcio è uno sport sempre piu sano", osserva Salvini. E aggunge: "Il numero dei feriti si è ridotto del 60%, sono scesi anche quello degli arrestati e dei Daspo. I cosiddetti 'daspati' oggi sono 6500. Stiamo parlando di un fenomeno che coinvolge 12 milioni di persone e di 6mila teppisti. Il calcio non è delinquenza ma passione, sport e tifo. Faremo tutto il possibile che sia per gli italiani perbene".

Dopo aver ribadito che l'intenzione del Governo è quella di lavorare per sradicare la violenza dentro e fuori gli stadi, Salvini ribadisce la propria contrarietà alla chiusra degli stadi, sottolineando che misure di questo genere equivalgono aalla resa dello Stato. "Il tema della sospensione delle partite - osserva il ministro - è scivoloso perché è un funzionario del ministro dell'Interno che si prende l'onere di dire sì o no. Poi si rischia di mettere in mano a pochi il destino di tanti, e chi decide il criterio di discriminazione? Preferisco prevenire e responsabilizzare". E prosegue: "Io sono per tornare ad autorizzare le trasferte collettive che sono maggiormente controllabili rispetto a centinaia di auto e min van".

Su un altro tema importante, le cosiddette partite a rischio, Salvini dice questo: "La prima giornata di ritorno del campionato sui gioca Genoa-Milan e chi conosce l'ambiente sa che i rapporti fra le due tifoserie non sono proprio sereni. Io vorrei che partite così si giocassero alla luce del sole".

Alla riunione ha preso parte anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, che ha la delega allo sport: "È chiaro che non basta semplicemente inasprire le pene - ha detto - bisogna avere la certezza delle pene e quindi su questo dobbiamo concentrarci. Non è vietando le trasferte dei tifosi che si risolve il problema, ma certamente la vendita dei biglietti per le trasferte dovrà essere regolamentato".

Commenti

Nick2

Lun, 07/01/2019 - 18:54

Raffaello Binelli, pugno duro? Certo che ha un bel coraggio! A me pare proprio il contrario. D'altronde come vuole che si comporti un demagogo senza scrupoli che sa benissimo che i 300 mila ultras nazifascisti italiani votano per lui?

steacanessa

Lun, 07/01/2019 - 18:54

Avanti tutta!

Pinozzo

Lun, 07/01/2019 - 18:54

Al solito tante parole e promesse per il futuro, faremo, sradicheremo, mentre di concreto non fa una cippa.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Lun, 07/01/2019 - 18:55

Onore a Salvini, ministro e cittadino sostenitore della Libertà degli Italiani. Una cosa, ad umile parere di chi scrive, manca tra le proposte riportate nell'articolo: una continua campagna formativa che contrasti il ricorso alla violenza fisica, violenza oggi purtroppo presente a corollario di molte partite! Ricercare i "motori" primi ispiratori di queste violenze e fermarli! Un'opera da servizi segreti, opera che richiede il pieno, convinto sostegno dello Stato! Grazie ministro Salvini! Sereno anno ... Libertà o cara

ilpassatore

Lun, 07/01/2019 - 19:06

Se le leggi non puniscono adeguatamente a che cavolo servono.Pare che nel nostro bel Paese,oramai, ognuno fa quello che gli salta in testa, L'anarchia e' latente, subdola e strisciante.Qualcuno, e sappiamo chi, in questo momento sta spingendo perche' e' l'ultima carta da giocare che gli e'rimasta.

01Claude45

Lun, 07/01/2019 - 19:25

Salvini, a proposito di TEPPISTI, perché non ricordi alla Commissione Europea che in questi mesi la sede dell'EMA in Olanda doveva essere trasferita. Non sembra che l'Olanda sia in grado di ospitarla. Perché NON PRETENDERE ora, visto le balle olandesi raccontate per averla, che sia IMMEDIATAMENTE TRASFERITA A MILANO? O vogliamo essere ancora passati da FESSI?

vinnynewyork256

Lun, 07/01/2019 - 19:27

era ora.. sempre più bravo ns. M. Salvini. chapeau .. nessuno prima ha anche pensato di cio che lei sta già facendo. calcio non deve essere uno sport per i maletti di mente, ma lo è in parte. approposito agli sindacati .. una parola: non sanno cosa stanno facendo. Europa così cambiato, frettalosamente, pur non garentendo la sicurezza e benessere dei 'clandestini' stessi non è saggio. Basta la scialba rhetorica della sinistra .. ci porta solo alla rovina.

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Lun, 07/01/2019 - 19:56

Ahahahaha ma se li incontra allo stadio e gli stringe la mano ahahahah infame idolo di babbei. Lega medda! Ahahaha

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 07/01/2019 - 19:59

...anche i suoi amici della Curva Sud?

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 07/01/2019 - 20:02

---eppure in campagna elettorale felpini lo aveva colto il punto del vulnus italico e della causa di tutti i mali---quei dannati codici troppo alleggeriti dai comunisti mangiabambini --e quell'edilizia carceraria che latita a gogò---bastava agire su questi due punti --appesantendo le pene a cascata a seconda della gravità del reato e costruendo nuove strutture carcerarie per non avere rotture di scatole dagli ammonimenti ue ed il gioco era fatto --non occorreva più risolvere i problemi ad uno ad uno ---e si perequava anche il sistema delle pene agli istituti di altri paesi scongiurando malviventi esteri che avrebbero perso convenienza a venire a delinquere in italy---ma come il solito --pure felpini è restio all'aumento delle pene--perchè dovrebbero essere aumentate di pari passo pure le pene dei colletti bianchi per i reati degli amministratori della res publica-di nuove carceri manco a parlarne--swag --altra promessa elettorale disattesa-swag pinocchio

roccoartuso

Lun, 07/01/2019 - 20:09

a Nike2 se fosse come dici tu allora chiudeva gli stadi e lasciava impuniti gli ultras.Mi sembbra che il decreto invece dice il contrario, lasciare gli stadi libberi che sono patrimonio nazionale e colpire chi tenta di distruggere questo bene dell'umanita che è il calcio.Individuare chi pratica violenza o razzismo,con le telecamere si può, e oltre la galera non fargli metter più piede in nessun stadio del mondo, anzi circolare a 20 km di distanza minimo.E vedete che in uno o due anni scomparirà la violenza e le famiglie torneranno allo stadio come negli anni 60/70.Seguire l'esempio della tacher, celle negli stadi e subito galera per le bestie .

maurizio-macold

Lun, 07/01/2019 - 20:30

Signor VINNYNEWYORK256, dal suo post emerge che lei ha bisogno di un bel ripasso della lingua e della sintassi italiana. Sulla pochezza dei contenuti poi voglio essere buono, ognuno puo' pensarla come desidera.

pardinant

Lun, 07/01/2019 - 20:34

La chiusura degli stadi è una resa dello Stato? Allora siamo sicuri che lo Stato Italiano non si sia da tempo arreso per: 1) Occupazioni abusive di case; 2) Parchi o zone a prevalente controllo criminale ove le forze dell'ordine possono entrare solo in forze; 3) Concessioni di autostrade a privati in quanto non in grado di assicurare manutenzione ed a quanto pare, neppure il controllo; 4) Piccola criminalità diffusa e praticamente immune da condanne; 5) Sanità efficiente solo a pagamento; 6) Tempi della giustizia biblici; 7) Incapacità conclamata a ridurre il deficit dello Stato in rapporto al pil; 8) Incapacità evidente di avviare una doverosa quanto possibile, per le potenzialità del Paese, ripresa economica; 9) Immigrazione incontrollata e disordinata; 10) Persistenza nel mantenere "Aziende di Stato" capaci solo di creare deficit. Potrei continuare ma sono prossimo a 1000 caratteri.

Trefebbraio

Lun, 07/01/2019 - 20:35

Sarebbe l'ora di restituire allo sport i loro templi.

ziobeppe1951

Lun, 07/01/2019 - 20:46

Nickione ...e dove li metti i 400 mila dei cessi sociali?...avanti o popolo

moichiodi

Lun, 07/01/2019 - 21:13

Paura eh? I provvedimenti alla tacher erano di sinistra... E poi il mondo del calcio è puro come un figlio. È il vu cumpra che è pericoloso.

moichiodi

Lun, 07/01/2019 - 21:15

Noto come i commenti dei fidi di salvini, plaudono ai provvedimenti. Quali?

moichiodi

Lun, 07/01/2019 - 21:18

Pronti ad estirpare. Pronti partenza vista! Lontano anni luce da maroni, Che annunciava e faceva. Salvini invece incontrera gli ultras e dirà loro di non farlo più.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 07/01/2019 - 23:14

In Ucraina chi compie atti di teppismo, che secondo la Legge vuol dire ogni atteggiamento ostile alla Autorità e all'interesse pubblico, viene condannato a non meno di dieci anni di galera ucraina ... mica le pulcinellate del Bel Paese.

lomi

Lun, 07/01/2019 - 23:36

ok, vada...vediamo se alle parole, tante, seguiranno i fatti...saro il primo ad applaudire..magari caro Salvini cerca di non circondarti di certi tifosi

Nick2

Mar, 08/01/2019 - 08:38

Intanto, come primo effetto di questo provvedimento che, per ora, è solo nella testa (vuota) dell’eroe felpato, l’arbitro non avrà più l’autorità di sospendere la partita in occasione di disordini o cori razzisti. Dovrà aspettare Salvini che, vestito da arbitro, scenda in campo per decidere sul da farsi...

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 08/01/2019 - 09:25

Le ragionevoli norme di Maroni mi sembra ancora in parte in vigore, prevedono cose diverse da quelle che Salvini propone, tra esse quella della sospensione della partita in caso di cori razzisti (li scoraggia), comunque i 6500 di cui parla Salvini sono solo quelli schedati, molti altri manifestano la propria “vivacità” a quasi tutte le partite...i treni dei tifosi venivano devastati dai “tifosi” devastatori e non capisco perché i tifosi pacifici con figli a seguito debbano andare a braccetto con quelli “vivaci” sullo stesso treno...sui cori forse Salvini così si è espresso perché avendoli cantati anche lui…”senti che puzza….”. Non vuole privare di questa “letizia” altri...poi urtano la sensibilità degli altri, quindi scontri e poi Salvini arriva in divisa da poliziotto...non fa una grinza!

aleppiu

Mar, 08/01/2019 - 09:38

E' singolare come il tipo che con tanta cattiveria chiede la chiusura di tutti i porti, allo stesso tempo sia per l'apertura degli stadi. Certo i 49 disgraziati sulla nave non portano voti, ma gli ultras e i tifosi, si quindi bisogna preservarli. Anche perché non e' cosi velata la simpatia del felpino per i capi ultras, proprio quelli che bisognerebbe punire!!!