Salvini contro Grillo: "Diventi europeista per una poltrona in più"

Il leader del Carroccio se la prende con M5s: "Dalle barricate alle poltrone, mi fanno tristezza. Ora difendono l'euro, le banche e l'immigrazione di massa"

Era prevedibile ed è arrivato puntuale: l'attacco di Matteo Salvini a Beppe Grillo, reo - agli occhi del leghista - di aver saltato il fosso, con l'annuncio dell'alleanza con gli ultraeuropeisti dell'Alde. Effettivamente, un voltafaccia ai vecchi compagni di viaggio euroscettici capitanati dall'artefice della Brexit Nigel Farage.

"Mi spiace per gli elettori in buona fede dei Cinquestelle che pensavano di votare per un partito che voleva lasciare l'Euro, bloccare l'Europa e bloccare l'immigrazione - attacca Salvini - Con oggi per qualche poltrona e per qualche euro in più Grillo e i Cinquestelle a Bruxelles stanno in un partito più europeista di tutti, quello sostenuto da Prodi e Monti che difende l'euro, le banche e l'immigrazione di massa."

"Un incredibile voltafaccia europeista - prosegue il segretario del Carroccio - Per qualche poltrona in più a Bruxelles, i 5stelle abbandonano un gruppo euroscettico per entrare nell'Alde, il gruppo più favorevole all'Europa dell'euro, delle banche, delle lobby e dell'immigrazione. Stanno passando dalle barricate alle poltrone, ma io non mollo."

Se la svolta europeista dei grillini dovesse essere confermata, Salvini d'altro canto potrebbe intestarsi la palma di unico leader di peso italiano convintamente euroscettico, assurgendo a interlocutore unico per tutti i "colleghi" anti-Ue del Vecchio Continente, da Nigel Farage a Marine Le Pen. Resta da vedere se Grillo saprà mantenere l'impronta anti-establishment del MoVimento delle origini o se lascerà che a tirare questo rigore contro la vecchia politica siano solo i leghisti.

Commenti

Gianni11

Lun, 09/01/2017 - 13:24

Bravo Salvini! Grillo e' sempre stato il pupazzo dei poteri forti, una "falsa opposizione". Lo hanno usato per fermare la Destra e portarci Monti, Letta e Renzi. Adesso lo vogliono portare al potere visto che il PD non funziona piu'. E per questo deve smascherarsi.

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Lun, 09/01/2017 - 13:27

ALLEANZE CON I MOVIMENTI VERI ANTIEUROPEISTI, ANTIBADOGLIANI MEGLIO PERDERE CON ONORE E SE NECESSARIO RESISTERE OLTRE LA VALLE DEL PO IN ATTESA CHE TUTTA L'ITALIA DIVENTI VERA REPUBBLICANA

wotan58

Lun, 09/01/2017 - 13:57

Nigel Farage è out dalla politica. Marine Le Pen rispetto al leghista ex leoncavallino ha ben altro peso politico, esperienza e credibilità ma è tutto da verificare se e quale potere avrà se, come praticamente certo, nelle prossime elezioni presidenziali salirà al potere la Destra di Fillon, che è quasi antitetica al FN.

geronimo1

Lun, 09/01/2017 - 14:24

WOTAN58 In effetti quei "puzzoni" dei francesi al momento giusto hanno sempre sbarrato la strada al Front National ai ballottaggi, unendo i voti socialisti e centristi (non posso certo chiamare il nano Sarko "di destra")... Vedremo se la manovra avra' successo anche questa volta: se cosi' sara' mai la Marine riuscira' a farcela......

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 09/01/2017 - 16:00

I grillini rappresentano una marmaglia di succubi incapaci del Comico Maximo che, invece di funzionare come blocco anti-sistema, andranno a sedersi comodamente sulle poltrone europee per applaudire la feccia euro-burocratica al potere, naturalmente prendendo in giro gli utili idioti che li hanno votato e li voteranno. Grillo e compagnia saranno i più potenti alleati dell'ipocrisia e della conservazione filo-europeista. In trincea resterà solamente Salvini e i suoi, gente che parla di idee e programmi.