"Salvini fascio, Valsusa libera". L'ennesima scritta dei centri sociali contro il ministro dell'Interno

La scritta contro il ministro dell’Interno, con tanto di "A" di anarchia, è apparsa sulla strada per il Sestriere

"Salvini fascio, Valsusa libera". Questa volta i centri sociali attaccano così il ministro dell’Interno, diventato il loro nemico pubblico numero uno, da colpire a suon di scritte e offese.

L’ennesima offensiva e l'ennesimo insulto al leader della Lega sono arrivate, questa volta, alla punta estrema occidentale dell’Italia, a pochi passi dal confine francese. Qui, tra Melzet e Bardonecchia, alcuni antagonisti hanno lasciato il segno. E sulla strada che porta al Sestriere, come riporta il quotidiano locale online L’AgendaNews, qualcuno si è dileggiato nell’imbrattare i muri scrivendo appunto "Salvini fascio, Valsusa libera". Il tutto corredato dalla "A" di anarchia.

Giusto una manciata di giorni orsono, solo per citare il precedente più recente di questa ondata di odio contro il vicepremier, a Galeata, in provincia di Forlì-Cesena, apparve la scritta in rosso "Salvini muori". Il responsabile del Viminale, ormai, ci ha dovuto fare il callo.

Commenti

SpellStone

Gio, 04/10/2018 - 10:18

iniziamo a specificare se centri sociali regolari o abusivi... prego..

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 04/10/2018 - 10:21

Sono un gruppo di vigliacchi che si nascondono...come bambini.