Salvini lancia la federazione per il centrodestra. E dice no ai "minestroni" coi centristi

Il segretario della Lega, Matteo Salvini, a In mezz'ora: "Non penso a una lista unica ma ad una federazione, prima gli italiani"

Grandi manovre in corso in vista delle elezioni che, presumibilmente, si terranno tra un anno. Intanto i leader si preparano, affilano le armi e studiano le mosse. Comprese le alleanze. Il leader della Lega, Matteo Salvini, a proposito di una possibile alleanza con Berlusconi mette le cose in chiaro: "No al passato, guardiamo avanti". E chiarisce subito a cosa fa riferimento: "Non sento Berlusconi da tempo, lo vedrò come vedo spesso Toti, Meloni e tanti italiani tornati ad aver fiducia in qualcuno e che ci chiedono di non fare minestroni con Alfano, Verdini, Cicchitto".

"Ci vuole un progetto condiviso - prosegue - mai più tutti insieme su un programma e poi si litiga il giorno dopo. Noi al programma lavoriamo da tempo e non sono disponibile, su alcuni punti, a tornare indietro. Ho visto, per esempio, che Berlusconi pensa a una tassa unica al 23-24%. Bravo, così milioni di italiani pagano di più".

Una lista unica del centrodestra? "Non necessariamente - precisa Salvini -. Se la legge elettorale è la schifezza che Renzi e la Consulta ci hanno consegnato, con il premio alla singola lista, non
penso di sciogliere la Lega in liste uniche che non hanno funzionato". E insiste: "Penso a una federazione, prima gli italiani. La offro come Lega".

"Ammiro Marine Le Pen - prosegue Salvini soffermandosi sull'imminente voto in Francia - sarebbe un buon segnale per tutti, riporterebbe al centro il tema del lavoro. Spero che ce la faccia, saranno tutti contro uno". Alla domanda se è per l’uscita dell’Italia dall'Ue, Salvini replica affermando che c’è necessità che il Paese abbia il controllo della moneta: "Sono fiducioso nelle nostre capacità e quindi do l’ultima spiaggia a questa Unione se vuole cambiare. Però se continuano a mettermi le dita negli occhi, a farci pagare 20 miliardi annui e poi ci considerano di serie B, allora che godetevela voi questa Unione". A proposito dell’appuntamento celebrativo dei Trattati di Roma, in programma il prossimo fine settimana, Salvini ha detto che lui non sarà nella Capitale, sarà in un’altra città. Ed ha aggiunto che lui non sta con "i burattini che hanno ammazzato l’Unione europea: Merkel, Gentiloni, Hollande".

Commenti

giovanni951

Dom, 19/03/2017 - 16:46

basta che non ci siano alfano e gente simile.

VittorioMar

Dom, 19/03/2017 - 16:55

...MA ANDREMO MAI A VOTARE ???.....CON QUALE LEGGE ELETTORALE ???.....QUANDO FINIRANNO I CAPRICCI DEL PD ??....SIAMO IN UNA DEMOCRAZIA(?)SEQUESTRATA...RICATTATA ...MANOVRATA DA ALTRI !!!

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 19/03/2017 - 17:32

Bene Salvini! Sempre barra a dritta con serietà e tutto il CDX ne guadagnerà. Non sono più tempi come certi personaggi che si sono uniti con l' intento di distruggere la coalizione. Purttroppo è stato un Film già visto ed ha pagato e stà pagando l' Italia e i suoi cittadini. Non possiamo più permetterlo che ciò possa succedere di nuovo. Adesso grazie a quello che è successo stanno pagando 15 milioni di poveri con centinaia di suicidi. Non è più ammissibile sbagliare.

Miraldo

Dom, 19/03/2017 - 18:14

Bene per una federazione di centrodestra ma il premier è Salvini ed è la Lega che detta i tempi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 19/03/2017 - 23:54

Bravo Salvini! Solo che per ottenere il premio di maggioranza occorre cambiare la legge elettorale, che oggi prevede il premio solo alla lista, e non alla coalizione. E non mi sembra di vedere che il parlamento abbia una gran voglia di cambiarla, a partire dal nostro sedicente alleato.

roberto zanella

Lun, 20/03/2017 - 02:08

D'accordo su tutto caro Matteo , ma per favore qualcuno/a gli dica di tagliarsi quella barbetta da islamico e si lasci un attimo crescere i capelli che se no mi pare il Piero Mazzarella quando faceva ul barbun...

klucoc

Lun, 20/03/2017 - 08:05

d'accordo con Salvini fuori tutti i traditori ed i centristi pronti a tradire in qualsiasi momento