Salvini ora vuole comandare: sono al 30%, arriverò a 100...

Il ministro: «Mi resta da convincere il 70% di italiani...» E rilancia sulla Tav: «Facciamo referendum, io voto sì»

Il consenso della Lega diventa sempre più solido e distribuito sul territorio. E Matteo Salvini, alla vigilia del viaggio ufficiale in Israele, parlando nella sede della Stampa Estera non si nasconde e si concede una battuta sul suo momento magico. «I dati dicono che non siamo mai stati così forti. Certo tra il 30% e il 100%, mi manca ancora il 70% di italiani da convincere...».

Il tono è leggero, senza scivolare nella tracotanza e senza peccare di hybris, ma è chiaro che la consapevolezza di essere il più amato dagli italiani - il sondaggio Swg del Tg La7 dà la Lega stabile al 32%, mentre M5s perde oltre un punto e si attesta al 26,2 - in questo momento è ben presente nella mente del leader della Lega. Salvini sa però che deve fare i conti con la tenuta in prospettiva del suo consenso. E in questo senso il vero nodo, il pericolo reale che si profila all'orizzonte è l'offensiva anti-infrastrutture portata avanti dai Cinquestelle, un tema su cui tanto il Nord Ovest quanto il Nord Est hanno una sensibilità scopertissima.

Come uscire da questo vicolo cieco senza rompere con l'alleato? La risposta è semplice: rimettendo la decisione direttamente agli italiani. «Se dall'analisi costi benefici sulla Tav non dovessero arrivare risposte chiara una strada potrebbe essere quella del referendum» dice il ministro dell'Interno. «Aspettiamo il rapporto, ma se non si arrivasse a una decisione, chiedere ai cittadini cosa ne pensano penso che possa essere una strada». Ma quindi un referendum?, gli viene chiesto. «Perché no?» risponde Salvini. «L'unica cosa che non può succedere è che si vada avanti ancora per settimane o per mesi a discutere». Quindi sulla Tav serve «una risposta nelle prossime settimane: i cantieri o si aprono o non si aprono». L'importante secondo il titolare del Viminale è «avere dei sì o dei no»: «Io tifo sì» ribadisce. «Se i tecnici ci dicessero no o forse, si possono ascoltare i cittadini» conclude.

L'ipotesi referendum lascia decisamente freddo il Movimento Cinquestelle. Sulla Tav «si parla di un referendum. Non è un ministro che può decidere di fare un referendum ma i cittadini delle comunità a richiederlo» dice Luigi Di Maio, ospite di Quarta Repubblica su Rete 4. «Se lo chiedono chi siamo noi per opporci», prosegue precisando che «in questo momento stiamo facendo una ricognizione dei soldi spesi e di quelli che si devono spendere». Alzano la voce i consiglieri comunali grillini di Torino. «Ci stupiscono le proposte dei leghisti su un possibile referendum» dice la capogruppo Valentina Sganga: «Evidentemente Salvini, che non si capisce neanche più che ruolo abbia, se di ministro dell'Interno o dei Trasporti, ha già appurato che i risultati dell'analisi costi-benefici danno ragione alle migliaia di persone scese in piazza sabato e cerca un escamotage, come la proposta di un referendum con 20 anni di ritardo».

Proprio da Torino, però, arriva un segnale importante, destinato a rendere ancora più controversa la questione Tav. La Conferenza dei sindaci dell'ex Provincia approva una mozione Sì Tav presentata dal centrodestra e dal Pd che hanno la maggioranza in Consiglio. Così, dopo che i grillini al Comune hanno votato un documento che di fatto ha trasformato Torino in Comune No Tav, un'altra maggioranza fa virare l'area metropolitana di cui Torino è capoluogo verso il sì. La mozione approvata impegna la sindaca «a riconoscere i benefici dell'opera» e «a svolgere ogni azione finalizzata a sostenerne la realizzazione». Un affondo che sicuramente mette Chiara Appendino al centro esatto di due fuochi contrapposti.

Commenti

donzaucker

Mar, 11/12/2018 - 08:29

Solo sulla prima pagina del Giornale on-line avete scritto "Salvini" 8 volte. Non è che Berlusconi diventa geloso?

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Mar, 11/12/2018 - 08:36

Ho votato Salvini per la prima volta, dopo anni di MSI, AN, Forza Italia. Salvini e` un animale politico d'eccellenza. Senza alcun dubbio, al suo fianco. Ridiamo colore alla nostra bandiera.

spigolatore

Mar, 11/12/2018 - 08:43

sempre più buffone e presuntuoso. Ma chi si crede di essee?

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 11/12/2018 - 08:59

Salvini, LA CALMA È LA VIRTÙ DEI FORTI!!!

Ritratto di gino_lumino

gino_lumino

Mar, 11/12/2018 - 09:04

Ho votato Salvini perchè bisogna dargli merito di aver cambiato totalmente l0anima della Lega. Senza la zavorra del 5S che mi credevo fossero diversi, invece sono dei pseudo Pd molto a sinitra, l'Italia e la Lega in generale volerebbero! Speriamo quindi in Maggio nelle elezioni europee...

Duka

Mar, 11/12/2018 - 09:07

Questo si è montato la testa.

Ritratto di Gianluca_Pozzoli

Gianluca_Pozzoli

Mar, 11/12/2018 - 09:20

ME LO AUGURO...potere assoluto! VOGLIO UN DITTATORE

CommodoroBerto

Mar, 11/12/2018 - 09:23

Ho ascoltato l'intervista, non ha detto precisamente così. Stava scherzando.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 11/12/2018 - 09:24

Gentile dotto Fabrizio, "Convincere" è l'essenza dell'Agorà o, altrimenti letto, è l'essenza della Democrazia. Democrazia o potere del popolo, o, nella espressione attuale: popolo sovrano! Convincere è anche negazione del comunismo marxista uso di "rieducazione col lavoro"! Lo "statista" sa di avere "progetti" utili al popolo e si propone di ottenerne i suffragi elettorali. Il ministro Salvini ha progetti ambiti dal popolo, è acclarato! Sereno anno ... Libertà o cara

schiacciarayban

Mar, 11/12/2018 - 09:30

Bisogna fermare questo dittatore da strapazzo prima che sia troppo tardi. Il potere da alla testa. E sì che una volta avevo anche votato Lega, che pirxa sono stato!

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 11/12/2018 - 09:31

Gentile dottor Fabrizio, il senatore Salvini, ministro dell'interno e vicepremier, ha usato altra espressione "mi resta da convincere" non ha certamente profferito "arriverò"! Gentile dottore gli è che si possono "alterare" le parole dei governanti eletti dal popolo? Sereno anno ... Libertà o cara

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 11/12/2018 - 09:36

x spigolatore gentile signore, lui "non si crede" lui "è"! Senatore, ministro, vicepremier, deputato europeo, italiano vero ed infine osannato dalla gente! Sereno anno ... Libertà o cara

un_infiltrato

Mar, 11/12/2018 - 09:44

Stravince. Per grazia di Dio e volontà degli uomini.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 11/12/2018 - 09:45

un altro duce?

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 11/12/2018 - 10:00

Volenti o dolente ma serve una persona con pensiero logico e pratico per risollevare questo paese,i grillini...troppa utopia non si va da nessuna parte, troppi sinistroidi in quel partito.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 11/12/2018 - 10:06

Gianluca_Pozzoli però uno fascista o vorresti anche uno comunista?

Marguerite

Mar, 11/12/2018 - 10:09

Salvini, il politico più mal vestito di tutti tempi !!!! E con la barba islamica !!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 11/12/2018 - 10:31

#Marguerite - 10:09 Forse meglio Junker: con scarpe spaiate e traballante per cerebellite tossica. Etanolica.

ginobernard

Mar, 11/12/2018 - 10:32

deve essere più ficcante ... e soprattutto mantenere le promesse. Cominciando dai 35 euro ... siccome non è da solo di sicuro qualcuno dei 5S lo osteggerà. Faccia i nomi di quelli che si mettono di traverso. La gente deve sapere da che parte sta un politico. Mentre Salvini e la Lega sono degni di rispetto i 5S no ... loro sono come bandiere al vento. Vogliono solo stare a galla ... sono destinati a scoppiare come il PD ... e non è detto che una bella fetta passi alla Lega. IL PD invece è senza speranza ... ormai si è completamente staccato dal popolo. E perderà consenso verticalmente. Almeno lo spero.

kobler

Mar, 11/12/2018 - 10:33

Da solo farà un bel botto! Foprse non ha ancora realizzato che là dentro ci sta ancora grazie proprio al M5S che lo tiene calmo. A gonfiarsi così rischia di implodere..... Sono NoTAV... come la mette a cercare - inutilmente - di convincermi? Sprecherà tempo utile per altro

buonaparte

Mar, 11/12/2018 - 10:39

purtroppo in italia la stampa è veramente da 3 mondo. dichiarazioni trasformate , travisate e rovesciate.basta che un politico dice buongiorno e da questo si fanno mille interpretazioni poi si lamentano se i politici non parlano.io ricordo 60 anni fa che i politici facevano rare dichiarazioni e la stampa era piu corretta e meno corrotta di quella di oggi.troppi interessi politici ed economici da parte dei giornali . si torni ad una corretta informazione o si chiudano i giornali. perchè libertà di stampa non è libertà di diffamare , inventare e rovinare la gente.torniamo indietro per salvarsi e salvare la vera stampa .

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 11/12/2018 - 10:42

E` bello leggere i conati velenosi di bile dei detrattori di Salvini! Il solo pensiero di quanto Maalox sono costretti ad ingurgitare per sopravvivere allarga il cuore! Peccato per loro, pero`. Nessuno li obbliga a vivere cosi` male ed in cotanta malafede.

venco

Mar, 11/12/2018 - 10:44

Salvini attualmente è l'unico politico attualmente che sente le volontà della maggioranza degli italiani.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 11/12/2018 - 10:48

Ma cosa dice questo fenomeno , il 100% perchè è così modesto al 120% deve arrivare. Poi a proposito di TAV è troppo comondo chiedere il referendum , si assuma le sue responsabilità lo avete votato per questo e non per indire referendum.

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 10:48

I referendum hanno senso solo se svolti nelle comunità interessate dall'opera. Anche in Francia facevano questi referendum per costrurie centrali nucleari e il concambio erano una serie di infrastrutture prima assenti (piscine, palestre, strade, ecc...). Non ha senso fare un referendum nazionale perché sono le popolazioni prossime alla costruzione quelle che soffrono dei mali prodotti dall'opera, non certo chi vive a distanza.

investigator13

Mar, 11/12/2018 - 10:56

perchè ancora non gli sono arrivati alle orecchie i primi mugugni che si leggono su twitter. Ma se dobbiamo rimanere nell'€ per quale motivo si dovrebbe votare sto buffone e traditore? Una capa tanto con sto bastaeuro poi ci siamo dentro fino al collo. Far nascere un governo a trazione 5s sarà la sua condanna in quanto il 5s governa contro Salvini neutralizzandolo. Ma lui non se ne accorge

schiacciarayban

Mar, 11/12/2018 - 10:56

Nelle ultime elezioni libere nel 1933 il partito di Hitler aveva ottenuto il 43% di voti, 5 anni più tardi la stragrande maggioranza dei tedeschi appoggiò Hitler, anche se non sempre con grande entusiasmo. "Avrà molti difetti, ma almeno ci ha riportato l'orgoglio di essere tedeschi", pensavano in molti. - Questa è storia, meditate prima di osannare Salvini! Che paura!!!

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 11:03

@kobler, poco importa che tu sia notav, il referendum ha senso se svolto tra i valsusini, ed inoltre, non è che il referendum possa passare solo con il 100% dei consensi. La democrazia è ben altro.

Maver

Mar, 11/12/2018 - 11:39

"Salvini ora vuole comandare..." davvero un titolo poco felice, comunque ne abbiamo conosciuti altri che hanno provato a fare la stessa cosa. Salvini prima ancora di avere delle ambizioni dimostra di essere convincente.

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 11:40

@schiacciapetti, tutto questo tuo attivismo non si è visto ai tempi del precedente Matteo, eppure l'ascesa fu similare... però fai bene a ricordarci ogni giorno che ti vivi male e da frustrato, e per questo ti incoraggiamo ad uscire e socializzare con il tuo prossimo per una qualità di vita migliore.

VittorioMar

Mar, 11/12/2018 - 11:48

..CALMA E PONDERAZIONE !!

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Mar, 11/12/2018 - 12:07

magari fosse possibile... scritto così comunque sembra che si sia impazzito, invece non mi pare che sia un sognatore come i cattosinistri e le loro ideologie assurde. I sinistri manco le battute comprendono! Ma se Salvini arriverà al 50% io andrò in pellegrinaggio a piedi al santuario del Divino Amore per ringraziare la Madonna!

lappola

Mar, 11/12/2018 - 12:10

SPERIAMO !!! Sarà più facile governare senza la palla al piede dei 5 stelle .

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Mar, 11/12/2018 - 12:11

schiacciarayban: SI LEI HA PERFETTAMENTE RAGIONE ! E SI CHIEDA PURE QUANTE VOLTE LA SINISTRA A SGOVERNATO SENZA AVERNE AVUTO MANDATO E FACCIA LA SOMMA. EVIDENTEMENTE LEI VIVE ANCORA TRA LE NUVOLE CIRCONDATO DALLE FAVOLETTE PER LOBOTOMIZZATI SCRITTE DAGLI EURO-BUROCRATI DELLA "MERKEL & SOROS COMPANY". SIETE SOLO DEI FALLITI DA BARZELLETTA E PERSEVERATE NEL VIVERE LONTANI ANNI LUCE DAI PROBLEMI REALI DELLA GENTE, POI NON PIAGNUCOLATE SE I Gianluca_Pozzoli SONO OGNI GIORNO SEMPRE PIÙ NUMEROSI.

schiacciarayban

Mar, 11/12/2018 - 12:17

libertà75 - Guarda che io vivo benissimo, ho soldi e lavoro e molto altro, Salvini mi fa un baffo, sono solo preoccupato per questo paese come cittadino. Ma sembra che a nessuo importi nulla di questo paese, l'unica preoccupazione è la propganda per far finta che le promesse fatte vengano mantenute, e non si fa nulla di buono per l'Italia.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 11/12/2018 - 12:18

Ovviamente i referendum sulle grandi opere che hanno valenza nazionale (o addirittura internazionale, come in questo caso, ci sono in ballo anche i finanziamenti europei), devono essere referendum nazionali, visto anche che i benefici riguardano i cittadini dello Stato in generale. Assurdo concepire solo referendum locali sulle grandi opere, guardando ai disagi delle popolazioni locali (espropri, ecc.). Se così si facesse, le grandi opere (tipo autostrade, ponti, tunnel, ecc.) non si farebbero mai, perché verrebbe meno il concetto giuridico ultra-conosciuto di pubblico interesse, che consente alla pubblica amministrazione di sacrificare l'interesse del singolo allo scopo di favorire l'interesse generale.

WSINGSING

Mar, 11/12/2018 - 12:24

Avanti tutta Matteo. E staccati da Berlusconi.....

Rossana Rossi

Mar, 11/12/2018 - 12:24

Chi boicotta le infrastrutture è un ignorante che vuole solo il fallimento di questo povero paese già ridotto a uno schifo senza lavoro.

lorenzovan

Mar, 11/12/2018 - 12:34

onestamente penso che qualsiasi che qua' scrive..se avesse bloccato le ONG e chiuso i porti..avrebbe pure lui almeno il 20% deii voti...solo che un paese non si guida solo combattendo gli scafisti o coi twit e le battute tipo " lo spread me lo mangio a colazione " ..o " si candidi e si faccia votare"...E fosse cosi' facile..giggetto o giacchttiello..anche chiamato trombetta..sarebbe il miglior ministro del pianeta e Toninulla il suo profeta

Atlantico

Mar, 11/12/2018 - 12:34

E' indubbio che Salvini ha, e avrà ancora per un certo periodo, il vento in poppa ed è altrettanto indubbio che sia un politico tatticamente molto avvertito, ma da quando siamo passati alla cosiddetta 'seconda', o 'terza', repubblica nessun leader è rimasto in auge più di due o tre anni, a parte Berlusconi. Salvini non farà eccezione: anzi, più in alto egli salirà e più sarà rumorosa la sua caduta che, credo, arriverà per mano giudiziaria, come da alcuni segni si piò già pensare.

Maver

Mar, 11/12/2018 - 12:45

La mano giudiziaria tutto può, fuor che togliere il consenso.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 11/12/2018 - 13:03

Salvini, davvero lei crede a quello che dice? Guardi che tra il dire e il fare c’è di mezzo la realtà. Questa: quel 30% sono sondaggi basati su campioni, più o meno, rappresentativi di una popolazione. I voti, invece, sono contati uno a uno. Il 100% è l’ennesima sua sparata futuribile. È al governo. Ha perfino commissariato Conte, Di Maio e Tria. Ci faccia vedere i fatti. Perfino Di Maio riesce ad insegnarle qualcosa. A riguardo dei tuoi incontri, in solitario, con le imprese: «Tutti i ministri hanno il dovere di incontrare le imprese ma adesso, come ha detto Boccia, ci aspettiamo i fatti. IERI LE PAROLE MA I FATTI SI FANNO AL MISE». Uso una sua espressione: «piglia incarta a porta a casa»!

investigator13

Mar, 11/12/2018 - 13:19

WISINGSING l'asse tra Roma e Berlino di cui parla Salvini, ovvero rimanere dentro l'Ue avvantaggerà FI e non certo la Lega di Salvini che ha dimostrato totale incapacità in fatto di politica economica. Tra Salvini e Berlusconi rimanendo dentro l€ mille vote meglio il berlusca.

Malacappa

Mar, 11/12/2018 - 13:23

Duka non si e' montato la testa e' la sacrosanta verita' siamo stufi di tutto sto disordine

mozzafiato

Mar, 11/12/2018 - 13:31

titolo eccezionale nella sua demenzialita' !!! Davvero IL GIORNALE ha raggiunto e superato repubblica sotto questo aspetto ! SALVINI VUOLE COMANDARE .... Ma che razza di incommensurabile infantile scemenza e' ? Ormai e'lampante che la demenza senile ha avviluppato il cav (il quale ordina reiteratamente al Giornale di scrivere robe di questo genere) ! Dunque e'assurdo ed illogico che un politico nazionale, aspiri ad avere la maggioranza per poter mettere in pratica le proprie idee ed il proprio programma ... , o no ? Per Salvini, secondo il Giornale, questa regola non deve valere, perche' a comandare ci deve essere un solo ed unico uomo: BERLUSCONI !!!

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 13:37

Ovviamente c'è gente che pensa di sapere di diritto e che deve dire scempiaggini soltanto perché ha letto l'introduzione di qualche testo. Ma va bene, l'analfabetismo funzionale è patrimonio morale di molti soggetti in Italia. L'interesse nazionale può tranquillamente essere tutelato e promosso da una votazione parlamentare a scrutinio segreto. Esiste un Parlamento apposta per questo. Il punto di un referendum locale è quello di verificare che i mali prodotti localmente siano adeguatamente compensati da ulteriori beni. Se facessimo un referendum nazionale per dislocare tutti i rifiuti in provincia di Parma (una a caso), sarebbero tutti favorevoli meno i parmensi... Indovinate perché?

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/12/2018 - 13:48

Forse è giunto il momento di rovesciare il tavolo a meno che il "ragazzo spazzola" "bibitaro precario" Di Maio non si accovacci nella suo cuccia da quel gran can da pagliaio che è.

pasquinomaicontento

Mar, 11/12/2018 - 13:50

...nessuno penzava ar fenomeno Sarvini,figurarsi er berlusca, che se porta sempre appresso un rettangolino de specchio,pe' dasse 'na guardata 'gni tanto.E penzà che prima der fidanzamento morganatico co' la Lega, (lui tanto,Lega solo debiti)credeva de rigilarselo come je pareva...er padano, invece, uscito che fù dar guscio, da purcino se fece cresce la cresta e divenne 'na specie de Gallo Cedrone un po' permaloso,nun je puoi dì mezza parola che te sarta addosso,noi romani, li chiamamo "micchi ombrosi" se seguita così, dura poco,fino a che sta su la cresta dell'onna :bene,quanno l'onna s'incomincia a appiatì...è li che devi sapè maneggià la Tavola.'Gni tanto faccio un sarto ar Bambin Gesù, che bello vedè er soriso d'un malatino che incomincia a move i primi passi e te guarda come pe dì:-Lo vedi sto a guarì, pure io cammino...me se strigne er core...

schiacciarayban

Mar, 11/12/2018 - 13:55

Libertà75 13:37 - Secondo me sei grillino: un sacco di parole per fingere di essere intelligente, per poi esprimere concetti banali e scontati che potrebbero essere detti in tre parole da un bambino delle elementari. Non è che hai imparato da Di Maio?

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 11/12/2018 - 14:01

Matteo, è un grosso errore affidare al popolo la decisione su questioni strategiche nazionali. I temi come questo necessitano di uno studio approfondito e competente, non ti pare? Ricordati che ci siamo già passati, con la decisione sul nucleare, quando, sull'onda di quanto avvenuto a Chernobyl, gli Italiani si evirarono dando retta ai trogloditi terrapiattisti dell'epoca (di sinistra, naturalmente). E da quel giorno rimanemmo sotto scacco dei nostri fornitori di energia.

philwoody52

Mar, 11/12/2018 - 14:04

a questo gli è partito la brocca

Maver

Mar, 11/12/2018 - 14:15

Ma sì prendiamo esempio da Macron che fa "i compiti per benino" e intanto mette il paese a rischio guerra civile.

elpaso21

Mar, 11/12/2018 - 14:17

"Come uscire da questo vicolo cieco senza rompere con l'alleato": e chi sarebbe?

Atlantico

Mar, 11/12/2018 - 14:19

Maver, il consenso finirà, infatti, quando l'elettorato si accorgerà che di propaganda ce n'è stata a bizzeffe ma di realizzazioni concrete molte, molte, molte meno. Già oggi, se si pensa alla miriade di promesse elettorali del tutto mirabolanti ( per non dire chiaramente inventate a tavolino ) fatte dai nostri due 'augusti' governanti, il bottino delle cose concrete è praticamente a zero: ricordo che la legge finanziaria approvata, con la fiducia alla Camera, sarà del tutto rivoluzionata al Senato. Per cui poi dovrà tornare alla Camera. Per non parlare del reddito di cittadinanza, l'abolizione della legge Fornero, la flat tax per tutti i cittadini e le imprese d'Italia. Forse ci crede solo lei ormai.

gigi0000

Mar, 11/12/2018 - 14:25

A sostenere le scelte di questo governo pare siano soprattutto le persone più anziane, le meno istruite ed i ceti più deboli. Forse sarebbe il caso di porsi qualche domanda. Cervellini da gallina?

Maver

Mar, 11/12/2018 - 14:36

@Atlantico sperare non costa nulla.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 11/12/2018 - 14:41

Qualcuno straparla di referendum nazionali per dislocare tutti i rifiuti in provincia di Parma. E' evidente che si tratta di un tipo che non ha argomenti, non conosce la normativa sul pubblico interesse e sull'esproprio (concetti che trovano il loro fondamento nell'articolo 42, 3° comma, della Costituzione e nell'articolo 834 del codice civile), e cerca per questo di buttarla in caciara. Dovrebbe essere evidente che tutta la provincia di Parma non basta a contenere tutti i rifiuti nazionali, neanche ricoprendo a tappeto la provincia, mentre esiste una normativa che prevede competenze distinte in materia di smaltimento dei rifiuti fra Stato (indirizzo, coordinamento e criteri generali), regioni (piani di gestione), province (programmazione e controllo a livello provinciale) e comuni (gestione effettiva dei rifiuti). Questo per le persone raziocinanti e informate, ma non è il caso di Libertà75.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/12/2018 - 14:43

@donzaucker: Berlusconi non diventa geloso. Lui lo è già diventato. Lo è sempre di più.

buonaparte

Mar, 11/12/2018 - 14:45

atlantico purtroppo la propaganda negativa fatta dai partiti di sinistra italiana ed europea con l'uso dei suoi media repubblica corriere foglio messaggero espresso rai e la7 e giornali collegati europei del fronte contro il populismo STA ROVINANDO L'ITALIA .questi giornali hanno sparso odio e paure sullo stato e le finanze tanto che la gente per paura ha bloccato i consumi e si sta fermando l'economia per poi dire che il governo sta bloccando e rovinando tutto. CHE QUALCHE MAGISTRATO SERIO INTERVENGA PER IL DANNO CHE STANNO PROVOCANDO A TUTTI GLI ITALIANI CON LA DIFFUSIONE DI NOTIZIE FALSE ECONOMICHE che hanno fatto aumentare lo SPREAD

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 14:49

@schiacciarayban, ti rinnovo l'invito (come in passato) ad esprimere domande o considerazioni strutturate e supportate da argomentazioni collegate da filo logico. Finora, ti sei sempre limitato al qualunquismo e all'allarmismo. Sostieni che sia tempo perso fare domande intelligenti, ma invece trovi ottimo spendere tempo in illazioni e nefaste previsioni. Stupiscici!

Atlantico

Mar, 11/12/2018 - 15:02

Maver, infatti ho detto che siete in pochi, ormai, a credere davvero al reddito di cittadinanza per tutti, all'abolizione della riforma Fornero, alla flat tax generalizzata per cittadini ed imprese, al 'picchiare i pugni in UE', ai 500.000 rimpatri nei primi 15 giorni di governo ed alla bicicletta con cambio Shimano che vi hanno promesso.

Maver

Mar, 11/12/2018 - 15:16

@Atlantico non mi ha compreso, è lei che sta sperando nella caduta di Salvini e questo non le può certo essere impedito.

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 15:42

Ripeto che l'interesse nazionale è ben tutelato da una votazione parlamentare a scrutinio segreto... tra il resto, un diversamente intelligente, facilmente intelleggibile dalla sua tracotanza, argomenta la sua posizione adducendo gli istituti normativi in favore dell'equo indennizzo in caso di espropri per interesse generale. Ma in questo articolo, non si sta dibattendo sulla correttenza dell'equo indennizzo, né tantomeno sull'interesse generale. Palese è l'interesse generale del Paese verso le Grandi Opere. Diversa è invece la questione su come le popolazioni locali vengano ricompensate dal danno arrecato. Terza volta che lo ripeto, ma è evidente che chi non ha studiato economia e non sa cosa siano l'esternalità debba per forza cercare un articolo della Costituzione a caso per dire di sapere qualcosa. Debbo però fare i miei complimenti, perché il vuoto culturale del soggetto è ben compensato dal suo narcisismo evidente.

Libertà75

Mar, 11/12/2018 - 15:57

@atlantico, vedi, o tu non sai per analfabetismo di ritorno (e questo dipende dalla tua età) oppure menti sapendo di mentire (e questo dipende dal tuo livello di onestà intellettuale). Un programma di Governo è proposto agli elettori per un mandato elettorale di 5 anni, il fatto che tutto debba essere implementato in 3 mesi è il tipico atteggiamento superficiale e qualunquista. Ora sapendo che sei una persona istruita, ti chiedo di renderci edotti del motivo per cui nel 2013 il PD si spese in campagna elettorale a difesa dell'art. 18 e dopo lo distrusse completamente una volta al potere. Cioè rendici edotti del percorso di coerenza promosso dal tuo PD. Dai coraggio, lì hai 5 anni di cui parlarci. Ti prego, stupiscici anche tu.