Salvini respinge l'ipotesi rimpasto: "La squadra non si tocca"

Salvini non vuol sentir parlare di rimpasti all'interno del governo. Il leader della Lega ha le idee chiare e di fatto chiude all'ipotesi di una rivisitazione della squadra di governo

Matteo Salvini non vuol sentir parlare di rimpasti all'interno del governo. Il leader della Lega ha le idee chiare e di fatto chiude all'ipotesi di una rivisitazione della squadra di governo lanciata dal premier Conte nel corso della consueta conferenza stampa di fine anno. Il vicepremier non usa giri di parole: "Rimpasti? Ipotesi surreali e totalmente false. Squadra che vince non si cambia, siamo il governo col più alto indice di fiducia dei cittadini in Europa".

Eppure da palazzo Chigi ieri sono arrivate le parole del premier che vanno in direzione opposta. Conte infatti non ha del tutto escluso l'ipotesi di metter mano alla squadra di governo e non ha nemmeno respinto l'ipotesi che possa essere fatto un "tagliando al contratto". Sulla graticola, come ha ricordato il Giornale, ci sono almeno tre ministri: Toninelli, Lezzi e Trenta. Di fatto dopo l'approvazione della manovra la squadra pentastellata presente nell'esecutivo potrebbe subire qualche ritocco. Ma dalla sponda Lega arriva una frenata. Bisognerà attendere i primi mesi del nuovo anno per capire se il governo cambierà volto in alcuni dicasteri chiave o se invece la squadra verrà riconfermata al completo.

Commenti

cgf

Sab, 29/12/2018 - 13:49

una volta mi mandarono a chiamare in banca per discutere le condizioni, in effetti pago meno di altri con le mie stesse movimentazioni. Sorpreso ho esordito dicendo di farmi le loro proposte che le avrei confrontate. A questo punto ad essere spiazzati sono stati loro, al loro perché ho risposto che se devo ridiscutere le condizioni, mi sarei guardato anche attorno. Sono anni che ho ancora le stesse condizioni. Mi sa che Salvini ha capito che potrebbe essere l'occasione per 'monetizzare' il risultato raggiunto, in altre parole ELEZIONI e poi vediamo. gli autonominati democratici 5S non potranno sottrarsi ad eventuale richiesta di elezioni, sparirebbero, percentuali a meno del PD

buri

Sab, 29/12/2018 - 13:50

Salvini parla ma intanto il M5S agisce e gli tocca andare giù, ale future elezioni pagherà il prezzo del suo tradimento dell'elettorato

carlottacharlie

Sab, 29/12/2018 - 14:04

Ha ragione Salvini. Se i pentasciocchi sono anche dei "bamba", peggio per loro. Come si fa a non sapere, prima, a chi si affidano poltrone delicate? Sappiamo che i bamba 5 non sanno nemmeno cosa significhi "intelletto" ma, a non conoscere in precedenza le incapacità dei loro fratelli è proprio da stolti. Credo sia ora che nei palazzi finisca la "schifezza" di cambiare genti e gentaglie ad ogni piè sospinto. Già si sopportano e si pagano dei cretinetti e diventa offensivo che dobbiamo sottostare alla "girandola" per ingrassarne altri.

roberto zanella

Sab, 29/12/2018 - 14:22

FINO AD ORA CHI STA PAGANDO E' IL M5S E LE OPPOSIZIONI NON SALGONO. E INUTILE SPERARE CHE IL POPOLO ITALIANO RITORNI A FI O AL PD, PERCHE SCONTENTI DI LEGA E M5S. FI E IL PD E IN PARTE FDI E' IL VECCHIO. NONOSTANTE IL 95% DEI MEDIA CONTRO E LE BALLE RACCONTATE AGLI ITALIANI, LEGA E M5S HANNO PIU O MENO IL 60%

Reip

Sab, 29/12/2018 - 14:23

I Ministri poco capaci andrebbero sostituiti, immediatamente!

Ritratto di pedralb

pedralb

Sab, 29/12/2018 - 16:14

CARO SALVINI FAI SALTARE IL BARACCONE ALTRIMENTI ALLE PROSSIME POLITICHE SEI FINITOOOOO

Duka

Dom, 30/12/2018 - 08:10

Se fosse un intelligente politico vero avrebbe "staccato la spina" lo scorso settembre ora si trova nel più classico dei "cul de sac" dal quale uscirà con le ossa tremendamente rotte-