Salvini sbertuccia Renzi: ​"Si è montato la testa. Ora qui farebbe jogging..."

Matteo Salvini attacca l'altro Matteo: "Se Renzi tornasse in Versiliana ora farebbe jogging". Poi l'affondo: "Non devo montarmi la testa come lui"

Lo scontro a distanza tra l'ex premier e l'attuale ministro dell'Interno va avanti. Ieri al centro della querelle c'erano i soldi che i Benetton, famiglia al centro della bufera per il crollo del ponte di Genova, avrebbero elargito alla Lega. Salvini in serata aveva "zittito" il collega piddino, affermando che da quando è lui alla guida del Carroccio nessuno ha mai preso un euro. Ma ora torna all'attacco.

Parlando al Caffé della Versiliana, a Marina di Pietrasanta (Lucca), il ministro dell'Interno si è rivolto a Renzi, citandolo apertamente. "Ogni giorno che Dio manda in terra mi dico: 'Matteo ti chiami come quell'altro ma non ti montare la testa come lui'", ha detto il leader della Lega. Poi una frecciata all'ex segretario del Pd: "Anche Renzi riempiva la Versiliana ed oggi se tornasse in Versiliana farebbe jogging".

Il ministro dell'Interno è andato in Versilia dopo essere stato impegnato nella gestione di diversi dossier. Uno su tutti, ovviamente, quello del ponte di Genova. Oggi la società Autostrade per l'Italia ha promesso un ponte nuovo per Genova, ma per Salvini questo "non paga le colpe" sul crollo. Poi sul tavolo del ministro, in questa calda estate agostana, c'è anche la Nave Diciotti della Marina italiana. L'imbarcazione è ferma al largo del porto di Lampedusa e il governo sta cercando di trovare una soluzione che coinvolga l'Europa. Per il momento il Viminale, comunque, nega lo sbarco.

Il capo del Viminale non promette di non fare errori. Agli elettori lo dice chiaramente. "Piedi ben piantati per terra", è il suo ragionamento. "Durante la nostra attività di governo, io commetterò degli errori. Se lo faremo, lo faremo in buonafede. Non ci sono persone infallibili". Ma non vuole fare la "fine" di Renzi.

Commenti

sgarbistefano

Sab, 18/08/2018 - 23:31

E' la prima volta che sento un politico ammettere che farà anche degli errori. Tutti gli altri si giustificano, si autoassolvono sempre.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 19/08/2018 - 08:35

L'unica colpa da addurre a Matteo Salvini è quella di essersi preso la croce di tutte le magagne disseminate dai precedenti governi. Se vale il detto evangelico: errare è umano auspico che non diventi il perseverare diabolico.

Giorgio1952

Dom, 19/08/2018 - 11:32

Salvini sbertuccia Renzi: "Si è montato la testa. Ora qui farebbe jogging..." riprendendo il paragone che fece Calderoli di un ministro di colore, la bertuccia mi sembra l’attuale leader leghista che non ha proprio un fisico asciutto. Vedo sempre più assonanze tra Salvini e il Cav, anche oggi si auto celebra “ti chiami come quell'altro ma non ti montare la testa come lui'", poi la frecciatinaa all'ex premier "Anche Renzi riempiva la Versiliana ed oggi se tornasse in Versiliana farebbe jogging". Infine “Xe pèso el tacòn del buso”, il ministro non promette di non fare errori "Piedi ben piantati per terra, durante la nostra attività di governo, io commetterò degli errori. Se lo faremo, lo faremo in buonafede. Non ci sono persone infallibili". Ecco che mette le mani avanti, lui è in buona fede gli altri no e aggiunge che non vuole fare la fine di Renzi, vedrà che la farà primi di lui il governo giallo verde non durerà tre anni.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 19/08/2018 - 15:00

Giorgio1952, bentornato! Era da molto che non leggevo le tue cretinate!

Giorgio1952

Dom, 19/08/2018 - 20:49

tomari parli tu che sei uno dei tanti beceri commentatori "partigiani"di questa testata organo di partito del Cav, partigiani nel senso di parte non confondiamo con coloro che hanno partecipato alla liberazione dell'Italia dal "giogo fascista". In quanto al “becero” lascio a te la scelta del miglio sinonimo come sostantivo “Persona ignorante, chiassosa e volgare” oppure aggettivo “Che offende per ignoranza e trivialità”.