San Gottardo, ecco il tunnel dei record La Svizzera rende l'Europa più piccola

È il più lungo (57 chilometri) del mondo E ora tocca al traforo del Monte Ceneri

I trasporti europei entrano in una nuova era. E tutto questo grazie alla Svizzera, il Paese più isolazionista dell'Europa Occidentale. Agli eccentrici elvetici infatti dobbiamo il tunnel più lungo e più sotterraneo al mondo, quello del San Gottardo, inaugurato ieri con due treni che hanno effettuato in 30 minuti il tragitto di 57 chilometri da Erstfeld, a nord, fino al comune ticinese di Bodio. A bordo del primo convoglio molti leader europei, tra cui il premier Matteo Renzi, la cancelliera tedesca, Angela Merkel, il presidente francese François Hollande e il presidente elvetico Joan Scheneider-Ammann.

L'opera di straordinaria tecnica ingegneristica è costata 11 miliardi di euro e la sua costruzione è durata 17 anni. Per capire l'importanza di quest'opera bisogna comprendere che il vecchio tunnel situato 600 metri più in alto, lungo 15 km e costruito tra il 1872 e il 1881, può essere attraversato solo da treni fino a 1300 tonnellate con due motrici e fino a 1500 tonnellate, che devono inerpicarsi per valli strette e gallerie elicoidali. Il nuovo tunnel ferroviario metterà in collegamento un'area che produce il 16 per cento dell'intero Pil europeo. L'obiettivo è di far passare dal tunnel 260 treni merci e 65 treni passeggeri al giorno a una velocità di 100 chilometri l'ora i primi e 200 chilometri l'ora i secondi. Molti vantaggi anche per l'Italia. Anche perché il passaggio successivo sarà il traforo del Monte Ceneri, una galleria ferroviaria lunga 15,4 chilometri, che sarà interamente realizzata dal Gruppo Condotte. L'opera, iniziata nel 2006, prevede la realizzazione di due tunnel paralleli per i due sensi di marcia, che consentiranno il trasporto di persone. Lo scorso gennaio è stato abbattuto l'ultimo diaframma della galleria, l'opera dovrebbe diventare operativa dal 2020, i lavori saranno ultimati tra il 2019 e il 2020.

Anche grazie a questi lavori Il tragitto ferroviario da Milano a Zurigo si potrà compiere in sole tre ore di treno a partire dal 2020 e già dal 2017 sarà attivo il collegamento diretto Milano-Francoforte. Il tunnel farà di Genova e Vado Ligure, nei pressi di Savona, i porti di connessione tra l'area Nord Mediterranea e l'economia del Nuovo Mondo.