Sanità nel mirino dei tagli: c'è il tetto a esami e visite

I medici che prescrivono troppe analisi saranno sanzionati. Anche gli ospedali nel mirino. Lorenzin: "No tagli lineari"

"A me va benissimo la spending. E va benissimo utilizzare le risorse per coprire i buchi che abbiamo nella ricerca, per rendere disponibili a tutti i nuovi farmaci salvavita, e per sbloccare il turn over. Il recupero di risorse e l'equilibrio di bilancio dato dalla maggiore produttività avrebbe anche delle ricadute sulle imposte. Penso al possibile abbassamento delle super aliquote Irpef delle regioni che pesano sulle buste paga di tanti cittadini". In una intervista a Repubblica, anche il ministro della Salute Beatrice Lorenzin dà il via libera alla spending review annunciata ieri dal commissario alla revisione della spesa Yoram Gutgeld. I primi tagli arriveranno con il pacchetto di emendamenti al decreto "omnibus" enti locali che è stato presentato proprio nei giorni scorsi.

"Niente allarmismi - ha rassicurato ieri Matteo Renzi - sulla sanità si lavora soprattutto alla razionalizzazione e alla riduzione delle centrali di spesa". Come anticipa Repubblica, sul tavolo c'è un pacchetto di misure per 2,3 miliardi nel 2015, altrettanti nel 2016 e nel 2017. L'intervento che interesserà maggiormente i cittadini è il taglio delle prestazioni specialistiche non necessarie. Una sforbiciata poderosa a visite, esami strumentali e esami di laboratorio. Toccherà alla Lorenzin, con un decreto imminente, stilare la lista delle situazioni e delle patologie dove analisi e approfondimenti sono necessari. Chi non rientra in questa lista dovrà pagare di tasca propria. Non solo. I medici, che per mettersi a riparo da eventuali cause giudiziarie optano subito per analisi e controlli ingiustificati, subiranno pesanti tagli allo stipendio ogniqualvolta sarà accertato lo spreco. "Dobbiamo rafforzare la medicina territoriale - spiega la Lorensin - portando i pazienti in ospedale solo quando necessario, ovvero per i momenti acuti della malattia". Razionalizzando, appunto, la spesa per la medicina difensiva che costa 13 miliardi l'anno.

Anche gli ospedali non scamperanno alla mannaia del governo. Se da una parte le strutture in rosso finiranno immediatamente sotto controllo, dall'altra ci sarà un giro di vite tout court sui centri sanitari. I ricoveri nelle case di cura convenzionate con meno di quaranta letti verranno tagliati. Come verrà tagliata anche la spesa per il personale. E ancora: ci saranno risparmi (quindi: tagli) sulla degenza media e sul tasso di ospedalizzazione. E, soprattutto, verranno rivisti (al ribasso) i contratti di acquisto di beni, servizi e dispositivi medici. "Incrociando i dati voglio capire non solo quanto spendo ma come spendo i nostri soldi", spiega la Lorenzin. Che, però, assicura che non si tratterà di tagli lineari: "Anche perché non c'è più niente da tagliare". "I 10 miliardi in 5 anni non vengono tolti dal fondo sanitario nazionale che ha già dato in questi ultimi anni - spiega - c'è invece la possibilità di recuperare risorse grazie a una maggiore efficienza e a una nuova organizzazione. Si calcola una cifra intorno ai 30 miliardi ma se riusciamo a trovarne 10 mi accontento".

Commenti

acam

Lun, 27/07/2015 - 09:26

Controlli quantitativi? a questi ha dato di volta il cervello, dicevo ieri come funziona in svizzera, mi sono reso conto che gli italiani non sanno amministrare la quantità e sono appena sufficienti nella qualità con dovute eccezioni. L'ottimo si raggiunge con la spesa controllata, dice qualcosa?

DIAPASON

Lun, 27/07/2015 - 09:34

Più medicine meno esami di laboratorio, questa è la ricetta della lorenzin che è stata nominata ministro per tutelare le aziende farmaceutiche non la salute degli italiani.altri discorsi sono soltanto nebbie ideologiche di un Italia sciocca.

acam

Lun, 27/07/2015 - 09:35

Una foto come quella sopra in un ospedale svizzero sarebbe possibile, perché quella scena non sarebbe nemmeno immaginabile, corridoi sono 2,4 e due letti contemporaneamente non li ho mai visti, quello che dive veronesi è vero nel 70% dei casi, perché le persone non sono animali. le camere sono sempre a due letti ma generalmente (70%) solo uno è occupato. molte analogie con l'accoglienza dei profughi. qui la sanità non è in mano alla politica per favore!

acam

Lun, 27/07/2015 - 09:36

tagliando non si può più rubare

Duka

Lun, 27/07/2015 - 09:38

La Sanità si cambia partendo dalla base cioè dal medico della mutua un passacarte spesso incapace e, 8 su 10 raccomandati o figli di....- Basta con questo dispensatore di medicinali che li propina a seconda della generosità della casa farmaceutica. Buttato fuori da piccole università di provincia, sorte come funghi negli ultimi decenni, con punteggio appena sufficiente, spesso frutto di corruzione, e nessuna specializzazione. E' tanto complicato favorire l'associazione di medici VERI, capaci e meritevoli con tanto di specializzazione? Infine la sanità rappresenta l'80% delle spese dello stato DEVE essere diretta e amministrata da manager di provate capacità NON soggetti frutto di calcoli politici-

fedele50

Lun, 27/07/2015 - 09:40

VALE PER TUTTI LA REGOLA DI NON ACCEDERE AGLI OSPEDALI , OPPURE ANCHE QUI GLI ACCOLTI INDESIDERATI CLANDEPROFUGMIGRANTI SONO I PREDILETTI DELLA PORCILAIA ROSSA...........POTREBBE ESSERE LA GOCCIA CHE MANDA FUORI IL MARE DI UN POPOLO BUE,FORSE..............

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 27/07/2015 - 09:41

Che maniera puerile (per non dire idiota) di far politica. Che sistema comunista del cavolo, basato sulla statistica. Vedremo tra un po', sugli annunci: "Cercasi dottore con analisi disponibili, per cambio medico di base". Pazienti con più patologie, verranno rifiutati dai professionisti in quanto apportatori di sforamenti. Certamente qualche medico fannullone fa far analisi per lavarsi le mani e tanti dipendenti pubblici, preposti al controllo, hanno in tasca la tessera del fancaxxismo assoluto, ma risolvere il problema in tale maniera è semplicemente grottesco. A quando un sindaco che predisponga un numero chiuso di morti, nel suo comune, per non sovraffollare il cimitero? I politici? Dilettanti, incapaci, sbruffoni ma e soprattutto ladri meschini!

Giacinto49

Lun, 27/07/2015 - 09:41

Prima che alla Sanità penserei alla P.A. pletorica ed inefficiente.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 27/07/2015 - 09:42

E a pagare saranno sempre i cittadini ed i malati. Intervenire sugli sprechi, eliminare i burocrati, licenziare i lavativi, eliminare il clientelismo imperante in tutte le strutture sanitarie pubbliche, ficcare il naso nel potere dei baroni e negli appalti di forniture di apparecchiature sanitarie in genere, di farmaci, di analisi e di prestazioni ad opera di strutture private convenzionate no eh. Troppo difficile, più semplice ridurre i posti letto e aumentare i ticket. Disco incantato.......

gamma

Lun, 27/07/2015 - 09:42

Un giorno o l'altro dovranno andare a nuove elezioni e allora ci ricorderemo e voteremo di conseguenza

buri

Lun, 27/07/2015 - 09:45

isoliti tagli generali per tutti, virtuosi e sprecconi, se invece di mettere limiti ad esami e prestazioni si incominciasse ad applicare i costi standard, per esempio une sirunga non potrebbe costare di più a Palermo o a Napoli che a Milano o a Venezia, si otterebbe due risultati, un notevolr risparmio e un deciso colpo alla corruzione

epc

Lun, 27/07/2015 - 09:47

"I medici, che per mettersi a riparo da eventuali cause giudiziarie optano subito per analisi e controlli ingiustificati, subiranno pesanti tagli allo stipendio ogniqualvolta sarà accertato lo spreco." Farete lo stesso con i Magistrati?

sergio_mig

Lun, 27/07/2015 - 09:55

Gli sprechi? Con tutti questi clandestini che sfruttano la nostra sanità a spese nostre certo che le spese vanno alle stelle. Basata andate da un medico di famiglia e l'80% delle persone in attesa oramai sono di loro e non mi si dica che tutti lavorano , e poi al pronto soccorso negli ospedali è il caos, italiani? Quasi tutti anziani con patologie, codici rossi e poi molti con delle balle tra rom e extra c senza medico di famiglia i quali sono anche arroganti con pretese e alzano anche la voce, strillano al cellulare nell'attesa di essere visti dal medico,per cui ci sono delle attese anche di 4 ore, ecco, questa è anche l'Italia degli sprechi dove si da tutto a tutti e poi i politici caxxoni dicono che dobbiamo tagliare le spese. Cominciamo a tagliare i clandestini che non hanno le urgenze. La tanto democratica America se non hai un'assicurazione ti lasciano morire, noi, le diamo anche la pillola gratis.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 27/07/2015 - 09:55

Avete visto? A forza di curare gratis 5 milioni di stranieri tra clandestini e non, a rimetterci sono gli italiani CHE PAGANO ed hanno pagato la sanità per generazioni.

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Lun, 27/07/2015 - 10:01

"Niente paura", dice il boss italico. Sperate solo di godere di buona salute.

ghorio

Lun, 27/07/2015 - 10:02

Sinceramente che la sanità sia nel mirino è il solito allarme che ritorna. Il problema della sanità non è sicuramente quello degli esami e delle visite. Ci sono tanti sprechi da eliminare: solo che la caratteristica è sempre quella di colpire l'assistenza sanitaria normale, visto che tra l'altro fa pietà o quasi, vedi liste d'attese. Tagliare le Asl, anzi eliminarle, e i suoi apparati, stabilire i costi standard sono argomenti tabù anche per la stampa controcorrente.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 27/07/2015 - 10:03

e con questa si conferma da parte di questa sinistra vigliacca, infame e razzista, la sostituzione della popolazione italiana con quella africana. gli africani e zingari vengono qui e si curano gratis negli ospedali mentre noi dobbiamo stare attenti a non fare troppe visite ed esami! maledetti bastardi

Ernestinho

Lun, 27/07/2015 - 10:08

A rimetterci saranno i veri ammalati come quelli cronici. Meno esami significa trovarsi al'improvviso in una situazione molto precaria e pericolosa!

Blueray

Lun, 27/07/2015 - 10:14

Lorenzin, vuoi sapere come spendono i nostri soldi per la sanità? Te lo dico io: in stranieri, neri e donne velate, non si vede altro nell'ospedale della mia città. Tieni comunque presente Beatrice che quando per 40 anni mi avete chiesto soldi per l'assistenza sanitaria io ve li ho dati buoni non sforbiciati! E adesso andate tutti a farvi benedire voi e le vostre giuste razionalizzazioni!

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Lun, 27/07/2015 - 10:16

La mia amica ha la leucemia: quando apparvero i primi sintomi, il suo medico si rifiutò di mandarla a fare gli esami. Erano inutili, uno spreco. Dopo le insistenze di uno specialista - pagato da lei privatamente - a malincuore ha acconsentito. Dopo la diagnosi il medico di famiglia se la fa sotto. Ma non abbastanza: ancora adesso, dopo ogni dimissione dall'Ospedale al termine della chemioterapia, pretende dai colleghi ospedalieri che scrivano che la situazione "non permette il ritorno al lavoro". Altrimenti, lui non firma la richiesta di mutua. La spending è sempre fatta a spese di chi non ha sufficiente potere politico: ed i medici incapaci ne traggono un alibi per rifiutarsi di fare il proprio dovere.

smiley1081

Lun, 27/07/2015 - 10:19

Quindi i medici dovranno scegliersi solo pazienti che stanno bene? Geniale.

maurizio50

Lun, 27/07/2015 - 10:23

Questa Lorenzin pare Alice nel Paese delle meraviglie. Dice di voler sapere come spendono i soldi gli Ospedali. Razza di una ebete incapace, son circa tre anni che fa il Ministro e ancora non lo sa?? Ma vada a mettere il naso negli Ospedali da Roma in poi (Lazio, Campania, Puglie, Calabria e Sicilia) . Avrà di che riformare la Sanità Pubblica per vent'anni!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/07/2015 - 10:25

Ottimo. L'apparato diagnostico continuerà a funzionare a pieno regime per i "disperati" che, già oggi, assediano i nostri reparti di pronto soccorso bypassando allegramente gli indigeni. Agli Italiani che, non da oggi, hanno attese medie di un anno per l'esecuzione di un semplice Rx-torace non rimarrà che rivolgersi alla sanità privata o, in alternativa, allo sciamano. Avanti tutta con Renzi per le riforme!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 27/07/2015 - 10:29

Anch'io voglio capire dove vanno a finire i soldi che arrivano a voi parlmentari!

wotan58

Lun, 27/07/2015 - 10:29

Tagliare la spesa sanitaria dovrebbe essere facilissimo. Mi ricordo di aver letto svariate volte nel tempo che se si adottassero su base nazionale le best practices di talune regioni si risparmierebbe dal 30 al 35%...ma ovviamente sarà impossibile finché non cancelleremo tutti i frutti avvelenati della devolution, a partire da province e regioni, tanto cara al nostro sinistrame vario ed assortito, per ammazzare gli italiani di tasse e massacrare l'economia con burocrazia e corruzione...

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 27/07/2015 - 10:32

Cominciamo a taglare le spese facendo pagare anche chi non ha diritto ...per esempio dove è scritto che TUTTI AM PROPRIO TUTTI gli immigrati i rom e starnieri vari vengono in Italia a farsi curare AGGRATIS? Facciamo come si fa in Brasiel e negli USA : o paghi o non sei visitato!

Edmond Dantes

Lun, 27/07/2015 - 10:36

Magari se in parlamento, anziché assecondare la lobby degli avvocati, si provvedesse ad escludere la colpa medica dai reati penali (in tutto il pianeta solo Italia e Polonia prevedono l'errore medico come materia penale) circoscrivendola all' eventuale risarcimento in sede civilistica, forse si ridurrebbe sensibilmente la spesa per la cosiddetta "medicina difensiva". La sede penale rimane naturalmente quando venga accertato il dolo.

Rossana Rossi

Lun, 27/07/2015 - 10:39

Altro consueto schifo dell'italietta a targa pd........noi paghiamo loro curano gratis i clandestini.......

Ernestinho

Lun, 27/07/2015 - 10:42

Gli ammalati già devono ricorrere a visite specialistiche, con costi molti alti, per una loro patologia. A questo vogliono aggiungere anche ulteriori spese per analisi private, necessarie! E' questa la Repubblica che dovrebbe tutelare la SALUTE dei cittadini?

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 27/07/2015 - 10:49

Ecco una serie di misure per risparmiare : - prevenzione & diagnosi precoce tumori, obesità, epatiti - prevenzione & campagne tv educazione stradale e prevenzione incidenti domestici - blocco procedure chirurgiche spropositate ( laparoscopia con robot, trapianti multipli, etc ) - organizzazione radiale e non circolare di ASL e Ospedali con assegnazione ad unico centro di tutti i dipendenti anche di più ospedali con eliminazione del titolo di eccellenze ( tutti gli ospedali devono essere eccellenti qualcuno può avere una specializzazione particolare ) - blocco farmaci e chemioterapici a basso risultato

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 27/07/2015 - 10:50

E' logico e doveroso tagliare sulla sanità: perchè far sopravvivere gli italiani malati che usurpano i diritti dei clandestini, degli zingari e dei probabili terroristi, tanta potenzialità e risorse per la ripresa economica italiana? Sono o non sono un valore aggiunto?

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 27/07/2015 - 10:50

Prima fuori i fancazzisti dei ministeri romani e della P.A. in genere, le auto blu, i convegni, le assemblee sindacali, i viaggi inutili, le sedi e le rappresentanze regionali e a Bruxelles, le partecipate regionali, provinciali e comunali inutili, gli enti inutili... Basta?

COSIMODEBARI

Lun, 27/07/2015 - 10:52

Ma questa tipa lo sa che qui da noi in Puglia per un paio di Eco oncologiche se la richiesta è fatta in questi giorni ci prenotano per settembre? E lo sa che il budget esenzioni, parziali o totali ticket, che la sanità da ai vari centri diagnostici convenzionati, viene gestito ad personam? Lo sa che qui, sempre in Puglia, l'ex governatore con l'orecchino, introdusse il pizzo sui ticket diagnostici o richiesta visita specialistica ambulatoriale, denominato "Quota ricetta" di 10 euro? E lo sa bene che un risparmio superiore ai 10 miliardi, forse pure ai 30 miliardi, si raggiungerebbe annualmente facendo acquisti, di ogni tipo di materiale che occorre per le farmacie, per le sale operatorie, per la degenza, ecc. ecc. dagli stessi fornitori per tutte le asl italiche. Ma questo nessun governo lo farà mai, perchè poi come sarebbe sempre piena la pappatoia?

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 27/07/2015 - 10:53

Ovviamente gli unici ai quali saranno concessi illimitati esami e visite (totalmente esenti) saranno gli immigrati. Certo un medico o un'impiegata del Cup non vorrà subire una scenata con accuse di "razzismo". Ho già assistito personalmente ad un paio di queste solo perché luoghi e orari non erano quelli preferiti.,Figuriamoci negare una visita!

COSIMODEBARI

Lun, 27/07/2015 - 11:01

Facciamo due conti semplici, semplici, con la famigerata "Quota ricetta" di 10 euro introdotta anni fa nella sanità pugliese dal governatore in sel(la. Si può ipotizzare un totale di richieste giornaliere (per le varie visite specialistiche, nonchè esami strumentali e di laboratorio) di almeno 5000 (numero decisamente, credo in difetto), in tutta la Puglia. Ovvero un incasso giornaliero di 50 mila euro, un incasso annuo di 10 milioni di euro (calcolando 200 giorni diagnostici).

gamma

Lun, 27/07/2015 - 11:01

La Lorenzin è il peggior ministro della sanità mai visto. L'unico veramente in gamba che io ricordi fu Sirchia nel governo Berlusconi dal 2001 al 2005. A questo ministero occorre mettere un medico o comunque qualcuno che abbia lavorato a lungo nell'ambiente sanitario. Persino un semplice infermiere sarebbe molto meglio della Lorenzin. E' vanesia, scioccarella e non di rado si lancia in affermazioni imprudenti.

unosolo

Lun, 27/07/2015 - 11:05

quanti sprechi istituzionali eppure ci tolgono la libertà di fare analisi , visite specialistiche e posti letto , mentre per loro soldi a palate , stipendi , rimborsi e portafogli oltre a spostarsi senza spendere un solo euro di tasca loro anche se vanno in via privata alle feste dell'unità. ladri , ha messo in piedi uno staff che ci costa 32 miliardi staff per trovare soldi per il parassitario quale fanno parte , l'incompetenza del PCM e dei suoi ministri fa perdere posti di lavoro e gonfia ministeri di super personale , troppi sprechi e nessun taglio , quanti enti fittizi abbiamo per i parassiti politici ? ci costano ogni sei mesi cerca 40 miliardi come stipendi e cda , poi mettiamoci il mantenimento dei palazzi in affitto ,,,, a noi ci tolgono la sanità, ladri e incompetenti.

michele lascaro

Lun, 27/07/2015 - 11:11

Ricordo con nostalgia l'inizio della mia professione, più di 50 anni fa, quando la Sanità filava alla meraviglia. Non esistevano contestazioni di nessun tipo perché la politica non l'aveva inquinata! Poi (la politica) ha deciso di distruggerla, continua...

michele lascaro

Lun, 27/07/2015 - 11:13

Nel frattempo la diagnostica per immagini (costosa ma indispensabile) e i veri, nuovi farmaci (costosi ma indispensabili) hanno ALLUNGATO la nostra vita (anche quella dei maledetti politici), continua...

Ritratto di bussirino

bussirino

Lun, 27/07/2015 - 11:15

É necessario tagliare, ma ci si domanda: Quei tre milioni di stranieri che riempiono gli ambulatori dei medici e ospedalieri che riescono a dimostrare di avere IRPEF zero ma che hanno quattrini per vivere agevolmente, quali provvedimenti prende il Governo Renzi? Per quei medici che utilizzano le strutture pubbliche e si fanno pagare con 100 euro per ogni visita di qualche minuto, quali provvedimenti il Governo Renzi ha intenzione di prendere?

michele lascaro

Lun, 27/07/2015 - 11:15

Come si deve comportare il Medico? Rinunciare ai due indispensabili presidi e mandare all'altro mondo se stesso e i malati? Maledetta sia la politica!!!

Libertà75

Lun, 27/07/2015 - 11:17

Il PD dice NO alla prevenzione! Un altro modo per ridurre la popolazione! Grazie di averlo votato, siete complici!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 27/07/2015 - 11:17

Cominciate a tagliare i profughi e curate gli Italiani. Governo di incapaci e nulla facenti a cacca solo dei voti per mantenere il cadreghino.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 27/07/2015 - 11:18

Non mi convincono le chiacchiere della Lorenzin sulla sanità, né il suo modo di fare il ministro. Ma invece di tagliare sempre a danno della povera gente, poiché tagliare nella sanità significa proprio questo, perché non recuperare tutti i soldi che la sedicente classe politica ci frega e spreca in stupidaggini ed in continuazione a livello centrale e periferico? Perché non tagliare sostanzialmente e senza ipocrisia tutti i redditi e, soprattutto, tutti i privilegi di tutti i suoi sedicenti colleghi? Oltre ad essere giustizia sociale, così si eviterebbero situazioni incresciose ed ingiuste per la popolazione e per i medici stessi, che tra l'altro con questi tagli rischiano ancor di più sulla propria pelle di essere denunciati dal paziente per omesso soccorso o per orrori occorsi durante gli interventi.

Ita

Lun, 27/07/2015 - 11:26

"Portare i pazienti in ospedale solo nei momenti acuti della malattia"..certo quando saremo gia' moribondi..I pazienti saranno solo numeri e statistiche..la salute diventera' un optional.

papik40

Lun, 27/07/2015 - 11:32

Come piu' volte suggerito le medicine vanno, quando posibile, date CONTATE e non, vedasi antibiotici, si e' costretti a comprare scatole con 20 o 30 pasticche quando sono necessarie 7-14!!!! Le societa' farmaceutiche nostrane hanno i prezzi piu' alti al mondo e non si accontentano di guadagnare vogliono strafogarsi grazie ai politici ignoranti o in malafede o corrotti!

risorgimento2015

Lun, 27/07/2015 - 11:55

LOUDENESS E altri anno centrato dove`IL problema. MIGLIONI di subumani e ammalati di tutto, nemmeno la sanita del piu` ricco paese del mondo puo reggere a questa catastrofe(per noi italiani).ESEMPIO ieri ho tranportato 48 ammalati di reni in un ospedale di una nazione del nord europa dove lavoro, ebbene` solo 6 erano bianchi ,18somali,7caraibi,resto asiatici e magreb. SOLUZIONE CHUIDERE i CONFINI DELLA EUROPA!

Ritratto di kinowa

kinowa

Lun, 27/07/2015 - 12:12

Prima di toccare i tiket e le analisi provate a ridurre ed unificare nord/sud le spese.

dedalo2

Lun, 27/07/2015 - 12:32

La verità è che la sanità pubblica ormai non esiste più

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Lun, 27/07/2015 - 12:38

Mi scuso se insisto. Cito due titoli, che spero non mi facciano censurare vista la politica de Il Giornale. "Sanità, oltre 5 milioni di famiglie rinunciano a curarsi" (Il sole 24 ore, 10/12/2013). "Pochi soldi in famiglia per la crisi, 154 mila in Piemonte rinunciano ad acquistare i farmaci" (La Stampa, 25/05/2015). Tempo fa avevo letto un articolo dello stesso tenore su Repubblica, ma che ci crediate o no, non riesco a ritrovarlo. I tagli funzionano, i ticket anche: la gente rinuncia a curarsi e paga comunque il sistema sanitario, meglio di così...

Stefano Matera

Lun, 27/07/2015 - 12:43

renzi come sei messo male, ti affidi ad uno di tel aviv per chiamarlo col suo vero nome

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Lun, 27/07/2015 - 12:52

Ultima nota, un dettaglio. Analisi del sangue: la sala d'aspetto è piena zappa, centinaia di pensionati, o meglio di persone oltre i '60. L'infermiera che mi fa il prelievo chiede se pago gli esami, e alla mia risposta affermativa, commenta: "Stamattina è il 4^ che paga. Gli altri sono tutti esenti". Aggiunge che, proprio per questo, poi non verranno nemmeno a ritirare il referto. Ma i pensionati votano sempre, i pensionati votano PD: e quindi il loro diritto a sprecare non si tocca. Siccome io e gli altri 4 la prossima volta non verremo, perché o rinunciamo oppure andiamo altrove, averci aumentato il ticket ha di fatto peggiorato le cose. Come i Ministri della Sanità stanno scoprendo.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 27/07/2015 - 13:23

Non cambiera nulla.Il popolo della busta paga,ricco perveditto,pagherà ancora di più per avere ancora di meno; il popolo di quelli che dichiarano quello che vogliono,pagheranno ancora di meno per ottenere quello che hanno sempre ottenuto. Si può ancora parlare di sanità pubblica?

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Lun, 27/07/2015 - 13:28

Le cause dei costanti bilanci in rosso della Sanità sono scritti nella mia datata intervista a Il Giornale, http://www.ilgiornale.it/news/io-l-idraulico-corpo-sento-rischio-tumore.html

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/07/2015 - 13:40

Leggo che molti di noi che scriviamo,siamo tutti d'accordo sul problema.Solo i "progressisti",non lo vogliono vedere!!!Ben venga la "razionalizzazione" di spese pro capite,per uno stesso articolo,secondo la regola del "miglior merito"(cosa impossibile da pensare per i sindacati "progressisti",e della maggiore efficienza",ed in CONCOMITANZA(si può avere un risultato da domani,basta volere),prendere atto che ci sono tante ma tante strutture ospedaliere,che operano al 30% solo per "stranieri",....naturalmente tutto gratis(ovvero paghiamo noi)....

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 27/07/2015 - 13:42

@Giuseppe.EFC- Sono d'accordo con lei. Ormai solo coloro che non pagano ticket fanno continuamente esami, spesso non necessari; gli altri o rinunciano o vanno nelle strutture private, in cui i prezzi talvolta sono inferiori a quelli delle strutture pubbliche e i tempi di attesa quasi nulli.Non parliamo poi di rom e invasori africani, arroganti, rissosi, che negli ospedali ormai comandano loro.

fumonero

Lun, 27/07/2015 - 13:52

tutto risolto...noi continuamo a pagare, gli stranieri vengono qui con i parenti e li fanno curare a gratis, cosi siamo i salvatori del mondo e i massacratori del nostri connazionali.....praticamente dei fenomeni.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/07/2015 - 13:54

@Giuseppe.EFC 12:52:...Posso capire i pensionati Italiani(che comunque sia,se non vanno a ritirare il referto,dovrebbero pagarlo a prezzo pieno,a prescindere!!),che magari hanno la pensione minima(comunque sia sui principi di "esenzione",ci sono troppe falle,con criteri iniqui, per motivi squisitamente elettorali,come lei dice....ma le milionate di "stranieri",che non hanno mai pagato niente per il nostro Sistema Sanitario,che fanno arrivare parenti,per cure ed esami,tutto gratis(per loro)???...Questo è un vero scandalo!!!!!Le dico una cosa:non vogliono ridurre la attuale Spesa Sanitaria(con tutte queste "discerpanze",perchè non vogliono ridurre l'eventuale personale,prebende varie,su acquisti,etc.etc.....Sostanzialmente,preferiscono continuare a tenere in vita la solita GREPPIA PUBBLICA,pagata sopratutto da chi,ne usufruisce di meno(e conta meno come voti)....Tutta aria fritta!!!

redy_t

Lun, 27/07/2015 - 14:09

Tradotto dal politichese:meglio fare una bella assicurazione.Conviene.Tanto tra un po' ci dovremo pagare più o meno tutto.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/07/2015 - 14:37

@fumonero....Certo fenomeni,nel tenere in vita dei "sistemi" dei "carrozzoni",che potrebbero benissimo essere ridimensionati,o resi più efficienti,per "garantire l'occupazione" agli addetti(che perderebbero il "posto"),e di tutto il MANGIA MANGIA,correlato al "sistema",che deve essere tenuto in vita,mantenuto,"dagli altri"... Esempio 1:Il "sistema carcerario"....mandare nelle patrie galere 30.000 stranieri(su 60.000)?...NO!...cosa ne facciamo poi,di 20.000 "secondini" ed annessi e connessi"??...Esempio 2:la Scuola...gli ITALIANI non fanno figli...(certo le "famiglie" gay ne faranno tanti!!),...per mantenere l'"occupazione",riempiamola di figli di "risorse"(gratis)....Esempio 3:..."ospedali"....se riduciamo l'"assistenza" a milioni di "stranieri"(che non pagano un tubo,che non hanno mai pagato un tubo),che ne facciamo del "personale" delle "strutture",dei reparti di "maternità"???....E tutto così,in italia!!!!!!

unosolo

Lun, 27/07/2015 - 14:37

prima della sanità devono ( i parlamentari tutti ) pagare la IRPEF per intero su tutte le loro entrate , poi devono eliminare tutto lo spreco politico , abbassare stipendi e sprechi dei dipendenti delle due camere e di palazzo Chigi , niente premi per tutti e fermo degli scatti , non scordiamoci che ai pensionati e dipendenti pubblici hanno fermato stipendi e pensioni mentre per quei dipendenti salivano stipendi e premi , i ladri che si mangiano il nostro pil sono in quelle due camere con tutte le segreterie e dipendenti , un mondo che nessuno vuole allineare con la spending review.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 27/07/2015 - 14:53

@redy_t- L'idea sarebbe buona, ma coloro che già pagano per la Sanità pubblica dovrebbero sopportare un'ulteriore spesa,che non tutti si possono permettere.

freeride

Lun, 27/07/2015 - 15:21

Prepariamoci alla fine del welfare per i nativi, in pochi anni addio a sanità, pensioni, scuola etc. Le ricchezze dell'Africa ai Cinesi i costi degli Africani agli Europei, Italiani in testa.

rinaldo

Lun, 27/07/2015 - 15:24

Già adesso ti mandano a casa ancora con la flebo al braccio. Se poi devono ancora tagliare!!!!! Non andremo più in ospedale, ma ci cureremo da soli via telefono col chirurgo o con l'anestesista. Ma x gli stranieri e i rom cosa si farà? Poverini aiutiamoli a vivere e noi a morire.

mariolino50

Lun, 27/07/2015 - 15:25

Vogliono ancora tagliare, trà i paesi europei siamo molto in basso nelle spese sanitarie, abbiamo la vita media più lunga di altri, forse vogliono riportarci nella media o sotto, luridi individui. Per una lastra di controllo postoperatoria, mi fanno pagare 57 euro di ticket.

TonyGiampy

Lun, 27/07/2015 - 15:37

Prima o poi con la sinistra arriveremo alla sanita' privata come negli States! E poi era Berlusconi quello che avrebbe rovinato l'Italia! Buffoni!!!

Duka

Lun, 27/07/2015 - 16:10

da 15/20 anni almeno le ASL assumono come medico di base il più raccomandato. Per bypassare i giusti e sacrosanti concorsi pubblici si sono inventati le graduatorie che sono sinonimi del ticket che si prende dal salumiere per fare la spesa. Questa è la VERGOGNA della sanità PUBBLICA nessuna attenzione al punteggio di laurea ancor meno l'ateneo frequentato e nessuna specializzazione.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 27/07/2015 - 16:15

Caro LOUDNESS 9e55 io anche peggio, in quanto non essendo residente in Italia (anche se ci pago le tasse)quale iscritto all'AIRE ho il domicilio fiscale a Roma e per effetto dell'addizionale Regionale piu alta che ha il Lazio, mi sono ritrovato con 31 € al mese in MENO sulla pensione. Mentre la Lombardia mia regione di residenza (prima dell'iscrizione all'AIRE) non ricevendo piu la mia addizionale (perchè la riceve il Lazio)mi ha sospeso il servizio del medico di base. Ovvero come si dice CORNUTO e MAZZIATO, pago di piu per non avere piu l'assistenza sanitaria. Questa è l'Italia dei FURBI che ci S/governano. Saludos dal Nicaragua

igiulp

Lun, 27/07/2015 - 16:45

Cosa vuole la Lorenzin? Ne racconto una. Mia moglie accompagna la sua amica per un esame del sangue. Allo sportello, l'amica fa presente che non ha nessun tipo di reddito e che pertanto non dovrebbe pagare il ticket. Le viene risposto che la cosa non è prevista e che solo gli ultrasessantacinquenni avrebbero goduto dell'esenzione. Prima di loro, un uomo giovane, di colore, presenta i documenti per le analisi e se ne va senza pagare nulla. Questa è la nostra sanità, queste sono le nostre regole e questa è la politica discriminatoria che subiamo.

Alitar

Lun, 27/07/2015 - 17:23

Dott. Stagnaro: grazie del link. Ah, se tutti i medici fossero come Lei.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Lun, 27/07/2015 - 17:44

lorenzin (volutamente minuscolo) da quasi 42 anni lavoro nella sanità; i tagli NON VANNO FATTI sula pelle degli Italiani che pagano le tasse, quelle tasse dalle quali escono tanti benefit dei quali godono "certe categorie" di nostri connazionali (non serve che specifico a chi mi riferisco); smettetela di regalare a chi NON E' Italiano di tutto e di +, compreso a livello sanitario e SO di cosa parlo - Provi ad andare all'estero, ed avere bisogno d'assistenza sanitaria poi me lo racconta; in alcuni stati non la guarderebbero neppure in faccia se non mostra i soldi....e fanno bene!!!!!! BASTA ESSERE RAZZISTI NEI CONFRONTI DEGLI ITALIANI

unosolo

Lun, 27/07/2015 - 18:07

i nostri soldi delle tasse dove li mettono ? pagare tasse per i servizi e ci accorgiamo che i primi a prendere molti di quei soldi sono i politici . Quei soldi finiscono poi ai partiti e sindacati , praticamente poi parte vera per i servizi ma moltissimi degli altri servono per i dirigenti messi appositamente dai vari governi alternatosi ed ecco che si attinge ai prestiti in quanto i soldi per manutenzioni , sanità e sicurezza non ci sono , e il debito cresce come i parassiti. poi mancano i soldi per i pensionati ma loro manco un euro mollano , ladri.

unosolo

Lun, 27/07/2015 - 18:10

sono limitato ma mi domando come si può andare ad ascoltare un imbonitore che non racconta come frega il popolo , le tassa crescono e lui si lava le mani , ma i soldi che toglie a comuni , regioni , province , sanità e sicurezza dove finiscono ? associazioni ? amici ? qualcuno deve controllare il debito o aspettiamo gli arresti. Incapaci a creare lavoro ma ottimi ad incamerare soldi del popolo.

MEFEL68

Lun, 27/07/2015 - 18:18

Ma il PD non è quel partito che LOTTAVA contro i tagli alla sanità proposti dal governo Berlusconi? Ora che i tagli stanno diventando veri squarci, tutto tace e i sinistrati, accetteranno senza fiatare quello che rimproveravano a Berlusconi. Allora, delle due una: Oi tagli berlusconiani erano necessari e giusti, perchè li hanno osteggiati? Se invece erano ingiusti e antisociali, perchè ora li attuano?

MEFEL68

Lun, 27/07/2015 - 18:27

La cosa più SCANDALOSA è che questi signori che vogliono intervenire drasticamente sui costi e l'organizzazione della sanità, non ne fanno poi uso. Loro non devono telefonare al Recup per prenotare un'esame diagnostico e aspettare, se va bene, anche un anno per ottenerlo. Loro hanno aggirato l'ostacolo con un'assicurazione privata. Non ci sarebbe nulla di male se il costo di questa polizza non fosse mascherato nel loro stipendio. In pratica, se non fosse pagato da noi semplici cittadini sfruttati.

bruco52

Lun, 27/07/2015 - 19:59

Politici maledetti, vi siete pappati milioni e milioni di euro, per placare la vostra infinita fame ed ora volete togliere l'assistenza sanitaria ai cittadini che pagano le tante, tantissime tasse, che vi siete inventati per continuare ad ingozzarvi e a godere alla faccia degli Italiani....la democrazia in questo Paese è in coma, e la volete uccidere definitivamente, ma attenti gli Italiani hanno finito la pazienza....

squalotigre

Lun, 27/07/2015 - 20:03

Euterpe - questa volta non sono d'accordo con lei. Sono medico ospedaliero e la riduzione degli esami clinici comporterà certamente un ulteriore aggravio per il Pronto soccorso, già intasato, al quale si rivolgeranno coloro che si vedranno rifiutare gli esami da parte del medico di famiglia. E poi ridurre gli esami comporterà sicuramente non una diminuzione di spesa ma un aggravio perché molte patologie non saranno diagnosticate in fase iniziale, con conseguente notevole aggravio dei costi. Un giorno di ricovero costa molto più di un esame clinico. Ma siamo in mano ad incompetenti assoluti che non hanno neanche idea di come si debba amministrare la sanità.