Sardegna, assessore contestato per la gita a Predappio

Paola Fadda, assessora alla cultura al Comune di Siniscola, ha pubblicato (e poi rimosso) un video in cui invitava lo zio a fare il saluto fascista davanti alla tomba di Benito Mussolini

Scoppia la polemica a Siniscola, comune della Baronia in provincia di Nuoro, dopo il video pubblicato su Facebook dall'assessora alla Cultura Paola Fadda, in cui durante una recente vacanza a Predappio filma un suo parente davanti alla tomba di Mussolini mentre lo invita a fare il saluto romano. Il video, che è stato sommerso di insulti, continua a girare sui profili di tanti concittadini.

“Non sono fascista. La visita a Predappio non faceva parte del programma. Siamo in una zona termale e nel tempo libero ci spostiamo per visitare il circondario. L’invito rivolto a mio zio di mostrare come si salutava nel periodo in cui lui era “balilla” è stato fatto senza secondi fini. E da qui a dire che sono fascista ce ne passa”, ha spiegato alla Nuova Sardegna la Fadda che si trova ancora in Emilia Romagna per completare il viaggio in qualità di tour operator. Il sindaco Gianluigi Farris, di orientamento di centrodestra, difende il membro della sua giunta: “A me sembra proprio una tempesta in un bicchiere d’acqua. L’assessore mi ha detto che è stata fatta una tappa a Predappio su richiesta di alcuni anziani, niente di politico e soprattutto collegabile all’attività della giunta di Siniscola”. Molto critiche le forze di opposizione locali ma l’assessore ha risposto di “non ritenere necessario di avanzare scuse a chi sul web marcia su queste cose”, anche se ha riconosciuto che aver postato il video può essere stato uno spiacevole scivolone vista la carica istituzionale che ricopre.