Savoia, Fiano durissimo: "Mi opporrò sempre alla traslazione al Pantheon"

Il deputato Pd di origini ebraiche alza le barricate contro l'ipotesi di traslare al Pantheon le spoglie del Re che firmò le leggi razziali

Emanuele Fiano promette "opposizione durissima" contro un eventuale (e molto improbabile) trasferimento delle salme di Re Vittorio Emanuele III e della Regina Elena al Pantheon.

Il deputato Pd, figlio del deportato ebreo ad Auschwitz Nedo, affida a Facebook tutta la propria indignazione per il rientro in Italia delle spoglie del sovrano che firmò le leggi razziali volute da Mussolini.

"Rispetto la pietas umana che sono certo abbia guidato la scelta di chi ha preso la decisione - commenta - Sicuramente non ho dubbi, e nessuno può averli, sui sentimenti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che nel suo discorso inaugurale ricordò il bambino Stefano Taché ucciso perché ebreo dall’attentato palestinese di fronte alla Sinagoga di Roma, e che solo poche ore fa ha inaugurato il Museo dell’ebraismo a Ferrara. Il Presidente della Repubblica per me è fuori da questa discussione."

Ma sul passato Fiano non fa sconti: "Quello che mi interessa è il rispetto della storia; Vittorio Emanuele rifiutò di controfirmare lo stato d’assedio proposto dal governo per bloccare la Marcia su Roma, che affidò l’incarico di Governo a Benito Mussolini, che infine controfirmò le leggi razziali o razziste di Mussolini nei confronti degli ebrei, e che complessivamente non contrastò certo quel regime, come anche solo pochi esempi dimostrano. Per non citare infine l’ignominiosa fuga a Brindisi."

Infine la stoccata inappellabile contro chi ne invoca la traslazione al Pantheon, dove già riposano Vittorio Emanuele II, Umberto I e la Regina Margherita: "Ecco se mai qualcuno dovesse pensare di seppellirlo con tutti gli onori al Pantheon, un domani, sono certo che troverebbe un’opposizione durissima. Perlomeno la mia."

Commenti

accanove

Lun, 18/12/2017 - 11:29

la STORIA esiste indipendentemente da questa gentaglia priva di qualsiasi amor di patria e di rispetto per il passato, la loro opinione è ininfluente, l'Italia come quasi tutte le altre nazioni europee ha avuto un passato monarchico ed è giusto venga riconosciuto. Se vogliamo poi puntualizzare vi sarebbero molte persone indesiderate appartenenti alla loro compagine sepolte nella nostra terra macchiatesi di ferali delitti contro l'uomo in occasione proprio del termine conflitto o del primo dopoguerra

jaguar

Lun, 18/12/2017 - 11:35

Non ha di meglio da fare, perché non esprime indignazione sulla situazione del suo partitino, il quale ha contribuito pesantemente allo sfascio del paese.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 18/12/2017 - 12:01

Lui avrebbe preferito Stalin al Phanteon,tra un po smetterai di rompere,stai tranquillo e non agitarti,non piangere e non andare in Russia che ti cacciano.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 18/12/2017 - 12:07

non dimentichiamoci che questo signore da ragazzino invocava gloria imperitura a Giuseppe Stalin, grande amico del popolo italiano, lui primo partigiano della pace, artefice della storica vittoria sulle barbarie naziste e fasciste, lui costruttore del socialismo e del comunismo restera sempre vivo nella memoria di tutti i familiari di quei trentacinque e più milioni di morti condannati a dal loro stesso egoismo: ma fiano si è dimenticato di questi due o tre morti ??

nonnoaldo

Lun, 18/12/2017 - 12:09

Fiano si oppone? e chi se ne frega!!!

Ritratto di nordest

nordest

Lun, 18/12/2017 - 12:12

FIAno sei un cialtrone vai a casa balordo non sei credibile comunista .

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 18/12/2017 - 12:27

se le vostre mamme e i padri si potessero vendere per un voto, sareste tutti orfani !

Aleramo

Lun, 18/12/2017 - 12:33

Riguardo al fatto che Vittorio Emanuele III "non contrastò certo quel regime", Fiano dimentica che fu proprio il Re a concludere la parabola di Mussolini deponendolo e fadendolo arrestare il 25 luglio 1943. Prima di allora, e compreso dopo la Marcia su Roma, il Re aveva fatto semplicemente quello che tutta l'Italia desiderava, cioè dare il potere al fascismo, unico movimento che aveva saputo opporsi con efficacia allo strapotere comunista del Biennio Rosso.

amedeov

Lun, 18/12/2017 - 12:43

On. fiano perchè non è indignato verso il PC per i morti ebrei che ha sulla coscienza?

ARGO92

Lun, 18/12/2017 - 13:17

io non gli toglierei la parola ma pensione e sussidi dal momento che e un vile komunista fan di STALIN GRAN TRADITORE DELL ITALIA INFAME

ARGO92

Lun, 18/12/2017 - 13:20

SEI UNA NULLITA LURIDO KOMUNISTA

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 18/12/2017 - 15:14

Fiano sicuramente ha motivi di risentimento personali e politici, contro la figura Vittorio Emanuele III ma quest'ultimo, nel bene e nel male, è stato alla guida di questa nazione. Quindi, anche a lui e a sua moglie, spetta il diritto di riposare eternamente nel Pantheon. Gli eventi funesti dell'avvento del fascismo furono, a mio avviso, l'errore di un popolo intero e la dissociazione di tale Fiano, accanendosi sulle ossa di un morto, ha solo un sapore di ipocrisia vigliacca e anti-storica.

ruggerobarretti

Lun, 18/12/2017 - 16:18

Infatti meglio metterci Fiano ed anche subito.

dagoleo

Lun, 18/12/2017 - 17:16

Fosse per Fiano al Pantheon ci tumulerebbe Stalin, Lenin, Marx e Rosa Luxemburg. Fiano e Gad Lerner, che belli!!!!

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Lun, 18/12/2017 - 18:27

Fiano si metta in testa che la storia non si può cambiare , ma forse troppo stupi-do e arrogante per capire

Ritratto di kardec

kardec

Lun, 18/12/2017 - 18:44

Ma secondo voi....Fiano è obbligato a dire sempre scemenze !

giovannibid

Lun, 18/12/2017 - 21:01

I VIGLIACCHI ANTI ITALIANI HANNO SEMPRE AVUTO PAURA DELLA STORIA PATRIA perché provano vergogna delle loro origini VERGOGNATEVI TRADITORI DELLA PATRIA

justic2015

Mar, 19/12/2017 - 00:50

Questo parassita ha sempre da dire contro il paese che non gli appartiene consiglierei se non piace che se ne torna dalla sua tribu.

clapas

Mar, 19/12/2017 - 01:12

E chi se ne frega di Fiano, di idiozie ne ha dette e fatte a sufficienza, lui e la masnada di traditori della Nazione

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 19/12/2017 - 08:56

Era partito per fare la guerra per dare il suo aiuto alla sua terra gli avevano dato le mostrine e le stelle e il consiglio di vendere cara la pelle. E quando gli dissero di andare avanti troppo lontano si spinse a cercare la verità ora che è morto la patria si gloria d'un altro eroe alla memoria. Ma lei che lo amava aspettava il ritorno d'un soldato vivo, d'un eroe morto che ne farà se accanto nel letto le è rimasta la gloria d'una medaglia alla memoria. CELEBRIAMO LE PERSONE CHE SI SONO SPESE PER LA VITA E NON QUELLE CHE LE HANNO MANDATE A MORIRE….PAROLE VALIDE PER TUTTI I “COLORI”. Demetra

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 19/12/2017 - 09:31

Era partito per fare la guerra per dare il suo aiuto alla sua terra gli avevano dato le mostrine e le stelle e il consiglio di vendere cara la pelle. E quando gli dissero di andare avanti troppo lontano si spinse a cercare la verità ora che è morto la patria si gloria d'un altro eroe alla memoria. Ma lei che lo amava aspettava il ritorno d'un soldato vivo, d'un eroe morto che ne farà se accanto nel letto le è rimasta la gloria d'una medaglia alla memoria. CELEBRIAMO LE PERSONE CHE SI SONO SPESE PER LA VITA E NON QUELLE CHE LE HANNO MANDATE A MORIRE….PAROLE VALIDE PER TUTTI I “COLORI”. Demetra..

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 19/12/2017 - 13:10

Ecco chi metterei nel Pantheon: Salvatore Sardina che tutte le mattine si alzò per andare a pescare, Gennarina Vesuvio che tutti i giorni a mezzodì e la sera impastato pizze squisite, Ambrogio Arborio che nei suoi Campi ha coltivato per una vita intera ottimo riso, Maria Farina che ha coltivato per una vita intera dell'ottimo grano, Nicola Oliveto per il suo ottimo olio, Francesca Parmigiano per i suoi formaggi e prosciutti, Rocco infermiere per essersi preso cura delle perso ne a lui affidate, Mimma Metallurgica per aver lavorato una vita intera in catena di montaggio, Raffaele Pulizia per aver ritirato tutti i giorni la spazzatura dai cassonetti, e me stessa Demetra Dea della fertilità che non sta a guardare il colore della pelle degli uomini, premia e sorride a gli uomini che con il loro lavoro rendono fertile la Madre Terra, ecco chi metterei nel Pantheon. Dmtr

ruggerobarretti

Mer, 20/12/2017 - 10:52

Bel discorso il suo, sig.ra Demetra, pero' al Pantheon gia' sono sepolti due Re: Vittorio Emanuele II e Umberto I. Tanto due che tre, che cambia??? Vedo solo la solita ipocrisia di certo mondo politico.