Savona: "Se continuiamo a parlare di migranti portiamo l'Europa alla rottura"

Il ministro per gli Affari europei, Paolo Savona: "La campagna elettorale non è finita in Italia ed è già iniziata in Europa"

Il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, a margine del festival nazionale "Proxima", promosso a Torino da Sinistra italiana e Leu, si sofferma su un tema di stretta attualità. "Se continuiamo a parlare dell’immigrazione portiamo l’Europa alle soglie della rottura. L’unico modo per cercare di attenuare le polemiche - ha detto - è proprio quello di riprendere in mano le discussioni di fondo, cioè come funziona la politica fiscale in Europa".

Savona si rende ben conto che quasi tutti i temi all'ordine del giorno vengono riportati in chiave polemica, e commentando lo scontro tra il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il ministro lussemburghese Asselborn, osserva: "A parte le opinioni di ciascuno, la questione è che la campagna elettorale non è finita in Italia ed è già iniziata in Europa. E' una grande novità quella delle polemiche?".

A chi gli chiedeva un commento su quanto detto ieri da Draghi, secondo il quale troppe parole hanno fatto male all’Italia e che adesso si aspettano i fatti, Savona ha detto: "Non commento le parole del presidente della Bce, è un amico". Silenzio anche sulle dimissioni del presidente della Consob, Mario Nava: "Non commento, è un argomento che non conosco"

Il ministro parla anche del decreto approvato per Genova, a un mese dal crollo del Ponte Morandi: "Le critiche (al decreto, ndr) sono legate al fatto che tutti si domandano e ’se poi c’è il ricorso al Tar?’ Ma lo sappiamo. Per fortuna abbiamo giuristi del calibro della Bongiorno nel governo. Dobbiamo uscire da questo guscio".

Savona spiega di volersi tenere fuori dalle polemiche che investono il governo: "Facciamo un mestiere difficile in un momento difficile in Italia, in Europa e nel mondo. Quindi io sono quello che cerca di mantenersi al livello del mare da cui provengo, a una livello di stabilità minima, senza creare onde. Gli altri fanno il loro mestiere io faccio un mestiere da tecnico".

Commenti

GPTalamo

Ven, 14/09/2018 - 20:05

Ma si', ha ragione, se non se ne parla piu', il problema non esiste piu'. Che trovata geniale, chi l'avrebbe mai pensato?

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Ven, 14/09/2018 - 20:30

Giusto, ficchiamo tutti la testa sotto la sabbia e continuiamo a cacciare fuori soldi senza fiatare. Visto che ci siamo possiamo anche andare in farmacia a comprare una tanica di vaselina. Servisse mai...

vince50

Ven, 14/09/2018 - 20:34

Sembra che per tutti il chiodo fisso sia questa stramaledetta europa,non basta la fine della Grecia per capire cosa accadrà ad altri paesi del Mediterraneo.Lasciamo perdere tanto è inutile,la terza guerra l'ha già vinta la "Ghermania".

Daniele Sanson

Ven, 14/09/2018 - 20:51

Savona dimostra di essere un esperto degli affari Europei di caratura elevatissima , un elogio a questo Governo per averlo promosso in questo difficile compito . DaniSan

Savoiardo

Ven, 14/09/2018 - 21:39

Fare rapidamente una Confederazione Europea tra Stati liberi ed uguali tipo Confederazione Helvetica con anche i vari tipi di referendum per una democrazia diretta.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 14/09/2018 - 21:51

Ma che ci frega dell'Europa, dell'Euro, facciamo da soli... con queste cime di rape al governo sai dove andiamo? Sai avessimo dei luminari, ma abbiamo un bibitaro e un ragazzotto tutto salamella e cipolla a guidarci... E sono pure in eterno conflitto tra loro... Parlano di nazionalizzazioni, di ritorno alle crociate, rispolverano concetti vecchi e morti più di 40 anni or sono. Ma si facciamogli vedere chi siamo... con il 135% di buffi sai dove andiamo? dagli strozzini.

Robdx

Ven, 14/09/2018 - 21:52

I fenomeni eurocrati non ci sono ancora arrivati,l’uscita dell’’Inghilterra non gli è bastata,hanno sputato fango e bugie sul Brexit ma ad oggi le cifre parlano di disoccupazione scesa al di sotto del 4% e crescita del pil superiore al 3% Fatti non chiacchiere

Ritratto di massacrato

massacrato

Ven, 14/09/2018 - 22:30

CARO ESIMIO prof. SAVONA, stimo e condivido lei e il suo pensiero, però PURTROPPO pure il capitolo MIGRANTI fa parte dell'economia europea e nazionale, oltre che della sicurezza.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 14/09/2018 - 22:31

gli abitanti di savona sono quasi cinquanta volte meno dei clandestini che vivono in europa

moichiodi

Ven, 14/09/2018 - 22:31

Basta parlare di migranti. Si riferisce a salvini?

Blueray

Ven, 14/09/2018 - 22:43

Savona non ha capito che non è il parlarne che cambia la situazione. L'immigrazione come la politica fiscale sono due problematiche europee ad elevato impatto socio-economico. Parlarne non cambia nulla, bisogna trattarle entrambe e risolverle se vogliamo uscirne vivi

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 14/09/2018 - 22:50

Si è già rotta l'Europa, e per via dei migranti, diciamo così. A maggio si capirà se l'invasione terminerà o sarà ancora più prolifica. In tal caso si salvi chi può, l'Europa sarebbe fallita, si rischia la pulizia etnica.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Ven, 14/09/2018 - 23:13

Fa bene a tenere un basso profilo, è già stato martoriato abbastanza, in primis dal PdR. L'Europa si massacra già da sola, a lui tocca individuare le correzioni di rotta necessarie affinché la barcaccia possa continuare a galleggiare, e a muoversi nella direzione sperata, evitando che l'Italia continui ad essere la pattumiera dell'EU.

ClioBer

Ven, 14/09/2018 - 23:26

Caro professore, se non si risolve il problema dei migranti, non ci sarà nessun problema economico che affonderà la UE, perché ci penseranno i migranti/clandestini. Ma non solo, perché queste orde di incivili oscureranno la fama di Attila, poiché, e forse prima dell l'unione, distruggeranno ogni pasee che rinuncerà a difendersi, senza piagnistei e con la massima determinazione. Infine, perdoni l’ardire, ma mi consenta un suggerimento: Oltre a quanto ci costa ufficialmente l’immigrazione – già di per se una cifra notevolissima – provi a considerare tutti i costi collaterali che comporta e, sono certa, balzerà dalla sedia.

Gianni11

Sab, 15/09/2018 - 00:01

Bene! A morte l'ue! Per salvare l'Europa l'ue deve morire.