Una scia di brutalità che non conosce confini

Le italiane vittime di stranieri sono tante. Anche quando sono anziane, disabili e povere

Persino con una disabile

A gennaio in un bar del centro di Bologna un cileno con precedenti penali trascina una donna di 44 anni con disabilità nel bagno e la costringe a subire abusi sessuali. La polizia lo blocca ad una fermata del bus.

Il branco dei rom

A dicembre sette persone di origini rom vengono arrestate con l'accusa di aver violentato una giovane italiana di venti anni a Ferentino in provincia di Frosinone.

Dall'asilo allo stupro

A ottobre tre richiedenti asilo pachistani vengono arrestati per aver violentato una ragazza italiana di 22 anni. a Chiari, in provincia di Brescia, nel parco pubblico del paese.

Con una quasi noventenne

Una donna di 87 anni viene violentata sempre a Chiari. I carabinieri fermano un 32enne di origini rumene, residente a Castelcivati, sempre nel Bresciano.

Anche una senzatetto

Stuprata, picchiata e rapinata in una colonia abbandonata sul lungomare di Riccione. Due marocchini vengono arrestati per aver violentato una 46enne riminese, da anni senza fissa dimora.

E le rubano la macchina

Un'italiana di 31 anni viene violentata sulla spiaggia di Santa Teresa a Salerno da due giovani marocchini senza permesso di soggiorno, poi fuggiti sull'Audi rubata alla donna.

Una vita di orrori

Una giovane italiana viene violentata in un parcheggio pubblico di Roma da un nigeriano che viene riconosciuto e arrestato un mese dopo da un carabiniere non in servizio. Il fermato, sette anni prima, era stato arrestato per aver tentato di abusare di una bimba di 7 anni, figlia di una coppia di connazionali che gli aveva dato ospitalità.

Violentata e sfruttata

Una studentessa universitaria ventenne di Caltanissetta viene sequestrata e violentata per giorni da cinque nigeriani e obbligata a prostituirsi con altri stranieri che poi pagavano i suoi aguzzini.

Tra le cabine della spiaggia

Una ventenne milanese viene violentata a Rimini tra le cabine della spiaggia. Per lo stupro viene arrestato un ventisettenne senegalese che abita a Novara. Ha precedenti per resistenza, ubriachezza e minacce.

Nel centro di accoglienza

Tre minorenni egiziani vengono arrestati dopo aver violentato un'operatrice del centro d'accoglienza di Fiuggi, in provincia di Frosinone, che li ospitava. I tre devastano in parte il centro.

Drogata e segregata

Una quarantenne romana viene segregata in casa da un marocchino, drogata e violentata. L'aveva attirata con la scusa di voler acquistare un cellulare.

In pieno giorno, sulla bici

Una donna cuneense di 46 anni viene gettata a terra, colpita a calci e pugni e poi stuprata in piena mattina mentre si percorre in bicicletta la pista ciclabile di un parco. Il colpevole è un diciannovenne ivoriano. Dopo la violenza le ruba 15 euro.

Commenti

Lucaferro

Dom, 12/02/2017 - 10:44

E siamo solo agli inizi. Il bello ha da venire! Forza pidioti, dite qualche cosa che non sia la solita manfrina che anche gli italiani..... tutte balle e se qualche rarissimo caso ouò essere successo si tratta di eccezione molto singolare. Con la feccia unana importata, invece, è la regola.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 12/02/2017 - 17:32

Come sta diventando brutta l'Italia. Forse è ciò che ci meritiamo, visto che non sappiamo reagire e se lo facciamo, finiamo come Mancini di Fermo.