Gli sconti per le famiglie numerose finiranno agli immigrati

Approvato un emendamento in favore delle famiglie numerose. Ma potranno richiedere la "Carta Famiglia" anche gli stranieri residenti da poco tempo in Italia

Che le famiglie numerose avessero bisogno di un segnale da parte del governo e del Parlamento era chiaro. IlGiornale.it lo aveva documentato dettagliatamente, dimostrando come in Italia sia talmente complicato mettere al mondo dei figli che le coppie scelgono l'infertilità. Oppure la fertilità limitata: uno o due figli al massimo e poi basta, "altrimenti come faccio a mantenerli?".

A soffrire la crisi più di qualunque altra categoria sono i nuclei familiari che hanno almeno tre figli. Ma anche quattro, cinque e a volte sei. Il sistema burocratico italiano e la distribuzione delle risorse li ha sempre considerati figli di un dio minore. E questo ha avuto (e continuerà ad avere) effetti negativi sull'indice di natalità italiano. Nel Belpaese a fare figli sono solo gli immigrati, per questo si sentiva il bisogno di un cambio di passo fiscale e culturale per aiutare le giovani coppie, italiane, a procreare.

Ebbene, oggi è stato approvato un emendamento alla legge di Stabilità che istituisce in Italia la "carta famiglia". In pratica i nuclei con tre o più figli minorenni potranno ottenere "sconti sull’acquisto di beni o servizi ovvero a riduzioni tariffarie con i soggetti pubblici o privati che intendano contribuire all’iniziativa". In più la carta "è funzionale anche alla creazione di uno o più Gruppo di acquisto familiare (Gaf) o gruppi di acquisto solidale (Gas) nazionali, nonché della fruizione dei biglietti famiglia ed abbonamenti famiglia per servizi di trasporto, culturali, sportivi, ludici, turistici ed altro".

Benissimo, ma c'è un'inghippo. A richiederla potranno essere non solo i cittadini italiani (anche se di origine straniera), come si penserebbe, ma chiunque sia "regolarmente residente sul territorio italiano". Questo significa, in linea di principio, che chiunque possiede un permesso di soggiorno, anche se di breve periodo (come quelli concessi ai migranti in attesa della valutazione delle commissioni territoriali) potrà ottenere la carta famiglia e godere degli sconti. Infatti, nel maggio scorso, Angelino Alfano ha emesso una circolare con le "Linee guida sul diritto alla residenza dei richiedenti e beneficiari di protezione internazionale", nella quale si afferma che un migrante ha diritto alla residenza nella forma di "convivenza anagrafica" dopo tre mesi dall'arrivo nei centri d'accoglienza.

Ed ecco che anche i migranti con prole al seguito, di cui ancora non sappiamo se sono degni di ottenere protezione internazionale, avranno la possibilità di pagare il cinema meno di chiunque altro. Beffando, così, le famiglie italiane. Che aspettano ancora dei provvedimenti interamente dedicati a loro.

Commenti
Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

01Claude45

Sab, 19/12/2015 - 17:31

GRAN FIGLIO DI PxxxxxA, STO ALFANO. COI SOLDI ALTRUI FANNO BENEFICENZA. ALFANO, TUTTI SONO IN GRADO DI FARLA, LA BENEFICENZA, IN QUESTO MODO. NON SERVE ESSERE AVVOCATO.

Anonimo (non verificato)

il nazionalista

Sab, 19/12/2015 - 18:43

Ormai anche i sassi si sono accorti - e già da un pezzo - che la sinistra ha ' scaricato ' gli Italiani !! Di noi ai rossi non gliene frega niente; addirittura tiene in poco conto anche gli stranieri regolari! State certi che la solita ' mancia ' pre-elettorale sarà elargita, in primis, a rom, islamici, profughi et similia. E’ a loro che la sinistra al potere: nello stato, nelle regioni e negli altri enti locali, destina la gran parte dei provvedimenti di aiuto sociale. Italiani: i sinistri e, purtroppo, anche la chiesa bergogliana vogliono sostituirvi con le ‘ preziose risorse ‘!!

rossini

Sab, 19/12/2015 - 18:47

Ma che bravi. Continuiamo a farci pubblicità ed a presentarci agli stranieri come i più fessi d'Europa. E' chiaro che faranno a cazzotti per venire in quel Paese di Bengodi che si chiama Italia. Qui da noi i Giudici sono clementi con i cosiddetti "poveri", specie se stranieri. Regaliamo un bonus agli immigrati che hanno almeno tre figli. Mons. Galantino propone di regalare € 500 agli stranieri che compiono 18 anni. Scuola, sanità, medicine, casa GRATIS per tutti, purché si chiamino Alì, Ahmed o Abdul.

Anonimo (non verificato)

piertrim

Sab, 19/12/2015 - 19:21

Poveri Italiani. Ma che razza di politica è mai questa? Credono che siamo andati alla scuola della Leopolda?

Anonimo (non verificato)

kayak65

Sab, 19/12/2015 - 21:03

Dopo le c....e di boccia che l'immigrazione porta ricchezza ora anche i buoni per gli invasori. di bene in meglio. povera Italia

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 19/12/2015 - 21:56

alf-ano bastardo uomo di mxxxa!

amedeov

Sab, 19/12/2015 - 22:12

Tutti sono capaci di fare il frocio con il culo degli altri

apostrofo

Dom, 20/12/2015 - 00:33

Ma che ci fosse un rallentamento delle nascite in Italia non è cosa di oggi. Che,quindi,andava praticata una politica demografica tesa ad aiutare giovani coppie nell'acquisto casa,negli assegni familiari veri,negli asili nido etc. Tutto questo ben prima dell'invasione o dell'invito di fatto urbi et orbi praticato dalla illuminatissima sinistra,quella tanto buona che ora interviene sulle famiglie con 3 minori. Vorrei vedere quante famiglie italiane indigenti hanno 3 figli e quanto invece serve a promuovere ancora l'arrivo in Italia di altre masse incalcolabili di stranieri. Più sono e meglio è , più voti sono per il PD,quando di punto in bianco daranno la nazionalità a tutti coloro che mettono piede in Italia, anziché rimandare a casa chi non ha diritto all'asilo. E qui sarà una pioggia di voti PD. Alla faccia degli italiani, tutti, anche quelli che danno il voto al PD.

magnum357

Dom, 20/12/2015 - 01:24

ALTRA TRUFFA CONTRO LE FAMIGLIE ITALIANE !!!!!!!! ITALIANI SVEGLIATEVI !!

portuense

Dom, 20/12/2015 - 08:19

qui si fa' solo dell'assistenzialismo, mai una politica seria.

st.it

Dom, 20/12/2015 - 09:21

alla faccia del popolo sovrano............ Questi infami , col loro perbenismo da quattro soldi pretendono di sradicarci dalla nostra storia , trattandoci tutti da razzisti xenofobi . Ma prima o poi arriverà anche il momento di infilare una caxxo di scheda elettorale nell'urna................ .........................SPERIAMO !!!!!!!!!!!!!!!

st.it

Dom, 20/12/2015 - 09:31

ieri a skitg 24 ci raccontavano che gli immigrati sono una grande opportunità perché a fronte di 10 miliardi (di costi certi) contribuirebbero per 13 miliardi..........ma guardate che usufruire di tutte le strutture i servizi ,inquinare e imbrattare questo paese costa ben di più della differenza (saldo attivo ???? ) che ci vengono a raccontare : è come pretendere di girare in macchina , perché contribuisci con i litri di benzina che servono per portarti in giro .....beh ma la macchina ????

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 20/12/2015 - 09:52

Che la sinistra ITALIANA SIA MALEDETTA nei tempi a venire, e sia descritta nei libri di storia come la piu' lurida calamita'politica e "sociale" che il paese abbia mai avuto

linoalo1

Dom, 20/12/2015 - 09:59

Una cosa è ormai certa!!Gli Italiani vogliono che L'ITALIA SIA SOLO DEGLI ITALIANI!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 20/12/2015 - 10:01

Stanno sfamando la futura base elettorale. E gli italioti giu' a votare pd. Penso che la storia folle del virus sparso nell'aria per rincoglion. la gente sia vero. Non mi spiego altrimenti.

al59ma63

Dom, 20/12/2015 - 10:15

Questo, e credo sia evidente a tutti i lettori, e' uno dei fatti e delle azioni che vengono perpetrate sistematicamente, dico sistematicamente, perche' ormai e' evidente a tutti che il popolo italiano e' bersaglio di una vera SOSTITUZIONE ETNICA pre-pianificata a tavolino, allo scopo di ELIMINARE l' etnia Italiana a favore di tutti i profughi al mondo.

alfonso cucitro

Dom, 20/12/2015 - 10:44

Nemici dell'Italia e come tali si sono comportati in passato e si comportano tuttora i sinistroidi.Per loro chiunque (rom,immigrati,delinquenti,islamici)viene in Italia è ben accetto poiché pensano così di soppiantare gli italiani nella ricerca del voto.Quindi ogni cosa che fanno segue questi principi e solo con una sobillazione totale riusciremo a riportare una democrazia in Italia che tuteli in primis gli italiani

opinione-critica

Dom, 20/12/2015 - 11:00

1)Egregio Giuseppe Di Lorenzo complimenti per l'articolo. La cosa mi era nota da tempo ma fa piacere sapere che qualche giornalista dice le cose come stanno. Palesemente il governo italiano va contro gli interessi degli italiani, l'attuale classe politica al governo sta pensando alla propria sopravvivenza e riproduzione, noi paghiamo.

Linucs

Dom, 20/12/2015 - 11:02

Pasta! Pasta pampini bianki in Europa! Noi amazza Europa con leggi e con incentivi, con vostri soldi! Voi paga tanti zoldi! Noi sempre fittime!

opinione-critica

Dom, 20/12/2015 - 11:06

2) Le conseguenze di questa politica saranno: un aumento esponenziale di nascite di figli di immigrati in Italia, a loro i figli rendono economicamente oltre che religiosamente. Sono abituati a far figli come conigli, poi quando la barca prende acqua li buttano in mare, in Italia li affidano alle assistenti sociali con tanto di diritti per trovare lavoro, libri gratis, tasse pagate ecc..

acqua73

Dom, 20/12/2015 - 11:10

bella finanziaria non c'è che dire; 500€ per comprare il voto dei futuri elettori, 80€ per le forze dell'ordine ridotte a comprarsi divise e giubbotti anti proiettili di tasca loro; in compenso soldi a pioggia agli immigrati perchè non mi si venga a dire che andranno alle famiglie italiane i soldi per quei nuclei familiari con tre pargoli minorenni. Ditemi quale famiglia italiana non ha tre figli minorenni a occhio e croce considerato il benessere in cui ci hanno fatto piombare questo e i precedenti governi gli italiani pensano solo a far figli non come quei cattivoni di immigrati che pensano a come arrivare a fine mese a pagare imu tasi tari iuc irpef iciap ilor ecc.ecc.

opinione-critica

Dom, 20/12/2015 - 11:17

3) La cosa più ridicola è che Boccia del PD, sposo della De Girolamo dice che gli stranieri sono un vantaggio economico, guardando i contributi versati all'INPS. A parte il fatto che i contributi li versa il datore di lavoro non tiene conto delle spese del welfare che gli immigrati costano, le spese del carcere dove si sfamano e si curano i clandestini: stanno meglio nelle nostre carceri che nei loro paesi. D'altronde il PD è l'erede di quei movimenti polici che teorizzano la distruzione dello Stato, anche se non lo dicono apertamente per ovvi motivi