Scontro Francia-Italia, Grimoldi: "Dovevamo espellere ambasciatore francese"

Si è riaperto lo scontro tra Francia e Italia. Questa volta il caso diplomatico è scoppiato per le parole di Di Maio che ha accusato Macron di portare avanti ancora il "colonialismo in Africa"

Si è riaperto lo scontro tra Francia e Italia. Questa volta il caso diplomatico è scoppiato per le parole di Di Maio che ha accusato Macron di portare avanti ancora il "colonialismo in Africa" determinando così un flusso migratorio verso l'Europa. L'ambasciatrice italiana a Parigi è stata convocata dal governo e di fatto così è stata ufficializzata la "rottura diplomatica". Ma adesso arrivano le reazioni dell'alleato di governo dei Cinque Stelle, la Lega: "Se la Francia si permette di convocare il nostro ambasciatore a Parigi solo per le battute delle ultime ore del vicepremier Di Maio allora noi, in proporzione, quando Macron e i suoi ministri la scorsa estate rovesciavano insulti e offese sul nostro Governo avremmo come minimo dovuto espellere il loro ambasciatore a Roma", ha affermato Paolo Grimoldi, vice presidente della Commissione Esteri della Camera e deputato della Lega.

Grimoldi ha poi ricordato anche gli attacchi da parte della Francia all'Italia negli ultimi mesi: "Vorrei ricordare che a luglio il presidente francese Macron sentenziava che il Governo italiano aveva un atteggiamento cinico e irresponsabile chiudendo i suoi porti alla nave Aquarius della ONG Sos Mediterranee, peraltro una ONG franco-tedesca, e che i suoi ministri insultavano il nostro Governo, anche con espressioni come ’vomitevolè. E vogliamo ricordare come si sono comportati i francesi a Ventimiglia e a Bardonecchia con le incursioni di uomini della loro gendarmeria armati oltre il nostro confine?".

Commenti
Ritratto di gian td5

gian td5

Lun, 21/01/2019 - 18:34

Per una volta che ha ragione Di Maio guarda che caos! E'dai tempi di De Gaulle che la Francia costringe le sue ex colonie a versare alla banca centrale francese l'ottanta per cento della valuta straniera pregiata derivante da pagamenti e rimesse, ricevendone in cambio valuta che può essere spese solo in Francia, se questo non è colonialismo, cos'è?

Una-mattina-mi-...

Lun, 21/01/2019 - 18:38

HA DETTO LA VERITA', SOLO CHE IN EUROPA LA VERITA' E' REAZIONARIA. TOCCHERA' AL POPOLO RIPRENDERSI LA LIBERTA'...

MOSTARDELLIS

Lun, 21/01/2019 - 18:40

Infatti non capisco perché non è stato espulso. Ma nemmeno convocato dalla Farnesina... e questa cosa è stata gravissima...

WORCEHT

Lun, 21/01/2019 - 19:10

Paolo Grimoldi non ha torto, ma perche non lo ha fatto? Forese perche a questo governon mancano....

COSIMODEBARI

Lun, 21/01/2019 - 19:16

Ragioni Italiani da vendere

maurizio50

Lun, 21/01/2019 - 20:18

Avete scoperto l'acqua calda. I Francesi rispettano solo quelli che li prendono a schiaffi. Se sei ossequioso e rispettoso come facevano i vari Gentiloni e associati, ti rifilano sempre pedatoni là nel fondo schiena!!!!

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Lun, 21/01/2019 - 20:34

Bravo Paolo Grimoldi, il problema é la mancanza di palle e il PdR Italiana.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Lun, 21/01/2019 - 20:38

Con il conte Gentiloni era facile prendere a calci l´Italia ai conti italiani e sempre piaciuto essere presi pe deficienti dai conti francesi.

rosolina

Lun, 21/01/2019 - 20:56

via le élite francesi...via le élite che si comportano peggio dei re che avevano cacciato

oracolodidelfo

Lun, 21/01/2019 - 21:28

Il Napolenano dell'Eliseo è piccato perchè, finalmente, vengono portate alla conoscenza di tutti, le sue tresche, i suoi intrallazzi!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 22/01/2019 - 07:46

Il Presidente Francese fa gli interessi del suo Paese. Il Presidente Italiano invece dov'é? Lascia straparlare dei ciarlatani, che lui ha messo a governarci, anzi a sgovernarci riducendo cosi' l'immagine dell'Italia a quella di una " BANCARELLA al mercato del pesce " Mi vergogno d'essere rappresentato da questa masnada di BIFOLCHI SEMIANALFABETI, GREZZI, STUPIDI.