Scoppia il caso Biancofiore: è suo l'emendamento killer

La deputata azzurra ha presentato il testo per estendere il Tedeschellum al suo Alto Adige. Fi la sconfessa

Roma - Nel bene o nel male, quella di ieri è stata anche la giornata di Michaela Biancofiore. Il tabellone di Montecitorio che, per errore, svela il voto segreto sull'emendamento azzera-Mattarellum in Trentino Alto Adige ha portato al centro della scena la deputata bolzanina. E tanti saluti all'accordo quadripartito Pd-Fi-M5s-Lega grazie al quale si stava mandando in porto la legge elettorale. A uccidere il Tedeschellum, in un certo senso, è stata proprio un'altoatesina. Perché quelli del partito territoriale Svp (Sudtiroler Volkspartei), evidentemente, il tedesco preferiscono parlarlo, ma di certo non intendevano andarci a votare. In Alto Adige meglio i collegi maggioritari del vecchio Mattarellum, che assicuravano rappresentanza alla formazione politica sudtirolese, alleata del Pd. Ma, a far saltare il banco, ci ha pensato la Biancofiore, deputata di Forza Italia, anche lei di Bolzano. In aula e in Transantlantico piovono le accuse: «Così ha fatto saltare l'accordo, un capriccio». Spiega Renato Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera: «Vogliamo la riforma come è uscita dalla Commissione. Pur riconoscendo il valore di questo emendamento, per mantenere i patti voteremo contro». Ha votato a favore, invece, M5s. Il deputato grillino Riccardo Fraccaro ha parlato di «un emendamento largamente condiviso, che non si vuole far passare per non far saltare l'accordo».

La grande accusata del giorno si difende con le unghie e con i denti: «Ora qualche servo sciocco sta chiamando Berlusconi per dire che per colpa mia salta l'accordo, ma proprio Berlusconi mi ha insegnato il senso di giustizia e della libertà, e in Trentino si stava verificando una situazione ingiusta. Il mio emendamento era pari a quello di Fraccaro del M5s, e ripristinava una palese ingiustizia che avveniva nella mia terra». In Forza Italia, a spendere una parola per la Biancofiore è il senatore Altero Matteoli: «Non è colpa sua, la colpa è dei Cinque stelle e dei franchi tiratori». Tra l'altro, non è la prima volta che la parlamentare è al centro delle polemiche. C'entrano ancora i rapporti burrascosi con l'Svp. Alla vigilia delle elezioni del 2008 la Biancofiore viene sospesa da coordinatrice provinciale altoatesina del Pdl, proprio con l'obiettivo di cercare un'alleanza col partito della Stella Alpina. Berlusconi voleva raggiungere un accordo con la Svp, così da rosicchiare consensi in un confronto elettorale in bilico. Per la cronaca, i sudtirolesi, optarono ancora per il centrosinistra. Vinse Prodi per un pugno di voti. E fu un'altra storia.

Commenti

cecco61

Ven, 09/06/2017 - 09:38

Sinceramente non si capisce perché il Trentino debba votare con Leggi ad hoc. Se siamo tutti italiani la Legge deve essere uguale per tutti. Patetica la sinistra che afferma che la differenza era necessaria per salvaguardare il trattato con l'Austria sulla tutela delle minoranze linguistiche. Patetici coloro che affermano che la nuova legge elettorale è morta. Seccante, ma doveroso, dar ragione a Fratoianni che rileva come la Legge elettorale non è stata minimamente intaccata nei suoi contenuti sostanziali. Probabilmente è stata la scusa buona per tutti per fare un passo indietro, non approvare la legge dando la colpa ai grillini, e ricominciare col valzer dei perditempo. Il Parlamento, tutto, ancora una volta prende in giro il popolo che dovrebbe rappresentare.

Ritratto di deep purple

deep purple

Ven, 09/06/2017 - 10:05

La regia è di Napolitano. La Biancofiore evidentemente è una che lavora per lui. Forse da molto più tempo di quello che ci si possa immaginare.

Marcello.508

Ven, 09/06/2017 - 10:40

deep purple - Non credo sia così. La Biancofiore ha cercato di "omologare" - secondo me correttamente - il Trentino alla futura legge elettorale e la variegata congrega anti voto (fra possibili e/o sicuri trombati, elementi che in quel verminaio si trovano a proprio agio per creare caos e/o adempiere a desiderata della grande finanza) si è infilata in quel "cunicolo" per far esplodere quel dissenso che poi ha affossato questa legge facendola tornare in commissione. Credo che il risultato del voto "segreto", mostrato per pochi secondi, non sia stato del tutto casuale.

Aleramo

Ven, 09/06/2017 - 11:03

L'Alto Adige è italiano, non si capisce perché mai dovrebbe votare diversamente.

peter46

Ven, 09/06/2017 - 11:21

deep purple...altro che Napolìt,la Biancofiore è la 'probabile' amante di Gianfranco Fini,resosi 'single' dopo i casini della Tulliani,e cerca di fare per questo le 'scarpe' a berlusconi(che comunque è più che contento di allungare i tempi onde non andare a votare quest'anno),per vendicarlo del 'lavitolalizzamento' appioppato al suo 'amore' trovato.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Ven, 09/06/2017 - 11:35

BIANCOFIORE SEMPRE AL SERVIZIO DI RENZUSCONI

peter46

Ven, 09/06/2017 - 11:41

Domenico Di Sanzo...per mio modesto consiglio,stia in campana... scoperchiare certi altarini sui rapporti Biancofiore-Fi,quindi e solo,Biancofiore-Berlusconi...non la vedo bene per lei.NB: quest'articolo lo terremo ben gelosamente custodito ... accordi 'sotterranei' da parte di Berlusconi con gli 'antiItaliani',benchè democristi,dell'svp,vero?NB:Io avevo pensato che la Biancofiore volesse 'vendicarsi' per essere stata estromessa da coordinatrice trentina di FI in favore della Gardini(ed in quanto donna,anche, che se la scelta fosse stata su un uomo,almeno)dopo averci 'gossippato' su quel senatore sudista che ogni martedì,prima di presentarsi al parlamento,era solito 'conferire' a Pzo Grazioli, dopo essersi 'dilungato' sui viali di Roma in cerca di una 'probabile' nipote da presentare al 'sultano':perchè tutte le 'nipoti' hanno un certo fascino per i 'papi',o no?NB:Grazie lo 'stesso',Di Sanzo.

elio2

Ven, 09/06/2017 - 11:47

Caro peter46, questa notizia così "clamorosa" gliela hanno suggerita alla casa del popolo? perché, sa, tra la gente normale, nessuno si va a impegolare con un fallito, tanto meno sentimentalmente.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 09/06/2017 - 12:09

"Michaela Biancofiore, berlusconiana di ferro, lancia il «Cuore oltre gli ostacoli». In tutti i sensi. Oggi a Bolzano, infatti, la deputata presenterà a Castel Mareccio, il suo libro, intitolato Il Cuore oltre gli ostacoli. Nel sogno di Silvio. Una carrellata di ricordi e aneddoti che ripercorrono il berlusconismo, visto da una delle sue più accese supporter. C'è l'infanzia complicata e triste di una ragazza orfana di padre, senza grandi mezzi, che si dà da fare e s'innamora politicamente di Berlusconi. Una sorta di «Cenerentola» che corona il suo sogno: conoscere il Cavaliere, battersi per le sue idee e correre, correre e correre per cambiare l'Italia." Il Giornale 22/02/2013

peter46

Ven, 09/06/2017 - 14:57

elio2...'casa del popolo'?'Catacombale' dimostra di essere lei 'pensandolo' ed 'appioppandomi' simili frequentazioni...e non le rispondo come son solito fare:son sicuro che non è questa la prima volta che ci 'siamo incontrati' e non ne vale la pena.E non si metta nei panni della gentile Biancofiore a cui,forse,dopo il 'gossip' portatoci a conoscenza da El Presidente ed in previsione del 'gossip...pato' nel mio 2° commento,non è facile che la stessa possa trovar posto in lista FI alle prossime elezione,per cui... pensione,vitalizio,bonus pro PDC,potrebbero proprio non 'far male' alla prossima 'disoccupata' da politica.Gente normale,dice?La gente normale sa che il traditore ha sdoganato il demo-socialista ex demitiano e pomiciniano e mastelliano,'chiassoso napoletano' oltre che 'bauscia meneghino',insomma,Berlù.Continui comunque... sulle buone letture:le mie.