Scoppia la luna di miele. Sette italiani su dieci soddisfatti del governo

Il Nord Est è l'area di maggiore consenso Il dissenso più alto si registra tra i laureati

Forse c'era da aspettarselo, dato il successo alle ultime elezioni del 4 marzo dei partiti che compongono l'esecutivo appena nato. Ma la popolarità (o, meglio, il livello di approvazione) per il nuovo governo Conte risulta particolarmente alta, superiore all'insieme dei consensi ottenuti nelle urne e anche a quelli registrabili dai sondaggi sulle intenzioni di voto per le singole forze politiche. Quasi sette intervistati su dieci (69,4%) dichiarano di giudicare «positivamente» l'esecutivo che ha appena ottenuto la fiducia dalle Camere.

È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall'Istituto Eumetra Mr di Milano, intervistando un campione nazionale, rappresentativo dei cittadini al di sopra dei 17 anni di età. In particolare, il 19,7% (vale a dire quasi un rispondente su cinque) si spinge addirittura su una valutazione «molto positiva», mentre il restante 49,7% (cioè di fatto la metà dell'elettorato) si limita a giudicare il governo «abbastanza positivamente». Solo meno del 9% considera l'esecutivo guidato da Conte «molto negativamente», mentre il 20% ne dà una definizione «abbastanza» negativa, temperando così il giudizio sfavorevole.

Insomma, almeno sino a questo momento, il governo incontra l'approvazione dell'elettorato, inaugurando così la «luna di miele» con l'opinione pubblica che classicamente si manifesta all'inizio dell'attività degli esecutivi. Appaiono più di altri in sintonia (79% di giudizi positivi) con Conte e i suoi ministri gli appartenenti alle fasce di età più giovani (dai 18 ai 24 anni) che, come si sa, caratterizzano fortemente l'elettorato del Movimento Cinque Stelle. Ciò accade in particolare tra gli studenti (80% di giudizi positivi). Più negativa (ma sempre in misura minoritaria, 33%) la classe di età media (dai 35 ai 44 anni) specie se dotata di titoli di studio più elevati: è tra chi dispone di una laurea, infatti, che si rileva il massimo dissenso relativo (36%) col governo.

Riguardo alle professioni esercitate, si manifestano particolarmente favorevoli all'esecutivo i commercianti e, in generale, i lavoratori in proprio, ma si registra anche una accentuazione di pareri marcatamente positivi tra le casalinghe. Sul piano della distribuzione territoriale, è nel Nord-Est (area di grande concentrazione leghista) che si trovano i maggiori plausi (73%) al nuovo governo.

Ma quelle che possono essere considerate le sorprese maggiori emergono analizzando l'intenzione di voto di chi si dichiara favorevole al nuovo governo. Era scontato aspettarsi una approvazione plebiscitaria tra gli elettori della Lega (99% di giudizi favorevoli) e Cinque Stelle (90%). Tuttavia, il dato forse più significativo è che il governo registra molti consensi anche tra i votanti per i partiti di opposizione. Tra gli elettori di Forza Italia, una lieve maggioranza (52%) si esprime positivamente nei confronti del governo. E persino tra coloro che manifestano l'intenzione di voto per il Pd, il 43% dichiara di vedere con favore l'avvio dell'esecutivo guidato dal professor Conte assieme a Salvini e Di Maio. A cosa si deve tutto questo consenso trasversale tra i partiti per il nuovo governo? Al fatto che molti elettori dichiarano di vedere, a torto o a ragione, nell'insediamento del governo un elemento di forte cesura col passato. La voglia di «nuovo» ha sempre caratterizzato fortemente l'elettorato italiano. Oggi il «nuovo» viene visto nella Lega e nel Movimento Cinque Stelle. I prossimi mesi ci diranno se queste aspettative così diffuse verranno soddisfatte.

Commenti

manfredog

Gio, 07/06/2018 - 22:25

..'il dissenso più alto si registra tra i laureati'..!!..perché sono più colti ed intelligenti..!?..nossignore..perché sono quelli promossi con il sei politico trascritto con la mano sinistra, ed anche quelli che, con la laurea politica, non hanno mai lavorato veramente.. mg.

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Gio, 07/06/2018 - 22:26

tra chi dispone di una laurea.....tipo ? cose tipo intermediazione culturale e caz...te simili oppure lauree vere...?

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 07/06/2018 - 22:33

E la famosa e conosciuta LUNA DI MIELE dei primi 100 giorni. Poi con i provvedimenti del nostro Matteo AUMENTERA!!!! Buenas noches.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 07/06/2018 - 22:43

I laureati? Chi quelli della generazione della Fedeli cresciuti a canne e 18 politico?? Ma per piacere. Questo governo piace agli italiani onesti. Ai cialtroni comunistardi, agli anti-italiani, ai musulmani piace Renzi il distruttore terzomondista con le chiappe degli altri. Un po' di babbei li abbiamo anche qui che starnazzano, ma son macchiette da opereretta ormai. Tra due anni scompaiono definitivamente nel cesso.

Liberalmimmo

Gio, 07/06/2018 - 22:50

E' un governo "primaverile" nel senso più esteso del termine, guidato da "uno di noi", con un ministro "ragazzo", peraltro anche Vice-Presidente del Consiglio e non così sprovveduto come lo si vorrebbe far passare sulla stampa di regime e con un altro young ministro, anch'egli Vice-Presidente del Consiglio e che al netto di certi eccessi xenofobi riesce a parlare al cuore della gente, meglio di un capopopolo di sinistra, se ce ne fosse. Libiam ne' lieti calici, Silvio e Matteo (Renzi, ma forse anche l'altro) sono disgiunti...

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 07/06/2018 - 22:51

manfredog, ErmeteTrismegisto - Le vostre ridicole generalizzazioni hanno connotazioni psicopatiche...

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 07/06/2018 - 22:54

Cominciamo a staccare il Primo successo per Salvini, ha definito forse con poca eleganza che la “Tunisia ci esporta tanti Galeotti “ ebbene a fronte dei numeri incontrovertibili di Tunisini addetti allo spaccio, in galera per la moltitudine di reati e le vittime nel mediterraneo è stato rimosso e fatto dimettere il suo omologo ministro degli interni Tunisino. Pertanto attualmente Salvini sul caso specifico non ha punti di riferimento ma ha già raccolto una implicita attestazione di stima da parte del governo Tunisino. La sinistra ha mai fatto registrare una posizione del genere ottenendone un successo?

Tms

Gio, 07/06/2018 - 23:00

ma non è un tantino presto per dirlo ?

gianrico45

Gio, 07/06/2018 - 23:01

I laureati dovrebbero essere la nuova classe dirigente che purtroppo si è preparata per essere pronta a sostituire i vecchi politici ma per portare avanti la stessa vecchia comoda politica.Ecco perché sono contrari al nuovo corso della politica, sono stati spiazzati e nonostante i loro studi ora si sentono impreparati.

SPQP

Gio, 07/06/2018 - 23:03

Ma perchè che cosa hanno fatto ? Ancora niente. Come stamo messi male!

Ritratto di MariannaE

MariannaE

Gio, 07/06/2018 - 23:12

temo che se continua cosi il PD SPARISCE ! Come gli ha pronosticato Orban già nel 2015.... infatti, ora Renzi parte in Tour mondiale per dare congressi.... ma quando se ne rendono conto che vale nulla...non lo pagheranno.... forse dovrà prendere un "barcone" per rientrare in Italia...ahahahah

Ritratto di elio2

elio2

Gio, 07/06/2018 - 23:13

Solo parassiti e perditempo con lauree astruse che non servono a niente, e sono in lista per parassitare sotto la protezione dei compagni, a spese nostre, e sentono svanire l'assunzione in qualche inutile ente statale, sono contro questo governo, che pur essendo di estrazione diversa, sono abbastanza complementari. Mi piacerebbe conoscere che gradimento avevano i decerebrati e abusivi compagni che ci hanno fin qui sgovernato, certamente il risultato sarebbe capovolto.

6077

Gio, 07/06/2018 - 23:13

non è colpa loro, a scuola hanno avuto i prof sessantottini, e dopo hanno pensato solo alla carriera.

skywalker

Ven, 08/06/2018 - 00:02

Mi meraviglio. Anche una persona con la licenza media capisce immediatamente quanto sono ignoranti ed incapaci i nostri nuovi governanti.

Ritratto di vraie55

vraie55

Ven, 08/06/2018 - 00:30

vuol dire che PD+FI= 30% DISCRETO

sale.nero

Ven, 08/06/2018 - 05:51

... IL 36 % dell'elettorato sono poco più di un terzo ... pochi, molto pochi se valutiamo che il Italia ci sono solo il 18 % di laureati. Se tanto mi da tanto sono poco più di 2 mln. ..... i mangioni rimasti a secco

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2018 - 06:24

Certamente è vero: gli italiani sono stanchi di sopportare degli incapaci che con malafede esprimono giudizi dettati solo da stupida ignoranza del bene comune: quacquaracqua come il Del Rio, che invece dio tacere, parlano solo in funzione di una bocca che il buon dio ha loro concesso, non meritano di essere in parlamento pagati dallo stato, eppure sono li e forse forse, dobbiamo esserne contenti perche in questo modo cotribuiscono alla loro stessa eliminazione proprio per la tremenda stupidità delle loro affermazioni.

ugsirio

Ven, 08/06/2018 - 11:45

Caro Renato questo sondaggio assomiglia molto al Nobel x la Pace dato a Obama prima ancora che cominciasse a lavorare. tra un anno ne riparleremo.