Scovare i tumori con un semplice esame del sangue

Diagnosticare un tumore con un semplice esame del sangue? Un obiettivo più vicino grazie a una nuova tecnologia di sequenziamento del genoma che fa parte di uno studio presentato al congresso americano di oncologia clinica (Asco) a Chicago e condotto su 124 pazienti con tumori del seno, del polmone e della prostata in fase avanzata. Ebbene, questo approccio innovativo è riuscito a identificare con buona approssimazione il Dna della neoplasia nel sangue. Nell'89 per cento dei pazienti almeno una mutazione genetica scoperta nel tumore è stata anche rilevata nel sangue. E soprattutto, ben il 73 per cento di queste anomalie presenti nel campione tumorale, è stato trovato anche nel sangue. Tutto si basa sul fatto che le cellule cancerose che stanno per morire abbandonano nel sangue piccolissimi pezzi di materiale genetico: questo è il Dna tumorale circolante che va scovato e poi mappato come fosse un puzzle.