La proposta di Salvini per le scuole: "Un tetto al numero degli stranieri"

Il segretario della Lega chiede un numero massimo per gli studenti non italiani nelle aule. "Non sarebbe integrazione"

Due classi composte unicamente da studenti stranieri. Succede a Brescia, un caso limite di una situazione, quella del numero crescente di alunni di origini non italiane in aula, che piace molto poco al segretario della Lega.

Invitato a Porta a porta, Matteo Salvini si è schierato a favore dell'introduzione di una norma che stabilisca il numero massimo di ragazzini stranieri in classe. "Non sarebbe integrazione e non sarebbe Buona scuola", ha aggiunto.

Positivo il giudizio sulla decisione dell'Unione Europea di passare alla Fase 2 della operazione nel Mediterraneo, consentendo operazioni navali contro gli scafisti. Salvini accusa però Bruxelles di avere dovuto aspettare finora. I dati "dimostrano che la Lega aveva ragione", aggiunge.

Salvini torna poi sul rapporto tra il suo partito e Forza Italia, confuso dalla scelta di "stare con Renzi un giorno e con Salvini un giorno dopo". "Le mie porte a Fi sono spalancate", chiarisce, dicendo però anche che le riforme alla Lega non interessano: "Parliamo degli studi di settore, di industria, di lavoro".

Commenti

Miraldo

Lun, 14/09/2015 - 19:19

Vai Salvini il popolo Italiano è con te ad eccezione di qualche comunista e di qualche parassita del M5S.

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Lun, 14/09/2015 - 21:12

Sei un grande statista

amledi

Lun, 14/09/2015 - 21:43

Salvini ha ragione da vendere. Quando gli stranieri sono troppi, rallentano il programma e le eccellenze non possono essere seguite e valorizzate come si dovrebbe.

paperino66

Lun, 14/09/2015 - 22:45

In classe seconda elementare di mio figlio su 25 alunni ci sono 18 stranieri !!!!! Addirittura hanno inserito un bambino ceceno che parla SOLAMENTE la SUA LINGUA e NON parla l'Italano e la Maestra ha detto ( a mio figlio compagno di banco ) di aiutarlo e di parlargli in italiano ( come se mio figlio parlasse in russo o ceceno che sia !!!!!! ) ,GIÀ l'anno passato le maestre NON SONO riuscite a terminare il programma per il problema delle TROPPE pause per far capire ai TROPPI BAMBiNI stranieri la lingua !!! E questa sarebbe una BUONA SCUOLA ??? Altro che integrazione ,naturalmente per NON OFFENDERE le religioni altrui e LI MORTACCI LORO , NIIENTE addobbi di Natale,Niente che RICORDI le NOSTRE TRADIZIONI ,pasti mensa adeguati ai LORO GUSTI nonostante NON PAGHINO i buoni !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! L'Italia E' un paese caduto nel RIDICOLO e francamente fa' veramente PENA !

Federico_Rossi

Lun, 14/09/2015 - 22:50

Così invece di integrarsi diventano criminali. Sono d'accordo sul NO all'immigrazione clandestina, ma i bambini stranieri che vanno a scuola dovrebbero essere allo stesso livello dei coetanei italiani, se no è necessario un corso precedente di recupero

Mobius

Lun, 14/09/2015 - 23:29

Fosse per me, i bambini musulmani li terrei tutti fuori.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 15/09/2015 - 00:15

Anche questa è una proposta di buon senso che ovviamente verrà demonizzata dai soliti STOLTI TRINARICIUTI. A LORO NON INTERESSA LA SCUOLA MA IL POTERE CHE NE RICAVANO DOPO AVERLA TRASFORMATA IN STIPENDIFICIO.

Ritratto di mambo

mambo

Mar, 15/09/2015 - 00:28

Giusto! Ma devi tenere conto che i comunisti vogliono allargare la loro misera base elettorale oltre ad arricchirsi sugl'immigrati. Questa non è solo Mafia Capitale. E' mafia italiana.

Tuthankamon

Mar, 15/09/2015 - 07:40

Assolutamente giusto, ha ragione!

cla_928

Mar, 15/09/2015 - 07:56

Paghiamo professori che mentre si fa lezione, traducono.Io ho fatto cambiare sezione a mio figlio perchè su 24 alunni 15 erano non dico stranieri, ma proprio sbandati capaci solo di disturbare durante le lezioni.Vai Salvini anch'io sono con te.

Anonimo (non verificato)

Mar, 15/09/2015 - 07:56

studi di settore ? un alibi per inventare capacita' contributiva e sottrarre danaro, non imposte, a chi lavora creando PIL. Risultato: i politici hanno materia per allungare le mani e le imprese, senza risorse, possono serenamente fallire. Studi di settore frutto della piu' becera sx. Vergogna !.

MEFEL68

Mar, 15/09/2015 - 14:26

Una proposta alla Lega potrebbe essere questa: Tutti coloro che sono favorevoli all'immigrazione, che parlano di accoglienza e si augurano una società multietnica, firmino un'autorizzazione ad un prelievo di un'addizionale sui loro redditi. Il buonismo e la carità sono belle cose ma non si possono imporre. Sarebbe interessante vedere quanti saranno coloro che aderiranno all'iniziativa.

alfonso cucitro

Mar, 15/09/2015 - 17:45

Questa purtroppo è una delle problematiche che interessano gli immigrati.Se,per la loro permanenza,ci fosse la condizione di conoscere le leggi italiane e la lingua italiana questo non succederebbe poiché potrebbero già in famiglia insegnare a parlare in italiano e non solo nella loro lingua madre.Ma siccome a loro interessa solo vivere da parassiti alle nostre spalle questo non succede e le conseguenze si vedono.Se non vogliono integrarsi appieno ai nostri usi e costumi e alle nostre leggi che se ne tornino nei loro paesi natii.