Con la scusa della cultura Franceschini «regala» le case

Luoghi sfitti assegnati ad artisti under 35 per almeno dieci anni. Il canone annuo? Solo 150 euro

Roma Immobili pubblici quasi gratis per artisti under 35. È la grande novità di un decreto del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, pubblicato il mese scorso in Gazzetta Ufficiale. Un'applicazione quasi letterale del decreto Cultura varato dal predecessore Massimo Bray. Le condizioni applicate sono veramente favorevoli. Gli immobili sono, infatti, concessi in locazione per una durata non inferiore a 10 anni a un canone mensile non superiore a 150 euro «esclusivamente a cooperative di artisti ed associazioni di artisti, residenti nel territorio italiano». Non è finita qui: se lo spazio che sarà assegnato tramite bando è in condizioni di fatiscenza, sarà lo stesso ministero a garantire la manutenzione straordinaria tramite contributi a fondo perduto di rimborso spese.

Per il 2016 sono state individuate dieci unità da assegnare. L'elenco comprende beni provenienti dall'agenzia del Demanio, dal ministero della Difesa e dagli stessi Beni culturali. Tra questi spiccano la chiesa sconsacrata di san Cristoforo a Mantova e la Torre di Calafuria a Livorno, così come tre unità immobiliari a Piazza Santa Cecilia a Roma, mentre un paio come la caserma Prandina a Padova o il casello idraulico di Vicopisano sono stati ultimamente utilizzati per l'accoglienza dei richiedenti asilo. Lo scopo è nobile poiché si offre a prezzo modico uno spazio «per la realizzazione di produzioni di arte, musica, danza e teatro contemporanei» sul modello francese, ma una questione rimane, soprattutto in tempi di austerity. Alcuni immobili, in particolare la chiesa mantovana e qualche ex caserma, che inizialmente avevano anche fatto parte dei programmi di valorizzazione pubblica. Evidentemente, non sono andati a buon fine.

Ora, però, vale la pena chiedersi se lo Stato non avesse potuto insistere, considerato che ai giovani che ne usufruiranno sarà concesso di trovare forme alternative di sostegno alla propria meritevole attività di pittori, ballerini e attori. Il decreto, infatti, stabilisce che i beneficiari «possono prevedere la realizzazione, anche in forma gestionale indiretta, di servizi aggiuntivi, quali, ad esempio, servizi di ristorazione, caffetteria, accoglienza, gestione di punti vendita di prodotti culturali», purché tali attività non abbiano «carattere prevalente». Insomma, lo Stato che non riesce a fare l'imprenditore fa il benefattore.

Commenti

swiller

Gio, 04/08/2016 - 08:29

Altro ladrone parassita sanguisuga.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 04/08/2016 - 09:39

Ma come é generoso il parassita barbuto con i beni altrui!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 04/08/2016 - 09:41

Uno sfacendato che non mai fatto un c.. nella sua vita e noi lo manteniamo, basta...

Giulio42

Gio, 04/08/2016 - 10:42

Sempre meglio che farli crollare oppure occupare da chi li distruggerebbe comunque. Se ne hanno cura, trovo giusto dare una mano a chi ne ha bisogno.

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 11:07

per mantenrsi a galla hanno rubato soldi ai pensionati nonostante una chiara sentenza , danno affitti irrisori annui ad amici e parenti sicuramente di politici , mettiamoci in testa che la spartizione politica di certe cose non è mai stata fermata , questo ne è l'ultimo esempio , peccato , forse gli addetti ai controlli dormono o sono in ferie , ma la GdiF , sarebbe bello sapere chi e come hanno ricevuto questo affitto , per il popolo che paga salate tasse lo spreco istituzionale scoccia e tanto.

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 04/08/2016 - 11:41

UN'ALTRA SCHIFEZZA DI QUESTO GOVERNO DI BUFFONI.

Ritratto di Nonnina

Nonnina

Gio, 04/08/2016 - 11:42

"servizi di ristorazione, caffetteria, accoglienza (accoglienza ?!, ecc" sembrerebbe il contrario cioè le quasiregalano ad attività speculative/commerciali che si mascherano da attività artistiche, per esempio è sufficiente ficcarci dentro un dipingicroste tra i tavolini oppure tra le stanze di un centro accoglienza

VittorioMar

Gio, 04/08/2016 - 11:44

..si vogliono "NOBILITARE" tutte le attività dei "Centri Sociali" ormai ideologicamente superati e darsi alle varie forme d'ARTE!!!!

honhil

Gio, 04/08/2016 - 11:56

Dopo aver letto la parola magica ‘accoglienza’, tutto il progetto, di botto, è diventato chiaro. Anzi chiarissimo. Le solite coop bianche e rosse di nuovissima costituzione, dopo aver ricevuto a costo zero i locali da questo governo, faranno i soldi con l’accoglienza. A sinistra, un business molto sperimentato.

heidiforking

Gio, 04/08/2016 - 12:19

Ahhhh buono a sapersi.....quasi quasi faccio anch'io l'artista !!!!! Arte moderna....astratta....cerebrale....

chebarba

Gio, 04/08/2016 - 12:36

il solito schifo...vi annuncio un'altra cosa avete presente le "BERLUSCASE" le case provvisorie post terremoto L'Aquila? quelle dai balconi cadenti? evacuate (costretti a trovare altra sistemazione)per essere abbattute? BE' NON HO POTUTO RICONSEGNARLA PERCHE' PRIMA DEVO RIDIPINGERLA E IGENIZZARLA!!!! PERCHE' E' INAGIBILE, MI MANDANO VIA PER MOTIVI DI SICUREZZA, VA DEMOLITA!! NOOOOO VERRANNO TAGLIATI I BALCONI CADENTI E SARANNO PRONTE PER OSPITARE I "MIGRANTI" EVVIVA!!!! LA CITTA' E' MORTA, NON CI SI CAMPA PIU' QUELLO CHE NON HA FATTO IL TERREMOTO L'HANNO FATTO AMMINISTRATORI E SCIACALLI E ORA E GLI DIAMO IL COLPO DI GRAZIA CON QUESTI BEI VILLAGGI PER MIGRANTI!!!!!! EVVIVA!!!

gisto

Gio, 04/08/2016 - 12:46

Questo è scemo.Lo era già da Democristiano poi adesso gli è venuta l'ideologia comunista.Se ne avete la forza,provate ad ascoltarlo,poi ve ne andrete scuotendo la testa.Alla fine i buoni a nulla saranno mantenuti,basta dichiararsi artisti(falliti).

Ritratto di perigo

perigo

Gio, 04/08/2016 - 12:49

Indecente, scandaloso, immorale, schifoso! La gente si puzza di fame: ci sono centinaia e centinaia di famiglie italiane indigenti il cui capofamiglia ha perso il posto di lavoro, che vivono in macchina o in strutture fatiscenti senza alcun supporto sociale e questi che fanno?!? Regalano soldi, spazi e opportunità ai soliti compagni dei compagni!

sparviero51

Gio, 04/08/2016 - 13:19

UNA TRA LE PERSONE PIÙ INUTILI D'ITALIA !!!

giovauriem

Gio, 04/08/2016 - 15:10

unica condizione richiesta : essere "artista" di sinistra , se estrema ancora meglio .

Ritratto di hermes29

hermes29

Gio, 04/08/2016 - 15:57

Il solito clientelismo mascherato dalla legge, per aprire locali e favorire attività che avranno ben poco di artistico. Moderna dietrologia per non dire "centri sociali"

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 16:01

ricordiamoci che giurò nella piazza del suo paese con il volume della costituzione in mano al suo papà , cosa aspettarsi.

carpa1

Gio, 04/08/2016 - 20:22

E così basta fingersi artista under 35 per godere, per soli 10 anni (ma quando mai, visto che la PA non è mai ingrado di controllare ciò che è di proprietà dello stato; questi non usciranno più da quelle case il cui affitto non verrà neppure adeguato come succede per le pensioni) di un affitto di 150 € (non superiore, il che significa SICURAMENTE inferiore e di quanto?). Franceschini ... ma vai a ..... Quanto a "... trovare forme alternative di sostegno alla propria meritevole attività ...", beh stendiamoci sopra un velo pietoso, siamo in Italia e sappiamo bene come va a finire.

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Ven, 05/08/2016 - 08:11

E' ampiamente confermato: per fare i politici in questo governo, e' doveroso essere ampliamente scemi!