Se governa la sinistra i pm si possono colpire

Solo l'Anm lucana protesta (senza esagerare) contro Renzi che sbeffeggia le toghe Il silenzio dei grandi giornali da sempre vicini alle Procure. E tace persino Saviano

Un attacco all'autonomia della magistratura? Macché, solo una «narrativa di reazione» spiega il professor Pombeni sul Sole24Ore. Lo sberleffo di Renzi alla Procura di Potenza colpevole di aver fatto dimettere la Guidi e tirato in ballo anche la Boschi («fanno un'inchiesta sul petrolio ogni quattro anni, come le Olimpiadi: 2000, 2004, 2008, 2016, hanno saltato il 2012 no so perché, senza arrivare mai a sentenza, non è da Paese civile») non produce boati di indignazione e allarmi per il premier che «alimenta lo scontro tra poteri dello Stato» come si sarebbe detto un tempo, ma solo un flebile sussulto. L'Anm, di solito repentina nelle reazioni, ci mette 24 ore per rispondere, con una nota del responsabile della sezione Basilicata non particolarmente feroce («dichiarazioni inopportune nei tempi ed inconsistenti nei fatti»), dopo un'intervista del segretario Anm Maurizio Carbone che suona come una difesa d'ufficio e un'occasione semmai per segnalare che Renzi non ha responsabilità specifiche, da ricercare invece nel costume politico da lui ereditato («La cosa non ci sorprende, è da anni che...»). Sui giornali filogovernativi filtra, poi, la versione sponsorizzata da Palazzo Chigi, per cui non è Renzi ad attaccare le Procure che disturbano il suo governo ma piuttosto il contrario, sono i pm ad aver invaso il campo, ad «aver screditato e sputtanato la politica» riporta Repubblica, che cita come altro sospetto presente nei ragionamenti a Palazzo Chigi le strane «coincidenze» temporali tra l'inchiesta sui pozzi in Basilicata e il referendum sulle trivelle, che per Renzi equivale ad un derby interno al Pd. Insomma non c'è una indebita ingerenza del premier su un'indagine che mette in difficoltà il suo esecutivo, ma un'operazione sospetta da parte di pm interessati a mettere i bastoni tra le ruote dell'esecutivo. Siamo ad un passo dalla «giustizia ad orologeria». Che il retroscena compaia su Repubblica, per vent'anni portavoce dell'autonomia delle toghe rispetto ai soprusi governativi, aggiunge un tocco di surrealismo al tutto. La stampa filo-renziana si diverte anche a evidenziare l'imperizia dei magistrati arrivati da Potenza a Roma senza neppure un pc portatile (gliene devono cercare uno a Palazzo Chigi e l'incontro con la Boschi slitta di tre quarti d'ora). Dei pasticcioni, gente che fa perdere tempo senza concludere nulla, guarda caso proprio l'idea di Renzi. Da far passare insieme alla Boschi's version, per cui il governo avrebbe contro i «poteri forti», tra cui annoverare, nel caso, anche la magistratura più allergica alle riforme renziane, una componente della «Santa Alleanza contro il cambiamento» denunciata dal premier. Isolate e sporadiche anche le voci politiche a difesa dei magistrati, tace persino Saviano, solo un reduce come l'ex toga Antonio Ingroia resta colpito dal fatto che il premier accusi i pm proprio mentre la Boschi viene sentita da loro: «Ai tempi di Berlusconi ne abbiamo viste di cotte e di crude, ma questo intervento tempestivo di Renzi, quasi on-line, è senza precedenti». Il premier teme un accerchiamento giudiziario, tra l'inchiesta che coinvolge il padre a Genova, quella su Boschi senior ad Arezzo e poi ora Potenza, senza contare poi sottosegretari ed esponenti vari del Pd già nel mirino dei pm? Lui minimizza col solito humor: «Non credo ai complotti dai tempi di Aldo Biscardi». Ma il timore che gli screzi con la magistratura (ferie, responsabilità civile etc) possano avere un prezzo c'è a Palazzo Chigi. Perciò è indispensabile modellare l'opinione pubblica, con l'aiuto dei media amici: se ci saranno altri scossoni giudiziari, è perché i magistrati vogliono «umiliare la politica».

Commenti
Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mer, 06/04/2016 - 08:49

Questo andazzo a casa mia si chiama dittatura, sarà anche democratica come il PD ma sempre dittatura.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 06/04/2016 - 09:05

DITTATURA sotto falsa Democrazia! Se l'avesse fatto Berlusconi......beh.....altro che Ruby TER-QUATER....

Kosimo

Mer, 06/04/2016 - 09:12

Teletrivelas

Beaufou

Mer, 06/04/2016 - 09:15

Il pinocchietto boy scout figlio di bancarottiere mi sta sul gozzo da un pezzo (da quando lo conosco), ma se riesce a scassare la casta giudiziaria ha tutta la mia simpatia e financo la mia riconoscenza. Un dittatorello come lui prima o poi passa, lo strapotere giudiziario invece si perpetua in eterno, costituendo un ostacolo insormontabile all'evoluzione civile dell'Italia. Vada deciso, pinocchietto, in questa battaglia tutti gli Italiani sono con lei. La vicenda le farà guadagnare molto consenso, mi creda. Ahahah.

accanove

Mer, 06/04/2016 - 09:18

quella della magistratura è una azione di "marcatura del territorio", eliminato il nemico naturale Berlusconi lanciano al nuovo potere, al momento opportuno messaggi sull'architettura autoritativa (chi comanda). Per far ciò mandano avanti magistrati sacrificabili, chi meglio di Woodcock (Mr.Flop)con tante indagini e nessuna a sentenza lo è? Il messaggio è chiaro, fai la tua strada senza disturbarci o minare la nostra leadershep o ti smantelliamo lo staf governativo. E' accettabile una situazione del genere? Forse in Italia, addormentata sotto l'aspetto democratico da molto tempo si, lo è.

Ritratto di emo

emo

Mer, 06/04/2016 - 09:22

i pm essendo culo e camicia con la sx non si sentono offesi da quello che sostiene il beota fiorentino e poi suvvia anche qui sotto sotto la colpa è di Berlusconi che ha cominciato a mettere in dubbio la integerrima onestà dei suddetti, ma come si fa a sostenere simili teorie? lo sappiamo tutti che la italica magistratura è la migliore al mondo.poareti

meverix

Mer, 06/04/2016 - 09:26

Renzi può...

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 06/04/2016 - 09:41

Si, questo è il grosso vantaggio di Renzi rispetto a Berlusconi: può attaccare sindacati e magistratura senza che tutta la sinistra insorga. Purtroppo non attacca i buonisti pro immigrati.

vince50_19

Mer, 06/04/2016 - 09:42

Ovvio, se quello che ha dichiarato il professor Paolo Pombeni [(professore emerito dell'Università di Bologna (Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali)] sul Sole24Ore corrisponde al vero. Un facite ammuina in piena regola per dimostrare lo "strabismo" di certa magistratura, specie quando si tratta di chiudersi a riccio come fanno altre caste "nostrane".

Cheyenne

Mer, 06/04/2016 - 10:11

l dilagante potere di questi finti giudici e veri potentati se sarà contenuto e ridimensionato va bene pure renzie

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mer, 06/04/2016 - 10:12

I magistrati hanno risposto debolmente e con ritardo perchè non s'aspettavano d'essere presi di mira dal fuoco amico.

Rossana Rossi

Mer, 06/04/2016 - 10:17

Fin che ci saranno rimbambiti che continuano a votare pd questo andazzo non cambierà. La dittatura governo/magistrati/ladri usurpatori non cambierà e gli italioti che non si lamentino perchè queste porcherie le sostengono loro......altro che Berlusconi.......

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 06/04/2016 - 10:31

Con buona pace dei commentatori precedenti e controcorrente: Forza Magistratura! Forse è la "vorta bbona"...che ci sbarazziamo del bauscia fiorentino.

giovanni951

Mer, 06/04/2016 - 10:31

stavolta pittibimbo ha ragione; certamente se B avesse detto la stessa cosa....apriti cielo.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 06/04/2016 - 10:53

O sono dei codardi o sono degli "amici", forse solo distratti?. Dove sono finiti i vari palamara, d'ambrosio, sabelli, brutto liberato, bocassina ecc ecc. Non sono più scandalizzati?, non sono più delegittimati?, non si sentono più offesi? Mah, va te a capire. Eppure la magistratura che applica in modo imparziale le leggi dovrebbe essere al di sopra di tutto e di tutti, renzuccio compreso.

MEFEL68

Mer, 06/04/2016 - 10:57

Capito? Solo dichiarazioni "inopportune" e non dichiarazioni "eversive" tendenti a delegittimare la Magistratura. Le dichiarazioni di Renzi sono molto, molto più gravi di quelle di berlusconiana memoria. Renzi, cercando di sminuire la sua gaffe, ne ha fatta un'altra ancora più grossa. Io" non intendevo attaccare i singoli Magistrati, ma il sistema della Magistratura", così ha detto il Biskero. Peggio! Più peggio! (passatemi lo strafalcione). Con questa sua precisazione Renzi ha veramente attaccato un Organo Costituzionale dello Stato. Berlusconi, il tanto vituperato Berlusconi, ha sempre difeso la Magistratura in quanto Organo, perchè ha sempre criticato solo l'operato di ALCUNI Magistrati che facevano un uso politico della Magistratura. Quindi, non ha MAI cercato di delegittimare le Istituzioni. Cosa che Renzi, per sua stessa precisazione, sta facendo.

timba

Mer, 06/04/2016 - 11:11

Adesso Repubblica scrive di strane coincidenze e giustizia ad orologeria.. Ma BRAVI!!!!!! Ma dov'eravate negli ultimi vent'anni??? Siete proprio di sinistra. Arrivate (quando ci arrivate) secoli dopo a capire le cose e, guarda caso, solo quando toccano voi. Siete ridicoli. Tutti gli avvisi di garanzia arrivati a personaggi di cdx a ridosso delle elezioni erano sicuramente motivati e la critica era un Attacco all'Indipendenza della Magistratura. Adesso c'è la giustizia ad orologeria ed il sospetto di intromissione della magistratura. Siete Vomitevoli. Coerenza zero. Ipocrisia e malafede 100.

Libertà75

Mer, 06/04/2016 - 11:27

Pensate che se il PD fosse stato all'opposizione, oggi sarebbero tutti ufficialmente contrari all'estrazione del petrolio.

aitanhouse

Mer, 06/04/2016 - 12:16

calma,calma, non sottovalutate la magistratura... a nessuno è consentito di lanciare strali di qualsiasi genere contro la casta giudiziaria. Ricordate sempre le parole del saggio e compianto cossiga: prima o poi il braccio armato si farà sentire e rimetterà le cose a posto. Toghe rosse, nere,gialle, verdi, blu? nulla di tutto ciò, esse assumono volta per volta il colore opposto a quello dei loro avversari......

MEFEL68

Mer, 06/04/2016 - 12:37

@@@ Libertà75 - Parole sacrosante.