Se per le toghe rosse Avetrana e i bimbi investiti sono solo reati "astratti"

Approvata la riforma dei delitti lievi. I pirati della strada e lo zio Michele del giallo di Avetrana ringraziano

Adesso Magistratura democratica scopre una nuova categoria: quella dei reati per modo di dire, dei reati che non sono tali. Quelli che si può fare anche a meno di punire, un ircocervo a metà strada tra il lecito e l'illecito che prima ancora di vedere la luce compie un miracolo: mette d'accordo l'ala sinistra della magistratura con il governo Renzi, segnando una tregua in una guerra di posizione che dura da mesi. Matteo Renzi sarà pure quello che taglia le ferie ai tribunali e che rottama i magistrati. Ma adesso è anche quello che istituisce la figura del reato «tenue», che degrada il delitto in bazzecola che non vale la pena punire. E Md si schiera plaudendo al fianco del governo.

Sulla bandiera di Md da ieri sventola un avverbio: «astrattamente». È il cardine del comunicato con cui le toghe rosse scendono in campo al fianco del governo. Laddove si spiega che il lavoro dei giudici è appesantito da indagini su fatterelli «astrattamente configurabili come reati», ma che in realtà non danno fastidio a nessuno. Quindi tanto vale archiviare senza processo, in modo tale da dedicare le energie di pm e giudici a delitti peggiori. È la filosofia che sta dietro allo schema di decreto legislativo che il governo ha approvato prima di Natale. In casi di «particolare tenuità» il pm chiede l'archiviazione.

Ma chi decide quando il reato è tenue? Il provvedimento del governo si applica indistintamente a tutti i reati puniti con una pena massima di cinque anni, che non sono esattamente una bazzecola. E infatti spulciando il codice penale si è scoperto che in questo tetto sono ricompresi reati (ne hanno contati 112) che tanto lievi non paiono, né in concreto né (per dirla con Md) «astrattamente»: dall'omicidio colposo alla truffa aggravata allo stalking. Che un omicidio colposo possa essere considerato «tenue» appare difficile, a meno che la vittima non sia «tenuamente» morta. Ma tutto passa alla discrezione del giudice. Sarà lui, e non la vittima, a valutare se la percossa è stata tenue, se le molestie sono state tollerabili, la truffa sopportabile. Per non parlare dell'occultamento di cadavere, che pure rientra nella casistica: sarà considerato «tenuamente» colpevole anche Michele Misseri, lo «zio Michele» del giallo di Avetrana?

Certo, ha buon gioco Enrico Costa, viceministro della Giustizia, a spiegare che modificando il codice si toglie ai pubblici ministeri la possibilità, che oggi esercitano assai, di decidere senza controllo quali reati perseguire e quali no, lasciando annegare nella prescrizione decine di migliaia di inchieste. «Di fatto, in questo modo i pm dribblano l'obbligo dell'azione penale - spiega Costa - mentre con la nuova norma la valutazione del pm dovrà essere motivata e sottoposta al controllo di un giudice, e la parte offesa potrà opporsi alla richiesta di archiviazione». Ma in realtà anche al viceministro non sfugge la potenziale assurdità della norma, visto che promette che durante l'iter parlamentare il decreto verrà modificato, escludendo una serie di reati «che pur non superando i cinque anni di pena massima non possono certo essere considerati di scarso allarme sociale». La prima deroga invocata dagli animalisti è stata già promessa da Renzi, e i maltrattamenti alle bestie resteranno puniti; altre deroghe si aggiungeranno, sulla spinta magari del buon senso, magari delle altalenanti emozioni popolari sollevate da questo o quel reato. Ma la sostanza non sembra destinata a cambiare. E Magistratura democratica ne è così contenta che lancia contro coloro che hanno osato contestare il decreto un'anatema da soviet del politicamente corretto, definendoli nientemeno che «epigoni della infinita stagione del populismo penale».

Certo, andrebbe spiegato quale vantaggio il carico di lavoro delle procure possa davvero ricavare dalla norma: visto che per valutare se il fatto è tenue il pm dovrà tenere conto anche della personalità dell'autore, e per fare questo dovrà quindi comunque scoprirlo, e quindi dovrà comunque fare le indagini: a meno che la prospettiva della archiviazione non diventi un alibi ulteriore per non indagare, e archiviare il fascicolo per prescrizione senza nemmeno averlo mai aperto. Ma dove la relazione che ha accompagnato il decreto suona addirittura beffarda è quando si legge che le vittime dei reati «tenui» potranno ottenere comunque un risarcimento grazie a una causa civile: cioè, visti i tempi attuali, nel giro di dieci o vent'anni.

E siamo solo agli inizi: su mandato del Parlamento, il governo si prepara a varare un altro decreto, depenalizzando in massa una serie di reati. Ma qui, giura il viceministro Costa, «ci andremo con i piedi di piombo».

 

Commenti

Mario Mauro

Dom, 28/12/2014 - 09:47

In un paese che a colpi di ideologia sta andando a fondo come meravigliarsi se invece di aver cotruito come logica avrebbe voluto nuove carceri si cancellano i reati?

giogatto

Dom, 28/12/2014 - 10:16

La follia di magistratura democratica procede inarrestabile come un fiume in piena........alla faccia degli"epigoni della infinita stagione etc,etc,etc....

albertzanna

Dom, 28/12/2014 - 10:52

Piano piano stiamo arrivando alla giustizia sovietica, dove era reato, punibile con la morte, solo ciò che andava contro l'intangibilità della sacralità del partito comunista. E di questo passo arriveremo al concetto che le libere elezioni da parte del popolo sono inutili perchè "prova della astratta capacità del popolo di capire i reali problemi del paese". Albertzanna

vince50_19

Dom, 28/12/2014 - 11:04

Qui di "astratto" mi pare ci sia solamente il buonsenso. Spero che a certa magistratura non accada di dover subire, sulla propria "pelle", qualche reato "astratto": così poi potremo constatare il reale peso della parola "astratto".. Questo governo, pur di non rendere utilizzabili circa 40 case di detenzione - all'oggi chiuse, ricorre a qualsiasi mezzuccio per "amalgamare" al ribasso il senso reale della giustizia che, come noto, è uguale per tutti (n.d.r.: art. 3 della costituzione), o quasi (es. art. 278 c.p.)..

amedeov

Dom, 28/12/2014 - 11:06

E se si passasse alla GIUSTIZIA FAI DA TE?

vince50_19

Dom, 28/12/2014 - 11:10

E poi questi sfottevano Silviuzzo quando lui diceva che il suo era il "governo del fare". Si, certo, si sarà pure fatto i ca@@i suoi - ovvio, però questi sono il governo del fare .. "casino ad libitum", di quel poco o niente che finora hanno fatto. Insomma destra e sinistra oggi non ha senso definirle politicamente: il governo è "prostrato" ai voleri della Troika, anche se c'è chi non perde occasione per dire l'opposto. Di giorno, naturalmente..

Ritratto di Tora

Tora

Dom, 28/12/2014 - 11:19

Tipico atteggiamento italiota. Visto che non sanno lavorare e si rendono conto di essere una casta di cialtroni mantenuti dalla gente che lavora, decidono di diminuirsi il lavoro. Innanzitutto visto che lavorano in nome e per conto del popolo italiano, dovrebbero almeno chiedercene il permesso. Invece si comportano come degli annoiati signorotti mafiosi che mal sopportano le ingerenze della plebe. Che paese maledetto.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 28/12/2014 - 11:30

CHISSA' SE UN FIGLIO DI UNA TOGA ROSSA VIENE INVESTITO E UCCISO, COSA SUCCEDE? CHISSA' SE LA FIGLIA DI UNA TOGA ROSSA VIENE STUPRATA E VIOLENTATA, COSA SUCCEDE? SE IL NIPOTE DI UNA TOGA ROSSA VIENE UCCISO E IL CADAVERE OCCULTATO, COSA SUCCEDE?

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Dom, 28/12/2014 - 11:39

Caro Albertzanna, l'avevo già ricordato in altre occasioni. I PM Scarpinato ed Ingroia, dopo avere lanciato accuse infamanti contro una persona (non faccio nomi), non avendo ottenuto i risultati sperati dissero che se il popolo non era capace di scegliere si poteva prevedere una sospensione della democrazia. In buona sostanza: o vinco io o ti arresto. In piccolo è quello che ha fatto la procura di Milano: o testimoni quello che dico io o ti inquisisco. Vuoi scommettere che tutti gli indagati di sinistra, per corruzione ed abusi, non saranno neanche inquisiti data la "particolare tenuità" del reato commesso.

Camilla_Z

Dom, 28/12/2014 - 12:02

Tra questi "reati che non danno fastidio a nessuno" non c'è la possibilità che uno a casa sua faccia delle cene come più gli piace? Non sia mai! Pensa che brutto mondo sarebbe...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 28/12/2014 - 12:04

un altra conferma di quanto diceva berlusconi sul sistema giudiziario: va riformata in tutto e per tutto! non ne possiamo piu di vederli strapagati a peso d'oro e poi di vederli contro tutto e tutti!!!! questa giustizia è mafiosa e cancerogena!!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 28/12/2014 - 12:17

Buffoni, sfaticati, gangsters, grassatori, liberticidi non andranno ancora molto lontano

claudino1956

Dom, 28/12/2014 - 12:21

A quando un partito politico che difende la punibilità di questi reati e mette fuorilegge la giustizia a fini politici? A quando il reato di tentato sterminio del popolo italiano, reato punito con processi alla Norimberga per la casta di delinquenti che governa oggi in Italia?

Giacinto49

Dom, 28/12/2014 - 12:22

Per "alleggerire" il lavoro delle Procure, più che depenalizzare i reati, sarebbe opportuno eliminare le lungagini che permettono, grazie alla "maestria" degli avvocati e alla complicità dei regolamenti, di durare anni a procedimenti nei quali si potrebbe arrivare ad una sentenza in un quarto d'ora.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 28/12/2014 - 12:24

la sinistra e' chiaramente una CALAMITA' DEVASTANTE, ha completamente MARCITO LA GIUSTIZIA..e i VALORI BASE della comune convivenza, quello che mi "consola" e' che molti di loro periranno per le LORO STESSE IDIOZIE SOCIALI, magistrati compresi, visto che non abitano nelle "nuvole" ..

maurizio50

Dom, 28/12/2014 - 12:27

La follia comunista mirante alla distruzione dello Stat passa attraverso lo smantellamento del Codice Penale. Veramente incredibile è che a questa porcheria si prestino pure partiti non comunisti. Primo tra tutti Forza Italia, completamente in balia degli sbandamenti dei suoi deputati, del tutto privi di una linea politica alternativa allo sfascio programmato dalla sinistra!!!!!!!!!

antonioball73

Dom, 28/12/2014 - 12:37

bravi,bell'articolo. ora scrivene uno su quanti e che tipo di delinquenti sono a piede libero utilizzando,indulti,leggine ad personam che servivano a tenere al riparo il vostro boss.persino l'odiato penati e' libero grazie ad una nano/legge. quindi come ripeto sempre,possono parlare tutti,ma voi proprio no,non siete una fonte attendibile

agosvac

Dom, 28/12/2014 - 12:39

Egregio mortimermouse, non è il sistema giudiziario che andrebbe riformato di sana pianta, bensì la magistratura italiana che fa veramente schifo! Non è "la Giustizia" ad essere cancerogena e mafiosa, lo è piuttosto la nostra magistratura che fa quello che vuole senza alcun controllo. Io posso anche capire che i magistrati non debbano essere sottoposti alla politica, ma solo nel caso in cui anche loro non facciano politica. Ma se fanno politica devono essere sbattuti fuori dalla magistratura. Questa è la triste verità.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 28/12/2014 - 12:47

Un altro passo verso la totale discrezionalità cui mira la magistratura battente bandiera rossa.

Triatec

Dom, 28/12/2014 - 12:56

Se aspetto fuori dal parlamento un parlamentare qualsiasi che ha votato queste norme e lo aggredisco con una legnata sui denti sarà ritenuto un reato tenue? Non sarò mica inquisito data la "particolare tenuità" del reato commesso? Sicuramente un fatterello «astrattamente configurabile come reato»

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 28/12/2014 - 13:03

I REATI SARANNO PURE ASTRATTI, MA STI GIUDICI SONO "STRONXI" CONCRETI....

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 28/12/2014 - 13:04

Che paese di mxxxa.Ma come si fa a sopportae tutto cio.Il mio piu grave sbaglio e ' di avere avuto genitori , che mi hanno insegnato ad essere onesto ,virtu oggi messa nella spazzatura da politici e magistrati monnezzari.

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 28/12/2014 - 13:30

scassa domenica 28 dicembre 2014 Cari Amici siamo in felice periodo pieno di auguri ,speranze ,promesse e desideri inespressi .....mi faccio un modesto regalo ed esprimo : auguro ai magistrati che tutto ciò ,che considerano ininfluente ,capiti ,non a loro,ma a tutti loro cari ,e presto,tanto sono cosette da nulla e siamo in democrazia ,o no ? scassa.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Dom, 28/12/2014 - 14:18

Ma perche`non si creano dei programmi per computer,adatti,dando varianti,e variabili,immettendo tutti i dati, schiacciare ENTER,e fare uscire la sentenza.Cosi`si potrebbero eliminare 3 quarti dei nostri Giudici, Chiaro che queste sentenze vanno bene solo e soltanto per cause di poco conto, il resto lo dovranno fare solo quei Giudici capaci, e corretti del loro mestiere.BUON ANNO a tutti.

Ritratto di Chichi

Chichi

Dom, 28/12/2014 - 15:03

MD, come la magistratura indiana, non si fa certo legare le mani dalla politica. Fa molto di più: è un partito politico, libero indipendente e senza limiti d’azione. Il rottamatore nostrano, così perspicace, lo ha capito. Per il resto, questo è il tempo giusto per far fare alle nostra giustizia un bel salto di qualità. Berlusconi, finalmente, è stato condannato (a 5 anni). E con tutte le assoluzioni, i non luogo a procedere, il fatto non sussiste che hanno preceduto la condanna, si può avere un’idea di quanto tempo e denaro si sarebbe potuto risparmiare. Molti di più se ne risparmierà con tutti o quasi gli indagati del PD, e del mondo di quei bravi ragazzi tipo NO TAV, Rom, immigrati che guidano senza patente e ubriachi… Molto meglio dedicarsi a reati concreti. Un esempio per tutti: ASSOCIAZIONE ESTERNA. Ora è chiaro perché Moro è stato giustiziato: per il concretissimo reato di convergenze parallele.

gian paolo cardelli

Dom, 28/12/2014 - 15:32

Antonioball, le leggi si possono anche abrogare, ed i suoi delinquenti non l'hanno mai fatto; riempiendosi la bocca con locuzioni come "leggi ad personam" di cui non conosce affatto il significato non fa che dimostrare la sua ottusa inferiorità.

Ritratto di Chichi

Chichi

Dom, 28/12/2014 - 16:12

È un principio già largamente applicato in Italia, fin dai tempi di mani (semi)pulite, nei confronti della sinistra e di quelli che in essa hanno cercato rifugio: «de minimis non curat prætor». Naturalmente ciò che è minimo lo decide Renzi per pararsi il… da MD.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 28/12/2014 - 17:48

AGOSVAC può darsi è come dice lei! ma io per essere sicuro, farei cosi: ormai questa giustizia è diventato un cancro da estirpare! se lasci due o tre batteri, questo ricomincia, se invece togli tutto dove si è annidato il cancro, alla fine sarà salvo il paziente, anche se ammaccato e un po debilitato! io farei cosi, piu per i nostri figli che per noi....

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Dom, 28/12/2014 - 18:56

Vi siete chiesti come mai, da quando Giorgio I spacco' il PDL, dando caramelline a certi componenti (Quagliariello, ecc.) per fare commissioni (deel caxxo) e venne fuori NCD, e poi? loro diventarono IMMEDIATAMNTE non indagati (Il celeste per primis). Ecco la sporca Italia della massoneria. Dai, elargisci carammelle e fai quel che vuoi. Cicchitto no e' piu un PIDUISTA? come mai? Il nostro paese destinati a sparire? certo signori, mettiamocelo in testa!

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 28/12/2014 - 19:12

antonioball73 siete proprio cretinetti, in strada mica ti aggrediscono gli indagati per evasione fiscale, o per fallimento bancario...scemotto!! ed in quanto a ladri, evasori, papponi la sinistra ha il primato assoluto..vedi coop, immigrati, banche...

antonioball73

Dom, 28/12/2014 - 19:45

rapax. caro ixxxxxxxe,x me chi aggredisce per strada deve stare in galera come chi ruba,chi organizza frodi internazionalibetc,non faccio il tifo,a differenza tua x un particolare tipo di delinquente,coxxione

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Lun, 29/12/2014 - 08:10

Caro Antonioball, tu le chiami leggi ad personam, io le chiamo "legittima difesa". Tanto è vero che la magistratura nel disconoscere la validità delle nuove leggi nei processi a Berlusconi, le applicava pari pari per archiviare i reati commessi dai vari Penati & company. Involontariamente hai fornito la prova della faziosità della magistratura. Hai mai sentito di qualcun altro inquisito per le promesse elettorali?

cast49

Lun, 29/12/2014 - 08:40

sono stronzi, non c'è che dire, e li paghiamo pure invece di madarli tutti in galera...un bel vaffa ci sta bene...i delinquenti sono loro