Via le segnalazioni di autovelox e Tutor: «Sono pericolose, fanno frenare di improvviso»

Roma È di quelle notizie che potrebbero rovinare le vacanze a milioni di italiani. Il governo, stando a quanto anticipato ieri dal sito internet di Repubblica, è intenzionato a mettere mano a un decreto legge col quale abolire le segnalazioni della presenza di autovelox su strade e autostrade. E non solo. Queste stesse segnalazioni dovrebbero sparire anche dai navigatori satellitari e dalle app degli smartphone. È per una questione di sicurezza, dicono. Quando gli automobilisti si trovano davanti cartelli del genere inchiodano improvvisamente, diventando un pericolo per se stessi e per gli altri. Oltretutto questa pratica dimostra che l'autovelox non funziona come deterrente per mantenere la velocità prevista dal Codice della strada. Questa la spiegazione offerta dal governo per motivare il decreto. Spiegazione che però non convince tutti. La presenza dei cosiddetti «tutor» (sistemi elettronici in grado di misurare la velocità media di un viaggio autostradale) sono già in grado di ottenere il rispetto delle regole evitando i rischi di brusche frenate. C'è però chi osserva che togliere le segnalazioni di autovelox può restituire legalità sulle nostre strade: perché in questo modo deve passare il concetto che gli automobilisti devono sempre viaggiare entro i limiti di velocità, non solo quando ci sono i controlli. Non sfugge, però, ai più maliziosi osservatori che l'iniziativa potrebbe servire semplicemente per fare cassa. E sui social network è a questo riguardo tutto un coro di proteste.

Commenti

mauepicuro

Sab, 08/07/2017 - 10:22

Se l'italia fosse una nazione seria, NON sarebbero mai stati messi avvisi. Servirà per fare cassa ? Dipende solo dal senso di disciplina; personalmente utilizzo il controllo automatico di velocità e con un poco di attenzione ai cartelli il problema è risolto. Vuoi fare ciò che vuoi ? Allora paga e noi ringraziamo (purché i soldi vengano utilizzati bene, cosa di cui dubito....).

Trifus

Sab, 08/07/2017 - 10:23

E’ stato calcolato che se un autobus di linea rispettasse tutti i limiti, non arriverebbe puntuale alle fermate. Per cui chi rispetta i limiti dovrebbe essere sanzionato per intralcio al traffico. Pensate al mezzo pubblico che non può arrivare puntuale perché davanti c’è un interdetto al volante che rispetta i limiti. Inoltre io lo sanzionerei anche per disturbo alla quiete pubblica. Pensate alle urla di quelli che sono sull’autobus e perdono le coincidenze per colpa dell’interdetto. Ed infine per interruzione di un servizio pubblico, in fin dei conti il servizio degli autobus è un servizio pubblico. Per il bene di tutti consiglio agli interdetti di velocizzarsi. Gli autovelox fissi sappiamo dove sono, per quelli mobili senza lampeggiare si tira fuori il braccino e si fa un segno di rallentare, non c’è nessuna legge che lo vieta, anzi per una questione di sicurezza è da bravi cittadini indicare di rallentare. Forza interdetti, diventate bravi cittadini

jaguar

Sab, 08/07/2017 - 10:31

Le segnalazioni di autovelox e tutor sono pericolose perché evitano di fare cassa, questo è il vero motivo per cui li tolgono. Qui c'è bisogno di soldi, ci sono i migranti da mantenere, le quattordicesime delle pensioni da pagare, ecc. ecc.

unosolo

Sab, 08/07/2017 - 11:01

un caso anomalo centinaia di multe in un tratto dove non esiste segnale di limite a 60 orari , via Anagnina altezza civ, 412 ebbene da incrocio con via di casl morena fino ai pini dove è la Todis niente segnaletica ma multe a volontà , questa è una trappola .

unosolo

Sab, 08/07/2017 - 11:10

centinaia di multe in un punto senza alcuna segnalazione di limite orario , una strada in salita e un punto dove è facile nascondersi per rilevare infrazioni , via Anagnina civico 412 una trappola , siamo a Roma ovviamente e a pagare saranno sempre i più rispettosi della legge , altri chiederanno annullamento in quanto non esiste segnaletica di limite da incrocio a incrocio andando verso Grotta Ferrata ovviamente ,..,.,

morama_04

Sab, 08/07/2017 - 12:10

Potete scommetterci che la trovata ha lo scopo di fare quattrini.La soluzione è una sola:non votare per i "rossi",dietro qualunque sigla si nascondano.Attenti a Renzi!E' uno dei peggiori.

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 08/07/2017 - 12:20

Io sono d'accordo non ha nessun senso quella segnalazione ma di pari passo andrebbero prese altre iniziative come evitare L'uso e l'abuso degli autovelox e come impiegare i soldi ricavati dalle ssanzioni stradali elevate attraverso l'uso dell'elettronica/informatica. La cosa più necessarià è impedirne l'uso per risanare bilanci "a babbo morto" e dedicare tutte le risorse esclusivamente alla "sicurezza stradale", manutenzione e aggironamento costante della segnaletica e del manto stradale.

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Sab, 08/07/2017 - 12:41

Fermo restando che i limiti vanno rispettati, c'è l'annosa questione dei limiti improponibili. Vedi strade a 3 corsie con limite a 50. Cantieri autostradali con limite a 60 ecc... Mettessero dei limiti seri anzichè delle trappole per gli autovelox. Propongo comunque a tutti gli automobilisti da domani di rispettare RIGIDAMENTE tutti i limiti compresi quelli di 20 all'ora sulle statali. Vediamo se si svegliano!

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Sab, 08/07/2017 - 12:45

Per trifus, spero che il tuo commento sia ironico... Anche perchè se parliamo di autobus apriamo il vaso di Pandora. Autisti al telefono o che messaggiano, semafori più rossi che gialli presi allegramente, precedenze non date ecc...

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 08/07/2017 - 12:47

Ogni giorno ne inventano una. Così sarà più facile "fregare" gli automobilisti ignari del controllo di velocità.

Ritratto di lentiacontatto

lentiacontatto

Sab, 08/07/2017 - 13:30

I cartelli servono anche per segnalare un pericolo, possono evitare frenate brusche. Al contrario, se il cartello non ci fosse l'autovelox verrebbe visto all'improvviso, creando un pericolo per l'automobilista. Ma si sa, più delle volte servono alle amministrazioni comunali per fare cassa. Non c'è motivo per eliminare i cartelli segnalatori di autovelox.

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 08/07/2017 - 14:20

se non ci fossero dei limiti di velocità a dir poco assurdi andrebbe anche bene, ma la maggior parte dei limiti non sono stati impostati per la sicurezza ma per incassare......capito pdioti al governo? ca' nissiuno è fesso!!!.....a parte voi forse!!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Sab, 08/07/2017 - 15:49

Dobbiamo crederci?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 08/07/2017 - 16:36

Cos'è non fanno abbastanza cassa? Vedrete i tamponamenti dopo che uno inchioda perché vede il bussolotto arancione. E l'ennesima balla di un governo balla che riempie di balle gli italioti dal 2011. Basterebbe mettere il famoso semaforo che se superi i 50 diventa rosso. Ma qui non fai soldi.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 08/07/2017 - 16:41

Basta rispettare il codice della strada! Nei miei 57 anni di patente, ho preso una sola contravvenzione e, assicurato anche quando l'assicurazione non era obbligatoria, non ho MAI provocato o subito un solo sinistro. E con 20 di residenza a MILANO, in Via Ferrante Aporti. Ora abito in provincia (se esistono ancora).

Trifus

Sab, 08/07/2017 - 17:31

DuduNakamura 12:45 Nakamura? Che sei giapponese? Ovvio che sono ironico. Gli autovelox così come sono utilizzati al 90% servono a battere cassa. Limiti assurdi e posizioni improbabili. Potrei scrivere un libro come evitarli senza rispettare i limiti diventerebbe un best seller e diventerei ricco. Mi hanno beccato solo una volta, andavo a 88 km orari con un limite di 50 su una strada a 4 corsie. Era su un’auto dei vigili che viaggiava nel senso opposto al mio. Adesso ti beccano anche così. A dire il vero andavo sui 110 circa, quando vedo i vigili io freno sempre. Mi sono salvato dal ritiro patente, una mia amica sullo stesso tratto andava ai 67, ha pagato come me, ma almeno io ho superato il limite alla grande. Comunque se vedete un furgone parcheggiato su un rettilineo frenate, bidoni dell’immodizia frenate. Una macchina dei vigili che viaggia in senso opposto frenate. E adesso basta se no il libro lo scrive qualcun altro e diventa ricco al posto mio.

G+Max

Sab, 08/07/2017 - 18:29

Mai sentito che per un cartello qualcuno abbia frenato bruscamente, al contrario per un autovelox non indicato ho visto brusche frenate. Togliere i cartelli sarebbe un pericolo enorme

G+Max

Sab, 08/07/2017 - 18:32

Mai sentito che per un cartello qualcuno abbia frenato bruscamente, al contrario per un autovelox NON segnalato ho visto brusche frenate. Togliere i cartelli sarebbe un pericolo ENORME

roberto.morici

Sab, 08/07/2017 - 18:57

Non sono mai stato sanzionato per superamento del limite di velocità. Non è difficile far notare l'assurdità di certi divieti; ma non è che sia tanto diffile rispettarli, volendo.

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 08/07/2017 - 19:59

Battono cassa! E quale metodo migliore che stangare la mucca più facilmente "mungibile"? Se gli italiani avessero fegato e fossero un popolo solo, smetterebbero di utilizzare l'automobile cominciando anche una sola volta a settimana. Tra mancati introiti delle compagnie petrolifere, zero incasso IVA per lo Stato, pedaggi autostrade a secco, etc., qualcuno potrebbe accorgersi che senza il valido supporto della tassazione sulle auto non si vive. Se dovessero riprovarci con qualche altro stratagemma per spillare soldi agli automobilisti, si potrebbe passare allo stop due giorni a settimana. Vedreste come i banditi predatori, attualmente al governo della Nazione, cambierebbero immediatamente idea! Ma noi non siamo italiani, siamo pecore al pascolo...

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 09/07/2017 - 08:13

Balle ! Si vuole dare ai Comuni un altro modo "facile" per fare cassa sulle spalle dei già tartassati automobilisti.

Marcello.508

Dom, 09/07/2017 - 08:17

Jaguar - Sono d'accordo con lei al 100%, compreso il fatto che le regole DEVONO essere osservate da tutti. Il C.d.S., all'art. 11 punto 1, stabilisce: 1. Costituiscono servizi di polizia stradale: a) la prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale." (N.d.R.: la parola prevenzione viene prima della parola accertamento). Questa nuova proposta sarebbe attività di prevenzione? Magari nascondersi dietro una curva x fregare l'automobilista ad ogni costo quando il C.d.S. vieta espressamente appostamenti invisibili come enuncia l'art. 183/1° comma del Reg. di esecuzione del C.d.S.? Governo cialtrone.