Servizio del tg su Mussolini da Predappio. ​Scoppia la bufera in Rai

Il Tg regionale manda in onda un servizio su Predappio. Ira del Pd. La redazione si dissocia. Salini chiede chiarimenti

Salini è irritato, la redazione del Tg3 regionale prende le distanze. Sta provocando reazioni politiche il servizio andato in onda sull'edizione dell'Emilia Romagna del telegiornale della televisione pubblica. Un "pezzo" dedicato alla commemorazione della morte di Benito Mussolini a Predappio.

A far esplodere la polemica è un post mattutino del parlamentare del Pd, Michele Anzaldi. "Al Tgr Emilia Romagna è andato in onda un servizio che nulla ha a che vedere con l'informazione e molto con quella che è apparsa come una vera e propria apologia del fascismo - scrive su Facebook - Due minuti di interviste e immagini, con tanto di saluti romani, sulla manifestazione fascista di Predappio per l'anniversario della morte di Mussolini. L'amministratore delegato Salini spieghi se questa è la nuova informazione Rai. Chi ha deciso di mettere in onda quel servizio? Chi non ha controllato? Il direttore Casarin sia chiamato a risponderne".

Nel pomeriggio anche la redazione si è dissociata dai "contenuti" di quanto andato in onda. Secondo i giornalisti i principi del Contratto di servizio, "ancorato alla Costituzione italiana, antifascista e antirazzista", non rende "ammissibile" un servizio che assomiglia a una "assurda presunta par condicio tra neofascismo e antifascismo".

Ora l'azienda è pronta a una indagine interna. La direzione dei Tg regionali si è subito "dissociata" da quanto pubblicato. "La linea editoriale - spiega il direttore Alessandro Casarin - che, come ho illustrato alle 24 redazioni, si basa sul principio di una informazione equilibrata, a garanzia di un contradditorio in tutti i servizi, dalla politica alla cronaca. Equilibrio che deve rispettare la storia della democrazia italiana". Sul caso è intervenuto anche l'ad Fabrizio Salini, che avrebbe manifestato forte irritazione. Per questo Salini avrebbe chiesto una relazione dettagliata a Casarin. Intanto la redazione punta il dito contro il caporedattore, che avrebbe deciso "la messa in onda dei servizi".

Il reportage finito nel mirino riguarda il raduno di circa 300 persone a Predappio, manifestazione andata in scena ieri in occasione dell'anniversario della morte di Benito Mussolini. Ad onor vero, prima di lanciare il servizio, la giornalista ha precisato che si era trattata di una commemorazione "di nostalgici" e da cui era emersa "una visione della storia a senzo unico e destinata a suscitare polemiche". Detto, fatto. Solo che la bufera è esplosa sui contenuti del lavoro giornalistico. A irritare Anzaldi (e non solo) sono stati quei "due minuti di interviste e immagini, con tanto di saluti romani". "Noi tutti gli anni organizziamo queste manifestazioni perché vogliamo rappresentare quelle persone che riconoscono nella persona di Benito Mussolini il più grande uomo storico mai avuto in Italia", ha spiegato uno dei presenti. Il corteo silenzioso si è concluso di fronte alla cripta del Duce. Tra gli intervisati anche una 92enne ausiliaria della Repubblica Sociale Italia: "Tutto funzionava e con tanti sogni - ha detto - poi ho visto il crollo". Ora non restano che le polemiche.

Commenti

Giorgio5819

Lun, 29/04/2019 - 16:40

"Ira del Pd..." cos'é il Pd ? Contano qualcosa ? Sono i padroni del canale tv ? Lo schifo che persiste in Italia é la presenza di parassiti comunisti, ormai la gente sta iniziando a capire....

ruggerobarretti

Lun, 29/04/2019 - 16:42

E' possibile che ancora oggi, dopo valanghe di sentenze, ci siano ancora cialtroni che non hanno capito il senso "giuridico" di apologia del fascismo????

diesonne

Lun, 29/04/2019 - 16:46

diesonne se il servizio fosse stato su stalin il pd avrebbe fatto rimostranze?parce sepulto

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/04/2019 - 16:47

patetici e ridicoli questi babbei comunisti! ogni 25 aprile è una piaga: tg a tutto spiano sulle stragi, tg che fanno riscoprire il comunismo, blablabla che palle.... ma state zitti !

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Lun, 29/04/2019 - 16:48

La storia non può essere imbavagliata.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 29/04/2019 - 16:55

si meravigliano per un pezzo di storia di 75 anni fa...mentre non battono ciglio per il loro miliardario su rai uno alla domenica sera di questi mesi.

Popi46

Lun, 29/04/2019 - 16:55

Io credo che dopo 70 anni e passa dalla fine del medesimo, chi ancora ne fa oggetto di lotta politica sia un poco,poco poco malato di mente

ESILIATO

Lun, 29/04/2019 - 16:57

La storia e' la storia e non si cancella.....come non si cancellano le foibe o i delitti del triangolo rosso.

frabelli1

Lun, 29/04/2019 - 16:57

Secondo me, in questo modo, non si fa altro che aumentare i consensi al fascismo. Non ho visto il servizio, quindi mi baso solo su ciò che è scritto, ma nascondere la nostra storia vuole dire nascondere fatti, storici accaduti dove all’epoca, il 90% degli italiani era fascista, gli stessi che poi lo rinnegarono, vedi Dario Fo, Eugenio Scalfari ed altri. La storia la si deve raccontare, non nasconderla.

onurb

Lun, 29/04/2019 - 16:58

D'accordo, non è educato trasmettere questo tipo di servizi. Tuttavia quando gli ex brigatisti rossi, assassini, si sono ritrovati per onorare un loro compagno di omicidi (in questo momento mi sfugge il nome del defunto), per il servizio andato in onda non è scoppiata un'analoga canea.

antonioarezzo

Lun, 29/04/2019 - 17:00

che ridicoli. E' STORIA METTETEVELO DENTRO QUELLE TESTACCE ROSSE !!!!!!

antonioarezzo

Lun, 29/04/2019 - 17:01

che ridicoli. E' STORIA METTETEVELO DENTRO QUELLE TESTACCE ROSSE !!!!!! almeno ci sarà qualcosa.

MudPitt

Lun, 29/04/2019 - 17:01

@diesonne. Paragone sbagliato. "Unicuique suum" Prova a vedere servizi su Stalin in Russia, Hitler in Germania e Pol Pot in Cambogia. Poi ne riparliamo.

giosafat

Lun, 29/04/2019 - 17:01

Se la rai è deputata a fare servizio pubblico....zitti e mosca. Altrimenti si chiude la baracca e si destina il canone a qualche onlus.

gigi0000

Lun, 29/04/2019 - 17:04

Radetzky, wsì, proprio lui il feldmaresciallo Radetzky governatore del Lombardo-Veneto e comandante militare durante la rima Guerra d'Indipendenza e le altre baruffe dell'epoca, non dovrebbe esserci simpatico, ma per tale ragione non mi pare sia stato bandito dai nostri ricordi e dai racconti dell'epoca, né vietato l'ascolto della M>arcia dedicatagli da Strauss padre. Perché invece dovrebbe essere vietatissimo anche solo nominare Mussolini? A qualcuno piace l'uno o l'altro, ad altri nessuno, ma tutti, o quasi, battono il tempo al ritmo della Marcia di quello e citano talvolta le celebri frasi e slogan di questi. Piantiamola di vedere il diavolo dove non c'è e tentiamo invece di ponderare il bene ed il male che si trova in ogni individuo. Tutto bene Stalin e tutto male Hitler? Tutto bene Togliatti e tutto male Mussolini? Ma piantiamola di sembrare e di fare gli imbecilli!

ilpassatore

Lun, 29/04/2019 - 17:10

MIKI59-e'vero, ma non ci puoi vivere dentro.Inasprisce gli animi e aumenta l'odio sino al fanatismo. Esattamente come questa eterna contesa tra comunisti e fascisti.Ma ti pare normale che da 70-80 anni deve persistere questo seme di antagonismo e odio - a me sembra assurdo e chi si nutre d'odio vive male.

manfredog

Lun, 29/04/2019 - 17:12

Informazione, si chiama informazione, questa; gli stalinisti, probabilmente, non vogliono nemmeno questo. mg.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Lun, 29/04/2019 - 17:13

Scusate: immagino che, trattandosi della Rai e della redazione regionale della rossa Emilia Romagna, il giornalista piu' di estrema destra sia al massimo un renziano di sinistra. Quindi, "omnia munda mundis..."

giosafat

Lun, 29/04/2019 - 17:16

@MudPitt...sulle tv tedesche si parla di Hitler in lungo e in largo con somma dovizia di approfondimenti e di documenti. Imperdibili...

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Lun, 29/04/2019 - 17:20

Inutile dire che quelli del PD hanno ragione. Questo sì che è uno scandalo! Ma come!? Solo due minuti di TGR sulla commemorazione del Dux? Che vergogna! Che scandalo! Di quelli enormi. Dirigenti, politici, sostenitori e simpatizzanti del PD hanno proprio ragione. Affinché l'evento avesse negativa risonanza planetaria, auspicavano in un servizio di almeno venti minuti per approfittare al massimo del verbo 'strumentalizzare' ma a vanvera... Due minuti non bastano nemmeno per dirimere l'assillante questione in qualsiasi sagra paesana delle salsicce.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Lun, 29/04/2019 - 17:25

diesonne, Stalin non ha mai governato l'Italia, né l'ha mai rovinata irrimediabilmente.

MALENNIO

Lun, 29/04/2019 - 17:25

Che a Predappio si campi vendendo vini,gadget etc con l effige del duce non scandalizza nessuno!

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Lun, 29/04/2019 - 17:31

Ci sarebbe da festeggiare al posto del 25 aprile il 07 ottobre del 1571 quando nella battaglia navale di Lepanto la flotta guidata dai veneziani sconfisse definitivamente i musulmani dell'impero ottomano di Alì Pascià. Se si festeggiano ancora la fine guerra di 75 anni fa perché non festeggiare guerre di 450 anni fa?

savonarola.it

Lun, 29/04/2019 - 17:37

Sono vecchio ma non abbastanza da aver conosciuto il fascismo. Ma sono convinto che il male assoluto per questo povero paese siano stati i comunisti ed i loro eredi. Non il DUCE. Il PD ha distrutto la famiglia, sconvolto la morale, devastato la giustizia. E dovrebbe quindi essere bandito il PD non il fascismo.

aldoroma

Lun, 29/04/2019 - 17:37

L'ira del PD? ma, parliamo di quel PD che non ha voluto i MIGRANTI in VERSILIA? VERGOGNATEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Ritratto di Gius1

Gius1

Lun, 29/04/2019 - 17:40

Fanno Film di nerone che ha fatto bruciare Roma, Di pilato che fece uccidere Gesu' e Non di mussolini. Appartiene alla storia. Non si puo ' cancellare .

gio777

Lun, 29/04/2019 - 17:41

Sono decenni che fanno quella manifestazione e non è mai successo un solo casino. Tutta gente ordinata pulita e non come quei drogati comuinisti che distruggono sistematicamente il centro storico di Modena (100.000 EURO DI DANNI HANNO FATTO QUEI PARASSITI COMUNISTI). Chiamateli nostalgici, fuori dal tempo ecc. ma hanno tutto il diritto di trovarsi e commemorare una cosa a loro cara. Chiaro io non ci andrei, ma de gustibus

paco51

Lun, 29/04/2019 - 17:48

LEGIONE CRISTIANA(??) ma non si benedicevano i sommergibili? e i patti lateranensi? vedi la presentazione tra S.E. Primo Ministro e Segretario di stato B.M. ed il card . Gasparri il bello degli italiani è che sono bandiere al vento! ed il vento sta cambiando!

vocepopolare

Lun, 29/04/2019 - 17:48

300 persone che hanno avuto il coraggio di partecipare ,di metterci la faccia ;cerchiamo di ragionare in merito alla manifestazione. Siamo certi che questi italiani possano pensare ad un ritorno al ventennio? siamo certi che si possano immaginare nuove leggi razziali o persecuzioni per motivi politici? Il fascismo ha contrassegnato un momento storico ben delimitato dove non esistevano contatti fra i popoli quali quelli odierni , il vicino non era un paese da visitare per studio o per vacanza, ma un nemico potenziale. Tranquilli, i partecipanti volevano solo dire che un'italia migliore si può fare solo con lo scrollarsi di dosso tutti i pesi ed i divieti imposti dal regime più criminale che i popoli abbiano visto:il comunismo.

Giorgio Rubiu

Lun, 29/04/2019 - 18:02

Ancora tanta paura di Mussolini? Molti degli abitanti dell'Italia del Sud(ex Regno Delle Due Sicilie) dopo 158 anni sono ancora "contro" Garibaldi, Vittorio Emanuele II e Camillo Benso conte di Cavour, mentre tutte le città d'Italia hanno piazze e strade intitolate proprio a questi signori che per noi sono eroi del Risorgimento mentre per loro sono stati invasori che li hanno privati del loro Regno Borbonico. In Sicilia c'è ancora moltissima gente (specialmente tra i giovani male informati dai "vecchi") convinti che Salvatore Giuliano fosse un eroe irredentista e non il "Bandito Giuliano" come viene comunemente definito. Mussolini, nel bene o nel male, è stato parte della nostra storia così come lo è stato il Fascismo. Possiamo non amarlo o amarlo; ma non possiamo negare che esso sia esistito ed abbia lasciato un segno indelebile nella Nazione.

FedericoMarini

Lun, 29/04/2019 - 18:03

Bufera patetica, perche ‘ non si e’ fatto altro che riprendere cerimonie e gesti che ci sono sempre stati e che con il turismo dei nostalgici consentono una economia, senza la quale Predappio sarebbe una cittadina morta. Siamo in campagna.elettorale e i partiti di sinistra rispolverano il loro antifascismo. Ieri , in occasione del 25 aprile, la Notte di San Bartolomeo del fascismo,si e’ festeggiata la morte ed il suo fetore, oggi a Predappio si ricorda,secondo la tradizione,la morte di un capo, il cui nome e’ entrato nella Storia.

michele lascaro

Lun, 29/04/2019 - 18:05

È certo che il GAT (in olandese) di questi signori diventa tremulo, al pensiero che qualcuno parli di Benito Mussolini.

VittorioMar

Lun, 29/04/2019 - 18:12

...viene la CURIOSITA' di DIRE E CHIEDERE :HANNO COSI' TANTI SCHELETRI DA NASCONDERE?...perché fa' più PAURA DA MORTO ??..hanno perso una elezione nazionale su questo TEMA e ancora INSISTONO ??..se dessero meno importanza cadrebbe nell'OBLIO...!!!

baio57

Lun, 29/04/2019 - 18:14

LIBAGIONE CRISTIANA a rovinare irrimediabilmente l'Italia, ci hanno pensato i nipoti nostrani di Stalin , dal Migliore fino ai decerebrati dei giorni nostri .

MALENNIO

Lun, 29/04/2019 - 18:16

A Predappio campano della memoria del duce,da 70 anni...non è un problema per il PD ? Ipocriti

SPADINO

Lun, 29/04/2019 - 18:25

concordo con "vocepopolare"-

ziobeppe1951

Lun, 29/04/2019 - 18:33

BABBEOCRISTIANO...17.25....l’abbiamo scampata bella...stalin non ha mai governato l’Italia, avrebbe messo un suo sottoposto (immagina chi) e saremmo ancora dei trogloditi OBBLIGATI ad andare in processione alla tomba di baffone cantando allegramente bandiera rossa

Angel59

Lun, 29/04/2019 - 18:38

A quando l'apologia del maledetto partito comunista incluso quello italiano vera jattura della nostra amata patria.

razzaumana

Lun, 29/04/2019 - 18:41

canticchiavo un vecchio motivetto..."la verità ti fa male lo sai" poi ho letto l'intervista alla 92enne ausiliaria della R.S.I.... "Tutto funzionava e con tanti sogni...poi ho visto il crollo"... Ma,allora è vero -HO PENSATO-la verità fa male,soprattutto,al PD basta guardare allo schifo che ci circonda per avere rimpianti!!! guardare allo schifo che ci circonda...per aver giust rimpianti

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 29/04/2019 - 18:41

E' bastato uno per metterlo al bando, ne basta uno per riabilitarlo. Al bando l'Anarchia ed il Disubbidiente. Ordine e rispetto.

pasquinomaicontento

Lun, 29/04/2019 - 18:41

Nun bisogna avè paura de li morti,ma de quelli che sò ancora vivi, che emanano odio da tutti i pori, quelli che i loro padri infierivano sui cadaveri a testa in giù.Se penso che la malaria nun esiste più nelle Paludi Pontine,ma mica pe' virtù d'un dio che nisuno ha visto mai e che esiste solo ne le menti bacate de quarche matto o ner cervello de chi ce campa e pure bene a la faccia nostra,mia no de certo...li nemichi nostri, perlomeno quelli mia, so li preti,ma forse sto parlanno a vento...

porcorosso

Lun, 29/04/2019 - 18:42

Certo che il direttore deve rispondere!!! Una manifestazione senza vetrine rotte e cassonetti incendiati, è veramente inaccettbile, neanche un poliziotto picchiato. Poi, che l'abbiano organizzata i fascisti, è una cosa che non sta nè in cielo nè in terra...

Trefebbraio

Lun, 29/04/2019 - 19:13

Il reato quale sarebbe? Aver trasmesso una commemorazione di nostalgici di una sfortunata e drammatica pagina della nostra storia? Apologia del fascismo? Il Signor Anzaldi è pronto a beccarsi una querela laddove si dimostrasse che si è trattato di informazione? Si può profilare il reato di istigazione alla censura? Se la manifestazione ha rappresentato un reato, come mai non è stata bloccata? Chi l'ha autorizzata? Come mai abbiamo così paura del nostro passato? Non sarebbe più maturo guardare in faccia alla realtà? Nel diventare antifascisti e partigiani vi siete dimenticati di cosa cantavate il giorno precedente, quando marciavate di nero vestiti? Pagliacci inverecondi

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 29/04/2019 - 19:17

quando i morti dopo 70 anni fanno paura a certi personaggi, la questione è molto seria, aspettiamo l'anniversario della morte di STALIN /e MAO, per poter parlarne

Ritratto di pascariello

pascariello

Lun, 29/04/2019 - 19:28

Cosa vogliono ste mxxxx puzz0lenti, cancellare la Storia che già hanno riscritto a loro piacimento? Ci spieghino piuttosto las fretta che hanno avuto alcuni infami loro dirigenti di assassinare Mussolini; avrebbe potuto tranquillamente essere processato come i Nazisti a Norimberga e, se regolarmente condannato, essere fucilato. Ma forse avrebbe rivelato qualcosa che molto fastidioso per qualche "eroe"! O NO ?

FedericoMarini

Lun, 29/04/2019 - 19:49

La Storia,la nostra storia,non e’ ne buona. ne cattiva e’ solo Storia, e la storia non si rinnega ,ma si va oltre.Ogni periodo storico sceglie il suo interprete e sono irripetibili periodo storico ed interprete, il resto e’ solo demagogia con il demagogo di turno, che, almeno sembra essere Matteo,Salvini. Tra interprete di un periodo storico e demagogo, c’e’ un’abbisso,perche’’ l’interprete ne e’ il protagonista . Il demagogo solo un sintoma.,anzi il principale sintoma di quel malessere, che pretende la scesa in campo del protagonista..

Cosean

Lun, 29/04/2019 - 19:51

Hahaha Tra poco metteremo la par condicio tra stupratori e stuprate. Del resto nel procedimento penale devono partire da pari condizioni. Hahaha L'uomo ha voglia di scopare, la donna no! Ma le premesse sono e devono essere pari. Hahaha

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Lun, 29/04/2019 - 20:00

@ilpassatore. Concordo. Infatti è tutto qui il problema. I comunisti o la sinistra come dir si voglia, non avendo argomenti, instaurano tutto su una lotta tra neri e rossi, con l'ausilio di libri di storia falsificati a proprio uso e consumo, dove si racconta una storia a senso unico, dove sembra che in venti anni vi siano stati solo assassini dalla mattina alla sera e le varie infrastrutture, palazzi, acquedotti, illuminazioni, strade ferrate, strade, EUR, e altro, siano nati da soli, senza che nessuno abbia mosso un dito. Errori ne sono stati fatti, ma vediamo anche l'altra faccia della medaglia.

Ritratto di akamai66

akamai66

Lun, 29/04/2019 - 20:01

Visto che ci siete abolite il cognome Mussolini, retroattivamente, nei 10 anni in cui fu sepolto nella cripta dei cappuccini di Cerro Maggiore era inventariato come “nessuno 1” e potrebbe tranquillamente nominarsi Benito Nessuno, così finirebbero tutte le polemiche, anche il nero, cominciando dal clero: niente tonache nere e camicie nere, che evocano il fascismo ma tonache e camicie rosse, potremmo chiamarli i garibaldini della fede e poi certi prelati già indossano la camicia o la maglietta rossa, per controllare potreste impiegare i santi partigiani, quelli che condussero la battaglia finale per la liberazione, c’è né uno immortalato in foto, sui tetti di Milano col moschetto puntato verso un improbabile fascista, il fatto è che il moschetto risulta privo di otturatore, ma a chi non capita di dimenticare qualcosa.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 29/04/2019 - 20:07

Scoppia la bufera in Rai ... ... ... dove è finita la democrazia? si possono fare servizi solo su cani e porci? su chi ha instaurato la mutua sanitaria, la liquidazione di fine lavoro, la pensione di vecchiata e mille altre attività sociali non se ne può parlare? CERTO! non se ne può parlare, considerato che la lurida sinistra sta distruggendo tutte queste attività rivolte al popolo !!!!!

tRHC

Lun, 29/04/2019 - 20:16

mi vien da ridere!!!

Dordolio

Lun, 29/04/2019 - 20:18

Sono patetici e scemi. La gente gli ride dietro e manco se ne accorgono. Va bene così....

Ritratto di camerata.ghigno

camerata.ghigno

Lun, 29/04/2019 - 20:23

FINALMENTE UN SERVIZIO PUBBLICO!

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Lun, 29/04/2019 - 20:28

Un mesto evento per ricordare un importante personaggio storico (al di là del giudizio relativo), che ha interessato alcune centinaia di persone. A volte i telegiornali locali fanno vedere cose con molto minore partecipazione.

gianrico45

Lun, 29/04/2019 - 20:43

Il TG3 è la prima volta che si comporta da telegiornale libero.Fosse incominciata la liberazione?

gianrico45

Lun, 29/04/2019 - 20:43

Il TG3 è la prima volta che si comporta da telegiornale libero.Fosse incominciata la liberazione?

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Lun, 29/04/2019 - 20:51

Mah!... Se fossero stati i vandali dei centri sociali ed i loro ispiratori PUDIOTI, si sarebbe parlato di "bagno di folla" (pardon "di popolo" come amano dire i demagoghi sinistri); trattandosi di "mentecatti di destra" soltanto "300". Effettivamente, tra attivisti, nostalgici (anche molto anziani!), eravamo ben oltre 300 e, a Polizia e Carabinieri, non è stato torto un capello nè lanciato sputi od alcunché nè è stata danneggiata auto o vetrina alcuna. Abbiamo il senso dello Stato contro cui remano contro i sinistrati ed i vari "illuminati" brigatisti che oggi tengono cattedra perfino nelle Università! Complimenti compagni! Siete i soliti in malafede, da sempre.

ortensia

Lun, 29/04/2019 - 21:17

E,dopo tanti anni,finalmente sarebbe bello avere la liberta' di intonare a gran voce "sole che sorgi libero e giocondo" il sublime inno a Roma composto in 4 giorni da Puccini nel 1919 senza sentirsi chiamare fascista.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 29/04/2019 - 21:42

C'E' UN GRANDE PASSATO NEL NOSTRO FUTURO !!!! A NOIIIIIIIIIIIIII !!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 29/04/2019 - 21:44

@ pascariello HAI MOLTA MA MOLTO PIU' RAGIONE DI QUANTO IMMAGINI !!! A COMINCIARE DA CHURCHILL E ANCHE MOLTI COSIDDETTI ANTIFASCISTI NOSTRANI VOLTAGABBANA DELL'ULTIMA ORA !!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 29/04/2019 - 21:45

@ pascariello HAI MOLTA MA MOLTA PIU' RAGIONE DI QUANTO IMMAGINI !!! A COMINCIARE DA CHURCHILL E ANCHE MOLTI COSIDDETTI ANTIFASCISTI NOSTRANI VOLTAGABBANA DELL'ULTIMA ORA !!!

giac2

Lun, 29/04/2019 - 21:53

Un popolo che vuole nascondere la Propria storia non è un popolo! E per fortuna il PD NON E' IL POPOLO !!! Il fascismo nel bene e nel male è e fa parte della nostra storia. La storia di un popolo di cui all'epoca facevano parte anche la maggioranza dei comunisti che sotto il fascismo se la sono spassata. E' forse questo che in realtà vogliono evitare di far ricordare con la loro lotta all'oggigiorno defunto e sepolto fascismo? Semmai, nel 2019, c'è il nuovo fascismo: quel fascismo che oggi veste rosso! Rosso sangue fino agli occhi e che vuole cancellare la storia e violentarla a loro uso e costume.

Ritratto di Giambaldo55

Giambaldo55

Lun, 29/04/2019 - 23:13

@ Sergio Sanguineti, Vi ammiro

Cosean

Mar, 30/04/2019 - 01:10

L'apologia del fascismo è ancora reato! Vedo che questa testata ospita volentieri tali personaggi. Se uno usa un linguaggio scurrile viene censurato. Se uno fa apologia del fascismo no!

Meral

Mar, 30/04/2019 - 08:58

Che tristezza i vostri commenti. Per fortuna vivo in Germania dove nessuno si permetterebbe di fare la stessa cosa con Hilter.

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 09:01

" il più grande uomo storico mai avuto in Italia" Quello che ha fatto morire centinaia di migliaia di Italiani!

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 09:06

472.354 le vittime italiane nel corso della seconda guerra mondiale (tra militari e civili). A cui bisogna aggiungere quelle provocate alle altre Nazioni!

Fjr

Mar, 30/04/2019 - 09:42

Una domanda ma se questi si danno cosi da fare per un regionale di 10 minuti o forse meno a quelli di Rai storia che mandano filmati interi o cinegiornali come li chiamavano una volta che raccontano gli eventi di quel ventennio ,a questi cosa dovrebbero fare?

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 10:57

X "Meral" Bravo, per mussolini è, più o meno, la stessa cosa! Ma molti, troppi, non vogliono capirlo!

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 11:00

x "Giorgio Rubiu" "ed abbia lasciato un segno indelebile nella Nazione." Io aggiungerei, con centinai di migliaia di morti!

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 11:04

x "savonarola.it" Ma quelle centinaia di migliaia di morti, in Africa, in Grecia, in Albania, in Spagna, in Russia, nella stessa Italia ecc., chi li ha provocati?

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 11:07

x "FedericoMarini" Anche hitler, stalin, nerone, ceausescu, gheddafi, saddam hussein ecc, sono entrati nella Storia. Ma non mi pare giusto elogiarli, osannarli, o citarli benevolmente! O sbaglio?

ruggerobarretti

Mar, 30/04/2019 - 13:22

E tu ernestinho chi eloggeresti??? Cosi giusto per capire. Se ti basi sul numero di morti credo che ne potresti citare giusto uno, ma era ultraterreno, rimanendo sulla terra forse quell'uomo dalla lontana India. Cosean credo che tu sia un altro che deve approfondire e non poco le tematiche giuridiche.

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 16:15

X "ruggerobarretti" Ah! Ah! Non ti capisco, sinceramente! E tu chi eloggeresti? Veramente non capisco il tuo commento, per quanti sforzi faccia! Ma ragionate con il cervello prima di scrivere? O lo mettete da parte?

Ernestinho

Mar, 30/04/2019 - 16:23

Lo sport preferito da molti commentatori è quello di "arrampicarsi sugli specchi"!

Cosean

Mer, 01/05/2019 - 08:44

ruggerobarretti Hahaha Come vedo invece i tuoi approfondimenti non li fai.

ruggerobarretti

Gio, 02/05/2019 - 14:17

piu' che hahaha, sarebbe giusto che iniziassi con ioh ioh ioh ioh. Sai e' il verso di chi ha le orecchie lunghe e pelose. Di quei somari che, come te, si ergono al disopra della Corte Costituzionale e della Cassazione. Bestia!!!

ruggerobarretti

Gio, 02/05/2019 - 16:56

Il mio commento caro brasileiro e' molto semplice: dimmi chi sono i tuoi riferimenti. Citali per favore.

Cosean

Ven, 03/05/2019 - 01:51

ruggerobarretti Ancora insisti a non argomentare. Siamo rimasti al fatto che si censura un insulto, e non si condanna un Reato. Voglio sentire la tua opinione, non la Corte Costituzionale. La Costituzione è stata scritta da esseri pensanti, ovvero da quelli che hanno espresso opinioni. E la Corte Costituzionale ti dirà che è reato il Fascismo! Spero che con le bestie avrai vita facile ad esprimere la tua opinione ed averne ragione!