La settimana decisiva di Salvini "Altolà ai giochi di Palazzo"

Il leader convoca il consiglio federale ma la linea non muta: «O al governo col nostro programma o niente»

La giornata è di relativo riposo, dopo le fatiche elettorali e post elettorali. E così Matteo Salvini sui social si concede qualche pensiero in libertà, a cavallo tra politica, richiami identitari, ironia e ricordi personali. C'è il messaggio che rilancia il «giuramento dei 183 nuovi parlamentari della Lega: essere fedeli a voi, solo a voi, e mantenere tutti gli impegni presi, rimanendo in mezzo alle persone per ascoltare, capire, risolvere». C'è la foto di un vecchio espositore pubblicitario di gelati con prezzi in lire: «Ghiaccioli e gelati a 100 lire, che nostalgia! Buon sabato amici, prepariamo un futuro migliore ricordandoci il meglio del passato». E anche un ricordo visivo della sua infanzia con piccola postilla dedicata al momento politico. «A casa di mia mamma ho trovato la foto del mio terzo compleanno, con la tenda degli indiani sullo sfondo #andiamoagovernare».

Al netto delle curiosità social, utili comunque a cogliere gli umori del candidato premier del centrodestra alla ricerca di una maggioranza, per Salvini si profila una settimana delicata e importante per le sue ambizioni politiche. Domani alle 11 è, infatti, convocato il consiglio federale della Lega che procederà all'analisi del voto e avvierà la discussione sulla strategia e sulla linea da portare avanti nei prossimi passaggi parlamentari, elezione dei presidenti delle Camere in primis. Dovrebbe essere presentata anche la nuova tessera del partito, valida su tutto il suolo nazionale (dopo il superamento della formazione «Noi con Salvini»), e quindi speculare al contrassegno elettorale con cui il Movimento si è presentato alle Politiche, con scritto Lega (senza Nord). Per quanto riguarda i capigruppo si va verso la conferma degli uscenti Gian Marco Centinaio a Palazzo Madama e Massimiliano Fedriga alla Camera. Quest'ultimo, qualora venisse candidato ed eletto in Friuli Venezia Giulia, verrà sostituito quasi sicuramente da Nicola Molteni.

Naturalmente, però, l'attenzione è soprattutto concentrata sui segnali che arrivano in merito alla formazione del governo. Sono passati sei giorni dal voto e la linea non cambia. Il candidato premier «è Salvini. Lo hanno scelto gli elettori» dice Fedriga, a margine di un incontro a Trieste. «Noi lo abbiamo detto con chiarezza non con delle primarie farlocche, dove vanno a votare dei 14enni cinesi, ma all'interno della cabina elettorale». Gli elettori «hanno scelto il candidato premier di centrodestra. È Salvini, lo ha voluto la gente. Rimaniamo coerenti con le promesse fatte agli elettori. Noi abbiamo un programma di centrodestra: il programma simile ce l'hanno le forze di centrodestra, che hanno appoggiato e sono state leali alla coalizione. Noi proporremo quel programma al Parlamento in mondo trasparente. Non siamo intenzionati a fare accordi di palazzo. O possiamo governare mettendo in campo quello che abbiamo promesso ai cittadini o non governiamo per gestire il potere come ha fatto Renzi». Un messaggio coerente con il consiglio che viene rivolto a Salvini da Giovanni Toti, l'esponente di Forza Italia a lui più vicino, su il Foglio. «Matteo deve stare attento. Il primo governo Salvini non può nascere con un pasticcio. Io gli auguro di farcela, ma adesso lui o trova la quadra vera, sul programma, e certamente non con il M5s, o altrimenti è meglio lasciar perdere. Piuttosto allora decida di puntare su un governo istituzionale: un governo di tutti dentro o tutti fuori di larghe, anzi vastissime intese».

Commenti

elpaso21

Dom, 11/03/2018 - 09:13

Ormai è Salvini il Leader.

vottorio

Dom, 11/03/2018 - 09:25

Bravo Salvini, tieni duro e non mollare neppure di un millimetro. il Popolo è con te.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 11/03/2018 - 09:26

I "giochi di palazzo", inevitabili, sono certamente in atto, ma non sappiamo in quali e in quanti dei possibili palazzi. Così é se vi pare.

cicero08

Dom, 11/03/2018 - 10:05

l'invito è rivolto in primis al suo principale alleato...

cangurino

Dom, 11/03/2018 - 10:12

il cdx con la così detta responsabilità (mi viene in mente Nazareno, voto a Monti e Napolitano con conseguenti brividi sulla pelle), ha solo da perdere. Deve proporre immediatamente un disegno di legge per elezioni a due turni o premione di maggioranza, unico sistema per poter governare quando ci sono tre forse politiche equivalenti in termini di voto. I 5* dovrebbero accettare, perché hanno buone probabilità di giocarsela col cdx. Potrebbero anche vincere le elezioni, e sarebbe un grosso problema, ma l'accordo 5* - pd - leu, che con ogni probabilità vedremo a brve, non è da meno, anzi ....

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 11/03/2018 - 10:28

Un'alternativa, non di più: a) riuscire a convincere abbastanza eletti PD per fare il governo CDX (Brunetta è sicuro di farcela). b) Andare rapidamente al voto per spartirsi la carogna del PD in un testa a testa con i grillini, con qualche preoccupazione sulla tenuta di FI. Altro non c'è.

Atlantico

Dom, 11/03/2018 - 10:47

Ogni mattina da una settimana Salvini e Di Maio ci ricordano il loro forte impegno contro "i giochi di palazzo". Subito dopo però chiedono senso di responsabilità ( manco fossero Mattarella e Napolitano ) e sarebbero felici di avere voti di parlamentari democratici, di sinistra e persino di pericolosi comunisti. L'importante è fare il governo. Gli impegni solennemente presi sul 'vincolo di mandato' sono stati subito dimenticati ma questi due statisti facciano attenzione: in milioni di italiani ( sempliciotti ) hanno perso per buone le loro promesse a vanvera e prima o poi il conto arriverà, per questi 'astri nascenti' della politica italiana.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 11/03/2018 - 11:14

Governo di larghe intese. Per fare che? Continuare ad essere fracassati di tasse e di nexxi? No grazie!

MartiniNicola

Dom, 11/03/2018 - 11:35

sembra incredibile eppure come la stragrande maggioranza dei fatti della politica è vero..la lega..che 1 volta votai anch'io ma dopo che bossoli si mise con berluscone per me finì lì, dopo i fatti di trota dei diamnati etc..etc.. come un qualsiasi altro partito riesce grazie a salvini ch en espara per tutta italia ..anche in sicilia praticamente massacrando proprio i concetti base dei leghisti prende i voti di forza italia e di chi si fida più delle chiacchiere alla pancia che dei buoni propositi grillini ed addirittura pretende con l ametà effettiva dei voti dei 5stelle la leadership grazie ai voti del berluscone ..poco importa chi sia berluscone decsaduto con 50 anni di processi all aspalle e vai così...ma italiani usate il cervello..

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Dom, 11/03/2018 - 11:50

Attenti, leghisti D.O.C.! Temevate un tradimento di FI, una svolta verso il PD, ma ora sono gli alleati di FI a temere una giravolta della Lega. Votando Salvini, pensavate mai di favorire altri partiti esterni al centrodestra, magari i grullini? Sekhmet.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 11/03/2018 - 12:03

Ha ha..."No a giochi di Palazzo"...Voglio vedere come giustifichera` l'inciucio quando la Lega otterra` la Presidenza del Senato per quel mezzo squadrista del KKK di Calderoli...Fai la cosa giusta Salvini: Vai a lavorare.

Nick2

Dom, 11/03/2018 - 12:53

Scusate, ma Salvini non ha appena aperto al PD? Salvini chiacchiera tanto, si comporta da futuro premier, ma ha solo il 17% (meno del PD). Il suo è il terzo partito e la coalizione non esiste più (probabilmente mai è esistita). Berlusconi non lo vuole premier, la quarta gamba men che meno. La Meloni ha giurato contro gli inciuci. Per governare può fare solo una cosa il vostro condottiero in felpa. La ruota di scorta a Di Maio...