Severino, la Cassazione decide sulla competenza

Il Pg: "Questione spetta a giudice ordinario e non al Tar". La sentenza tra qualche giorno insieme alle motivazioni

Sulla legge Severino interviene ora la Cassazione, che si è riunita oggi per stabilire se spetta al giudice ordinario o al Tar decidere se un politico condannato possa o no continuare ad esercitare il suo incarico.

Il verdetto dovrebbe arrivare dopo le elezioni, insieme alle motivazioni, consentendo quindi al candidato del centrosinistra Vincenzo De Luca di correre per la presidenza della Campania, senza sapere se potrà effettivamente ricoprire quel ruolo. A sollevare il problema della competenza davanti alle Sezioni Unite civili è stato un ricorso del "Movimento per la difesa del cittadino" difeso dall’avvocato Gianluigi Pellegrino.

Secondo le indiscrezioni, dovrebbe passare la linea del sostituto procuratore generale della Cassazione, Umberto Apice, che davanti ai giudici della Suprema Corte, si è espresso per la competenza del giudice ordinario, e non del Tar.

Commenti

ammazzalupi

Mar, 26/05/2015 - 20:42

Ma come?!? Per BERLUSCONI era tutto chiaro! Per i Komunisti, invece, c'è bisogno di tutte queste manfrine? BUFFONI...!!!

Ritratto di Zione

Zione

Mar, 26/05/2015 - 21:32

Quanta differenza di comportamento che usa il Giudiciume Politico; nei confronti del PERSEGUITATO Cavaliere e nei riguardi dei due Condannati (e Beneficiati ...) De Magistris e De Luca, "sindaci" ancora per poco. -- A.V.G. -- (Associazione VITTIME del GIUDICIUME). (ruotologiu@libero.it)

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 26/05/2015 - 23:27

Si stanno muovendo tutti perché c'è di mezzo uno dei loro trinariciuti. PER L'ASSURDA APPLICAZIONE RETROATTIVA DELLA SEVERINO A BERLUSCONI gli stessi che oggi cianciano tanto erano stati zitti. IL SOLITO INDECENTE STRABISMO DEI SINISTRI.

vince50_19

Mer, 27/05/2015 - 08:02

Che "stranezze"! Inutile commentare..