La sfida di Berlusconi «Pronti a votare i tagli Ma chi crede a Renzi?»

Il Cavaliere replica al premier che ha promesso di abbassare le tasse: "Imposta sulla casa abrogata da noi subito dopo la vittoria del 2008"

«Sono e resto presidente di Forza Italia. Forza Italia continua a vivere e insieme a l'Altra Italia, dove non ci saranno professionisti della politica, e alla Lega possiamo tornare maggioranza e governare il Paese».

Sono tanti gli amministratori, i dirigenti e i militanti che si ritrovano ad Ameglia, in Liguria, per la giornata di dibattito e confronto organizzata da Alessandro Cattaneo, responsabile Formazione del partito, Giovanni Toti e Deborah Bergamini. Un appuntamento che verrà replicato a breve (probabilmente a Pietrasanta) nel corso del quale piomba la notizia della conversione di Matteo Renzi sulla via dell'abolizione delle tasse sulla casa. Una svolta «berlusconiana» che per Mara Carfagna rappresenta «una nuova puntata del Renzi show» e sulla quale si sofferma lo stesso Berlusconi, intervenendo telefonicamente all'evento ligure. Il giudizio è tranchant e improntato a un aperto scetticismo rispetto all'ennesima promessa acchiappa-consensi. Con tanto di guanto di sfida lanciato verso il premier.

«Ho sentito Renzi - che si regge su una maggioranza usurpata - fare una delle sue solite promesse, un taglio delle tasse da 45 miliardi in meno nei prossimi tre anni. C'è qualcuno che possa credere un minuto che lo faccia davvero?». Il presidente di Forza Italia non si nasconde: «Li voteremo, quei provvedimenti, se davvero li presenteranno. Siamo pronti a votarli, perché noi non siamo la sinistra del tanto peggio tanto meglio con cui abbiamo sempre avuto a che fare quando eravamo al governo». Nell'attesa che le parole si trasformino in fatti - «Renzi con una mano mette tasse, con l'altra le toglie» - Berlusconi ci tiene a rispolverare la memoria ai presenti: «Le tasse sulla casa le avevamo abrogate noi come quella di successione nel primo Consiglio dei ministri, a Napoli, dopo la grande vittoria del 2008».

A giovani e quadri del partito, l'ex premier ricorda il muro di ostilità con cui ha dovuto fare i conti, i suoi «75 processi politici», i «tre colpi di Stato», l'attuale «terzo governo non eletto da popolo». Ma soprattutto torna a battere sulla nuova «missione»: quella di far tornare alle urne i 23 milioni di astenuti, quegli italiani rassegnati, non incazzati, ma delusi dalla politica». É la diomstrazione che quel «progetto pazzo» di cui ha parlato negli ultimi giorni - che si chiami «l'Altra Italia» o la «Casa della speranza» poco importa - è davvero nella sua testa.

Per Berlusconi il rilancio deve passare attraverso l'autentico e primo programma di Forza Italia del 1994. «Per troppi anni abbiamo avuto contro tutto e tutti. Ma abbiamo garantito all'Italia di essere oggi un Paese democratico e libero: non dimentichiamoci che nel '94 abbiamo rischiato di finire nelle mani di un partito che si chiamava ancora comunista. Oggi dobbiamo rivolgerci a tutti coloro i quali non si sono recati alle urne. Non votare oggi è una colpa e per convincere questi 23 milioni di cittadini dobbiamo tornare a promuovere i cinque punti del programma del 1994. Meno tasse, meno stato, più sicurezza, più risorse per chi ha bisogno e più giustizia per tutti: sono temi ancora oggi attualissimi e voi che siete amministratori, veri e propri avamposti del nostro partito tra i cittadini, dovete essere protagonisti del nostro rilancio».

L'annuncio della volontà di lanciare una nuova creatura politica fa scattare inevitabili paure nel corpo del partito. Le fibrillazioni sono diffuse. Maurizio Gapsarri prova a sedarle. «Il progetto di Berlusconi non affossa Forza Italia, è un motore aggiuntivo, che può essere utilizzato per dare forza al centrodestra. Nessuna paura, ben vengano nuove energie».

Commenti
Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 19/07/2015 - 10:32

vedremo

abocca55

Dom, 19/07/2015 - 10:55

Faresti bene a votare prima SI alle riforme, insieme ai verdiniani. Hai perso la mia fiducia, e quella di tutta la gente che conosco e di parenti e amici. Noi vogliamo la riforma costituzionale. Punto.

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Dom, 19/07/2015 - 11:08

Ma gli si da ancora il beneficio del dubbio a questo sbruffone? Ne ha promesse così tante.......ancora vedremo????????? Agrippina, insomma.

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Dom, 19/07/2015 - 11:12

Scusa, forse il vedremo era per il voto favorevole agli 'eventualissimi' tagli. Se è così pardon....

Ritratto di ...N€UROlandia...

...N€UROlandia...

Dom, 19/07/2015 - 11:15

la sua è tutta INVIDIA, l'allievo Il Bomba VENDITORE DI PENTOLAME è ormai IMBATTIBILE

Ritratto di marino.birocco

Anonimo (non verificato)

elpaso21

Dom, 19/07/2015 - 11:23

Abbiamo bisogno che venga a rappresentare il centro-destra gente nuova e seria. Berlusconi rappresenta il vecchio. Pensionamento.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 19/07/2015 - 11:27

berlusconi dice bene! anche noi vorremmo questi tagli, ma bisogna vedere come e dove troverà quei soldi :-) la solita pu.tt.anata come quella degli 80 euri.... alla fine la sinistra adotta le idee che berlusconi aveva già previsto con anni di anticipo! la cosa piu patetica di questa vicenda è che i cre.tini come XGERICO, TOTONNO58, GORZI, ERSOLA, PONTALTI, LUIGITIPISCIO, ANDREA SEGAIOLO, LORENZOVANLOLOLOLOLOLOLOLLO IL PORTOGHESUCCIO, DREAMER_66, ecc continuano a prenderli in quel posto proprio dal loro partito preferito, senza neanche rendersi conto!!

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Dom, 19/07/2015 - 11:41

"...non dimentichiamoci che nel '94 abbiamo rischiato di finire nelle mani di un partito che si chiamava ancora comunista". Mentre adesso si vota per un partito comunista che si chiama PD.

Totonno58

Dom, 19/07/2015 - 11:42

Se sono gli stessi che credevano a lui, Renzi può stare tranquillo...almeno le sue chiiacchiere sono meglio articolate.."nel 2016 diminuiremo la tassa X, nel 2017 quella Y..", Berlusconi più tristemente, ogni anno diceva "l'anno prossimo diminuiremo", come nell'insegna che si espone nei negozi "domani faremo lo sconto"...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 19/07/2015 - 11:43

Caro Silvio... proprio tu parli? Tanta gente ha creduto alle tue balle, ora è il turno di quelle di Renzi.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Dom, 19/07/2015 - 11:48

Ridicolo che si lamenti dei tre governi consecutivi non eletti dal popolo, quando sappiamo bene che tutti e tre sono stati più o meno indirettamente sostenuti da farsaitalia.

Ritratto di Agrippina

Anonimo (non verificato)

Totonno58

Dom, 19/07/2015 - 12:52

mortimermouse...ti ringrazio che ti preoccupi tanto di me...non ti sei ancora accorto però che Berlusconi schiuma invidia per il fatto di essere stato surclassato da Renzi come venditore...fai finta di non ricordare che il tuo beniamino ogni inizio anno diceva "l'anno prossimo abbasseremo le tasse"?...ora c'è uno che dice "nel 2016 abbasseremo questo poi nel 2017 quest'altro..."...vuoi mettere?:)...sarà il mio quarto invio su questo tema...vediamo...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 19/07/2015 - 13:02

Ma se è proprio ad averci creduto. In cambio di qualche promessa sul proprio futuro giudiziario.

Ritratto di tifososenzaopinioni

Anonimo (non verificato)

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 19/07/2015 - 13:16

E' la mossa disperata di chi si sente perduto, i sondaggi lo condannano senza possibilità di appello, ormai la Destra Unita lo sopravanza di almeno 5 punti e Grillo lo incalza come secondo partito, il sorpasso è questione di giorni. E noi, se proprio le cose ci vanno male, andremo al ballottaggio (ma i numeri ci dicono che lo eviteremo, siamo già vicini al 40%). Non è quindi questione di credere o non credere, il buffone è letteralmente terrorizzato ma non pare aver ancora capito che non è più in grado di mantenere più niente. Deve fare una cosa sola: ANDARSENE!

Ruggero74

Dom, 19/07/2015 - 13:34

Considerando che il B. centra ancora il suo DNA sulla riduzione fiscale (che peraltro non ha mai fatto per davvero, se non in occasione proprio di elezioni...), mi aspetto che segua da vicino queste parole del Renzie e lo appoggi. Altrimenti c'è qualcosa che non gira.

Ora

Dom, 19/07/2015 - 13:36

Arrivano le ruspe moderate.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Dom, 19/07/2015 - 13:50

Sempre presente mortimer, a leggere il tuo elenco dei poverini impotenti e sfigati, mi hai strappato una sonora risata, alleviandomi la pena di leggere le solite terribili notizie.Ci si chiede se fare i commenti non sia pericoloso.Credo che tanti siano all'estero e hanno meno paura. grazie mille

unosolo

Dom, 19/07/2015 - 14:53

deve vacillare e invece con questo aiuto arriva al 2018 tranquillamente , non ci si può fidare di chi non rispetta le leggi . vedi annullamento della sentenza dei rimborsi ai pensionati e i 500 euro agli insegnanti tutti. campagna elettorale che si fa e Berlusconi si fa avanti per appoggiarlo ?.

santecaserio55

Dom, 19/07/2015 - 16:16

Se Renzi e Berlusconi dicono si , che taglieranno le tasse. Siamo sicuri che è un altra balla

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 19/07/2015 - 17:09

Ridicolo questo scontro! Già sappiamo che l'uno vale l'altro. Non per niente l'Italia è allo sbando totale grazie a questi due, senza più leggi e regole da rispettare. Chi inganna la prima volta è già pronto ad ingannare la seconda. Non si sfugge. Poiché la loro dignità l'han messa ormai sotto i piedi già la prima volta. E i fregati siamo sempre noi a dar loro ancora credito. Ricordiamoci che dopo il voto ritorneranno a fare i comodacci loro. Renzi non è stato eletto da nessuno. E passi che ci ha svenduti allo straniero d'Europa ed anche del terzo mondo facendo arrivare nel nostro paese clandestini. Ma Berlusconi, eletto da noi tante volte in questi ultimi vent'anni, quante volte ha svenduto il nostro voto ai sinistri alla Renzi a partire dal 2011 in qua? E forse anche prima del 2011? Si può ancora dar credito a lui ed alla sua Forza Italia? Direi proprio di no.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 19/07/2015 - 19:31

TOTONNO58 E ALDOLIBERO non dovete ringraziare me, ma il vostro partito PD e M5S che fanno mafia, e gente come voi due possono essere classificati solo come complici :-) e chi vota per la mafia, ride sguaiatamente, volgarmente e senza cognizione di causa! vaneggiamenti di poveri idioti che sognano una italia priva di berlusconi, poi, come è accaduto a cuba: 50 anni a lamentarsi della fame perchè hanno creduto nel socialismo cubano... :-) ringraziate berlusconi se oggi non c'è da patire la fame, anche se si stanno riducendo le spese a causa delle troppe tasse aumentate negli ultimi 4 anni!!