Sgarbi: "Il mio vitalizio andrà per il restauro di opere d'arte"

Vittorio Sgarbi ha deciso di investire 600mila euro, pari a 6mila euro di vitalizio percepite in dieci anni, nel restauro di opere d'arte del Rinascimento

"Da questo momento tutto quello che io ho incassato come vitalizio andrà per il restauro di opere d’arte del Rinascimento italiano". Ad annunciarlo su Facebook è il critico d'arte Vittorio Sgarbi che intende finanziare personalmente "le iniziative che portano il nome di Rinascimento", il suo nuovo movimento politico.

"Ho deciso, essendo fermamente convinto che il denaro non ci appartenga, e, nel mio caso serva solo per il bene della nazione e del patrimonio artistico che, - spiega Sgarbi - le iniziative che portano il nome di Rinascimento, abbiamo da qui in avanti un contributo corrispondente al mio vitalizio da quando ho iniziato a prenderlo".

L'ex parlamentare fa un rapido calcolo e, considerando che percepisce un vitalizio da 9mila euro lorde al mese da almeno 10 anni, mette sul piatto circa 600mila euro. "Qualcuno ha detto che questi soldi sono andati ai miei figli. Quel che è andato è andato ma torneranno indietro e andranno tutti per restauri del patrimonio artistico italiano abbandonato o terremotato", ha ribadito Sgarbi che ha concluso attaccando: "Quindi chi vuol fare polemiche metta lui i soldi e non rompa i co… a quelli che i soldi li hanno usati per il bene della nazione e la salvezza dell’Italia". Sgarbi ha annunciato che i restauri inizieranno subito con un capolavoro di Donatello, scoperto a Fabriano, "di cui è già in corso il processo di analisi per il restauro".

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 10/03/2017 - 16:44

Bravissimo Vittorio. Ti vogliamo tanto bene.

@ollel63

Ven, 10/03/2017 - 16:56

Lui li mette volontariamente; tutti gli altri devono essere costretti ope legis e, e d'ora in poi nessun parlamentare, nazionale o regionale che sia, potrà godere di vitalizio alcuno. E non potranno mai più restare in carica o rieletti per più di due legislature, giovani o vecchi che siano, né ci saranno senatori a vita. Se avevano le capacità per fare i rappresentanti del popolo ovviamente sapranno reinserire in altre attività, oneste, per campare.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 10/03/2017 - 17:01

caro sgarbi , hai troppe famiglie da mantenere per poter tenere fede a questa promessa .

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 10/03/2017 - 17:07

Forza ....sono curioso di vedere chi lo segue ! Se sono in tanti diventeremmo una Nazione lodevole!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 10/03/2017 - 17:37

Ringrazio Sgarbi per il bel gesto,ma noi vorremmo togliere i vitalizi per pagare meno e non essere in attesa di altri gesti che magari non verranno mai.

MEFEL68

Ven, 10/03/2017 - 18:00

Tutti i governi, sia di dx, sia di sx(con i secono in leggero vantaggio)hanno cercato di far quadrare i cercato i soldi all'interno dei palazzi del potere. Mai hanno legiferato per tagliare i privilegi, per limitare l'eleggibilità dei castati in modo che non possano radicare il loro potere. Ciò taglierebbe drasticamente i casi di corruzione e concussione. Questi governi (quelli di sinistra in leggero vantaggio) hanno perso il loro tempo in falsi problemi o per stabilire accordi e alleanze. Ci spostiamo a più a destra o più a sinistra? Questi sono i loro problemi.

demetrio_tirinnante

Ven, 10/03/2017 - 18:04

Posso scompisciarmi?

Siciliano1

Sab, 11/03/2017 - 06:34

Sempre Grande. Vai Vittorio.