"Siamo in marcia su Roma". Foto col saluto fascista, polemica su consigliere FdI

Pierpaolo Signore, consigliere comunale di Lecce, pubblica una foto con il saluto romano. Scoppia la polemica

Un paio di braccia tese a simulare il saluto fascista, un pullman diretto a Roma alla manifestazione indetta da Giorgia Meloni e il post di un consigliere comunale con la scritta "la marcia su Roma". Gli ingredienti per sollevare un polverone di polemiche c'erano tutti. E così è stato.

A finire sotto accusa, questa volta, è Pierpaolo Signore, consigliere comunale di Lecce e coordinatore di Fratelli d'Italia. Ieri sera ha pubblicato una foto sul suo profilo Facebook con la compagnia irrigidita nel saluto romano di mussoliniana memoria. Apriti cielo. Subito in Rete si scatena la polemica. La segretaria provinciale della Cgil salentina, Valentina Fragassi, si limita a commentare con un laconico «vergogna». Altri invece criticano la tempistica "infelice" nei giorni della memoria della shoah.

Raggiunto telefonicamente da ilGiornale.it, Signore bolla tutto come una "goliardata". "Eravamo sul bus, come in una gita. Si canta si balla, si scherza e qualcuno dietro di me ha alzato il braccio destro. Peraltro non è più nemmeno reato...". Poi ci tiene a precisare: "In quel bus non ci sono né fascisti né estremisti. Solo militanti cui sta a cuore l'interesse della nazione". E in fondo è questo che ci si aspetta dagli appartenenti ad un partito che chiede maggiore "sovranità". "Siamo contro ogni violenza - aggiunge Signore - noi lavoriamo per risollevare un popolo schiacciato da disoccupazione e poco lavoro. Chi non ha perso occasione per attaccarci non fa altro che sfruttare la situazione in ottica da rissa elettorale". E le polemiche sulla giornata della memoria? "Se ho offeso qualcuno me ne dispiace - conclude - ma ci tengo a ripeterlo: nessuno di noi è estremista o fascista".

Commenti

Atlantico

Sab, 28/01/2017 - 17:08

Poi, a chi gli dice che sono fascisti, gli si dà del comunista ...

vince50

Sab, 28/01/2017 - 17:21

Se viene tollerato anzi promosso il pugno chiuso ,io voglio essere libero di tenere la mano aperta.Inutile che si straparli di apologia,quando chi la promuove di porcate ne ha fatte durante e peggio ancora dopo il conflitto.Viva il duce

Ritratto di makko55

makko55

Sab, 28/01/2017 - 17:40

Solo il pugno alzato e il passamontagna è apprezzato , che tristezza........

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

pilandi

Sab, 28/01/2017 - 23:53

Nella mano aperta dovresti farci i tuoi bisogni e poi prenderti a schiaffi. Altro che viva il duce, deficiente.

blackindustry

Dom, 29/01/2017 - 04:29

Il coordinatore Signore, che si affretta a rassicurare che "non ci sono fascisti" sul bus... che pena che fa. Vada a candidarsi a sinistra, hanno sempre bisogno di gente cosi' meschina.

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 29/01/2017 - 09:44

Puerili!! vi legate ancora a queste gestualità. E allora cosa bisogna dire dei kompagni che si definiscono non più komunisti ma continuano a stringere il pugno? I komunisti, che io metterei al bando come i facisti, sono migliori?

DIAPASON

Dom, 29/01/2017 - 09:51

Fosse vero, gli italiani avessero la dignità di un altra marcia su Roma

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 29/01/2017 - 10:49

"QUANDO IL SAGGIO INDICA LA LUNA, LO STOLTO GUARDA IL DITO":..e' una battuta, ne'..

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 29/01/2017 - 11:12

Queste sì che sono autentiche tragedie! Altro che ISIS!