Dopo la Sicilia, anche l'Oman. Le lamentele in Esposizione

Stand allagati e "padiglioni fuori mano". Protestano anche Russia e Turkmenistan

Il padiglione dell'Oman all'Expo

«Vogliamo parlare con il commissario unico di Expo Giuseppe Sala».

La richiesta arriva niente po' po' di meno che dal sultano dell'Oman, dalla zar di Russia, dal capo di Stato indonesiano e dal presidente-dittatore del Turkmenistan. Gente con cui non si scherza mica. Loro, che ad Expo si trovano ad essere ai confini del mondo, a un chilometro e mezzo dall'ingresso principale, si sentono presi in giro dagli organizzatori dell'esposizione. Mesi fa, quando è stato il momento di assegnare gli spazi ai padiglioni dei paesi, si sono sentiti dire che dall'ingresso Est sarebbe transitata una percentuale molto alta di turisti: «Nel 2012 ci avevano parlato del 60 per cento dei visitatori». Poi le cose sono cambiate e né zar né sultani sono stati aggiornati. A qualche settimana dall'avvio di Expo è stato comunicato che dall'ingresso Est sarebbe passato il 20-25 per cento dei turisti. Decisamente meno. E a guardare i numeri di questa prima settimana, nemmeno quell'aspettativa è stata rispettata. Laggiù è il deserto, soprattutto la mattina. E anche i ristoranti non stanno andando bene.

«Ci sentiamo presi in giro - protestano gli stati, uniti in una strana alleanza trasversale - ed ora vorremmo chiarimenti». Dal canto loro hanno già in tasca la soluzione e vorrebbero chiedere all'azienda di trasporti Atm di mettere a disposizione dei turisti una navetta low cost per l'ingresso Roserio che possa accedere al pari dei taxi e dei bus autorizzati. E poi pretendono che le scolaresche entrino da li. «Così - suggeriscono - decongestioniamo l'ingresso di Merlata». Gli Stati si aspettano almeno 3 milioni di visitatori entro la fine di ottobre ma, al momento, sono lontanissimi dall'obbiettivo e dalla media prevista per la prima settimana di Expo. Tuttavia hanno dei costi sulle spalle e devono rientrare nei budget. Per questo hanno deciso di non aspettare ma di mettere sul tavolo proposte e soluzioni.

Ma i guai non riguardano solo l'altro lato del mondo. Si consumano anche a casa nostra. La Sicilia ha minacciato di abbandonare l'esposizione e tornarsene a casa dopo il flop del cluster dedicato al Bio Mediterraneo, di cui è capofila. Ora sembra aver ritrattato ma i problemi del padiglione, sporco e mezzo allagato, vanno risolti. L'area è anche poco visibile e la gente che percorre il lungo corridoio di Expo non si ferma. Dopo la «piazzata», la Sicilia si calma ma chiede di essere messa nelle condizioni di promuovere le proprie attività. In modo dignitoso.

Commenti

MEFEL68

Ven, 08/05/2015 - 09:00

Sono queste le cose che ci fanno perdere la faccia nei confronti del resto del mondo. Altro che alcune cene eleganti. Quando i sinistrati elettori capiranno questo, sarà un bel giorno per l'Italia.

Marlo

Ven, 08/05/2015 - 09:04

Ohibò, i primi nodi vengono al pettine. Intenteranno cause milionarie? Un consiglio al pavido Sala: scappi prima che sia troppo tardi. P.S.: a mio avviso l'Expo sarà un mezzo flop.

carlopriori

Ven, 08/05/2015 - 09:04

EXPO: il megafallimento dei mafiosi e tangentari comunisti. E pensare che il pinocchio toscano ci si è sbrodolato di complimenti.

linoalo1

Ven, 08/05/2015 - 09:58

Malgrado tutte le Ostruzioni,Expò,in barba atutti gli osteggiatori,è partita in orario!E' ovvio che,durante il percorso,nascano o si evidenziano alcuni problemi,più o meno importanti!Se si è amanti della Patria Italia,basterebbe non enfatizzarli,come se fossero lo specchio dell'Italia!Lo Specchio dell'Italia,purtroppo,sono queste Denunce da Cospiratori Gossipari,degne solo dei Saloni delle Parrucchiere!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 08/05/2015 - 10:21

Era facile prevederlo, addirittura scontato, ma non per questo fa meno male: l'Expo è un flop, tutto il mondo ci ride dietro e ci disprezza, Renzi dovrebbe riconoscere le sue colpe. La grande Moratti lottò per avere l'expo a Milano, pensando - giustamente - che sarebbe stato gestito da persone capaci e competenti. Poi i milanesi impazzirono, i brogli raggiunsero livelli mai visti e vinse il duo Limonta (centri sociali) - Pisapia (il peggior sindaco di Milano di tutti i tempi) e l'expo venne travolto da corruzione, incompetenza, coop rosse. I centri sociali ed i black bloc impazzarono e, il giorno dell'inaugurazione, ridussero il centro di Milano ad un cumulo di macerie fumanti. "Milano città insicura, non andate all'expo", "padiglioni che crollano, sevizi inesistenti": questo i media esteri.

giovauriem

Ven, 08/05/2015 - 10:34

all'ora non mi sono sbagliavo ieri quando ho postato che la sicilia non era il problema ma lo era milano , mentre tutti i presunti padani (presunti per che tutti figli e nipoti di immigrati dal sud)che figure di mxxxa hanno fatto i polentoni padani , e ne seguiranno molte altre .

Ritratto di Lupry

Lupry

Ven, 08/05/2015 - 11:01

P.s. sicuramente nel 2020 lo faranno a napoli....

Ritratto di Lupry

Lupry

Ven, 08/05/2015 - 11:07

sempre @giovauriem- perchè non facciamo allora uno stato federale dove le regioni si autogestiscono le proprie tasse? Sarebbe la volta buona che il mitico sud potrebbe dimostrare quato vale. Ah ah Ah...

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Ven, 08/05/2015 - 11:12

Questi che si lamentano, non hanno visto il luogo prima di aderire? Come se comprassi un appartamento esposto a nord e protestassi perché non vedo mai il sole.

buri

Ven, 08/05/2015 - 11:22

ti pareva! bello! fantastico etc. ma dopo meno di dieci giorni incomminciano le lamentele degli espositori, se è questa l'impressione di efficienza che vogliamo dare al mondo, è una bella riuscita, altro che "l'Italia riparte cpmr ètpclama l'imbonitore fiorentino

Ritratto di Lupry

Lupry

Ven, 08/05/2015 - 11:23

P.S. Io sono Padano al 100% e così tutta la mia famiglia....grazie a Dio!

Ritratto di mark911

mark911

Ven, 08/05/2015 - 11:25

giovauriem...prima di scrivere tante fesserie si faccia un giro a Milano e all'Expo e poi giudichi ! In qualsiasi fiera del mondo (io ne faccio tante) c'è sempre chi si lamentane perché ritiene di essere stato svantaggiato dalla posizione rispetto ad altri ..fa parte del gioco e ripeto succede ovunque anche in quei paesi che vengono definiti "perfetti". Poi se ritiene che la Sicilia sia il top libero di farlo ...peccato che l'altro giorno ero in ospedale x un esame e davanti a me c'erano dei siciliani venuti apposta perché in Sicilia era cosa impossibile ...non aggiungo altro

paco51

Ven, 08/05/2015 - 11:55

ma su se abbiamo boinificato addirittura le paludi pontine! Ah no! scusate chi c'era allora?

Pelican 49

Ven, 08/05/2015 - 12:33

La solita organizzazione dei comunisti .....pensano sempre alla Festa dell'Unità, peraltro già fallta!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 08/05/2015 - 12:58

Nessuno nega ai magistrati di espropriare i mafiosi, ma fatelo dopo che hanno finito di lavorare... Il fermo di un mese imposto dai magistrati sembra un modo come un altro per estorcere una tangente. Infatti i magistrati in torta, come quelli del Mose di Venezia, sono i più pericolosi.

cgf

Ven, 08/05/2015 - 13:34

è passata solo una settimana... pensa se decidessero di chiudere i padiglioni e ritirarsi, certo colpa della Moratti che non aveva previsto.

Giovanmario

Ven, 08/05/2015 - 16:35

la solita italietta del sempreprovvisorio, del tuttoprecario, dell'incerto, dell'inciucio, del volemosebene, del pendemanontroppo, del doppiopesismo, del doppiolavoro, dell'abusivismo e dell'evasionismo (neologismo) macolcondono, del doppiogiochismo, del riconoscimento dello stato palestinesemanontroppo, del vogliamoituristi malitassiamo, del vogliamoillavoro ma lasciamo che gli imprenditori si suicidino, del facciamounprogetto ma conlarevisionedelprezzo.. ma chi ci crede più a noi??

MEFEL68

Ven, 08/05/2015 - 18:14

@@@ linoalo1 - Se si è amanti della Patria, le cose si fanno per bene e in tempo utile. L'EXPO non è stata una cosa imprevista come un terremoto. Si sapeva già da molto tempo. In un altra Nazione dove amano la Patria, non ci sarebbero stati intoppi burocratici e mazzette. D'accordo?

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 09/05/2015 - 11:48

Cosa c'entrano le mazzette? L'Oman mugugna per essere ad un chilometro e mezzo dall'ingresso principale, mica per le mazzette. Ben un chilometro e mezzo! In un'area fieristica dove si bighellona qua e là per un giorno almeno. Mettano a disposizione i cammelli che allevano nel deserto, sai che valore aggiunto. Sekhmet.