Un sindaco di destra su dieci ma a Roma è solo colpa sua

Se Alemanno è l'unico a finire nel mirino

Il sindaco uscente Gianni Alemanno

La cronaca delle ultime settimane ci ha raccontato molti particolari della famigerata Mafia Capitale, ma non tutti. Alcuni sono stati omessi per malizia o distrazione dalle penne più graziose della stampa italiana, sempre pronte a intingersi nel veleno, allorché si tratti di descrivere le malefatte della destra, e stranamente prudenti se vi è il rischio di offendere la sinistra. Mai mettersi contro chi da anni detiene la cosiddetta egemonia culturale.

Nell'oscura vicenda di Roma, della quale ogni giorno si scopre qualche clamorosa schifezza (ieri si è saputo che i ladroni lucravano anche sugli sbarchi dei clandestini), spicca il nome di Gianni Alemanno, ex An poi passato col Pdl, cui praticamente sono state addossate le più grandi e peggiori responsabilità. Può darsi che sia vero e non escludiamo che, al termine dell'inchiesta, costui venga prescelto per ricoprire il ruolo del capro espiatorio. Ne ha le caratteristiche.

Tuttavia il sistema truffaldino, così come ora viene presentato, era talmente consolidato ed efficiente da far pensare con certezza che funzionasse da parecchi anni. E ciò impone una domanda: come mai nessuna delle varie amministrazioni succedutesi in Campidoglio si era mai accorta di affidare milioni e milioni a gente disonesta, la quale intascava denaro senza fornire i servizi per cui lo percepiva?

Finché non sarà data una risposta a questo interrogativo non avremo pace. Per un motivo. Non ci stupisce che i politici siano disattenti alla questione morale, per quanto affermino di essere candidi quali gigli; però ci pare impossibile che tanti gestori del Comune di Roma fossero stupidi al punto da non badare che convivevano sotto lo stesso tetto con farabutti patentati.

Il lettore converrà: è un mistero poco gaudioso. C'è poi un dettaglio su cui finora si è sorvolato. Dal 1976 ai nostri dì, sono stati ben dieci i primi cittadini dell'Urbe Eterna. Tra costoro, solamente uno, dicesi uno, di destra, ossia Alemanno. E gli altri? Elenchiamoli tutti, precisando il colore di ciascuno: 1) Argan, sinistra; 2) Petroselli, sinistra; 3) Vetere, sinistra; 4) Signorello, democristiano; 5) Giubilo, democristiano; 6) Carraro, socialista; 7) Rutelli, sinistra; 8) Veltroni, sinistra; 9) Alemanno, destra (conviene ribadire); 10) Marino, sinistra.

Noi evitiamo con cura di adombrare sospetti su persone sino a questo momento senza macchia. Però, davanti ai fatti sconvolgenti della Capitale, che procedevano da tempo e non all'insaputa di tutti, viene spontaneo chiedersi: nove santi e un malandrino solo, per puro caso di destra? Diciamo che tra i nove citati sindaci probi, almeno un paio di ciechi, ai quali i malviventi la facevano sotto gli occhi, dovevano pur esserci, altrimenti il bubbone sarebbe scoppiato prima.

Questo aspetto è meritevole di approfondimento, supponiamo. E non comprendiamo perché, invece, sia stato trascurato. D'accordo, la supremazia culturale ha il suo peso; ma ce l'ha anche il bottino. Non potendo confidare nella libera stampa per le note ragioni, ci tocca sperare nell'obbligatorietà dell'azione penale.

 

Commenti

angelomaria

Sab, 27/12/2014 - 16:35

NONPOTEVA ESSERE DIVERSAMENTE ROBA DA COOP

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 27/12/2014 - 17:07

Bentornato tra noi caro Angelomaria. Auguri!!! Dal Leghista Monzese

cast49

Sab, 27/12/2014 - 18:17

egemonia culturale dei komunisti? ma fatemi il piacere.....

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 27/12/2014 - 19:11

Caro Vittorio sai qual'è la COLPA di Alemanno?? Quella di NON AVER AZZERATO tutto lo STATUS QUO, che ha trovato al suo insediamento!!! COLPA GRAVE perchè ha ereditato decine di anni di SERVILISMO che i CATTOCOMUNISTI avevano organizato. Buon anno???? Dal Leghista Monzese

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 27/12/2014 - 20:33

Ma non c'è da restare meravigliati se i ladri sono tutti di destra o del centrodestra, I COMPAGNI COMUNISTI SONO ANNI CHE RUBANO MA NON SARANNO MAI INCOLPATI DAI MAGISTRATI ROSSI. LORO HANNO SEMPRE UN ALIBI .CAMBIANO NOME AL PARTITO E DIVENTANO VERGINI.PCI,PDS,DS,ULIVO,PD, SEMPRE VERGINELLI.