Sindaco di Livorno Nogarin indagato anche per turbativa d'asta

Il grillino è sotto indagine anche per questioni legate a un'altra partecipata comunale

Un nuovo problema giudiziario si abbatte sulla municipalità a Cinque stelle di Livorno, con il sindaco Filippo Nogarin ora sotto indagine anche per turbativa d'asta. Lo scrive lui stesso sul suo profilo Facebook, come già aveva fatto dopo un'altro avviso della procura, quello relativo alla bancarotta della partecipata dei rifiuti Aamps.

È un'altra partecipata ad essere al centro del nuovo fascicolo per turbativa d'asta. Si tratta, a quanto scrive "della gara indetta a inizio anno dal cda di Spil, società partecipata al 61,4% dal Comune di Livorno, per l’individuazione di un advisor legale, che seguisse le procedure per la richiesta di concordato preventivo".

Non una nuova inchiesta, specifica il sindaco Nogarin, ma piuttosto "una richiesta di proroga di sei mesi per le indagini su quanto avvenuto il 27 febbraio del 2017. Indagini di cui non ero a conoscenza ma che, da quanto si legge su questo documento, sono state prorogate fino al 28 marzo del 2018".

a

Commenti

Alessandro84

Ven, 27/10/2017 - 20:31

Si vabbè, a una settimana dalle elezioni arriva un'avviso di proroga delle indagini. Non mi esprimo che è meglio...

Ritratto di gianpaolo.barsi

gianpaolo.barsi

Sab, 28/10/2017 - 00:46

C'è chi viene indagato, e c'è chi viene carcerato. E' un po' diverso.

Celcap

Sab, 28/10/2017 - 01:29

Ancora?? Ma non dovevano dimettersi subito?? Appena fossero anche solo stati sospettati perché come diceva il comico da villaggio turistico se unové anche solo sospettato qualcosa ha fatto per cui di deve rimettere per onestà, Chissà di quale onestà stava parlando. Forse dei magazzini all’Onestá che c’erano anni fa e che non ci sono più. Speriamo che i 5s facciano la stessa fine.

nomen-omen

Sab, 28/10/2017 - 06:18

Dopo decenni di ruberie rosse, Nogarin a Livorno sta facendo grandi cose. Con onestà e competenza sta ricostruendo sulle macerie che ha trovato. Ovviamente questo gli italiani non lo devono sapere e allora vai con l'ennesima tempesta mediatica nel bicchiere.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 28/10/2017 - 08:47

Il povero Nogarin è vittima della rappresaglia operata dal soccorso rosso ad orologeria (in vista delle elezioni siciliane e poi nazionali). Per decenni l'impero comunista livornese ha compiuto impunito ed inattaccato tutti i possibili scempi: favori agli amici, soppressione dei non amici, abusi di tutti i generi, turbative (es Esselunga), manipolazioni di ogni genere, illeciti, atti razzisti allo stadio, ecc.; tutte cose ben note al popolo livornese (in gran parte complice) ... meno che ai magistrati di merende. Il timore che se perdono le elezioni le loro coperture potrebbero cadere, li trasformerà da parassiti consociati a iene senza pietà armati di "magistratura": mors tua vita mea.