"La sinistra prova idiosincrasia verso le forze dell'ordine"

Ignazio La Russa attacca il governo Renzi. Su Alfano: "La sua sola colpa è essere ministro in un governo di sinistra"

"Ho detto subito che il killer era entrato con un tesserino falso. C'è stato un errore di sottovalutazione dettato dalla volontà di avvocati e magistrati di avere un ingresso senza controlli". Ignazio La Russa, avvocato e deputato di Fratelli d'Italia, intervistato dal giornale.it, fa il punto sulla tema della sicurezza in Italia anche alla luce del tragico evento che ha colpito Milano che "non è una città sicura, ma questo l'avrei detto anche se ieri non fosse successo nulla".

Quindi la responsabilità è del sindaco Pisapia o del ministro Alfano?
Il sindaco ha smantellato i pattugliamenti misti ma con la vicenda del tribunale ma non ha alcuna responsabilità, mentre l'unica colpa di Alfano è di fare il ministro in un governo di sinistra. Lui vorrebbe fare di più ma è il governo Renzi che fa le scelte in materia di sicurezza e la sinistra ha sempre avuto un’idiosincrasia verso le forze dell’ordine.

Perché parla di idiosincrasia?
Pensi al tema della tortura. Su richiesta della Corte Europea abbiamo votato ieri una legge sulla tortura anche se le singole fattispecie di reato erano già presenti nel nostro ordinamento. Questa legge, giustissima in linea di principio, è però punitiva verso le forze dell’ordine se basta una semplice minaccia per farsi 12 anni di carcere. Se per esempio un poliziotto dà due sberle a uno stupratore rischia una pena superiore a quella di commette violenza. Il numero sulla pettorina, poi, si presta a demotivare il poliziotto che, intimorito dalle ripercussioni che potrebbe subire, si trova disorientato in situazioni di pericolo. Chi ha commesso degli errori è sempre stato individuato dai suoi superiori e, se colpevole, condannato. È sbagliato considerare più pericoloso il poliziotto del manifestante che lancia bombe molotov.

Cosa bisognerebbe fare per aiutare le forze dell'ordine? Impedire i tagli?
Anche noi abbiamo fatto tagli e per questo litigai con Tremonti e riuscì, almeno in parte, a contenerli. Ciò non giustifica che a quei tagli se ne debbano aggiungere sempre altri, specie in questo momento con il pericolo imminente dell’Isis e un’immigrazione così violenta. Si dovrebbe, invece, invertire la tendenza e investire di più. Va dato merito alla Pinotti ha sostenuto che va potenziata l’operazione “strade sicure” che decisi io con pattugliamenti misti tra polizia, carabinieri e forze armate.

E cosa ne pensa della polemica sui rom che ha coinvolto Salvini?
Radere al suolo è un’iperbole di Salvini che non userei e non condivido ma non condivido nemmeno che Facebook lo abbia bloccato per l’uso del termine “zingaro”. Consiglierei a Facebook di controllare anche le canzoni come “il cuore è uno zingaro” o “dammi questa mano zingara” per aggiornare il suo linguaggio politicamente corretto. Il problema vero è che si spendono più soldi per i rom che per le persone non nomadi. A dire il vero è sbagliato anche chiamarli nomadi dato che sono stanziali che non si levano nemmeno con le legnate… Ma non scrivere legnate che poi la rete mi censura…

Commenti

freud1970

Ven, 10/04/2015 - 20:27

A ignazioooo,, ancora siete convinti che destra e meglio di sinistra e viceversa? lA GENTE sta morendo di fame, ed A QUESTA GENTE NON GLIENE FREGA UN CAXXO DEI VOSTRI DISCORSI STERILI, datevi una mossa , perche' se scoppia quello che penso saranno augelli senza zucchero per tutti voi di destra e di sinistra,,

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Ven, 10/04/2015 - 21:25

in quale circo lavora?

VittorioMar

Ven, 10/04/2015 - 23:24

Le colpe sono di tutti quelli che sedevano in parlamento dagli anni '80,ora è difficile porre riparo.Si portebbe e si dovrebbe parlare con i burattinai che manovrano,questi ragazzi che li plagiano,istigano e fomentano che bisogna intervenire, fermarli e se hanno delle richieste da fare,saperli ascoltare.Mon è più il momento della protesta ma delle proposte serie.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 10/04/2015 - 23:51

Cioè La Russa ci sta dcendo che il "povero" alfano è un irresponsabile, una testa di legno, un burattino nelle mani del governo, che non può muovere un dito perché chi comanda non glielo consente. Ma cosa dobbiamo trarre da questo discorso? Che il ministro dell'interno è un povero idiota, una marionetta irresponsabile? Quindi siamo governati da degli irresponsabili, che ricoprono (in teoria almeno) gli incarichi più importanti e delicati del governo. Ma chi impedisce ad alfano di far cadere il governo togliendo l'appoggio? Solo la loctite di cui si è spalmato prima di sedersi sulla poltrona ministeriale.

Mobius

Sab, 11/04/2015 - 00:08

Il sistema ex comunista (mica tanto ex...) non perdona all'Italia di non essere ufficialmente schierata a sinistra; la sinistra ha sì grande potere, ma è costretta ad esercitarlo a pezzi e bocconi e con meschini mezzucci, tipo il defenestramento di Berlusconi. Pur essendo dispostissimi a governare anche senza il consenso popolare, i sinistri non foss'altro che per vanagloria agognano di conquistarlo, e in cuor loro stramaledicono chi non glie lo concede, cioè la gran parte dei cittadini. I quali perciò è giusto che la paghino cara; ecco perchè la politica e la giustizia di sinistra se ne infischiano di tutelare la gente "perbene" (questa parola va pronunciata arricciando con delicatezza il naso), e privilegiano invece i brutti, sporchi e cattivi come rom, black bloc, centri sociali, pedofili, ladri e puttane. Naturalmente non si può parlare di rivalsa e tanto meno di rappresaglia; bisogna chiamarla, invece, "giustizia sociale".

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 11/04/2015 - 00:19

Non si tratta di idiosincrasia ma di pura VIGLIACCHERIA RAZZISTA contro la polizia. Sono riusciti a portare avanti l'abominevole menzogna della tortura papagallando quella che veniva realmente praticata nei paesi dell'America Latina. È dagli anni '60 del secolo scorso che mistificano l'operato della polizia. SOLO LA VERGOGNOSA CONNIVENZA DI MAGISTRATI IRRESPONSABILI E POLITICI SENZA SCRUPOLI HA PERMESSO LA COSTRUZIONE DI QUESTO INACCETTABILE ATTEGGIAMENTO CONTRO LE FORZE DELL'ORDINE. COMUNISTI FATE SCHIFO.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 11/04/2015 - 07:03

A Genova c'erano Fini, Scajola e De Gennaro insieme a vari prefetti, ora dicono che non c'entrano e danno la colpa agli agenti !!! Ignazio vuoi raggranellare qualche voto tra i poliziotti ??? Sei patetico !!!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Sab, 11/04/2015 - 08:07

Per fortuna c'è un Berlusconi a destra che li ha sempre difesi !

maurizio50

Sab, 11/04/2015 - 08:35

Concordo con quel che dice La Russa in una cosa soltanto: l'avversione della Sinistra verso le forze dell'ordine. Sono cinquant'anni che in Italia PCI, CGIL, partitucoli di tutti i tipi della sinistra, organizzazioni tipo ACLI, No-Global, Antagonisti e similari manifestano, predicano, svolgono azioni di guerriglia contro leForze dell'Ordine: Ora volete che tutta questa massa di antiStato, adesso che stanno al governo, possano cancellare i loro cinquant'anni versati nella pratica dell'illegalità?? I sostenitori di Pisapia, i Centri Sociali, i simpatizzanti 5 Stelle di provenienza dell'estrema sinistra sono nati e cresciuti contro lo Stato ed i cittadini: non cambieranno MAI!

NickByte

Lun, 20/07/2015 - 09:59

La Russa .... non sia cosi superficiale. Alla Sinistra importa della Polizia eccome se importa. Quando li devono scortare ovviamente. Allora la Polizia serve e va rispettata. Verra' il giorno in cui finalmente le FF.OO. faranno sciopero e li lasceranno a piedi ??? .. FF.OO. svegliatevi!!