Siria, gli Usa accusano la Russia. E salta l'incontro Putin-Tillerson

Il segretario di Stato americano: Mosca non ha impedito l'uso del gas. La risposta del Cremlino: vertice annullato

New York - Rex Tillerson accusa Mosca di non aver impedito l'uso di armi chimiche da parte di Bashar al Assad, e al contempo assicura che chi commette atrocità contro i civili non resterà impunito. Le affermazioni del segretario di stato Usa arrivano mentre si trova in Italia per partecipare al G7 dei ministri degli esteri a Lucca, e a meno di 48 ore dalla sua visita in Russia, dove vedrà il collega Serghiei Lavrov, ma non il presidente Vladimir Putin. L'accusa rivolta a Mosca è di non essere stata capace di impedire al regime di Damasco di usare il suo arsenale chimico in occasione dell'attacco a Khan Sheikhoun, vicino a Idlib.

Tillerson ha scelto la linea dura: secondo alcune fonti citate da Fox News ha intenzione di chiedere alla Russia di ritirare l'appoggio al presidente siriano, ma potrebbe anche accusare esplicitamente Mosca di essere stata complice di Assad nell'attacco chimico. L'America, infatti, sta verificando anche l'ipotesi che il Cremlino possa aver avuto un ruolo o possa aver partecipato all'attacco, anche se al momento non ci sono prove. Inoltre, il numero uno della diplomazia Usa accusa la Russia di aver «fallito» nel suo impegno del 2013 di sottrarre l'arsenale al rais siriano, definendola per questo «incompetente». E ora bisognerà capire se ci sono i presupposti per un riavvicinamento dopo lo strappo consumato tra Mosca e Washington in seguito al raid Usa con i 59 missili alla base aerea di Damasco.

Tillerson si è fatto portavoce del nuovo corso della dottrina del presidente Donald Trump in politica estera, con un rinnovato interventismo non solo in Siria, ma anche sul fronte della minaccia nucleare della Nord Corea. Però nelle questioni interne al Paese mediorientale il titolare di Foggy Bottom ha ribadito che priorità degli Usa non è cambiata, e rimane la lotta all'Isis, assicurando al contempo che chi commette atrocità contro i civili non resterà impunito. «Noi vogliamo essere coloro che sanno rispondere a quanti compiono crimini ai danni di innocenti in qualunque parte del mondo», ha detto davanti al sacrario che ricorda i 560 caduti dell'eccidio nazi-fascista di Sant'Anna di Stazzema. «E questo luogo - ha aggiunto con a fianco il ministro degli Esteri Angelino Alfano e l'Alto Rappresentante per gli affari esteri dell'Ue, Federica Mogherini - sarà di ispirazione per la nostra azione». Diverso il tono usato dall'ambasciatrice all'Onu, Nikki Haley, che in una intervista alla Cnn ha tuonato: «Non c'è alcuna opzione per avere una soluzione politica con Assad alla guida». Haley ha poi sottolineato che l'estromissione di Assad non è l'unica priorità: «Ci sono molte priorità, stiamo cercando di sconfiggere l'Isis, ma non vediamo una Siria pacifica con Assad lì. Si deve eliminare l'influenza iraniana e si deve cercare una soluzione politica».

Nel frattempo alcune fonti hanno parlato - come già sostenuto dall'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) - di nuovi bombardamenti delle forze di Assad in zone in mano ai ribelli a Damasco, Daraa, Hama, Idlib e Aleppo, condotti anche con armi considerate illegali dal diritto internazionale, come bombe a grappolo e bombe al napalm. Accuse che sinora non hanno trovato alcun riscontro indipendente. Mentre sul fronte nordcoreano si stringe il cerchio attorno alla penisola con l'avvicinarsi del 15 aprile, 105esimo compleanno del padre fondatore di Pyongyang, in occasione della quale il leader Kim Jong-un potrebbe ordinare nuovi test. Nella regione stanno arrivando unità navali Usa con sistema di difesa missilistica Aegis, pronte a intervenire al fianco di Corea del sud e Giappone.

Commenti

Tobi

Mar, 11/04/2017 - 08:45

La potenza militare più potente (forse) al mondo, gli USA, sta distruggendo ad una ad una le nazioni del medioriente per fare un favore ad Israele ed all'Arabia saudita. Con menzogne varie stanno proseguendo questo piano criminale contro l'umanità. La maggior parte dei mass media sono corrotti a favore di questi criminali. Chi fermerà questi criminali?

Marzio00

Mar, 11/04/2017 - 08:47

Già che si incontrano spero che venga chiarito chi abbia abbattuto il Boeing malese sopra i cieli Ucraini che ha provocato la morte di 298 persone? Non è che qualcuno aveva intenzione di tirare giù l'aereo di Putin che intersecava la rotta dell'aereo malese? Sentite un po' cosa ha detto Ihor Kolomoyskyi su questo attentato!

reporter88

Mar, 11/04/2017 - 08:49

ahi ahi ahi ... per il putin si mette male ... pensava di avere un docile cagnolino alla casa bianca, invece mi sa che si metterà male per il furbacchione di mosca ...

Piut

Mar, 11/04/2017 - 08:52

Mi aspettavo che con Trump la litania cambiasse e invece devo amaramente ricredermi...prova ulteriore, se mai ce ne fosse stato bisogno, che negli Stati Uniti non è il Presidente a comandare ma un'oligarchia di criminali che mette fette di salame sugli occhi degli stolti (principalmente di sinistra, ovviamente) che si preoccupano delle inezie costruite ad hoc per distrarli, come ad esempio il fantomatico muro col Messico...ora che Trump va contro Putin vedremo schiere di stolti ricredersi e appoggiarlo!

cgf

Mar, 11/04/2017 - 09:05

Sembra di assistere al bue che da del kornuto all'asino. Dove era il gas? da che parte? presso i "ribelli", quelli buoni, gli amici degli USA, così cosa c'entrano i russi, semmai gli americani, no? Accusare per non essere accusati non sempre paga, e poi parlano di non mettere in giro fake news. In un tempo in cui le notizie viaggiano veloci e non possono essere tutte censurate, vogliono 'condannare' tutto quanto non è consono alla loro versione.

DemyM

Mar, 11/04/2017 - 09:12

Senza prove, senza riscontri oggettivi e zac!! Gli americani condannano senza processo, salvo rifiutare controlli per verificare la vera situazione ma, come sempre, si rifiutano di giustificare le loro vittime innocenti causati dai loro numerosi "effetti collaterali".

Ivstitia

Mar, 11/04/2017 - 09:15

Gli statunitensi, è dagli albori della loro esistenza che commettono crimini contro i civili, quindi, per logica dovrebbero autopunirisi, visto che loro si reputano superiori rispetto alla rimanenza della popolazione mondiale e non accettano che il tribunale internazione dell'Aia giudichi i loro misfatti militari.

Michele Calò

Mar, 11/04/2017 - 09:35

I cowboys non hanno più a che fare con popoli male in arnese ma con Russia e Cina ormai in possesso di alta tecnologia militare ed uno spirito nazionalista millenario. Stiano molto attenti.

Ritratto di adl

adl

Mar, 11/04/2017 - 10:16

LA GUERRA MONDIALE IN EUROPA per il beneficio dell'Ucraina e dei paesi UE che odiano la Russia è sempre più vicina. Gli Ueiani hanno trovato il loro nuovo idolo nel BOMBER TRUMP. Le fatture della Nato sono pronte 15 mld di € per l'Italia e 35 per la Germania. E la costituzione più bella del mondo che ripudia le guerre vale meno di una tragica freddura che non fa neanche ridere.

pioneer

Mar, 11/04/2017 - 10:39

Rex Tillerson, sei un mito!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 11/04/2017 - 10:59

Se la Russia continua a cercare impossibili intese con gli USA si rende solo ridicola. Il mondo libero sa che ISIS è una creatura di USA e Israele. E quindi non lo combattono.

Sabino GALLO

Mar, 11/04/2017 - 11:01

Ormai siamo alla situazione "ognuno contro tutti"! La Russia potrebbe almeno tener conto che gli USA sono stati "risparmiosi"! Hanno dato un buon segnale della loro volontà di dialogo. Avrebbero potuto completare l'ultima decina di missili ed invece si sono fermati a 59 !! Un significato lo avrà questo numero! Non sono dei pensionati che risparmiano l'ultimo cucchiaino di caffè per arrivare alla fine del mese! TUTTI esprimono la volontà di difendere gli "innocenti", ma si preparano alla distruzione globale. Nella improbabile incertezza della "certezza", l'unica scappatoia, almeno per "gli innocenti più vicini alla fine", è quella di anticipare il proprio funerale , ancora con i fiori! E chiedere a "Chi può" una raccomandazione per una eternità senza sensazioni forti!

cir

Mar, 11/04/2017 - 11:57

Sarebbe ora che qualcuno desse una lezione agli yankees in modo lasciare gli eventuali superstiti in ginocchio per almeno tre secoli, torneranno gli indiani ed i bisonti , aria pulita.

DemyM

Mar, 11/04/2017 - 12:25

X pioneer - il tuo stereo emette una musica gia conosciuta, cambia frequenza. Tillerson non doveva incontrare Putin, ma solo Lavorov che, alla luce delle farneticazioni del Tillersonsky potrebbe essere ricevuto dal maggiordomo al seguito di Mattarella attualmente in Russia. Tieni presente che, in caso di conflitto Russia/Nato, l'Italia sarebbe uno dei primi bersagli visto che, da decenni, e deposito di armi atomiche e militari ameriCani.Pensaci se hai un minimo di cervello autonomo.

pioneer

Mar, 11/04/2017 - 14:51

DemyM: se pensi ad un conflitto usa/Russia vuol dire che hai le pietre al posto del cervello. Siete infarciti di propaganda anti usa, manovrati come bambole. Non capite neanche che Assad si fidava dell' alleanza Putin/Trump, convinto di poter scatenare finalmente tutta sua ferocia contro il popolo siriano sunnita, che ha sempre odiato, anche con i gas. La reazione di Trump ha sorpreso tutti, noi compresi.