La solitudine di Renzi E ora si butta al centro per uscire dal tunnel

La scelta dei candidati per le Comunali è ovunque in alto mare. Rutelli lancia un salvagente per il caso Roma e offre Giachetti

Roma Raddrizzare la rotta. Riempire il preoccupante vuoto di contenuti. Supportare l'«insupportabile» Matteo Renzi, sempre più chiuso nel proprio splendido cyber-mondo. Eppure c'è un mondo, un altro mondo, fuori da Palazzo Chigi e dalle dorate veline renziane. Un mondo (giustamente) preoccupato di quel che accade e di quel (poco) che il reuccio di governo riesce a produrre di buono. Compreso il Pd, ormai ridotto a brandelli. In questo senso, le amministrative di primavera sono cruciali per Renzi. Continua a circolare persino la voce di un rinvio, anticipando le Politiche, di quelle a Roma, vero spartiacque tra una vittoria e una sconfitta renziana.

I sondaggi, ultimo quello del Cise per il Sole 24Ore, mostrano una linea di tendenza chiara: in caso di ballottaggio (anche a livello nazionale), il Pd è perdente di fronte ai Cinquestelle; a Roma, complice il pasticciaccio brutto con Marino, Mafia Capitale eccetera, non è neppure detto che il Pd ci arrivi, al ballottaggio. Ecco allora spiegato l'antefatto dell'altra-Leopolda tenuta ieri l'altro dall'ex sindaco Rutelli, operazione di centro che si prefigge di fornire un minimo di progettualità al renzismo, di tenere assieme ciò che resta del Pd, di riformulare in senso «civico e movimentista» il partito, occhieggiando a quello della Nazione prossimo venturo. Magari scippare al centrodestra il candidato più presentabile e salottiero, Alfio Marchini, che giustamente si tiene nel mezzo. A Palazzo Chigi c'è chi gli preferisce Giachetti, e chi attende che si decida Gabrielli. Essendo l'arrogante provincialismo fiorentino il punto debole del premier-segretario, il rutellismo ne ha costituito la sua dorsale romana ed è chiaro come ora si mobiliti e offra questo «contributo» al Pd, sempre che il Pd voglia «un momento di ripartenza», come ha detto Rutelli. La crisi interna tra guelfi e ghibellini è un interessante motivo di studio dai promettenti sviluppi.

«Con Matteo non mi sono sentito, ma i suoi sono tutti qui. E gli altri hanno lavorato con noi: Gentiloni (era il suo portaborse/voce, ndr), Sensi (successore di Gentiloni), Buonaccorsi, Giachetti...», così rivendicava Rutelli al solipsistico premier-segretario.Renzi, ancora una volta, pensa di cavarsela contando sulle sue forze e non sul vecchio apparato che tanti danni ha fatto. Il nuovo «credo» diramato ai suoi alfieri è quello del movimentismo e dell'ascolto dei cittadini (come si vede, non dissimile al terreno di sfida proposto da quel vecchio volpone di Rutelli). Lo diceva ieri il senatore Marcucci, parlando del crollo di iscritti: «I partiti stanno cambiando natura in tutto il mondo occidentale, la militanza oggi si fa on line... Il Pd si sta preparando per rafforzare la partecipazione diretta».

Populismo che mirerà anche a trovare nomi ultra-popolari per le primarie che Renzi vuole tutte il 20 marzo (ma Milano e Napoli spingono perché la data resti quella già fissata al 7 febbraio). Com'è noto, la sinistra dem non vuole includere Ncd, mentre il ministro Orlando apre uno spiraglio ai centristi, sia pure come «antidoto al partito della Nazione». Tesi balzana, e contraddetta da Cicchitto, che non attende altro: «Vogliono far perdere le elezioni a Renzi per poi mettere in discussione il governo e la segreteria...», insinua. La verità è che è tutto in alto mare. Molto dipenderà dagli scenari economici e internazionali; si guarda alla luna, per capire l'ora di tramonto dello stellone. Renzi sogna spazi infiniti, e forse basterà lasciarlo dormire.

Commenti
Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 30/11/2015 - 09:02

Il PD si e` buttato al Centro quando e` stato eletto in Segreteria un boy-scout Democristiano baciapile, piu` vicino alle idee e ai metodi del suo mentore di Arcore, che a qualcosa vagamente di sinistra. Del resto Silvio ha sempre apprezzato Matteo per la sua mediocrita` disperata, gli ricordava tanto l'altro suo figlioccio miracolato Angelino Alfano.

antipifferaio

Lun, 30/11/2015 - 09:13

Tutto inutile. La storia continua e il corso degli eventi è inarrestabile. Il piffero torcano pensa di emulare Berlusconi e durare una 20na d'anni al potere. Povero illuso! La gente ormai non è nemmeno alla frutta...è proprio alla canna del gas e lui gongola come Pinocchio. Un giorno da bambino, un altro da burattino. Si alterna tra i balocchi e la fata turchina... Ma quanto prima arriveranno i gendarmi...

antipifferaio

Lun, 30/11/2015 - 09:32

Inutile riportare i sondaggi degli amici del pd...sole 24 ore e compagni di merende. Sono fasulli come tutto quel che dicono. Ma non vi rendete conto che è una contraddizione continua? Dite che godono di percentuali alte e poi dite che in caso di elezioni perderebbero di sicuro. La situazione orami è compromessa e più tempo passa peggio è!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 30/11/2015 - 09:38

ma che patetici! :-) farebbero bene, invece, a buttarsi a destra! tanto, abbiamo capito che il PD ormai fa proclami e progetti tipici di destra :-) ammettetelo, siete dei completi falliti!!!

moichiodi

Lun, 30/11/2015 - 10:23

Quale tunnel?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 30/11/2015 - 10:56

Una domanda Scafuri: se il PD è ridotto a brandelli (col 32% dei voti in Italia) com'è ridotta Farsa Italia che di voti ne ha poco più del 10%?????? Grazie dell'attenzione .....

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Lun, 30/11/2015 - 11:03

A me,con Frottolo al timone,sembrerebbe che più che navigare al centro,stia andando a ramengo.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 30/11/2015 - 11:17

Chi mi può dire, ciò che questo Partito Democristiano, abbia a che fare con la DEMOCRAZIA ??? """SONO SALITI AL POTERE CON UN GOLPE, PER SALVARE I LORO STIPENDI, HANNO EMANATO TASSE A DESTRA E A MANCA, SENZA PENSARE A COME VIVE IL CETO PIÙ DEBOLE DELLA POPOLAZIONE, HANNO APERTO LE FRONTIERE A TUTTA LA DELINQUENZA DEI BALCANI E A MIGRANTI, SENZA CONTROLLARE CHI VERAMENTE SIANO I VERI BISOGNOSI DI ASILO, PERDIPIÙ I GIUDICI rossi, ASSECONDANO LA DELINQUENZA, SPECIALMENTE QUELLA DI PARLAMENTARI CORROTTI E STANNO FACENDO DEL PAESE, L`ITALIA, UN PORCAIO, UN IMMONDIZZIAIO, DOVE LE MAFIE FANNO I LORO COMODI, AVENDO PIAZZATO I LORO MILITANTI IN PARLAMENTO, ALLE CAMERE, NELLE PROVINCE E NEI COMUNI SOTTO LA PROTEZIONE DELLO STATO. Sicilia e Campania danno l`esempio della situazione. Perciò ripeto, """CHI MI PUÒ DIRE SE QUESTA FALSA DEMOCRAZIA HÀ IL DIRITTO DI GOVERNARE IL NOSTRO PAESE???

Mano-gialla

Lun, 30/11/2015 - 11:41

RENZI FAREBBE MOLTO BENE A BUTTARSI A MARE E TRASPORTALLO IN LIBIA CON TUTTA LA MERENDA PD .......

Atlantico

Lun, 30/11/2015 - 12:15

Il povero Renzi invidia a Forza Italia la rapidità con la quale le scelte per le comunali sono già state fatte ma se la sogna !