Ma per la sorella di Belen scatta il blitz dei militari

Carabinieri nell'hotel della showgirl dopo la «rivelazione» fatta in tv da Alfonso Signorini

Ci sono notizie fondamentali. Che non si possono ignorare. Conoscerne i dettagli diventa quasi obbligatorio. Praticamente un dovere etico-informativo. Insomma, sarebbe inconcepibile impaginare un giornale o un tg prescindendo dalla seguente breaking news: «Cecilia Rodriguez convocata in caserma a Capri: il suo permesso di soggiorno è scaduto». Seguono foto di severi carabinieri che verificano i documenti della Cecilia Rodriguez che, al pari della sorella Belen, assicura sempre un bel vedere. Ma le scoperte sensazionali non finiscono qui. Scorrendo siti e agenzie che inevitabilmente danno conto dello scoop, si deduce che i carabinieri di Capri (isola dell'amore dove la signora Cecilia si trova al momento per ragioni artistiche) sono tanto liberi da urgenze professionali da dedicare il loro tempo prezioso all'improcrastinabile controllo dello status civile della signorina in oggetto. Ma il meglio deve ancora venire. Sapete qual è la notizia criminis all'origine del tempestivo intervento dei carabinieri capresi? Una puntata speciale di Casa Signorini, trasmessa in diretta proprio da Capri. Parola di Dagospia. Poche ore prima, infatti, Alfonso Signorini nel suo talk show aveva infatti messo a segno un colpaccio giornalistico da Pulitzer, svelando che «il permesso di soggiorno della showgirl argentina era scaduto da due settimane». Non pago della straordinaria esclusiva, il direttore del settimanale Chi nel corso della medesima puntata aveva elegantemente celiato con la Rodriguez prospettandole che «sarebbe tornata in Argentina a raccogliere banane».

Ma i solerti militari dell'Arma, «dopo aver preso visione della diretta del programma web», si sono fiondati (a sirene spiegate?) all'hotel della «clandestina» Cecilia, chiedendole di regolarizzare al più presto la sua posizione.

In caso contrario per l'ex concorrente del Grande Fratello si profilerebbe il rimpatrio. Purtroppo. Purtroppo?