Sorpresa, Trump rimonta: adesso è a 3 passi da Hillary

Il sondaggio di Fox News dà i candidati molto vicini. E il "tycoon" punta forte sugli "swing states" in bilico

La stella di Donald Trump non vuole smettere di brillare nonostante gli attacchi incrociati, l'altezzosa sicurezza della vittoria da parte di Hillary Clinton e le picconate del vandalo di Hollywood. Quando mancano 11 giorni all'election day, alcuni sondaggi raccontano di un nuovo ritorno di fiamma degli elettori per il tycoon, che recupera parte dello svantaggio nei confronti della rivale democratica. A livello nazionale, secondo la media dei sondaggi di RealClearPolitics, la Clinton è avanti di 5,4 punti, con il 48,6% contro il 43,2% del candidato repubblicano. Un margine analogo mostra la rilevazione targata Washington Post e Abc, che parla di un +6 (48 a 42), mentre per Fox News il margine è solo del 3 (44 contro 41). Ma in un sistema elettorale come quello americano, dove non è il voto popolare a decidere direttamente, ma il numero dei cosiddetti grandi elettori conquistati stato per stato, è fondamentale la partita nei cosiddetti «swing states», gli indecisi. Proprio in questo caso nel rush finale le previsioni cambiano di ora in ora, ma i numeri sono più o meno concordi nel dare i due avversari testa a testa in Florida, Nevada, North Carolina e Ohio. E mentre il miliardario newyorkese risponde agli attacchi dei democratici e dei detrattori del Gop, nel mirino finisce la sua stella sulla Walk of Fame di Hollywood, presa a picconate da un vandalo di nome James Otis. L'uomo, che è stato arrestato dalla polizia, ha raccontato che la sua intenzione era quella di rimuovere la stella e metterla all'asta il giorno delle elezioni per raccogliere fondi a favore delle donne che hanno denunciato di essere state molestate da The Donald.

Trump, intanto, presenta il suo «New Deal» per i neri americani, nel corso di un comizio in North Carolina. Il suo progetto si fonda su «tre promesse: comunità sicure, istruzione e un impiego ben retribuito», e punta a rivitalizzare le aree urbane impoverite dalla crisi, nella speranza di conquistare il favore degli elettori delle minoranze. Oltre a prevedere degli incentivi per le imprese che si trasferiscono in comunità degradate. Il sostegno del candidato repubblicano tra gli afroamericani è molto basso, addirittura la metà del 6% ottenuto da Mitt Romney nel 2012, ma lui assicura: «Sarò il vostro più grande campione, non darò mai la comunità afroamericana per scontata». Ma il nuovo piano per i neri non è l'unico annuncio fatto da Trump: a sorpresa, ha rivelato che la moglie Melania avrà un ruolo più attivo da qui all'election day e farà «due o tre discorsi importanti», perché «è una grande oratrice». L'ex modella slovena ha tenuto un profilo decisamente basso nella campagna elettorale del candidato Gop, in particolare dopo la polemica sul suo discorso copiato da Michelle Obama alla Convention di Cleveland. Per avere su di sé le luci della ribalta, tuttavia, Melania deve aspettare: ieri è stato il giorno della First Lady, per la prima volta salita sul palco insieme a Hillary in North Carolina, uno degli stati in bilico che Obama ha vinto nel 2008 ma non nel 2012, e dove ora Trump è in vantaggio. Michelle ha cercato di far leva sulla sua popolarità per convincere gli indecisi, visto che sino a ora il suo carisma si è rivelato il vero asso nella manica della Clinton. Tuttavia il rischio è addirittura che la grinta della moglie di Obama si trasformi in un boomerang, facendo emergere in maniera clamorosa le differenze con la candidata democratica. E intanto Wikileaks continua a mettere in imbarazzo Hillary diffondendo nuove email del suo staff, le quali svelano i possibili conflitti di interesse della Clinton Foundation. I messaggi mostrano che nel 2011 Doug Band, consigliere di Bill Clinton dai tempi della sua presidenza e cofondatore della società di consulenza Teneo, raccogliesse contributi per decine di milioni di dollari anche da suoi clienti per la fondazione, oltre a sollecitare compensi privati per Bill.

Commenti

antipifferaio

Ven, 28/10/2016 - 09:34

Molto probabilmente TRUMP è avanti rispetto alla guerrafondaia di sinistra...ma ovviamente lo stile dei demopidocchi è quello di mentire sempre e nonostante tutto....

flip

Ven, 28/10/2016 - 09:34

no è l' uomo adatto. ma meglio lui della Clinton. (tipo Boldrini)

Keplero17

Ven, 28/10/2016 - 09:54

Clinton = guerra in Europa + guerra in Asia + ondate migratorie.

apostata

Ven, 28/10/2016 - 10:26

Se dovessi votare, sarei imbarazzato. Hillary è spocchiosa, autoritaria, dà la sua vittoria come diritto acquisito. I suoi sostenitori, sono un coro opportunista, pieno di figure povere alla madonna e deniro. Il programma su economia, spesa, immigrazione somiglia alle impostazioni becere della sinistra italiana. I suoi rapporti oscuri con i poteri forti e la rottura con la russia sono pericoli reali. Le vicende familiari, come alcuni trascorsi politici sono sconcertanti. Trump è poco controllato nel pensiero, nel carattere e nell’espressione, la sua immagine è distorta dall’attacco pianificato dei media, è difficile da valutare. La sua apertura alla russia è positiva. La sua volontà di contenere l’immigrazione scomposta tocca il sentire di molti. La visione dell’economia è da imprenditore liberista, non da mestierante della politica. I giochi sono ancora aperti e forse alla fine si rivelerà meno accettabile il rischio clinton.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 28/10/2016 - 10:29

Mah!? Pessimi entrambi, ma almeno Trump è più "vergine". Meglio lui, l'altra è assolutamente indigeribile, mentre Trump almeno è divertente. Meno di Renzi, però.

Tarantasio

Ven, 28/10/2016 - 10:40

sondaggio ultimo di LA TIMES: Trump 45,8 - Clinton 41,1

timoty martin

Ven, 28/10/2016 - 10:50

Bene Tra un maleducato ed una inaffidabile, meglio il maleducato

maurizio50

Ven, 28/10/2016 - 10:51

Ho già pronta una scorta di fazzoletti per consolare i compagni affranti ed una buona bottiglia di bourbon per festeggiare la sconfitta della befana!!!!

linoalo1

Ven, 28/10/2016 - 10:52

Comunque andrà,Poveri U.S.A e Povero Mondo!!!!

igiulp

Ven, 28/10/2016 - 11:00

Hillary Diane Rodham, chiamiamola col suo nome. Se non ci metteva anche il Clinton, chi se la filava mai?

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 28/10/2016 - 11:15

-----perchè mai i 40 e passa milioni di stranieri residenti negli usa dovrebbero votare trump?----perchè mai i milioni di messicani in usa insultati nei discorsi di trump dovrebbero votarlo?----perchè mai i milioni di donne usa dovrebbero votare trump?----perchè mai i neri dovrebbero votare trump?---in tutti i discorsi di trump è venuto fuori che il suo elettore tipo è il bianco americano un pò misogino-----decisamente poco per sperare di vincere----hasta

conviene

Ven, 28/10/2016 - 11:16

riprovo. Il 4 novembre sarà 3 a zero come il Milan martedì. Trump cadrà nel dimenticatoio e si consolerà con le sue donnette come faceva un italico recentemente. Stesse tendenze e stessa malattia come diceva la sua ex moglie.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 28/10/2016 - 11:24

Se non erro Fox News è lo stesso canale che quando sembrava certa la vittoria di Gore su Bush (Junior) fece cambiare in qualche modo le sorti delle votazioni, mi riferisco alla ricostruzione fatta nel film di Moore. Vuoi vedere che....

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 28/10/2016 - 11:28

mi apre proprio il caso di dire ...."che il più pulito dei due ha la rogna"!!

manocchiabenny@...

Ven, 28/10/2016 - 12:10

Chiedo scusa a Robecco,ma il suo e' il classico pezzullo del cronista che lavora a Milano,segue la Cnn e quindi copia la versione elettorale della sinistra USA. Il titolista non aiuta con quel "Toh,Trump a 3 punti...". La Clinton sta gettando nel letame milioni di americane che credono in lei, donne oneste,lavoratrici e amanti della patria.Hillary,quando Trump sara' presidente,finira' in galera. Manocchiabenny

VittorioMar

Ven, 28/10/2016 - 12:11

...se poi ad "AIUTARE" la CLINTON parla C.POWELL,con tutti i morti causati in IRAQ ,i REDUCI e gli INVALIDI certamente.... la voteranno!!!...per non parlare dei CIVILI IRACHENI..che ancora piangono!!!

Tarantasio

Ven, 28/10/2016 - 12:18

ops, chiedo scusa per l'errore di battitura, scusate ancora: sondaggio ultimo di LA TIMES: Trump 45,8 - Clinton 44,1 (invece di 41,1)

releone13

Ven, 28/10/2016 - 13:34

sognate cari sognate........tanto on vi costa nulla.....e secondo voi come ha fatto a recuperare da meno 12 a meno 3?????????????????????????????............dai vi andrà bene la prossima volta....magari se si candida Topolino!!!!!!!!!!

MOSTARDELLIS

Ven, 28/10/2016 - 13:56

Speriamo, perché come diceva giustamente un buon giornalista... Trump è una tragedia, ma peggio di lui c'è solo la Clinton.

emigrato1978

Ven, 28/10/2016 - 14:15

Elkid Ven, 28/10/2016 - 11:15 ----- (in USA i 40 e passa milioni di stranieri, “permanent residents” NON votano). Capisco che Trump sia un'incognita anche sgradevole. Però, quello che vorrei capire è perchè mai tutti gli altri gruppi citati: messicani, donne, neri etc dovrebbero votare invece per la serva di Wall Street?

Ritratto di Opera13

Opera13

Ven, 28/10/2016 - 14:19

@elkid -Perche, Perche , Perche ? - Perche votare per la Clintion vuol dire votare la morte.

Ritratto di Riky65

Riky65

Ven, 28/10/2016 - 14:19

Keplero17: nulla da aggiungere mi associo!

tormalinaner

Ven, 28/10/2016 - 14:26

La Clinton è peggio della Boldrini il che è tutto dire, donna corrotta e di potereche ci trascinerà nella terza guerra mondiale. Trump non sarà perfetto ma è l'unico mezzo per fermare quella falsa donna che è la Clinton.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 28/10/2016 - 14:33

La grande troiona Ciccone ha fatto promese, fara pompini gratis. In onore alla sua lesbica criminale eroe. Ho la sensazione che dovrà continuare a farli a PAGAMENTO, cosa che per lei non è indifferente, visto che ai quattrini ci ha sempre tenuto.

Popi46

Ven, 28/10/2016 - 14:42

@elkid- perché gli americani sono intelligenti! Popi46

lavieenrose

Ven, 28/10/2016 - 14:56

dopo l'appoggio di madonna se fossi la clinton mi ritirerei per dimostrare di avere un minimo di dignità, altro che le donne molestate da trump

Edmond Dantes

Ven, 28/10/2016 - 14:57

@conviene. Ma non è che lei è antiberlusconiana viscerale solo per sessuofobia ? Ah ! Povera sinistra, che patetica parabola: da Marcuse a papafrancesco !

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 28/10/2016 - 15:32

@conviene: la speranza è l'ultima a morire, mi riferisco al fatto che la Clinton sarà battuta e che anche lei diventi meno "astiosa" verso gli uomini.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 28/10/2016 - 16:27

@elkid, ore 11:15. RISPOSTA SEMPLICE: perché alle balle delle SX non ci credono più nessuno.

Ritratto di italiota

italiota

Ven, 28/10/2016 - 17:26

se solo solo gli statunitensi prendessero veramente coscienza dei disastri combinati dalla premiata ditta "Obama & Clinton" nella politica estera di questi ultimi anni, voterebbero Trump in massa

flip

Sab, 29/10/2016 - 15:37

chissà come finirebbe un "dibattito" fra donne potenti: Merkel, Clinton, Lagarde, Le Pen, Theresa May, ecc. e mettiamoci pure qualcuna nostrana. Altro che i sceneggiati serali rai.