Sospeso sindaco azzurro: per lui la Severino è valida

Due pesi e due misure: De Luca si salva, il neo primo cittadino di Pietrasanta Mallegni stoppato per una piccola pendenza. Lo sconforto: "Come se mi avessero arrestato di nuovo"

Stava pranzando con la moglie Paola e i figli: «Ho letto il provvedimento e mi sono messo a piangere. È come se mi avessero arrestato per la seconda volta». Massimo Mallegni, sindaco di Pietrasanta da pochi giorni, è stato sospeso dal prefetto di Lucca in base alla legge Severino. Sulla testa del primo cittadino, eletto dopo aver sbaragliato la sinistra in una terra tradizionalmente rossa, c'è una condanna a 1 anno e 2 mesi per mobbing nei confronti di alcuni vigili, in pratica un abuso d'ufficio. Attenzione: la sentenza è del 3 aprile 2012 e Mallegni, a un passo dalla prescrizione, aveva presentato un corposo ricorso chiedendo una pronuncia nel merito e annunciando di voler rinunciare alla spugna del tempo. Ma il processo, originariamente fissato per il 30 giugno scorso, è slittato al 17 giugno dell'anno prossimo. Un ritardo vergognoso e inconcepibile in cui si è infilato il prefetto con una motivazione discutibile. L'avvocato Sandro Guerra parla senza mezzi termini di abbaglio: «Quella del prefetto è un'interpretazione grottesca e fuori tempo massimo di una norma già pasticciata e confusa. Siamo davanti a un gigantesco abbaglio. Lunedì faremo ricorso al giudice civile per sospendere la sospensione. Come hanno fatto Vincenzo De Luca e Luigi de Magistris. Ma questa volta siamo davanti a un'ingiustizia molto più grave».

In effetti non si riesce quasi a raccontare questa storia nel pur disastrato panorama della giustizia italiana. Mallegni diventa sindaco una prima volta sotto le bandiere di Forza Italia e viene arrestato il 31 gennaio 2006. Le accuse sono da capogiro e saccheggiano mezzo codice penale: corruzione, concussione, associazione a delinquere e via elencando capi d'imputazione, compreso il famigerato mobbing. Fra i suoi nemici storici c'è Antonella Manzione, comandante della polizia municipale di Pietrasanta, e a condurre l'indagine c'è il fratello di lei, Domenico Manzione. Nessuno fa una piega. Mallegni resta in cella 39 giorni, 28 dei quali in isolamento, poi viene blindato ai domiciliari per altri 117 giorni. Le accuse intanto si squagliano: cadono una dopo l'altra. E alla fine rimane solo il mobbing. Che porta, molti anni dopo, nel 2012, alla condanna di 1 anno e 2 mesi. Per dirla tutta, una pagliuzza. Ma oggi quel granello di sabbia basta per mandare di traverso gli ingranaggi della democrazia: Mallegni, dopo una lunga stagione di oblio, era riemerso, aveva riconquistato l'elettorato della bellissima cittadina della Versilia più cosmopolita, era diventato a suo modo una delle icone dell'ultima tornata elettorale e dell'inatteso successo di alcuni candidati azzurri.

Ma in Italia è impossibile azzardare certezze. La Severino ha ghigliottinato Berlusconi, pur fra le polemiche per l'applicazione retroattiva della norma; la stessa Severino è stata messa fuori gioco da De Magistris e ora dal governatore de Luca, il cui destino pareva segnato in modo inesorabile. Ora la stessa Severino sbuca dal passato e afferra il sindaco per una vicenda che si trascina da dieci anni e ha già provocato macerie. Mallegni ha detto in tutte le salse di volere la piena assoluzione, anche se il capitolo abuso d'ufficio è marginale rispetto all'intera vicenda. E però il processo d'appello langue ed è appena stato rimandato. Facile in questo clima slabbrato avanzare sospetti e retropensieri maligni. Le cronache intanto registrano l'inarrestabile ascesa di Antonella Manzione, vicina al premier Renzi, tanto da diventare capo dell'ufficio legislativo di Palazzo Chigi. E cosi la piccola Pietrasanta diventa una pietra d'inciampo per la grande Roma.

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Sab, 04/07/2015 - 08:46

Si dice che la "Legge è uguale per tutti" ciò che è diverso è l'applicazione della stessa. Per alcuni si applica per altri si interpreta, si aggira, si elude si chiedono inteventi legislativi per modificarla e non ultimo si deve provare il "Giudice giusto".

maurizio50

Sab, 04/07/2015 - 08:49

E' ora che gli Italiani se ne rendano conto: iln Italia il colpo di Stato è già stato fatto e l'ha fatto la Magistratura. Dal 2011 solo governi che piacciono ai Giudici, gli amici dei Giudici sono beneficiati, i nemici bastonati; al comando solo marionette che piacciono ai Giudici; se qualcuno sgarra subito pronto l'immancabile avviso di garanzia! Chi ispira i giudici? un solo organo d'informazione: quello che- guarda caso- è letto pure dal Papa!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 04/07/2015 - 08:49

Le leggi sono uguali per tutti ma a volte vengono interpretate a discrezione,dipende dall'appartenenza politica,se sei del CDX sei nei guai.Io spero che un giorno si riescano a sistemare i conti con i corrotti.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 04/07/2015 - 08:51

ma il neopresidente della repubblica si rende conto di che porcaiosi trova la giustizia italiana se SI intervenga subito se NO qualcuno lo informi

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Sab, 04/07/2015 - 08:52

Ogni giorno scopriamo un abuso, una prepotenza commessa dalla politica di sinistra, con il braccio armato della magistratura politicizzata. Ma come le indagini vengono affidate al fratello dell'accusatrice? Ma come l'accusatrice è diventata una collaboratrice del premier? Ma come uno si fa cinque mesi: tra galera e arresti domiciliari, ed i suoi diritti violati vengono di nuovo calpestati. Quante e quante cose ci sarebbero da cambiare per sperare di vivere in un paese normale.

honhil

Sab, 04/07/2015 - 08:53

Il sinonimo di magistratura è caos. Lo è sempre stato. Solo che adesso apertamente le sue insegne sventolano sui codici. Mattarella, svegliati? Altrimenti è piena complicità.

Beaufou

Sab, 04/07/2015 - 09:12

Qualcuno faccia sapere agli impuniti vestiti da pagliacci che gli Italiani, di loro, ne hanno le tasche piene. Succede regolarmente che la legge venga applicata in modo opposto a seconda che il soggetto sia di cdx o di csx. Io, che pur non mi riconosco in nessuno dei due blocchi, considero "nemica" una magistratura che tratta così le leggi. Avversaria e nemica, da battere con tutti i mezzi.

vince50_19

Sab, 04/07/2015 - 09:16

Magistratura a velocità variabile? Mah..

blackbird

Sab, 04/07/2015 - 09:21

Farà ricorso come De Magistris e De Luca, poi vedremo. Facile che lo epurino, però: è di destra...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 04/07/2015 - 09:31

Indegnità altolocata, questa è la vera colpa del comunismo-PD. Basta professarsi di sinistra per prentendere "l'ascensore sociale". Inoltre più uno è stupido è più è fidelizzato al Male, e pretende denaro e potere. Ma Gesù indica le "pane quotidiano" l'obiettivo vitale, ovvero l'essenzialità... che non esclude assolutamente la procreazione, cioè la Vita. Invece l'anticoncezionale filosofia di sinistra, toglie il pane quotidiano ai bisognosi e "mangia" i bambini, spingendo gli stupidi che la professano in mezzo alle gambe del diavolo. Peggio per loro. Eppure i malvagi del PD con le loro smodate ambizioni rappresentano anche la croce dei cristiani, che nel cammino verso la santità devono sopportare queste orribili, persone moleste.

rossini

Sab, 04/07/2015 - 09:55

Questa è la nostra Magistratura che ha fatto proprio il motto: ai nemici le leggi si APPLICANO, per gli amici si INTERPRETANO.

aldoroma

Sab, 04/07/2015 - 10:00

ma lui è di destra..............

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 04/07/2015 - 10:02

Grazie magistratura, ed in particolare al suo presidente, quell'inutile essere che risponde al nome di Mattarella. Resta un conto aperto con questa frangia non di magistrati ma delinquenti belli e buoni. Gli italiani non possono accettare e dimenticare queste schifezze, prima o poi il conto dovrà essere saldato.

Ritratto di MelPas

MelPas

Sab, 04/07/2015 - 10:05

Il Presidente della Repubblica si rende conto di quello che sta succedendo in Italia ?? Mi vergogno del mio paese, ormai certi giudici sono a briglia sciolta e i nostri Marò sono da tre anni prigionieri in India, vergogna. MelPas.

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 04/07/2015 - 10:18

ma è normale, se non fai parte della banda la legge è validissima

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 04/07/2015 - 10:22

Gente è ora di riprenderci ciò che questi governi ladri, ci hanno rubato,perchè se non assecondiamo le loro false idee, ci porteranno tutti nella situazione in cui si trova la Grecia. La maggior parte della magistratura e dei parlamentari, sono della stessa setta,perciò ci vuole gente nuova al governo e che non siano mafiosi, MA ITALIANI PURO SANGUE, non TALIANI !!!

xgerico

Sab, 04/07/2015 - 10:37

Ragazzi vediamo come và il ricorso e poi ne parliamo. Inutile "fasciarsi" la testa prima del tempo.

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Sab, 04/07/2015 - 10:43

Ma che vuole, non è mica del PD:

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 04/07/2015 - 10:46

tutte storie: la Severino è valida solo per berlusconi e nessun altro: tanto più se l' altro é di sinistra!

Gius1

Sab, 04/07/2015 - 10:47

Ma veramente dobbiamo stare sottomessi senza far nulla ? ma questa e´DITTATURA

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Sab, 04/07/2015 - 10:48

Sia chiesto il sacro parere del viandante xgerico che non arriva mai. Lui conosce tutte le strade che portano ai bubbi mannari.

Magicoilgiornale

Sab, 04/07/2015 - 10:51

In italia anche la magistratura e' corrotta!!! Che fine faremo? Si salvi chi puo' era il motto ed e' la reata' odierna...

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Sab, 04/07/2015 - 10:52

Quello che è inaccettabile ed aberrante, da ricorso al Tribunale per i Diritti Umani è il trionfalismo di Vincenzo De Luca e dei suoi "partigiani", che definisce il suo un atto di resistenza da vero combattente partigiano. Ancora oggi su "il Fatto Quotidiano". Sono il Direttore Responsabile della rivista dei Combattenti Regolari della Guerra di Liberazione (i militari del cosiddetto Esercito del Sud, tra cui irregolari oltre le linee) e mi ritengo offeso dall'inaccettabile e strumentale uso che svilisce quei Valori per cui in molti hanno dato la vita non certo pensando ad incarichi o poltrone. Riferimento telematico digitando dopo la classica terna presidenzanazionaleancfargl (punto)it.

unosolo

Sab, 04/07/2015 - 10:57

mi ripeterò ma il vero nocciolo è la paura che il CDX arrivi ad una maggioranza da solo e vada al governo , la paura sarebbe la separazione della carriera dei giudici e la vera responsabilità civile . detto questo si agisce a smantellare le varie scalate del CDX fermo restando assoluzione dei sinistrati o che appoggiano la sx come arancioni , viole o arcobaleni o del tutto neri come vediamo tutte le sante giornate nelle varie TV programmi che la dicono lunga da chi ci governa e tutti i collaboratori.

mariod6

Sab, 04/07/2015 - 10:57

Da vigile urbano a responsabile ufficio legislativo di Palazzo Chigi!!! Bestia, che carriera!!! Quante lauree summa cum laude (con bacio accademico) ha questa signora per occupare un posto di così alta responsabilità?? E dove si può trovare il bando di concorso con le valutazioni dei candidati??? Forse nel cassetto del fratello magistrato o in quello di qualche comodino, armadio, cucina, ufficio dimenticato da chi lo ha esaminato ed ha deciso sulle ineccepibili capacità di questa signora. Intanto, dopo 10 anni, il sindaco deve andarsene, subito, per una denuncia di un vigile urbano vessato (a suo dire) e sostenuto dal fratello e dal partito. Buffoni; e il capo buffone che fa finta di non sapere!! e il CSM che è cieco, sordo e muto, fino a quando non vengono attaccati i diritti dei suoi protetti. Di doveri però non si parla mai, per loro!! per tutti gli altri è il contrario.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Sab, 04/07/2015 - 11:06

Vi meravigliate di questo? Non lo sapete che loro sono i soli custodi della verità.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 04/07/2015 - 11:13

Sarei curioso di sapere cosa ne pensa il/la sig/sig.ra "Agrippina" che sullo stesso tema, se ricordo bene in un articolo dedicato al De Luca di ieri o l'altro, appoggiava la rigorosità e il ragionamento giuridici di certo "Liberopensiero77" e quindi la sua ritenuta giustezza del trattamento giudiziario riservato al Berlusca e al De Luca e di conseguenza anche al De Magistris. Dirimente la situazione era il fatto che il Berlusca era stato condannato in via definitiva e questi ultimi solo forse in primo grado, ma comunque condannati.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 04/07/2015 - 11:14

@Flex Ok. Purtroppo sono pienamente d'accordo. Nulla di più falso della scritta che compare nelle aule dei tribunali. La legge NON è uguale per tutti. Per i rossi c'è sempre pronta la deroga.

elpaso21

Sab, 04/07/2015 - 11:19

Ogni giorno si ripete il problema della destra sfigata, la destra aveva in parlamento una maggioranza Bulgara, ma non contava nulla, quel che le è sempre mancato è il controllo della situazione, quindi, non sapendo cosa far di meglio ha consegnato il paese alle sinistre. Mettiamo che adesso ipoteticamente torni al governo, si sentirebbero dire sempre le stesse cose: la legge viene applicata male, e sempre a sfavore di Berlusconi e compagnia, e ciò è ingiusto :P A questo punto suggerisco un appello alla Corte Europea per i Diritti dell'Uomo.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 04/07/2015 - 11:19

Non entro nel merito. La legge doveva essere applicata. Resta il fatto evidente che nel bel paese la legge non è uguale per tutti. Chi lo sostiene o è un ingenuo oppure mente.

millycarlino

Sab, 04/07/2015 - 11:26

Giustizia? Immondizia differenziata! Milly Carlino

Joe

Sab, 04/07/2015 - 11:26

Qui, cari signori, siamo in una dittatura "Democratica". E per fortuna che la legge è uguale per tutti, figuriamoci se non esistesse l’art. 3 della COSTITUZIONE che così recita:"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di OPINIONI POLITICHE, di condizioni personali e sociali." Peccato, però, che esistano le autostrade per i presidenti e le strade comunali per alcuni.

bruna.amorosi

Sab, 04/07/2015 - 11:26

kompagni ancora avete la sfacciataggine di dire le leggi si rispettano? già ma pei disonesti come voi questo vale solo x gli altri .poi con l'aiutino delle toghe è tutto più facile.

cameo44

Sab, 04/07/2015 - 11:27

Si parla tanto di lotta alla mafia ma il vero mafioso è lo Stato che non è ingrado di fare osservare le leggi questi prefetti e giudici pos sono fare quello che vogliono con una arroganza da mettere paura la mafia è prepotenza e questi sono dei prepotenti non si applica la leg ge Severino per De Magistris non si applica la legge Severino per De Luca guarda caso entrambi di sinistra ma si applica per Berlusconi ed ora per Il Sindaco di Pietrasanta Mallegni guarda caso entrambi di centrodestra Presidente Mattarella sia diverso dal Suo predecessore prenda dei provvedimenti affinchè veramente tutti i cittadini siano uguali per la legge faccia in modo che questo Paese sia veramente de mocratico e liberale

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 04/07/2015 - 11:31

mattarella, ecco spiegato perché i comunisti ti hanno voluto, fortissimamente voluto!!!!!!!!

squalotigre

Sab, 04/07/2015 - 11:46

xgerico - il ricorso probabilmente, ma non ne sono sicuro trattandosi di un uomo di dx, sarà vinto. Ho moltissimi dubbi che sia esaminato con la stessa velocità con la quale è stato esaminato quello di De Luca. La giustizia ha dei suoi tempi e non mi meraviglierei se il ricorso venisse esaminato fra una decina di mesi. I giudici hanno altro a cui pensare, perbacco. Per esempio alla divulgazione delle intercettazioni che riguardano Silvio, che non hanno alcunché a che fare con il processo farlocco intentatogli per l'ennesima volta, ma che fanno vendere i giornalacci come il Fatto e fare carriera ai magistrati, che improvvisamente diventano eroi , incorruttibili e personaggi televisivi da mostrare in tutti i programmi.

michele lascaro

Sab, 04/07/2015 - 11:48

Lo dico per scherzare su un argomento molto serio che, purtroppo, vale solo per alcuni figli di mamma! E se si fosse provato a rimpiazzare il prefetto che ha emesso l'ordinanza di decadenza con uno di vedute più larghe (tipo quelle del giudice napoletano) sarebbe stato destituito il Sindaco?

marcomasiero

Sab, 04/07/2015 - 11:49

questa "Repubblica" va davvero ripulita !!! nata da un tradimento e una resa non può che finire MALE !!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Sab, 04/07/2015 - 12:02

Questa storiaccia finirà e finirà quando l'Italia sprofonderà peggio della Grecia in un default senza fine per colpa del 50% e passa della popolazione parassita che campa a sbafo sull'altra! Il sistema non può più sopportare un peso del genere. Tant'è vero che tutte le aziende che possono permetterselo, stanno fuggendo da questo paese diventato ormai terra solo per delinquenti, approfittatori, parassiti ecc. ecc.

buri

Sab, 04/07/2015 - 12:06

Eccco! ci rissiamo, per Magistris e De Luca la Severino non vale, ma pwe un eletto nelle file del centro destra è valida, la prima rifiorma da fare è nandare a casa i magistrati politicizati

Raoul Pontalti

Sab, 04/07/2015 - 12:04

Il sindaco di Pietrasanta si trova in buona sostanza nella situazione di De Luca (e non precisamente di De Magistris) che ha candidato con una condanna di primo grado sul groppone. Ma De Luca per i bananas non si sarebbe dovuto candidare e allora anche il sindaco in questione si sarebbe dovuto astenere dal candidarsi. I bananas se la prendono more solito con la magistratura, ma allo stato delle cose la magistratura non è ancora intervenuta: è il prefetto che ha applicato la Severino, ora il sindaco se crede farà ricorso e attenderà il responso del magistrato.

gianni.g699

Sab, 04/07/2015 - 12:12

Qualcuna aveva qualche dubbio ??? ... allora è di sx e stupido !!!

@ollel63

Sab, 04/07/2015 - 12:14

sinistrati dovete andar subito là

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Sab, 04/07/2015 - 12:15

Lo zampino del sovietico eletto dal popolo pecora, Slobodan Rossi.

VittorioMar

Sab, 04/07/2015 - 12:21

Una parte politica ha sempre ragione.Una parte politica ha sempre torto!A prescindere!!

filder

Sab, 04/07/2015 - 12:26

Lo capisce persino un bambino dell'asilo che questa legge schifezza che porta il nome severino non è altro che una legge a personam cucita su misura per fare fuori Berlusconi ed instaurando un colpo di stato mascherato che adesso ci ha portato a quanto si vede dove ci troviamo: La sinistra ha da sempre cercato con tutti i mezzi di estromettere il cav. e ci è riuscita con l'aiuto della troica Napolitano, Merkel, magistratura, adesso non ci resta altro che leccarci le ferite e pensare a come invertire la marcia mandando a quel paese tutti questi farabutti traditori.

Ritratto di tifososenzaopinioni

tifososenzaopinioni

Sab, 04/07/2015 - 12:32

Vergogna per questi comunisti che insultano tutti i giorni la vera democrazia.

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 04/07/2015 - 12:42

Il Presidente della Repubblica? non pervenuto......brilla per la sua assenza o se volete per la sua propensione a viaggiare qua e la, al contrario il suo rosso golpistico predecessore è peggio del prezzemolo sempre in TV . Temo che Mattarella conti come il 2 di picche, sebbene abbia dei buoni numeri....che forse qualcuno non vuole che vengano usati......

killkoms

Sab, 04/07/2015 - 12:46

non è sinistro e non si chiama de luca..!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/07/2015 - 13:13

Reato ad personam, dipende in che partito militi e la legge vale o no. Ultima frontiera della democrazia comunista.

igiulp

Sab, 04/07/2015 - 13:29

Date retta a me. Visto che hanno fatto la porcata con De Magistris e De Luca, qualcuno ha pensato bene di coinvolgere anche il cdx. Il sindaco ricorrerà ed anche lui verrà trattato come i due figuri precedenti. Così nessuno avrà più niente da ridire e giustizia NON sarà fatta.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 04/07/2015 - 14:01

Il sistema giudiziario indiano è stato maestro per la giustizia italiana o viceversa?

Ritratto di aresfin

aresfin

Sab, 04/07/2015 - 14:27

Antonella Manzione e Domenico Manzione ....... che bella coppia. In un qualsiasi paese civile sarebbero già in galera.

Zanello Piero

Sab, 04/07/2015 - 14:57

Nella giungla politico-giudiziaria della legge Severino, a proposito del caso in discussione sarà interessante vedere se il Prefetto di Lucca in un futuro piu' o meno breve sara' chiamato a incarichi politici di prestigio come è accaduto per i membri della famiglia Manzione

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 04/07/2015 - 15:26

Dire che i compagni fanno schifo è dire poco; è talmente assurdo ciò che avviene che non si capisce come mai,ancora, non ci si decide a fare piazza pulita di questi rifiuti solidi umani.

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 04/07/2015 - 15:33

No problem; si fa ricorso e zacchete in meno di 48 anni arriva la risposta della Ma(fia)gistratura. Certo, al sud è tutto più semplice, sono tecnologicamente più avanzati, bastano solo 48 ore per decidere. Pezzenti!

Triatec

Sab, 04/07/2015 - 15:35

Chissà come argomenterà questo fatto "liberopensiero77" che l'altro giorno spiegava a noi, menti deboli, la legge Severino. Nell'occasione ci invitava a studiare un po'la legge eh? Mr Blonde sodale di tal Liberopensiero, ci aiuti lei, non parta dal presupposto che tanto noi non capiamo, sia buono ci illumini. Poi si lamentano se sono definiti TRINARICIUTI. CHE FIGURA DI MERLLLA!!!

Triatec

Sab, 04/07/2015 - 15:45

xgerico @ Nessuno si fascia la testa, ci stiamo solamente rompendo le sfere e le pal..pebre di questa giustizia utilizzata ad uso e consumo di una sola parte politica. Adda passà 'a nuttata.

xgerico

Sab, 04/07/2015 - 16:19

@squalotigre- Vede anche lei in modo diverso si "fascia la testa". Mettiamola così se entro il mese, a patto che lo stesso faccia ricorso e non l'accettano, io alle prossime elezioni voterò per Salvini! lei cosa farà?

bruna.amorosi

Sab, 04/07/2015 - 17:49

io invece voterò per FORZA ITALIA sarà perhè sono persona onesta e personalmente le ingiustizzie non mi piacciono . perciò magistrati o no la legge va rispettata ma PER TUTTI .altrimentii sono cono quelli che loro i togati chiamano corrotti .

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 04/07/2015 - 18:11

Una volta la chiamavano la Repubblica delle banane, in realtà un mattino d'inverno del 17 febbraio 1992, con l'inizio di Mani Pulite, detta specificamente Tangentopoli, (girerò l'Italia come un calzino, prima la carota e poi il bastone) subentrò a gamba tesa trasformandosi nella Repubblica delle Toghe. Ebbero ad affermare che erano completamente disinteressati alla politica.