Sovranità e radici Così Putin seduce la destra europea

La biografia di Sangiuliano spiega l'ascesa del presidente russo visto come un argine alle tendenze disgregatrici dell'Occidente

I l primo Putin, quello che assume un po' fortunosamente e casualmente la guida della Russia nel 2000, si era concentrato sulle questioni economiche, tirando fuori il paese dal pantano di un'economia mafiosa e dal degrado delle condizioni di vita materiali; il secondo Putin pare concentrarsi sulla ricostruzione ideologica e morale. In realtà, è abile nel cogliere gli umori più profondi della società russa. Il sociologo Lev Gudkov, intellettuale di orientamento occidentalista e liberale, ammette che «già a partire dal 1995, iniziò un processo di rafforzamento del nazionalismo conservatore russo e della coscienza imperiale», fondata soprattutto sull'accusa rivolta ai riformisti «di tradire gli interessi nazionali e di resa dinnanzi all'Occidente».

Nel 2001, «solo il 9 per cento dei russi» riteneva che un modello di democrazia occidentale fosse il più adatto allo sviluppo della Russia, a favore del modello liberaldemocratico si esprimevano soprattutto i gruppi intellettuali che vivono a Mosca e San Pietroburgo. La stragrande maggioranza della popolazione (43 per cento) pur ammettendo che la democrazia occidentale era in linea teorica un sistema virtuoso, riteneva che essa esigeva sostanziali modifiche nell'applicazione alla Russia. Una nutrita quota di russi (il 35 per cento), invece, si esprimeva in termini nettamente contrari nei confronti del sistema democratico occidentale, ritenendo che esso abbia «un effetto distruttivo sullo stile tradizionale della vita russa».

La verità – come nota Borgognone – è che «la società russa nel suo complesso ha un approccio maggiormente improntato al tradizionalismo di quel che viene propagandato dalla pubblicistica liberale occidentale trendy, tendente a rappresentare in maniera stereotipata quanto farsesca i russi, nella loro maggior parte come oligarchi arricchitisi con le privatizzazioni criminali degli anni Novanta». Oltre a questa radice tradizionalista, le crisi causate dalle cosiddette «rivoluzioni colorate» e ancor più le «primavere arabe» hanno consolidato nei russi il desiderio di ordine ( poryadok ) e stabilità politica ( preyemstvenost ). Putin ha abilmente reinterpretato tutto ciò tendendo l'orecchio agli umori profondi della società russa. Tutti i giovedì arriva al Cremlino Vladislav Surkov, ritenuto il grande ideologo del Cremlino, già a capo dell'apparato amministrativo presidenziale ed ex vicepremier, dimessosi dopo uno scandalo ma rimasto ispiratore e suggeritore di strategie al punto che viene definito il «Rasputin di Putin». Surkov, nel suo appuntamento settimanale a cui ha dato un nume preciso, «Cosa pensa la Russia», sale sul podio e supportato da slide e grafici spiega a una ristretta e potente platea fatta di ministri e alti esponenti della nomenklatura, quali sono le tendenze dell'opinione pubblica. Surkov è l'inventore della nozione di «democrazia sovrana», del «rinascimento nazionale», estrema sintesi dell'azione politica di Putin e per questa sua vicinanza finirà nell'elenco degli «indesiderati» delle sanzioni occidentali.

Di recente è stato pubblicato, anche in Italia, uno scritto inedito dell'autrice americana Virginia Woolf, L'anima russa , in cui, attraverso l'analisi della grande letteratura di Dostoevskij, «il grande genio che sta permeando la nostra vita», delinea le profondità dell'animo russo. La scrittrice di Orlando giunge ad affermare provocatoriamente: «I russi hanno l'anima, gli inglesi no». Si tratta, ovviamente, di raffinatezze intellettuali, ma possono aiutare a definire lo spirito russo. «È l'anima che conta, la sua passione, il suo tumulto, la sua sconcertante mistura di bellezza e infamia» annota la Woolf, «gli uomini sono allo stesso tempo malvagi e santi, i gesti sono insieme meravigliosi e deprecabili. Amiamo e odiamo contemporaneamente. Non c'è traccia di quella precisa divisione tra bene e male alla quale siamo abituati.»

Queste idee lo stesso Putin le chiarirà in un importante discorso pronunciato al forum di Valdai del settembre 2013. «Oggi ci occorrono nuove strategie per preservare la nostra identità in un mondo che cambia rapidamente,» ha esordito «per noi (parlo dei russi e della Russia) le domande sul chi siamo e chi vogliamo essere sono sempre più in primo piano. È evidentemente impossibile andare avanti senza autodeterminazione spirituale, culturale e nazionale.»

La competizione nel mondo non è solo di carattere economico-tecnologico ma c'è una sfida più sottile, quella «ideologico-informazionale» ricorda il neo zar. Per concludere con un appello che delinea bene il nuovo corso: «La Russia deve disporre di forza militare, tecnologica ed economica; ma la prima cosa che ne determinerà il successo è la qualità dei suoi cittadini, la qualità della società: la loro forza intellettuale, spirituale e morale. Alla fin fine, crescita economica, prosperità e influenza geopolitica derivano da tali condizioni della società. Se i cittadini di un dato paese si considerano una nazione, se e fino a che punto si identificano con la propria storia, coi propri valori e tradizioni, e se sono uniti da fini e responsabilità comuni. In questo senso, la questione di trovare e rafforzare l'identità nazionale è davvero fondamentale per la Russia».

Accanto alla politica «imperiale» c'è un altro connotato che emerge negli ultimi anni nella politica di Putin. Nel 2014 ha voluto che al Cremlino fosse ospitato il «Forum internazionale delle famiglie numerose», sotto l'egida del Patriarcato, raccogliendo politici conservatori e rappresentanti di diverse Chiese di ben quarantacinque paesi. In quegli stessi saloni dove si predicava in epoca sovietica l'ateismo di Stato, si è parlato di «salute morale» e del ruolo che la famiglia riveste nella società. «Sono convinto che in queste condizioni sia grandemente importante», ha scritto nel saluto indirizzato al patriarca Kirill «restare fedeli alla tradizione spirituale e agli ideali morali che sono alla base della nostra patria e della nostra grande storia e cultura.»

Carico di significati il dono che Putin ha portato in Vaticano a papa Francesco: un ricamo d'oro della chiesa di Gesù Salvatore, che fu distrutta in epoca sovietica e che è stata ricostruita.

Seppure segnati da consenso e successi, non mancano alcune perplessità sugli ultimi anni di Putin. A cominciare da una stretta sui media e sulla loro libertà di espressione: una legge ha equiparato i blog diffusi su internet ai media tradizionali: se superano le tremila visite al giorno devono registrarsi a un ente governativo come testate giornalistiche. La riforma dell'Accademia delle Scienze, che anche in epoca sovietica godeva di una certa autonomia, ora è assoggettata per alcuni atti al governo. Così un'altra legge ha sancito che nel caso di cambio di residenza e di soggiorno, anche per qualche limitato periodo, bisogna darne comunicazione alla polizia. Questi sono fatti incontrovertibili, come lo è l'inquietante assassinio di Boris Efimovic Nemcov, fondatore dell'Unione delle Forze di Destra (Sojuz Pravych Sil), che però nessuno mette in relazione col Cremlino che, anzi, ne ha ricevuto un colpo d'immagine.

Tuttavia, la rappresentazione che viene data spesso in Occidente, di una Russia senza opposizione è fuorviante. L'opposizione c'è in termini politici, c'è attraverso giornali, radio e la Rete. Lo ha dimostrato l'ondata di manifestazioni di piazza che ci sono state dal 2011 fino al maggio 2012, esauritesi per l'incapacità di disegnare un progetto alternativo, e anche il buon risultato elettorale del blogger Aleksej Naval'nij alle elezioni per la carica di sindaco di Mosca, dove l'esponente anti-Putin ha ottenuto il 27 per cento dei voti mentre il sindaco uscente Sergej Sobjanin, sostenuto dal Cremlino e dai principali media, si è dovuto attestare al 51,7 per cento. Un dato che ha contraddetto i sondaggi della vigilia, che indicavano Aleksej Naval'nij al terzo posto. Allo stesso modo, il miliardario Michail Prochorov si è potuto organizzare il suo partito, reclutando adepti fra gli scontenti della formazione di Putin.

Ogni volta che Putin partecipa alla conferenza stampa di fine anno in una diretta tv della durata di circa tre ore, riceve da giornalisti stranieri, russi e dai telespettatori domande anche feroci, sulle morti eccellenti, sulle presunte persecuzioni, sugli scandali che hanno coinvolto questo o quell'esponente politico. In uno degli ultimi incontri c'è stato anche spazio per le vicende personali: alla domanda su come fosse la sua vita affettiva dopo la separazione dalla moglie Ljudmila, ha risposto: «Amo e sono amato». All'inizio del terzo mandato sono state varate importanti riforme: l'accesso dei partiti minori alla Duma abbassando la soglia di sbarramento dal 7 al 5 per cento; la semplificazione delle procedure burocratiche per la raccolta delle firme per i partiti che partecipano alle elezioni; il ritorno all'elezione diretta dei governatori.

Commenti
Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 11/11/2015 - 09:35

putler seduce solo tre tipi di persona: 1) - I criminali come lui... 2) - Nazi-comunisti... 3) - Gli ignoranti che non hanno mai aperto un libro di storia...

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Mer, 11/11/2015 - 09:58

Putin e'un multi talent man,saggio e filantropo, ma anche patriota che riesce a vedere intera umanita' sintetizzando le conseguenze prima che esse accdano. Non ignora nulla.La sua grande dote e'darsi da fare, agire in anticipo per evitare disastri.Nello stesso tempo, sempre pronto per il dialogo,sempre porge la mano, non chiude mai le porte a nessuno.Amante della natura un conservatore della tradizione della memoria storica...non butta niente, non rinega nulla ma cerca semplicemente di migliorare in tutti i campi .Al primo posto mette la Patria. Un uomo integro.Un vero cristiano.

Luigi Farinelli

Mer, 11/11/2015 - 10:02

Interessante analizzare la frase citata in articolo: "..In quegli stessi saloni dove si predicava in epoca sovietica l'ateismo di Stato, si è parlato del ruolo che la famiglia riveste nella società..." Engel aveva attaccato il concetto di famiglia tradizionale, la donna "sempre oppressa" doveva lasciare i figli allo Stato, divorziare, abortire (e lavorare per il regime). Le potenze massoniche abbatterono con la I Guerra Mondiale l'Impero d'Asburgo (cattolico) e la Russia zarista (profondamente cristiana) con una rivoluzione finanziata da ambienti ebraici anglosassoni nordamericani ed europei (Rockefeller, Morgan, Rothshschild, Parvus...). Ed ora che la Russia è tornata a difendere i valori cristiani, da chi è attaccata a tutto spiano? I nomi sono sempre gli stessi: alla massoneria dà molto fastidio vedere vanificati i propri sforzi per l'edificazione del nuovo ordine mondiale.

Luigi Farinelli

Mer, 11/11/2015 - 10:04

Otto-Volante:9:35: sei tu che dai l'idea di aver letto solo i "libri di Storia" che ti fanno comodo. Li hai trovati alla COOP?

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Mer, 11/11/2015 - 10:07

OTTO CHI SEI PER DARE DELLE LEZIONI? GIA' LO SCUDETTO CHE MOSTRI LA DICE LUNGA.NON SEI SERENO.DEVI STAR SERENO.HAI CAPITO?

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Mer, 11/11/2015 - 10:10

Forza Vladimir.... fallo tu il KATHEKON, se non è capace di farlo il papa !!!! Mosca = Terza Roma !!! La Cristianità prevarrà sul Giudaismo Talmudico. Cristo prevarrà sull'Anticristo !!!

antipifferaio

Mer, 11/11/2015 - 10:20

Putin fa bene, anche perchè sa che nei prossimi anni in Europa vinceranno le estreme destre con buona pace (si fa per dire) dei sinistri decerebrati. Lo ha persino ammesso la Merkel paventando persino guerre sui balcani per sbarrare l'ingresso agli immigrati...il che è tutto dire...

pagu

Mer, 11/11/2015 - 10:25

@otto-volante, preferisco di gran Lunga PUTIN, ai vari renzi,boldrini,vendola,alfano, gente che in Russia, non metterebbero neanche a pulire i bagni pubblici.. e chi più ne ha ne metta, poi vedi tu...

Cacciamo i Padani

Mer, 11/11/2015 - 10:36

Il "cattivo" Putin NON SEDUCE SOLO tre tipi di persone: 1-I "BUONI" come gli americani...che portano guerre nel mondo in modo pacifico 2)-I liberal progressisti-gay 3)-Gli "intellettualoni" che sanno tutto dopo aver comprato un libro di storia in edicola...salvo poi dimenticarsi di leggerlo.

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 11/11/2015 - 10:58

@Luigi Farinelli... Parli della stessa "COOP" che dá lavoro a te e chissá a quanti altri tuoi parenti cattocomunisti??? No grazie... Preferisco comprarli in libreria!

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 11/11/2015 - 11:02

@Matko Srzich... Uhhhhhhh!!! Ma che paura che mi fai!!! Beota, rileggiti i commenti che hai scritto! Ma che hai studiato al "Istituto Luce" sotto il ventennio??? Sei solo un sottoprodotto della ridicola propaganda nazi-comunista di putler!

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 11/11/2015 - 11:05

@pagu... Tu puoi preferire chi vuoi! E' una tua scelta... Ma forse, prima di "decidere veramente" vatti a fare qualche mesetto nella bella Russia di putler e campare come un russo normale... Evidentemente, non sei mai stato in Russia! Prova la totale censura ed oppressione individuale, e poi mi dici. Buona fortuna! ;-)

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 11/11/2015 - 11:09

@Cacciamo i Padani... Bello il Vs commento autobiografico! Si vede subito il livello, a partire dalla punteggiatura degna della peggior prima elementare!

Massimo25

Mer, 11/11/2015 - 11:12

Putin l'unico statista degno di questo nome oggi sulla scena mondiale.....il resto purtroppo e semola per maiali...e per alcuni cerebro lesi che quando non sono in clinica scrivono qui....

Fab73

Mer, 11/11/2015 - 11:21

"tirando fuori il paese dal pantano di un'economia mafiosa e dal degrado delle condizioni di vita materiali"??????? Tanto per curiosità dott. (si fa per dire) Sangiuliano, mi pare di capire che lei non sia stato in Russia troppo di recente...

Fab73

Mer, 11/11/2015 - 11:25

Matko Srzich un ex-colonnello del KGB "campione del cristianesimo"!!??!! Di la verità, sei uno degli autori di Crozza!!! Grazie! Oggi la grassa risata me l'hai regalata!

Fab73

Mer, 11/11/2015 - 11:28

Luigi Farinelli, hai dimenticato i grigi e i rettiliani! O magari ti sei perso il piccolo particolare che Impero Absburgico e Russia zarista stavano su fronti opposti. Certo che sta plutogiudicomassoneria è davvero forte: stava con i cristiani e contro di loro, con le potenze occidentali e contro di loro. Può essere così, oppure può essere che non sai di cosa parli.Fai tu...

andri75

Mer, 11/11/2015 - 11:31

Putin uomo di destra : penso che si sia raggiunto il massimo. L'unico motivo per cui i partiti di destra (estrema) sono legati a Putin è che elargisce miliardi in finanziamenti, spesso tramite schemi che lasciano più di un dubbio sulla legalità. L'interesse di Putin per la destra è legato solo all'antieuropeismo e antiamericanismo ma lui è e resta un uomo del KGB, dell'apparato del PCUS e sostenitore convinto del ritorno all'SSSR. Nei territori Ucraini e Georgiani occupati la sua immagine è affiancata a Lenin e Stalin non certo a Kant.

andri75

Mer, 11/11/2015 - 11:35

Peraltro sarebbe bastato essere presenti alla manifestazione organizzata dallo stesso Putin la scorsa settimana a Mosca per capire dove è il suo cuore : bandiere con la falce e martello e grande parata militare dove il rosso era colore prevalente.

Fab73

Mer, 11/11/2015 - 11:39

Sto ancora ridendo per il Putin "Vero cristiano"! grazie!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 11/11/2015 - 11:49

Otto-Volante# Lei scrive spesso ma non dimostra mai niente. Fan così anche certi psicotici . E' apprezzabile la brevità dei suoi proclami. Il tempo che fa perdere è poco, coplimenti

heidiforking

Mer, 11/11/2015 - 12:20

Sarà anche come dice Otto- Volante, ma dall'altra parte si continua a chiudere gli occhi di fronte al malcontento generale, si continuano a raccontare sciocchezze a cui nessuno crede più da tempo, e si continua a tacciare di fascisti o nazisti chi ha idee diverse.....per cui è ovvio che Putin abbia raccolto consensi ed è altrettanto ovvio che, stando così le cose, ne raccoglierà sempre di più.

woofer65

Mer, 11/11/2015 - 12:36

Putin = vero cristiano; Hitler = vero cristiano; Mussolini = un altro vero cristiano. Che i cristiani siano un pelino pericolosi?

soldellavvenire

Mer, 11/11/2015 - 12:55

cari destraioli è l'individualismo che vi frega: passato il vostro dittatore, passata la destra

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 11/11/2015 - 13:05

fab 73 ride bene chi ride ultimo.Il tempo mettera tutti al suo posto,compresi gli stolti adoratori del nulla mischiato al niente.Finira il tempo di voi farisei,tutto ha un inizio e una fine ,se lo ricordi alla prossima risatina.

alberto_his

Mer, 11/11/2015 - 13:16

@woofer65: non erano gli islamici a essere pericolosi? Avete cambiato obiettivo?

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 11/11/2015 - 13:21

otto volante tutti i commenti sgradevoli e indelicati verso il PRESIDENTE PUTIN,dimostrano la debolezza di voi adoratori e affiliati al marciume mafioso e criminale dell occidente corrotto e schiavo delle politiche massone-anglosioniste internazionali.Ogni tentativo di screditare Putin vi ritornera indietro come un boomerang,in maniera analoga come si e fatto con le vili sanzioni adottate dalla fariseocrazia DELLA POLITICA E FINANZA UE-USA.

Massimo25

Mer, 11/11/2015 - 13:27

Andri da dove hai preso queste notizie???tu sai chi é Zhiuganov??come fai a dire che PUTIN é della vecchia guardia comunista,ma tu da dove vieni..ma sii onesto.guardati allo specchio ogni tanto....i veri comunisti sono qui in Italia..quelli duri e puri..

alox

Mer, 11/11/2015 - 13:37

@Otto-Volante, Fab73, Andri75... pienamente d'accordo!

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 11/11/2015 - 13:40

CA....O CHE PAURA, TUTTI NUOVI E VECCHI COMMENTATORI ANTI PUTIN ALL ATTACCO CONGIUNTO.ORDINI CATEGORICI DELLA SETTA,CON IN TESTA A QUESTA PLETORA DI PAGLIACCI,TROVIAMO IL MAIALE COLORATO DI OTTO VOLANTE,CHE PRIMA O POI FINIRA ARROSTITO ALLA GRANDE, INSIEME AI SUOI SGRADEVOLI COMMENTI DI PROPAGANDA ANTIDILUVIANA DA ANNI 70 AL TEMPO DELLA GUERRA FREDDA.SIETE ALLA FRUTTA SU TUTTO,AVETE FALLITO CON LE SANZIONI E PROPAGANDA MEDIATICA, CON LA GUERRA IN MEDIO ORIENTE,SVALUTAZIONI BORSISTICHE E MONETARIE ANTIRUSSIA, CON IL CALO DEL PETROLIO PER INDEBOLIRE LA RUSSIA,TERRORISMO FILOISLAMISTA FINANZIATO, CON FALSI ATTENTATI TERRORISTICI,RIVOLUZIONI COLORATE NEL MONDO, E OGGI VI BUTTATE CON LO SPORT.CHE ALTRO ANCORA DOMANI? IL COSMO?

alox

Mer, 11/11/2015 - 14:14

SEDUCE? Sara' mica gay (senza offesa ai gay!)

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 11/11/2015 - 14:41

@Sassofonino... putler PRESIDENTE DEI MIEI MARONI... E DI TUTTI QUELLI RUSSI, ALL'OSCURO DI TUTTO QUEL CHE AVVIENE NEL MONDO, E PEGGIO, IN RUSSIA STESSA!

gianrico45

Mer, 11/11/2015 - 15:09

Otto volante tu voli basso come il tuo nome.Putin,togliendo i cinque che sono serviti per bonificare la Russia, ormai in mano a mafie internazionali e delinquenza interna, in soli dieci anni ha portato una nazione distrutta senza più speranze a diventare la prima potenza mondiale militare ed economica. Se come vedo ci tieni a leggere incomincia a farlo veramente.

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Mer, 11/11/2015 - 15:18

Dove c'é putin resistere il Cristianesimo dove non c'é é già scomparso Italia compresa,, in Belgio dove sono io il Re non'puô piû dire buon Natale per non offender i mussulmani, e lo hanno cambiato con buone feste, in inchilterra idem, in Frangia già da un pezzo, in Olanda pure, in Italia, se non é questo anno sara il prossimo. Forza Putin. Otto-Volante,, la storia seve ha crescere nel futuro per vivere nel presente, se poi lei é un classico volgare di sinistra senza onore e senza cultura questo é un altro discorso che chiudo, che non voglio parlare con uno di sinistra che mi fa schifo. Saluti

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 11/11/2015 - 18:18

alox, Otto-Volante, Fab73, Andri75. Ucci ucci sento odor di centrosocialucci. Siete un branchetto di simpatici analfabeti inconcludenti. Praticamente dei bananas. Avete il dono della sintesi, scrivete poco e spesso ma non dite niente. Ve la prendete con Putin perché ha gli attributi che desiderereste tanto ma che non vi concederà mai. Provate con Franceschini.

Sascia

Mer, 11/11/2015 - 18:40

W Putin .

alox

Gio, 12/11/2015 - 13:10

@mauriziogiuntoli sei sostenitore di un DITTATORE che minaccia il Mondo! Comincia a leggere qua per esempio: "winter is coming" by Garry kasparov!

Ritratto di PSG1-a1

PSG1-a1

Gio, 12/11/2015 - 13:40

@gianrico45... Lei ha scritto Russia "prima potenza mondiale militare ed economica" al mondo... Ma lei c'é, o ci fá? Lascia la bottiglia di vodka, e torni a prendere le solite medicine che é meglio!