Migranti, veneti stufi di pagare: "Renzi o la Ue paghino il conto"

In un anno la sanità regionale ha erogato agli immigrati 40mila prestazioni. Zaia: "Roma o Bruxelles paghino per questo grande lavoro"

Il Veneto "batte cassa" con governo e Unione europea per le cure prestate ai migranti. "In un anno, da settembre 2015 ad agosto 2016, la sanità regionale ha erogato 40mila prestazioni agli immigrati inviati dal governo sui territori". In base a un'analisi condotta nell'ambito della sorveglianza Emergenza immigrati da parte dell'Unità operativa Prevenzione e Sanità pubblica che in collaborazione con le aziende sanitarie sul territorio sta gestendo il fenomeno migratorio, la Regione Veneto ha sborsato, tra gennaio 2015 e agosto 2016, 2 milioni e 390mila euro. Una cifra monstre che adesso il governatore Luca Zaia vuole indietro.

Zaia è netto. "Roma o Bruxelles paghino per questo grande lavoro". Gli fa eco l'assessore alla Sanità Luca Coletto:"Lo Stato ci rimborsi nel riparto del Fondo sanitario nazionale". Perché a farne le spese non possono essere i cittadini italiani. Al 31 agosto 2016 il numero di presenti e assistiti nelle diverse Ullss era di 11mila persone. Cinque aziende hanno in carico più di mille migranti. Solo nell'ultimo anno sono state effettuate oltre 10mila visite dai Servizi di Igiene e Sanità pubblica-Sisp, oltre 4 mila visite specialistiche, quasi 15mila vaccinazioni, 6.500 test di Mantoux per la Tbc, 1.600 Rx torace e oltre 2mila altre prestazioni tra cui ecografie polmonari e ginecologiche, elettrocardiogrammi, esami ematochimici e test per l'Hiv. Per Zaia "si tratta di un lavoro enorme di fronte a un fenomeno che lo Stato ci ha lasciato soli a gestire, per il quale ringrazio i nostri tecnici e sanitari".

L'aspetto sanitario è stato pesantemente trascurato a livello nazionale e la Regione Veneto ha deciso di farsene carico per salvaguardare la popolazione dal rischio di possibili contagi e per dare un minimo di assistenza a persone che Unione europea e governo trattano come pacchi postali. "Ma Roma e Bruxelles - avverte il presidente del Veneto - non credano che il salato conto, destinato peraltro ad aumentare con i nuovi arrivi pressoché quotidianamente annunciati dai prefetti, venga pagato dai cittadini veneti, già alle prese con i tagli nazionali alla sanità che si susseguono". Da qui la richiesta di mettere mano al portafoglio e paghino. "Se non hanno soluzioni intelligenti per gestire il fenomeno - incalza Zaia - risarciscano almeno i danni economici".

Commenti
Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Sab, 01/10/2016 - 14:43

Mica solamente in Veneto c'è l'assalto alla sanità che noi italiani paghiamo profumatamente e che gli altri godono, senza aver minimamente contribuito. In tutta Italia si è rovesciata la favola della cicala e della formica. Quei furboni lo sanno ed arrivano a frotte, così usufruiscono gratis di TUTTI i servizi sociali che generazioni di italiani hanno messo in piedi. Quando finirà, non sarà mai troppo tardi.

zisp

Sab, 01/10/2016 - 14:59

Zaia blablabla, un grande chiacchierone italiano travestito da veneto, tante parole, ma zero fatti. Il Renzi de "noialtri" che ancora troppi veneti non riescono a capire rappresenta solo il guardiano ed il tutore degli interessi di Roma nel territorio veneto. Sveja veneti!

Malacappa

Sab, 01/10/2016 - 15:09

Solo i veneti????

nopolcorrect

Sab, 01/10/2016 - 16:20

A quando l'esplosione?

Raoul Pontalti

Sab, 01/10/2016 - 16:21

Zaia tra l'altro ammette come molte, se non tutte..., le prestazioni erogate dal servizio di igiene e sanità pubblica (che significa di prevenzione) siano state eseguite per prevenire contagi agli indigeni veneti e quindi è giusto che ciò che serve ai veneti, magari per eccesso di prudenza condita con buona dose di razzismo, sia pagato dai veneti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 01/10/2016 - 16:27

Tutti esami questi per i quali se a farli è un Italiano che paga le TASSE, deve anche pagare il TICKET, vero Elpirl e Xcessico????? ##########RENZIACASACOLNO e ##########STOPINVASIONE.

fer 44

Sab, 01/10/2016 - 16:33

Il "bello" (si fa per dire) è che nelle varie ASL o CUP entrano e passano davanti a tutti! Non rispettano alcuna fila o n° di precedenza, e se ti azzardi a fiatare ti insultano pure! Mi sono rivolto ad una guardia giurata presente in loco e questa si è stretta nelle spalle e mi ha detto: cosa posso fare io da solo? dovremmo essere qui in 20, con tanto di manganelli, ma autorizzati ad usarli!

giosafat

Sab, 01/10/2016 - 16:55

@pontalti...faccia un favore a noi e anche a sè stesso, faccia un fioretto: almeno una 'cazzata' al giorno se la tenga dentro, non ammorbi l'aria.

maurizio50

Sab, 01/10/2016 - 17:02

Le bestialità del tuttologo Pontalti non hanno fine: secondo costui , poichè il servizio sanitario veneto eroga prestazioni ai selvaggi importati da Renzi e soci , onde prevenire malattie ai veneti, ebbene il costo di ciò deve ricadere sui veneti. E' come dire che quando una nave che trasporta petrolio inquina le coste di un paese, ebbene le operazioni di pulitura devono ricadere su quel paese nel cui interesse le operazioni anti inquinamento sono state eseguite. Bestialità pura!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 01/10/2016 - 17:09

Intanto gli italioti si pagheranno i tiket per le operazioni. Il negro si cura subito gratis, l'italiota aspetta e paga.

vince50

Sab, 01/10/2016 - 17:12

Troppi saputelli"so tutto io"sparano cxxxxxe,dei grandi pensatori e teorizzatori ne abbiamo ben donde.

AndreaT50

Sab, 01/10/2016 - 17:27

L'unica via é o l'indipendenza o ampia autonomia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 01/10/2016 - 17:39

HAHAHAHAHA secondo il Prof di Trento tutti questi esami vengono fatti per SALVAGUARDARE i Veneti, che sono quelli che hanno richiesto che gli vengano mandati IN CASA i PRO/FURBI AMMALATI DA CURARE!!! Oggi le comiche!!!lol lol. #RENZIACASACOLNO insieme al RUTTO ALPINO (copyright oldpeterjazz)

timoty martin

Sab, 01/10/2016 - 17:40

I Veneti hanno fatto la loro bella parte ed è giusto che ne abbiamo abbastanza, ma è tutta l'Italia ad essere stanchi di pagare per questi invasori illegali. Presto una rivoluzione inevitabile se il governo non ferma l'arrivo di questi immigranti

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 01/10/2016 - 17:44

io chiedo a tutti i poveri d'Italia, quelli che hanno perso un lavoro, che hanno perso una famiglia, di andare a bussare la porta di certi soggetti che in televisione difendono gli stranieri e che pretendono che noi obbligatoriamente li dobbiamo mantenerli. Basta insulti come , siamo egoisti, siamo razzisti, sempre le stesse parole per farci zittire. Non lavoriamo per la gloria.

ziobeppe1951

Sab, 01/10/2016 - 17:46

Pontalti ....ci stai impestando più te di mille colorati trogloditi

Ritratto di do-ut-des

Anonimo (non verificato)

accanove

Sab, 01/10/2016 - 18:00

mi associo a @giosafat

nopolcorrect

Sab, 01/10/2016 - 18:17

Tenerissimo Zaia...che vuole, addirittura!, essere rimborsato. Forse non sa che anche a lui e al Veneto verrà applicata la legge del menga: chi lo prende in ...se lo tenga. Ma non sa Zaia che qui in Italia "cosa fatta capo ha" e che "chi ha avuto ha avuto, chi ha dato a dato, scordiamoci il passato, non ci pensiamo più"? Auguri comunque, tanti...ne ha proprio bisogno.

Cianna

Sab, 01/10/2016 - 19:02

in compenso i nostri pensionati devono pagare sempre più tiket e sempre peggio sarà

arkkan

Sab, 01/10/2016 - 19:06

Raoul Pontalti Sab, 01/10/2016 - 16:21 Visto che questa invasione NON è stata voluta dai Veneti, è ovvio che i costi relativi debbano essere imputati a chi ci ha mandato questa gente. Non capisco poi dove tu possa vedere il razzismo, visto che chiunque si presenti in PS viene curato. Peraltro loro gratis, noi pagando il ticket! Scusa, ma un po' meno di vis polemica non sarebbe male.

buri

Dom, 02/10/2016 - 11:46

unica soluzione, sospendere le cure gratuite ai migranti, siano curati dietro pagamento in contante al momento della presaxione