Stabilità, Padoan gongola: "Efficace ed equilibrata"

Il ministro dell'Economia è soddisfatto: "I conti pubblici miglioreranno. Sostegno a imprese e famiglie"

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan canta vittoria:"Il ddl di stabilità che ha ricevuto il via libera dal Senato e ora si avvia ad affrontare le ultime fasi dell'iter di approvazione alla Camera è un risultato importante per il governo e per il Parlamento che, congiuntamente, si sono impegnati per definire un provvedimento equilibrato e con importanti misure volte a stimolare la crescita economica e la creazione di posti di lavoro".

"Nel 2015 i conti pubblici miglioreranno e questo consentirà di dimostrare ai partner europei e ai mercati che l'Italia è un Paese affidabile. Allo stesso tempo - aggiunge il ministro dell'Economia - con questa legge di stabilità, abbiamo messo in campo un significativo abbattimento delle tasse che ha pochi precedenti nella storia del Paese, il sostegno allo sviluppo, le risorse per il mercato del lavoro, il finanziamento degli ammortizzatori sociali e degli interventi per l'innovazione".

Sostegno a imprese e famiglie

"Con gli emendamenti approvati al Senato - prosegue Padoan - sono stati rafforzati gli aspetti della manovra legati alle politiche per il sostegno alle imprese, alle famiglie e al sociale, al settore della sanità e a quello della scuola". E ricorda con orgoglio "il credito d'imposta in favore dei lavoratori autonomi che non si avvalgono dei lavoratori dipendenti e quindi non avrebbero potuto beneficiare dello sgravio Irap".

"Per il settore dell'autotrasporto - sottolinea Padoan - sono ripristinate le agevolazioni fiscali sul gasolio con un effetto di 270 milioni di euro annui. Si introduce poi un credito d'imposta per le Casse previdenziali nel limite di 80 milioni di euro a decorrere dal 2016, finalizzato a favorire gli investimenti a lungo termine". Per il trasporto pubblico locale, aggiunge, "sono incrementate le dotazioni del relativo fondo di 20 milioni di euro nel 2016 e 85 milioni nel 2017, mentre nel settore della sanità sono stanziati 100 milioni di euro nel 2015 per l'acquisto di medicinali innovativi come contributo dello Stato. A favore della ricerca e della partecipazione italiana a progetti spaziali europei, per consentire la prosecuzione del programma Cosmo-Skymed, finalizzato alla messa in orbita di due satelliti, sono stanziati 30 milioni di euro nel triennio 2015-2017. Ulteriori risorse sono stanziate per l'itt di Genova e l'Istituto Nazionale di Astrofisica". "Per la funzionalità degli istituti scolastici - conclude il ministro - sono stanziati 130 milioni di euro per il prossimo anno e ulteriori risorse sono previste a favore dell'edilizia scolastica attraverso l'esclusione di tali spese dal patto di stabilità interno".

Commenti

Luis53

Sab, 20/12/2014 - 20:08

padoan gongola noi NO

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 20/12/2014 - 23:38

I tagli e le tasse,come nel poker,verranno mostrati lentamente..e solo 2 vinceranno: lo stato e le coop.Noi tutti lo prenderemo..dove non batte mai il sole.Nel cxxo. Con grande godimento di Recchia Vendola ed il suo cxxatello Prodi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 20/12/2014 - 23:57

Mi chiedo come sia possibile che un ministro possa arrivare a gongolare per l'approvazione di una legge senza sapere se darà risultati positivi. DEVONO ESSERE DIVENTATI TUTTI QUANTI COME PRODI. VEDONO IL FUTURO CON LE SEDUTE SPIRITICHE. ABBIAMO UN GOVERNO DI MEDIUM.

Garganella

Dom, 21/12/2014 - 03:41

Un muratore che costruisce una casa potrà gongolare solo se in seguito la casa non crollerà!

Agostinob

Dom, 21/12/2014 - 07:04

Ovvio che dica le cose secondo lui positive. Quelle negative spetterà agli italiani trovarle. A volte c'è da chiedersi se quando parla lo faccia per necessità di parte o ci creda davvero!

Duka

Dom, 21/12/2014 - 07:21

Ci risparmi almeno le caz.......

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 21/12/2014 - 07:22

...LEGGE EQUILIBRATA E SCARABOCCHIATA. BENE, BRAVO, BIS. Ma ritorna a fare il cerimoniere per il mondo con i tuoi noti convegni. Impara qualcosa da Draghi e poi vai a fare un po di tirocinio dal collega tedesco e poi... torna a casa tua a fare i conti della serva, almeno quelli dovresti saperli fare, altrimenti vai ad imparare proprio dalla serva.

vince50_19

Dom, 21/12/2014 - 08:11

Siamo alle comiche!!! "Rimandati" e lui gongola.. Tanto chi ce l'avrà in quel posto invariabilmente saremo comunque noi cittadini, TUTTI.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 21/12/2014 - 09:09

cioè... il contrario di quello che dice! conti saltati, mancano coperture, in arrivo altre tasse... :-)

linoalo1

Dom, 21/12/2014 - 09:27

Mettiamo in Bacheca queste affermazioni di Padoan e,fra 6 o 12 mesi verifichiamo in che percentuale si sono verificate!Poi,commentiamo!Lino.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 21/12/2014 - 09:33

La presa per i fondelli che ogni fine anno ci viene propinata fa gongolare il ministro e fa piangere gli italiani. I faremo e i diremo sono l'insaponatura per nascondere i prendiamo e i tagliamo. Per non parlare delle patacche delle riforme che non riformano un ca@@@! Ma questi dove vivono? O meglio loro vivono e noi muoriamo. Buttare l'immondizia sotto il tappeto e dire che si sta facendo pulizia fa prolificare le malattie e incentivare il malaffare del sottobosco politico-mafioso che si occupa dello smaltimento l'immondizia stessa! Basta un esempio per tutti: tolti 4 miliardi alle regioni per finanziare la sanità e condannati indirettamente gli utenti a rivolgersi, per chi ne ha la possibilità, alle strutture private per curarsi!

unosolo

Dom, 21/12/2014 - 09:43

come si può giudicare equilibrata questa FINANZIARIA ? aumenti di tasse già avvenuti , in programma anche aumenti sulle addizionali , niente aumenti su pensioni e assunzione di circa duemila persone nella PA o partecipate , quindi maggiori esborsi dallo Stato e il debito aumenta come l'assalto all'INPS , mandando in prepensionamento si carica l'IMPS altro che assalto alla diligenza questi perseverano ad assaltare imprenditori e operai compresi i pensionati , 80 euro a parassiti non a chi ne ha necessità. anche per il 2015 subiamo aumenti indiscriminati e automatici dei stipendi di politici e sindacalisti , questo è risparmiare cavolo .EQUA ? faccia il piacere almeno di tenersele .... certe uscite.

Atlantico

Dom, 21/12/2014 - 09:53

Non ci voleva mica molto a fare meglio del catastrofico Tremonti. A proposito, ma che fine ha fatto quel grandissimo economista degno di un Nobel ogni anno ?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 21/12/2014 - 10:17

La solita balla come da tre anni, la luce in fondo al tunnel, adesso siamo a posto, stiamo uscendo dalla crisi, il primo semestre del 14 ci sarà la ripresa, anzi no, il secondo semestre, anzi no, il primo del 15 , anzi no il secondo, anzi no, il primo del 16......e avanti così per il popolo bestia che poi si va a votare Pd.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 21/12/2014 - 10:27

Gira e rigira, te lo mettono sempre nel futuro!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 21/12/2014 - 10:42

Credito di imposte per le casse previdenziali di 80 milioni di euro a decorrere dal 2016. Per il trasporto pubblico, un incremento di 20 milioni nel 2016 e di 85 nel 2017. Il Governo, così previdente, vi fa già gli auguri di Buon Natale 2016 e 2017...voi, intanto, cominciate pure a festeggiare.

vince50_19

Dom, 21/12/2014 - 10:57

Atlantico - Sono entrambi "grembiulati". Solo che uno ha criticato quella congrega è finito nel dimenticatoio politico (indovini chi..).. Non se questo particolare le interessa.. Guardi al presente piuttosto: il gioco dei guelfi contro i ghibellini non paga proprio, anzi favorisce chi vuole svuotarci le tasche.

silvano45

Dom, 21/12/2014 - 11:38

questi ministri o sono bugiardi o sono incapaci o sono imbecilli come sarà possibile tutto quanto dichiarato se la casta non ha tagliato un solo euro delle loro spese inutili e cosi il debito del paese non scende e non vi sono risorse per la ripresa ma quando finiremo di avere ministri incapaci come questo o questi signori

terzino

Dom, 21/12/2014 - 12:02

Ma cosa volevate che dicesse il ministro dell'Economia che si è visto correggere nottetempo il bilancio dello Stato? Mai sentito nessuno criticare le misure adottate salvo rivederle in primavera, correggerle in estate e modificarle di tutto punto in autunno perchè prima ci sgrida l'Europa e poi perchè i conti non tornano mai. Ma stavolta si sono organizzati con le clausole compromissorie, che altro non sono che aumenti mascherati dell'IVA ma non troppo e delle accise, così che il popolo italiano continuerà a pagare di più e lo stato incasserà sempre di meno poichè il reddito diminuisce. Che geni!!!