"Lo Stato è inesistente, lascia i cittadini indifesi"

Il deputato di Forza Italia: "Sì alle ragioni del diritto ma a volte la sicurezza della comunità deve prevalere"

Roma - Tenta di rapire una bambina sotto gli occhi dei genitori, ha precedenti penali e ha violato il provvedimento di espulsione. Fermato e rilasciato. Poi di nuovo fermato e alla fine rilasciato. Onorevole Carfagna: la giustizia italiana è schizofrenica?

«Questa vicenda se non fosse tragica sembrerebbe davvero un paradosso. L'uomo è stato rilasciato perché il reato di tentato sequestro non prevede il fermo. Ma il sequestro non è avvenuto solo perché il padre della bambina ed altre persone lo hanno impedito. Capisco le ragioni del diritto, ma a volte il buon senso e la sicurezza della comunità dovrebbero prevalere. Gli abitanti di Vittoria hanno vissuto giorni di terrore e uno Stato, uno Stato di diritto, questo non dovrebbe permetterlo. In più non stiamo parlando di un incensurato, ma di una persona con precedenti che si trova in Italia illegalmente».

Anche per il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, è necessario rendere effettive e più veloci le espulsioni.

«Servono rigore ed efficienza. La magistratura deve essere rigorosa ed inflessibile soprattutto in casi come quello dello sventato sequestro, perché di questo si tratta. Ci sono situazioni in cui non si può prescindere dalla severità e non si può essere indulgenti. E le espulsioni devono essere effettive, non solo di forma. Sarebbe bello se il vertice di Ventotene, l'ennesimo di una lunga serie, promuovesse politiche veramente efficienti di contrasto all'immigrazione clandestina a partire da un sistema europeo di rimpatri. Ma da quanto tempo ne parliamo?».

Che cosa deve cambiare nella gestione del fenomeno migratorio?

«A prescindere da questi episodi, andrebbe ripensato tutto il sistema di gestione dei flussi migratori. L'Europa continua a lasciare l'Italia da sola a gestire il problema e questo non è più accettabile. La situazione sta diventando insostenibile ed è sempre più difficile coniugare solidarietà e sicurezza, umanità e rigore. Gli sbarchi vanno limitati e monitorati. Serve un controllo delle coste che sia gestito dalla comunità europea e un piano per ricollocare i migranti che non sia la presa in giro promossa da Juncker un anno fa. E serve finanziare il Migration Compact. Ma mi sembra che i cordoni della borsa europea si siano allentati solo per l'accordo con la Turchia. Forse perché in gioco c'erano principalmente gli interessi tedeschi?».

Da ministro per le Pari Opportunità ha portato all'approvazione la legge sullo Stalking. Ma la normativa italiana continua ad apparire inadeguata. È sempre un problema di legge o anche del modo in cui i giudici la applicano?

«Ribadisco che serve rigore. Come ho detto prima per il caso di Vittoria, anche per i reati contro le donne bisogna essere severissimi e applicare tutte le misure cautelari di cui la magistratura dispone. Muovendosi così forse si possono salvare delle vite. Gli strumenti legislativi ci sono, vanno solo applicati».

La violenza che colpisce le donne è in continuo aumento. Perché?

«Dobbiamo innescare una rivoluzione culturale, partendo dal presupposto che la parità tra uomo e donna è un principio imprescindibile e basilare della nostra civiltà. Agire fin dall'infanzia e dall'adolescenza è uno degli strumenti che possediamo. Ancora non capisco perché la settimana contro la violenza nelle scuole, che avevo istituito con Mariastella Gelmini, quando ero Ministro per le Pari Opportunità sia stata sospesa. Sicuramente non risolveva tutti i problemi, ma era efficace nel dare consapevolezza della situazione».

Pensa che l'azione del governo sia stata debole rispetto alla questione della violenza?

«Debole? Direi più che altro inesistente. Per più di due anni è stato tutto fermo, bloccato, non era stata assegnata neanche la delega per le Pari Opportunità. Di cosa stiamo parlando? Del nulla. Anche il ministro Boschi, che ha la delega da maggio, fino ad oggi non ha fatto niente di significativo. Ma la violenza di genere, i femminicidi non si fermano mica. Ci sono delle priorità ed evidentemente il contrasto di quella che è una piaga del nostro Paese, secondo i dati del Viminale un omicidio su tre è un femminicidio, non lo è per il nostro Governo».

Commenti

paolonardi

Lun, 22/08/2016 - 09:40

Sig.ra Carfagna le parlo da ex responsabile regionale della sanita' in Toscana di FI, quindi di soggetto politicamente attivo poi, per eta', ho dovuto, con dispiacere, abbandonare. Questo non mi impedisce di vivere la politica con passione. Questo lungo preambolo per spiegare un mio punto di vista non ortodosso per la corrente vulgata. Nel CP c'erano gia' da prima ipotizzate le fattispecie di reato che lei elenca; la loro mancata applicazione va ascritta ad una magistratura piu' attenta a creare nuovi reati e a mantenere un potere quasi assoluto che ad applicare, con comune buon senso, la legge.

panzer@57

Lun, 22/08/2016 - 09:43

scusate ma i diritti degli derubati, violentati,assasinati,truffati,sequestrati,ecc.ecc. dove sono?? in questo Stato si pensa solo a diritti dei delinquenti e degli assasini e lasciano senza difesa i cittadini onesti. Dicono che le leggi ci sono,come mai sono a sfavore dei cittadini onesti??? Vergogna.

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Lun, 22/08/2016 - 09:48

Il femminicidio é in aumento perchè é aumentata l'ignoranza, il livello culturale degli italiani è al minimo storico. Le donne non hanno rispetto di loro stesse e gli uomini sono immaturi e narcisisti. Tutto qurllo che conta è la palestra, il telefonino, le vacanze, l'happy hour, mai lavorare al sabato e cosi' via.....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 22/08/2016 - 10:25

L'ex pin up ora s'indigna. Che hanno fatto, lei ed i suoi compagni di partito, quando di tempo per correggere le aberrazioni del nostro codice penale ne avevano a iosa?

vince50

Lun, 22/08/2016 - 10:35

Per alcuni aspetti condivido per altri no.Ossia è molto esistente nell'esigere e rapinare i cittadini,totalmente latitante quando i cittadini chiedono di essere rispettati e tutelati.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Lun, 22/08/2016 - 10:42

Il governo italiano è dalla parte dei delinquenti invece che dalla parte delle persone per bene.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 22/08/2016 - 10:47

"«Dobbiamo innescare una rivoluzione culturale, partendo dal presupposto che la parità tra uomo e donna è un principio imprescindibile e basilare della nostra civiltà." Brava, ma allora ci spieghi cosa diavolo c'entra il femminicidio con la parità uomo/donna!

Ritratto di wciano

wciano

Lun, 22/08/2016 - 10:55

legge sbagliata? Mi pare che anche lei era ministro, perchè non l'ha cambiata?

momomomo

Lun, 22/08/2016 - 11:15

Come nel caso dell'indiano che TENTO', senza riuscire, il rapimento di una bambina in spiaggia, per poi essere liberato per AVER TENTATO SENZA PORTARE A TERMINE IL RAPIMENTO, anche l'"amico" egiziano verrà rilasciato per aver SOLO TENTATO, SENZA RIUSCIRE di uccidere la sua nuova vittima??? Sto parlando del caso dell'egiziano che giorni fa aggredì un pensionato che gli rifiutò due euro di elemosina.....

Mechwarrior

Lun, 22/08/2016 - 11:18

Che ridere!!! lo stato non solo non difende i cittadini ma non permette di difendeci e difendere i nostri cari e se per caso lo fai ti mette in croce.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 22/08/2016 - 12:20

Quando erano al governo potevano spazzare via queste leggi idiote. Eh, no loro sono garantisti, e poi half ano li avrebbe mollati......

Vigar

Lun, 22/08/2016 - 12:26

Mi rifaccio al titolo dell'articolo. Secondo me, lo Stato non è inesistente, anzi....è proprio lo Stato il primo nemico da cui i cittadini devono difendersi. Qui non è più questione di colore politico, ma di una macchina infernale che ormai va avanti da sola e che, pur essendo stata creata (in teoria) per la guida e la difesa degli interessi dei cittadini, si è trasformata in un mostro che si nutre proprio dei cittadini stessi, rendendoli sempre di più sudditi da spremere e vessare in ogni modo per soddisfare i suoi vergognosi appetiti. Purtroppo questo non è qualunquismo! Magari lo fosse! Sfido ognuno di noi a portare degli esempi....potremmo scrivere un'enciclopedia!

Mobius

Lun, 22/08/2016 - 12:32

Ormai lo Stato ha completato la propria evoluzione: da organizzazione a scopo di lucro ad associazione a delinquere di stampo mafioso.

Vigar

Lun, 22/08/2016 - 12:33

...segue. E quello che più mi offende e mi rattrista è che lo scrivente è un ex dirigente pubblico, che ha lavorato una vita al servizio dello Stato, credendo ed operando nel pubblico interesse, in virtù del giuramento a suo tempo fatto e mai dimenticato.

LAMBRO

Lun, 22/08/2016 - 12:57

NON E' VERO !! LO STATO C'E' .....CARI E ONESTI CITTADINI PROVATE A DIFENDERVI DA SOLI E.... SIETE ROVINATI!!

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 22/08/2016 - 13:22

Certo che lo Stato non difende i cittadini, quelli onesti. E' troppo impegnato a difendere i delinquenti.

acam

Lun, 22/08/2016 - 13:51

"L'Europa continua a lasciare l'Italia da sola a gestire il problema e questo non è più accettabile." a questa asserzione discordo completamente L' europa ah detto diverse volete che l'italia de controllare le sue frontiere il che significa che non sono d'accordo con la posizione di francesco e Matteo. come dissi giorni fa, le navi debbono restare nelle acque territoriali e tutelarle. ci riempiamo la bocca quando diciamo che i nostri politici bruciano i soldi del contribuente italiano, e critichiamo quelli che non vogliono bruciare i soldi dei loro contribuenti, che non perdonerebbero. A prescindere dai soldi la presenza di individui che non si vergognano d'essere mantenuti, anzi lo pretendono non é consone alle esigenze dei nostri nullatenenti che spero abbiano imparato e sapranno votare di conseguenza. dalla vostra parte non basta... é un urlo portato via dal vento.

levy

Lun, 22/08/2016 - 14:14

Il personaggio politico intervistato in questo articolo dice che bisogna fare questo e bisogna fare quello, allora perchè non lo fanno quando sono al governo? Risposta: Perchè non hanno la minima idea di quello che ci vuole, oppure perchè sono sottoposti al volere di poteri superiori ai quali va' bene così, in questo caso li mettano allo scoperto affinchè gli italiani sappiano che il loro voto non conta niente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/08/2016 - 14:23

Lei è la sua amica Mariastella (quella del TUNNEL) sono di quelli che dovrebbero stare ZITTI!!!! Prima dal 2001 al 2005 e poi dal 2008 al 2011 hanno governato, senza ABOLIRE la Turko/Napolitano che consente ai PRO/FURBI ai quali NON viene riconosciuto il diritto di asilo, di ricorrere fino al terzo grado di giudizio, in modo che possano rimanere ANNI a compiere i LORO delitti a RUBARE,MINACCIARE,ACCOLTELLARE,RAPIRE BAMBINI ECC. VERGOGNATI!!!!

vernunftigo

Lun, 22/08/2016 - 14:25

Capisco le ragioni del diritto, ma a volte il buon senso e la difesa della comunità dovrebbero prevalere. sulle prime uno si chiede se l'on Carfagna non si renda conto di chiedere ai magistrati di comporrtarsi come giustizieri dispotici e non come potere giudziario in uno stato di diritto. Ma poi ci si rende conto che lo sa benissimo. Solo che preferisce solleticare il suo elettorato nei suoi bassi istinti. Qualcuno ha detto che se la verità non si accorda con la rivoluzione, tanto peggio per la verità. E' la massima che ben si attaglia ad entrambe le contrapposte faziosità che si stanno esibendo a proposito del fatto in commento.

MOSTARDELLIS

Lun, 22/08/2016 - 14:26

Purtroppo è uno stato di diritto solo per i delinquenti. Il cittadino "normale" è completamente abbandonato a se stesso, specialmente se è italiano,, ovviamente...

levy

Lun, 22/08/2016 - 14:28

Lo stato italiano non difende i cittadini, vieta la loro difesa personale e li attacca quando la esercitano , praticamente è diventato un nemico contro il quale nemmeno il voto ha più nessun effetto.

agosvac

Lun, 22/08/2016 - 14:34

Che lo Stato sia quasi inesistente è un dato di fatto.Ma in questo caso specifico non è lo Stato ad essere latente ma la magistratura. E' stata la magistratura a lasciare libero questo "tentato" rapitore, come se tentare un rapimento non fosse di per sé un reato. Tra l'atro sembra che questo indiano non è che fosse uno stinco di santo, era sotto espulsione per altri reati di una certa importanza. Il magistrato che lo ha lasciato libero ha di per sé commesso un reato dato che una volta in custodia ed esistendo un decreto di espulsione, avrebbe dovuto, secondo la legge, farlo espellere immediatamente!!! Purtroppo sembra che "certi" magistrati di applicare la legge se ne fregano allegramente. Questo succede perché "certi" magistrati si credono al di sopra della legge. A pensarci bene essendo al di sopra della legge sono di per sé "fuorilegge".

Romolo48

Lun, 22/08/2016 - 14:36

@ Memphis35 .... 10,25. Mi pare un commento molto pretestuoso visto quello che stanno combinando i tuoi cari compagni.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 22/08/2016 - 14:44

----cara carfy-----durante i governi berlusconi primo --secondo terzo e quarto--ne avete avuto di tempo per prendere 2 libri due---il codice civile e penale di questo dannato paese e riscriverli ex-novo-------che avete fatto invece?----indulti--depenalizzazioni--amnistie --svuotamento carceri--leggi ad personam e leggi ad aziendam---adesso friggiti----hasta siempre

petra

Lun, 22/08/2016 - 15:01

#levy Condivido. Lo stessa cosa sta facendo purtroppo anche Papa.

Mefisto

Lun, 22/08/2016 - 15:30

"L'uomo è stato rilasciato perché il reato di tentato sequestro non prevede il fermo. Ma il sequestro non è avvenuto solo perché il padre della bambina ed altre persone lo hanno impedito" Non sono un avvocato, ma se è così la giustizia fa cagare ! Cioè... io prendo in braccio un bambino e scappo via. Se mi raggiunge il padre assieme ad altri, con fare (giustamente) minaccioso, gli ridò il bambino, con uno "scusate, stavo giocando a rugby"...

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 22/08/2016 - 15:33

Attualmente lo "Stato" è rappresentato da un tal RENZI, colui che giornalmente ci racconta balle. Sopra di lui c'è "il Quirinale", tutelato da una norma penale (278 c.p.), di cui abbiamo ricevuto le sue ultime "comunicazioni" circa le conseguenze della probabile bocciatura della legge di modifica della Costituzione. Uno "stato", quindi, in cui tutto è relativo e nulla è prevedibile con certezza, per cui tutto può cambiare a seconda del vento. Ora il vento soffia a favore degli immigrati clandestini e delle cooperative ad essi interessate. La conseguenza è indicata nel titolo dell'articolo: dobbiamo soffrire e basta. Poi si vedrà, anche se sarà solo nel 2018, come vuole Renzi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 22/08/2016 - 15:40

#Romolo48- 14:36 E'da poco che mi leggi. In caso contrario capiresti che io sono uno di quelli che i kompagni li avrei spediti in Polinesia. E da molto tempo.

123214

Lun, 22/08/2016 - 15:41

"Lo Stato è inesistente, lascia i cittadini indifesi" lo stato esiste e ha scelto di stare con gli invasori che porta lui stesso sul territorio nazionale, sparpagliandoli in ogni dove in modo sistematico. mettendoli sopra la legge, proibendo al popolo italiano di ribellarsi creando leggi che ne limitino l'espressione e l'azione. insomma un sistema organizzato di distruzione di una nazione e di un continente.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 16:23

@Elkid ore 14:44 - E voi cattocomunisti ne avete avuti 70 per scriverli (male) e non le cambiate (le leggi), o meglio le avete cambiate in peggio. Ripeto 70 anni e non 7 di governo. Impari a contare.

flip

Lun, 22/08/2016 - 16:30

memphis35 quando c'erano loro certi fatti e certe situazioni non si sono mai create. E DA QUANDO C'è IL CONUNISMO AL POTERE CHE E' CROOLATO TUTTO. ricordatelo sempre!.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 13/10/2016 - 09:54

Comunque stiamo arrivando alla "giustizia fai da te"