Stretta sui fannulloni dal sapore pre-elettorale

48 ore per essere sospesi, 15 giorni per difendersi. Ma è un pretesto per concedere aumenti

Roma Una stretta contro i furbetti del cartellino, in cambio del rinnovo del contratto del pubblico impiego (quindi di aumenti nello stipendio) atteso da anni. Il premier Matteo Renzi ha trasformato una riforma «contro» i fannulloni, nel preludio di quella che potrebbe essere la nuova mossa del governo dal sapore vagamente elettorale: aumenti ai dipendenti pubblici.

Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato i decreti legislativi che rendono più severa la normativa per chi è colto in flagranza a timbrare il cartellino per se e per altri e poi si assenta dal lavoro. Entro 48 ora potrà essere sospeso, avrà 15 giorni per difendersi e altri 15 prima della fine del procedimento che potrà anche portare al licenziamento.

I contenuti del provvedimento sono quelli noti, con il riconoscimento di un «assegno alimentare» pari alla metà dello stipendio del dipendente pubblico accusato di avere fatto il furbo con gli orari. Rispetto al testo originale approvato da Palazzo Chigi e poi sottoposto all'esame del Parlamento, scompare una responsabilità diretta penale del dirigente. Ma «per il dirigente che si gira dall'altra parte è previsto il licenziamento come sanzione già definita», ha assicurato l ministro Marianna Madia spiegando le sanzioni per i dirigenti che coprano i furbetti del cartellino.

Confermata la possibilità di richiedere i danni ai furbetti del cartellino, anche in proporzione al clamore mediatico che del caso.

Un «licenziamento cattivo ma giusto» ha commentato Renzi. «C'è tanta gente per bene tra i dipendenti pubblici, e anche privati, che glie rode quando vede quelli che timbrano in mutande e poi non succede niente...».

Dopo il bastone, la carota, legata a un altra misura approvata ieri, cioè la riduzione dei comparti della Pubblica amministrazione da 11 a 4.

«È condizione necessaria e sufficiente a riaprire una strada di dialogo per il rinnovo del contratto che è per noi un obbligo ma anche un impegno che prendiamo», ha assicurato Renzi, dando speranza a più di tre milioni di statali che attendono da sette anni il rinnovo del contratto e i relativi aumenti di stipendio.

Il premier ha anche ingaggiato un duello a distanza con Renato Brunetta, oggi presidente dei deputati di Forza Italia, ma anche ex ministro della Pubblica amministrazione che ha varato le prime riforme anti fannulloni.

Il premier ha ironizzato, senza nominarlo, sull'ex ministro quando ha fatto notare che le misure di Madia sono una riedizione delle sue riforme. «Renzi aspirante prof impreparato, Madia scolaretta pappagallo. Da due anni e mezzo ci vendono norme che non esistono. Nobel per le balle!», ha scritto su Twitter Renato Brunetta commentando le misure sulla Pa Illustrate dal presidente del Consiglio e dal ministro Madia. «Qualcuno spieghi al Nobel per le balle Renzi che riduzione comparti l'aveva già fatta governo Berlusconi con Brunetta. In che mani siamo finiti».

Tra gli altri provvedimenti approvati ieri, quello della Scia (la dichiarazione di inizio attività) unica. «Diventa una segnalazione unica. Non c'è bisogno di ulteriori documenti, quello che ti devono dare te lo devono dare subito ed è una rivoluzione epocale perché semplifica la tempistica».

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 16/06/2016 - 08:47

Di fannulloni 7 su 7 h24 ne è piena la PA, pero' guarda caso sono tutti dotati di tessera PD (usata pure come badge per timbrare ingressi e uscite): quindi sono tuoi KKKOMPAGNUCCI ! Come la mettiamo? Cambiamo tutto per non cambiare niente,perchè cane non mangia cane?

carpa1

Gio, 16/06/2016 - 09:33

... rivoluzione EPOCALE... Per il cacciaballe è tutto "EPOCALE", direi più medievale a giudicare da quello che si inventa. Piuttosto cerchi di confutare, prove alla mano, che tutto cuò che fa, o vuol far credere di fare, non sono provvedimenti ad orologeria (ha imparato dalla magistratura PD) per catturare l'attenzione e l'approcazione degli allocchi. Un esempio: quanti ce ne sono voluti di episodi che hanno coinvolto migliaia di fancazzisti della PA prima di varare un decreto? Si sarebbe potuto benissimo trattare con decreto d'urgenza viste le continue e reiterate trasgressioni! Ma no, forti di quel farlocco 41% alle europee, meglio trastullarsi per mesi con la legge sui gay piuttosto che rivolgersi ad una popolazione ben più numerosa che non ne può più di questa PA. E i boccaloni ci cascano ancora una volta: andare avanti a votare PD e mi raccomando, votateli ancora domenica prossima.

Geom.Calboni

Gio, 16/06/2016 - 09:40

Il problema non è che scendano al bar a prendersi un caffé ogni tanto... Perché se li rinchiudi in un ufficio 8 ore e poi stanno a cazzeggiare su Internet, il problema non è minimamente risolto. E' come togliere la polvere mettendola sotto il tappeto... Evidentemente ce ne sono troppi e sono troppo tutelati. Semplice. Se ti puoi permettere di non lavorare tot ore al giorno senza che scoppi qualche casino, significa che il tuo posto di lavoro non è minimamente indispensabile. Se invece hai bisogno di un caffé per il troppo lavoro, ben venga. E' così difficile da dire questa cosa?

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 16/06/2016 - 09:52

Ci crederò dopo che avrai licenziato i primi...duecentomila fannulloni con tessera pidiota!!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 16/06/2016 - 10:07

Quando c'è un'impiegato che smarca più persone alla luce del sole ,c'è un dirigente che dev'essere rimosso,licenziato ,senza liquidazione e pagando i danni. nopecoroni.it

gian paolo cardelli

Gio, 16/06/2016 - 10:15

Un'ottima decisione: ora tutti i fannulloni assunti nella P.A. a spese di Pantalone solo per motivi clientelari, invece di andare in giro a non fare nulla, saranno costretti a stare in ufficio a non fare nulla...

rover

Gio, 16/06/2016 - 10:20

Da dipendente pubblico sono molto contento di questo provvedimento, e conto che venga attuato. Ma il contrappasso con il rinnovo del contratto (fermo dal 2010), per me che percepisco uno stipendio da 1280 euro, fatico a condividerlo. PS: non ho mai avuto tessere di partiti politici nè di sindacati

beowulfagate

Gio, 16/06/2016 - 10:49

Previsto forte aumento dei certificati di malattia.Sarei inoltre lieto di essere aggiornato sugli eventuali licenziamenti e ancor più sui reintegri in seguito a ricorso.

unosolo

Gio, 16/06/2016 - 11:10

è solo scambio di voti , ti aumento per contratto lo stipendio ma devo mettere un freno al mal costume , un baratto lampante , con tutti i casi avvenuti da tempo con sospensioni e riassunzioni ora si esce in pompa magna à far finta di sistemare o mettere una pezza al parassitario , troppi fannulloni dirigenti che mai hanno controllato essendo ricattabili come il governo, stesso DNA . rubano tutti ai danni dei pensionati e lavoratori dipendenti quelli del vero PIL .

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 16/06/2016 - 11:34

------il tipo che timbrava in mutande---ripreso ed uppato su internet ---è a spasso coi suoi colleghi truffatori---è stato intervistato da un tg----si è aperto un negozietto per sopravvicere-----renzi sta muovendo le acque di questo stagno putrido---ed anche se lo fa in periodo elettorale non me ne importa una cippa---a casa chi non ha voglia di lavorare---forza renzi-----

Atlantico

Gio, 16/06/2016 - 11:38

E' assolutamente così: tutto quello che fa Renzi è assolutamente pre-elettorale. Se non ci fossero le elezioni lui non farebbe nulla !

Ritratto di gammasan

gammasan

Gio, 16/06/2016 - 11:40

NON CAMBIERÁ NIENTE!!!!!!!!!Fannulloni si diventa e tali si resta!

giovauriem

Gio, 16/06/2016 - 11:48

per fare veramente pulizia , bisognerebbe licenziarne almeno un milione di nullafacenti di ogni ordine e grado , ma poi un partito italiano (che non riesco a identificare) perderebbe altrettanti voti , e allora sarà la solita barzelletta in voga da 40 anni a questa parte ,quella dei dipendenti pubblici è l'unica categoria che è molto compatta nella contrattazione per il voto di scambio(ma la magistratura ,dopo serrate indagini , non riesce a capire quale è il partito politico)

giosafat

Gio, 16/06/2016 - 11:50

Mette di buonumore assistere alle quotidiane supercazzole del garrulo venditore di fumo.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 16/06/2016 - 11:53

L'evasione lavorativa dovrebbe essere condannata di più l'evasione fiscale perché mentre aggrava il fabbisogno del bilancio statale, toglie risorse a chi, sul libero mercato, lavora per davvero ed è costretto a pagare le tasse. Con l'aggravante, rispetto all'evasore fiscale, che l'evasore lavorativo ruba risorse non sue, perché non se le è sudate.

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 16/06/2016 - 12:16

Le solite pagliacciate all'italiana! Quante sospensioni o quanti licenziamenti per furti, anche gravi, abbiamo visto negli anni scorsi? Tutti regolarmente reintegrati al loro posto di lavoro dalla nostra emerita magistratura.

schiacciarayban

Gio, 16/06/2016 - 12:21

Sarà anche una mossa pre elettorale ma almeno l'hanno fatto! Il problema è che se questi non hanno nulla da far, continueranno a non fare nulla... in ufficio.

mcm3

Gio, 16/06/2016 - 12:33

Renzi e' poco furbo, vista la consuetudine diffusa di comportamenti da " fannulloni", una buona campagna elettorale avrebbe dato loro l'Incolumita...

unosolo

Gio, 16/06/2016 - 12:46

possiamo essere d'accordo ma chi avvisa i giudici che non devono reinserirli e fargli pagare tutti gli arretrati ? la P.A: una classe solidale come nessuna al Mondo , i fannulloni senza un vero giudice rientrano o per conoscenze o per politici , non cambia nulla il lupo cambia il pelo ma rimane lupo.