Sua Maestà Elisabetta risistema il Palazzo: super conto ai cittadini

Dieci anni di lavori a Buckingham Palace costeranno ben 369 milioni di sterline

Londra Dodici chilometri di tubature dell'acqua, un centinaio di chilometri di fili elettrici, 6.500 nuove prese di corrente. Eppoi decine di caldaie per sostituire quelle vecchie di 33 anni e migliaia di rifiniture per pavimenti e pareti in legno e gesso. Buckingham Palace ha la sua bella età e tutti gli acciacchi e le magagne che il tempo porta con sé. Proprio per questo motivo il governo ha annunciato l'inizio dei lavori di ristrutturazione della dimora londinese della Regina che si protrarranno per una decina d'anni e costeranno la bella cifra di 369 milioni di sterline. Le polemiche naturalmente non si sono fatte attendere, dato che la Regina viene di fatto mantenuta dai contribuenti inglesi attraverso una sorta di rendita chiamata Sovereign Support Grant, basata su una parte dei profitti provenienti dalla gestione delle Proprietà della Corona che in realtà non appartengono alla Famiglia Reale e non possono essere alienati.

Gestiti da una serie di fondazioni, finanziano in parte le necessità reali, in parte la spesa pubblica. In occasione della ristrutturazione la parte spettante ai Reali verrà aumentata per tutti i dieci anni di durata dei lavori. È questo il dettaglio che ha fatto infuriare molti politici e l'opinione pubblica. Ieri, tutti i giornali nazionali si ponevano lo stesso interrogativo. In tempi duri come questi, con il sistema sanitario e assistenziale in crisi, con il Parlamento costretto a ridurre i propri rappresentanti per tagliare la spesa, era proprio necessario finanziare la ristrutturazione della dimora principale della Regina? Molti sostengono che la famiglia reale avrebbe potuto pagarsi da sé i lavori di ristrutturazione di casa come un cittadino qualunque e un gruppo ha già lanciato una petizione che va in questa direzione. «Il governo ha appena tagliato i fondi per l'edilizia popolare e adesso concede una simile somma per rifare Buckingham Palace», ha commentato ieri sdegnata Helen Goodman, deputata laburista e membro della commissione per il Tesoro. Ma il ministro delle Finanze ombra, il laburista John McDonnell difende la decisione di finanziare i lavori: «Buckingham Palace è un monumento nazionale, fa parte del nostro patrimonio storico e culturale - ha dichiarato ieri in un'intervista - e non possiamo permettere che vada in rovina. Quando hai a che fare con dimore di questo genere devi prendertene cura».

È un dato di fatto però che Buckingham cadeva ormai a pezzi e cominciava ad essere a rischio dal punto di vista della sicurezza. Il palazzo reale non viene risistemato da quando venne pesantemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel 2009 un pezzo di calcinaccio caduto dalla facciata principale mancò di poco l'auto reale e quasi uccise un agente della sicurezza. I lavori inizieranno in aprile e la Regina continuerà a vivere all'interno dell'edificio nel periodo in cui sarà presente a Londra, mentre per i dipendenti verranno allestite delle sistemazioni temporanee nel giardino esterno.

Commenti

Lapecheronza

Dom, 20/11/2016 - 09:57

La sig.ra Regina ha iniziato a pagare le tasse come tutti i suoi sudditi solo qualche decina d'anni fa, costa 40 milioni l'anno ha un patrimonio tra i più ingenti del pianeta. Direi che se un poraccio inglese che deve ristrutturare casa lo fa a spese sue, può farlo anche la sig.ra regina. So bravi tutti de fa la regina con i soldi deglialtri...

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 20/11/2016 - 10:22

A loro piace quell'orpello inutile della monarchia? Paghino felici......

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 20/11/2016 - 10:23

Non bada a spese. Mi sembra Renzi, tanto pagano gli altri. Il solito popolo bue che continua a votarli.

Vigar

Dom, 20/11/2016 - 11:07

Ma almeno questa è la regina d'Inghilterra. Ci siamo forse scordati del pio bertone (le minuscole sono sempre volute), con i soldi del Bambin Gesù?...

cgf

Dom, 20/11/2016 - 11:38

@Leonida55 chi ha votato Elisabetta regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, di Antigua e Barbuda, delle Bahamas, Barbados, Belize, del Canada (qui è anche Difensore della Fede), di Grenada, della Giamaica di San Christopher e Nevis, di Saint Vincent e Grenadine, di Santa Lucia , Australia, delle Isole Salomone, di Nuova Zelanda (anche qui Difensore della Fede), della Papua Nuova Guinea, di Tuvalu e degli altri suoi Regni e Territori nonché Capo del Commonwealth? N.B. è una lista ma sicuramente non completa e tiene conto solo del titolo di 'Regina'. In altri Paesi come Gambia, Ghana, Kenya, Nigeria, Malawi, Sierra Leone, Sud Africa, Tanganyka, dell'Uganda, della Guyana, di Trinidad e Tobago, Pakistan e Fiji + qualche altra dove non solo non è più regina e nemmeno fa più parte del Commonwealth come membri. A leggere si può notare che sono quasi tutte Nazioni che da allora non stanno certissimamente molto meglio.

maurizio50

Dom, 20/11/2016 - 12:28

A paragone di quello che costa agli Italiani il mantenimento del Quirinale e di tutta la Corte che gira intorno a Mozzarella, quelle della Regina sono ancora spese modeste. Anche in questo caso il peggio è da noi!!!!!

agosvac

Dom, 20/11/2016 - 12:55

Se questa laburista è contro la monarchia, non ha che da indire un referendum. Voglio vedere quanti inglesi sarebbero disposti a rinunciare alla loro Regina!!!

Maver

Dom, 20/11/2016 - 15:01

Mah! Si sa, gl'inglesi sono sudditi, noi invece.....

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/11/2016 - 15:28

Ma la foto è un fotomontaggio, una scena di uno spettacolo burlesco o proprio vera?

Happy1937

Dom, 20/11/2016 - 16:24

Consideriamo tuttavia che in Inghilterra Buckingham Palace costa annualmente un quarto del Quirinale in Italia.

seccatissimo

Lun, 21/11/2016 - 01:37

Per chi critica negativamente i regnanti e l'esistenza della regina del Regno Unito vorrei chiedere a loro di fare un confronto con i regnanti della casa Savoia e dei nostri presidenti della repubblica. A quanto mi risulta, per non andare troppo indietro nel tempo, almeno dal 1800 in avanti, i regnanti britannici, nei confronti del proprio Paese e dei propri sudditi, si sono sempre comportati correttamente e con serietà senza tradirli mai, cosa che invece non si può dire dei regnanti sabaudi e di qualche nostro presidente della repubblica italiana. Neanche coloro che nei secoli hanno alternativamente conquistato ed invaso l'Italia hanno mai maltrattato e buggerato gli italiani così come i re sabaudi e pure qualche presidente della repubblica italiana hanno fatto con il proprio popolo !

pastello

Lun, 02/01/2017 - 18:50

La monarchia inglese costa molto meno del Quirinale, molto meno.