Sui social network il No vola al 76 per cento

Indagine di Reputation Manager. Renzi accusato di dire bugie e annunciare catastrofi

Jacopo Granzotto

Roma Blog, siti on-line, social network per monitorare l'aria che tira sul Referendum Costituzionale del 4 dicembre. E magari farsi un'idea sull'intenzione di voto. L'analisi è stata condotta da «Reputation Manager», istituto italiano leader nell'analisi e misurazione della reputazione online di brand e figure di rilievo pubblico. Diciamo subito che secondo questa prospettiva di analisi a oggi il «No» vincerebbe facile. C'è un 76,18% di commenti contro il Decreto Legislativo proposto dal Ministro Boschi e un restante 23,55% a favore. Bello scarto. La maggior parte dei commenti si trova all'interno delle testate giornalistiche (36,6%), seguono blog (21,1%) e siti di news (19,1%).

Cominciamo dalle ragioni di chi sostiene il «No». Innanzitutto è criticata la scelta della data, a ridosso del ponte dell'Immacolata «per scoraggiare i cittadini a presentarsi alle urne». C'è chi fa notare che non c'è abbattimento dei costi, un esempio è dato «dal fatto che il Senato sarà riempito di sindaci e consiglieri regionali che godranno dell'immunità parlamentare». «Inoltre - fanno notare molti internauti - si cerca di distogliere gli italiani dal votare «No» prospettando «presunti scenari apocalittici come meno sicurezza contro il terrorismo, meno risorse per fronteggiare l'Isis e aumento dello spread».

Quelli che invece tifano per il «Si» sostengono che la riforma della seconda parte della Costituzione «rappresenta l'opportunità di dotare il Paese di stabilità rendendolo maggiormente credibile nei confronti dell'Europa». Ritengono anche che si «abbatterebbero i costi della politica e delle province». E che votare sì «potrebbe essere un investimento per le nuove generazioni».

All'interno delle conversazioni on-line il protagonista è sempre Matteo Renzi, citato nel 54% delle conversazioni, seguito dal Movimento 5 Stelle (24%) e dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella (12%). Il Premier viene criticato per la personalizzazione del voto, poi ritrattata. E per certe false promesse utili come la riduzione di politici, in realtà irrisoria: solo 215.

Capitolo Social Network. Anche qui spopola il «No». Il 67% delle pagine Facebook che parlano di Referendum Costituzionale sono promotrici del «No» (totale di 64.994 fan), il 30% del Sì (con un totale di 10.929 fan) e il restante 3% (totale di 224 fan) hanno solo scopo informativo e quindi nessuna connotazione politica. Si nota, insomma, che c'è poco spazio nel mondo di Facebook per l'informazione non politicizzata. Quanto a Twitter sono stati rilevati 551.000 tweet riguardanti il Referendum e quasi 53.000 utenti attivi. La classifica degli hashtag è guidata da «Io voto No» con il 37% dei tweet. Seguono una miriade di contatti non superiori al 12%. Polvere. Siamo vicini al plebiscito?

Commenti

cgf

Mer, 19/10/2016 - 08:54

Personalmente non mi interessano le ragioni del SI, quello che più mi interessa è che questo Governo, IL QUALE STA LASCIANDO UNA MAREA DI DEBITI NON SOLO PER I GIOVANI, MA ANCHE AI NIPOTI DI QUESTI, VADA AL PIÙ PRESTO A CASA.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 19/10/2016 - 09:07

ahi ahi ahi...mi sa che Renzi sta volta invece di prendere un guru americano ha preso un gufo americano..

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 19/10/2016 - 09:15

Se ci fosse una partecipazione al voto del 100%, il NO vincerebbe con 83%. Voterebbero per il si solo il 17% di PDIOTI

Ritratto di Arlecchino_86

Arlecchino_86

Mer, 19/10/2016 - 09:17

Bene. Già non si può falsificarlo.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 19/10/2016 - 09:34

Un fatto è certo: il sistema bicamerale "perfetto" votato dai costituenti è quasi un unicum mondiale (pare ci sia solo in Romania) e DEVE essere cancellato. Però la riforma renziana è indigeribile, volta a mantenere i privilegi della “Casta”. Si facciano due articoli ABOLENDO il Senato (o la Camera, e sarebbe meglio) ed il CNEL. Poi si raccordi il resto della Costituzione con l'abolizione del Senato (o della Camera). Così facendo si avrà una maggioranza di Si almeno del 90%. Però il Senato ingrassa troppi "amici" ed abolirlo, come aveva promesso Renzi all'inizio, è un'idea che non piace alla casta che si arricchisce governando il bel paese. Pertanto voterò NO.

orso bruno

Mer, 19/10/2016 - 09:37

Il 23% ancora per il si ? Accidenti,le madri degli imbecilli restano sempre incinte !

Lucaferro

Mer, 19/10/2016 - 09:50

E speriamo il NO voli molto, molto di più affinchè frottolo e tutti gli accoliti vengano mandati definitivamente a casa.

Rossana Rossi

Mer, 19/10/2016 - 10:44

Speriamo.....il guaio maggiore è che la più parte degli italioti andrà a votare senza nemmeno aver letto almeno un articolo di questa vergognosa riforma fatta solo per consegnare in mano ad un dittatore tutto l'apparato statale che falsamente viene strombazzato che sarà ridotto. Non c'è nemmeno il vincolo di mandato e i voltagabbana saranno sempre liberi di saltellare tra le varie poltrone.........VOTATE NO o i guai saranno più di adesso.........

Libertà75

Mer, 19/10/2016 - 10:46

Generalmente chi usa internet si informa (non sempre) e spesso si nota la deriva antidemocratica di questa riforma costituzionale. Il NO è segno di civiltà e maturità democratica.

Polgab

Mer, 19/10/2016 - 11:27

Una riforma presentata da PINOCCHIAVELLI non può essere che una riforma bugiarda. Dunque un enorme NO e tante pernacchie a PINOCCHIAVELLI.

Triatec

Mer, 19/10/2016 - 11:37

Votando semplicemente NO otteniamo due risultati. Non è devastata la costituzione e diamo un grosso avviso di sfratto a questo governo illegittimo formato da dilettanti allo sbaraglio.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mer, 19/10/2016 - 12:05

Se si dovesse votare dal computer il No vincerebbe facile. Dovendo votare fisicamente ad un seggio, dove vanno a votare anche persone che non scrivono e commentano sui social, il risultato non è scontato.

Fjr

Mer, 19/10/2016 - 12:07

Ormai è' chiaro che questo referendum è' andato in vacca, il quesito si può' tradurre tranquillamente in , volete che l'esecutivo (Renzi) vada a casa? Si, no semplice no?

Fjr

Mer, 19/10/2016 - 12:10

Un 'ultima raccomandazione ,italiani occhi aperti perché' sulla conta dei voti prevedo ,soprattutto di quelli all'estero, una fotocopia del metodo Austria

Giovanmario

Mer, 19/10/2016 - 16:45

ma sì.. adesso rimedierà tutto la boschi.. come ha fatto con quel galantuomo di suo padre..