Il super fittiano torna in Forza Italia Anche la Vezzali pronta al trasloco

Smottamenti nei centristi: tanti tornano a bussare ad Arcore

Milano Berlusconi torna a fare da calamita. Ieri, infatti, è tornato all'ovile azzurro il pugliese e fittinianissimo Rocco Palese. Il deputato leccese aveva lasciato Forza Italia nel novembre del 2015, seguendo i Conservatori riformisti, di cui era vicepresidente della componente. Il ritorno a casa fa esultare il Cavaliere anche perché l'onorevole è un personaggio di peso. Non solo. Lo staff del Cavaliere fa anche sapere che a Palese è stato proposto di «lavorare al rilancio dei temi programmatici (...) con particolare riferimento alle politiche di sviluppo del Mezzogiorno, incentrate sulla crescita, sul welfare e sulle infrastrutture». Naturalmente Palese ha accettato di buon grado. Ma il ritorno del pugliese rientra in un piano ben più vasto. Il leader di Forza Italia intende rafforzarsi al centro e nel Meridione, a danno dei grillini.

Grillina è la provenienza di Vincenza Labriola, anche lei pugliese, anche lei convinta di entrare in Forza Italia dopo un faccia a faccia con Berlusconi. A breve dovrebbe tornare in Forza Italia anche il veneto Andrea Causin, eletto con Scelta civica e poi passato nell'Ncd-Ap. Causin dovrebbe quindi seguire Antonino Minardo, anche lui alfaniano, eletto a Ragusa con il Pdl e poi entrato nelle file dell'Ncd. Dall'ormai disciolta Scelta civica dovrebbe arrivare anche Maria Valentina Vezzali, prima schermitrice di fioretto al mondo a essersi aggiudicata tre medaglie d'oro olimpiche individuali in tre consecutive edizioni.

Trattative in corso anche per accogliere Mauro Ottobre, eletto in Trentino Alto Adige e componente della Südtiroler Volkspartei. Tutto questo alla Camera; ma anche al Senato si registrano notevoli movimenti. Il gruppo che teme smottamenti è naturalmente quello dei centristi di Ap. Si vocifera che il prossimo arrivo tra gli azzurri sia il pugliese Massimo Cassano. Nome pesante visto che è stato sottosegretario al Lavoro nel governo Renzi; carica riconfermata dal governo Gentiloni.

FCr