Supercazzola di Conte: il reddito di cittadinanza è ancora un mistero

Il premier spiega: offerte su base geografica E Di Maio ribadisce: andrà solo agli italiani

Dopo le «spese morali», niente sigarette o televisori, le soglie Isee e quelle patrimoniali, la restrizione agli stranieri che risiedono in Italia da almeno dieci anni, sul reddito di cittadinanza incombe anche la «redistribuzione geografica». È solo ultima di una serie modifiche, paletti e limitazioni che si sono rivelati necessari per adattare la misura bandiera dei cinque stelle, originariamente pensata come universale, al sentiero stretto della legge di Bilancio. Ed è stata annunciata ieri dal premer Giuseppe Conte: «Stiamo pensando a come modulare le offerte di lavoro sulla base della redistribuzione geografica. Sono tutti dettagli che aiuteranno a rendere più o meno efficace la riforma», ha detto parlando a Milano, alla Scuola di formazione politica della Lega. Tutto perché dei vincoli, appunto, sono indispensabili perché «il reddito di cittadinanza, se realizzato male può essere frainteso è percepito come sussidio assistenziale». L'idea di una redistribuzione geografica delle offerte di lavoro per chi si iscrive ai centri per l'impiego nasce da un'analisi delle «inefficienze» che si sono verificate nel modello Germania, («Abbiamo studiato il sistema tedesco, al mio primo incontro con Merkel chiesi subito di approfondire il loro sistema»), e di cui «faremo tesoro», ha puntualizzato il premier.

Dunque le famose tre offerte di lavoro - al terzo rifiuto si perde il diritto a incassare il sussidio - potrebbero essere modulate a seconda delle aree geografiche. Non è dato ancora sapere come e se, per esempio, le proposte verranno concentrate soprattutto dove c'è più disoccupazione, cioè al Sud. Così in serata palazzo Chigi è costretto a una prima puntualizzazione informale: si farà in modo - spiegano fonti del governo - di non penalizzare chi rifiuterà come prima offerta di lavoro una occupazione al di fuori della propria città o regione. Di certo c'è che la misura si sta progressivamente allontanando dall'idea originaria del Movimento, che sognava un sostegno al reddito per tutti coloro che sono al di sotto della soglia di povertà.

La coperta finanziaria, otto miliardi, potrebbe essere troppo corta per garantire il reddito ai sei milioni di poveri in Italia. Ecco allora che ogni giorno compaiono restrizioni che gli stessi big del M5s giustificano con dichiarazioni supercazzola. Tipo Luigi Di Maio che ieri ha ribadito: «Inevitabilmente dobbiamo farlo solo per gli italiani, ma non per razzismo».

La proposta originaria non prevedeva nemmeno una soglia Isee. Ora invece, oltre alla soglia dei 9mila euro di reddito, c'è anche il paletto del patrimonio per cui a chi ha la casa di proprietà, per esempio, verrà decurtato dai 780 euro il costo presunto di un affitto. Rischiano poi di essere esclusi anche i giovani che sono a carico dei genitori che possono mantenerli, come i cosiddetti neet, acronimo che definisce gli «inattivi», coloro che non studiano e non cercano un lavoro. Senza dimenticare che con il reddito di cittadinanza non si potrà comprare tutto, ma solo i beni considerati «morali» e di prima necessità. La cifra, poi, non potrà essere accantonata ma andrà spesa tutta.

Non è finita, perché ulteriori limature sono ancora in corso, ammette il presidente del consiglio: «Stiamo facendo di tutto perché anche questo strumento, che potrebbe apparire non di alta redditività, ma di alto valore sociale, venga realizzato in una prospettiva di sviluppo sociale, affinché si crei un meccanismo di riqualificazione delle persone che hanno perso il lavoro e di qualificazione per quelle che non lo hanno. Intesa in questi termini sarà una riforma essenziale per la crescita».

Commenti

Marguerite

Lun, 15/10/2018 - 09:10

Comunque lo SPREAD APRE IN BELLEZZA A 307 PUNTI....BUONA COLAZIONE SALVINI !!!!!!!

JoBanana

Lun, 15/10/2018 - 09:35

Pace fiscale: NON può farsi Porti chiusi: Macchè Reddito cittadinanza: NON può essere finanziata Chiacchiere: Pieno il carrello !!

Ernestinho

Lun, 15/10/2018 - 10:25

Ma pensiono a dare LAVORO, piuttosto!

schiacciarayban

Lun, 15/10/2018 - 10:27

Dunque: Il condono diventa pace fiscale, l'assistenzialismo diventa sviluppo sociale, ma la supercazzole rimane una supercazzola! Basta mettersi d'accordo sui nomi!

Ritratto di pensatoreindipendente

pensatoreindipe...

Lun, 15/10/2018 - 10:36

Ma il GOVERNO, la massima autorità nel legiferare, con competenza e serietà che deve avere un paese come il nostro, come fa a proporre un reddito di cittadinza,a spanne, di giorno in giorno, senza dire con esattezza cosa è, come è, chi lo percepisce, quanto, ecc... Non farebbe meglio non dire nulla e presentarlo dopo l'ultima revisione interna al contratto Lega-5S? Mi chiedo visto che questo governo rappresenta la maggioranza del paese, se rispecchia anche la capacità di NOI ITALIANI nel risolvere i problemi quotidiani. A me hanno sempre insegnato prima pensa, poi parla.

Giorgio5819

Lun, 15/10/2018 - 10:38

Ma basta ! Che sia su base geografica lo sanno anche i sassi fin dall'inizio! E' il "reddito di fancazzismo meridionale" , é il solito obolo dell'Italia che lavora ai lendenoni del sud, con un semplicissimo dettaglio che si chiama VOTO DI SCAMBIO. I comunisti a cinque stelle non hanno inventato niente di nuovo .

corretta

Lun, 15/10/2018 - 10:52

Questi vogliono veramente la rovina del paese. Solo parole in libertà e sempre mutate. Ma esisteva già il reddito di inclusione fatto dai governi PD. Non vi piace il nome? cambiatelo, volete allargare i beneficiari o aumentare il contributo? Fatelo se avete le risorse ma basta fregnacce. Basta prenderci per il fondo schiena con quel sorrisetto da ebete. Intanto lo spread continua a salire e chissà che colazione da indigestione avrà fatto il felpino. La borsa scende , i capitali stranieri fuggono e voi a sorridere? Vergognatevi

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 15/10/2018 - 11:05

Fanfaroni, cialtroni, incapaci,Visionari,incompetenti,fasulli, ciarlatani,cerebrolesi.

acam

Lun, 15/10/2018 - 11:05

a parte tutti i commenti standard degli italiani standard, il reddito di cittadinanza é immorale se dato su base etnico/raziale. il reddito di cittadinaza sostegno agli indigenti si da la dove si da in base alle tasse pagate ovvero alla durata della permanenza sul territorio italiano. se uno STRANIERO ha lavorato in italia e pagato le tasse per piu di dieci anni ha diritto alla sussistenza finchà é sul territorio italiano. chi vi é stato meno ne ha diritto fino al massimo di tre anni poi a casa se non lavora piu secondo un'organizzazione ferre che il pivello boeri manco si immagina. lo straniero in sussistenza non si può allontanare per piu di tre mesi dal territorio nazionale dove perce pisce la sussistenza, senza documentato motivo. tutte la altre sono storielle o fandonie inventate da chi non ha idea di wellfare.

Ritratto di adl

adl

Lun, 15/10/2018 - 11:14

Più che una supercazzola sta diventando un VIETNAM. E' più facile compilare un COMPLICATISSIMO SPESOMETRO con annesso PUTTANOMETRO CON FATTURAZIONE ELETTRONICA DA inoltrare TELEMATICAMENTE al sistema di INTERSCAMBIO, che capire a chi, quanto, e quando spetterà il reddito di cittadinanza. Il giustizialismo che incorpora, con rischio di procedimenti penali è ESILARANTE pensando al miliardo e mezzo di BUCO di ATAC, LEGALIZZATO !!!!

finedelmondo

Lun, 15/10/2018 - 11:15

Prima leggo il Giornale che si indigna per il reddito di cittadinanza che va anche agli stranieri. Poi leggo il Giornale che si indigna perché invece va solo agli italiani. E' un Giornale di indignati.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Lun, 15/10/2018 - 11:18

VA SOLO AGLI ITALIANI! MA IL SIG. DI MAIO L'HA MAI LETTA LA COSTITUZIONE?

corretta

Lun, 15/10/2018 - 11:21

@acam - Perfetto concordo pienamente. Ma il contratto tra il gerundino e il felpino violento è basato sull'odio razziale e i loro consensi provengono al 90% da questo. Che potrebbero fare questi cialtroni !!!!!!! Andare a lavorare, ma chi li assumerebbe??' la terra per loro è troppo bassa.

oracolodidelfo

Lun, 15/10/2018 - 11:22

acam 11,05 - al cittadino straniero che è da almeno 10 anni in Italia con la fedina penale pulita, se richiesta, viene data la cittadinanza italiana.

Duka

Lun, 15/10/2018 - 11:23

Dall'espressione ci stanno prendendo per.....

5stardust

Lun, 15/10/2018 - 11:38

ogni giorno informazioni diverse, l'unico punto fermo sembra il concetto di far contenti i fannulloni e gli evasori (il giggino e felpina li avranno contati e visto che sono una bella base elettorale da spartire )alla faccia di chi lavora e paga le tasse. ecco il governo del cambiamento

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/10/2018 - 11:40

ma il 4 marzo dicevate che facevano bene a stare insieme..... ora si sono pentiti? ridicoli! :-)

schiacciarayban

Lun, 15/10/2018 - 11:56

Ma questo governo lo sa che l'88% degli Italiani il reddito di cittadinanza non lo vuole? Sondaggio del Corriere in corso adesso.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 15/10/2018 - 12:05

Lo spread vola, come sempre. Salvini si mangerà pure lo spread a colazione e Di Maio deriderà con disprezzo i risparmiatori attaccati ai "numerini" ma ci sono già conseguenze che in alcuni casi sono tragiche. Piccolo consiglio da amara conoscenza personale: se per far fronte a gravi e inattese esigenze avete assoluto bisogno di vendere subito BTP, atttenti a fissare un prezzo minimo adeguato o non troverete acquirenti e dovrete ritentare molte volte fissando via via minimi sempre più bassi. E' una penosa trafila che rende ancora più avvilente un momento già difficile, ma. non fatevi prendere dallo sconforto e fissate SEMPRE un minimo ad ogni tentativo altrimenti regalerete soldi a fondi come l'Euklid che banchettano sulle disgrazie altui. La vecchia sicurezza nel risparmio è scomparsa, dobbiamo cambiare il nostro modo di vivere rendendolo più flessibile e attento.

schiacciarayban

Lun, 15/10/2018 - 12:34

Ho superato i 60 anni, di governi ne ho visti tanti, di tutti i colori, gente brava e meno brava, ho votato sia a destra che a sinistra, ma sinceramente un'accozzaglia di incapaci e ignoranti come questi non l'avevo mai vista!

INGVDI

Lun, 15/10/2018 - 14:12

Se vogliamo salvare il Paese: legge elettorale con premio di maggioranza e al voto.

lorenzovan

Lun, 15/10/2018 - 14:17

beh dai commenti sembra che finalmente la sbronza stia passando...forse molti di voi hanno controllato i valori che hanno in pancia e sispno accorti di aver perso molti ma molti soldini...la classica doccia fredda che raffredda gli entusiasmi..d'altra parte gli americani lo sanno bene.. " Its economy..stupid "

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Lun, 15/10/2018 - 14:20

Che Di Maio ribadisca che il reddito di cittadnanza andrà solo agli italiani, è una emerita bufala.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 15/10/2018 - 14:24

siredicorinto 11:05 - schiacciarayban 12:34 - mortimermouse 11:40 - Oggi sono 100% d'accordo con voi. Non so se mi devo preoccupare piu` io o voi...

INGVDI

Lun, 15/10/2018 - 14:24

Finché questi incapaci neo comunisti che ci governano hanno più del 50% di consensi, nessuna speranza per il Paese.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 15/10/2018 - 14:26

La nozione di "Italiano" non si applica in questo caso: regole UE e Costituzoine italiana. Occorrera` estendere a tutti. Con gran soddisfazione di Salvini, quello che fa da palo alla demenza grillina.

SpellStone

Lun, 15/10/2018 - 14:44

fatemi capire... la legge cosi' osteggiata da FI con toni cosi' forti... sarebbe già' stata introdotta (con piccole imperfezioni correggibili) dalla grande Germania della Merkel riferimento del PPE che e' il gruppo proprio di FI. CONTI lo sapeva gia' pare.... e il CAV invece lo sa?

stefano751

Lun, 15/10/2018 - 17:12

Con i miliardi che vorrebbero regalare tramite l'abominevole geroglifico reddito di cittadinanza, sarebbero meglio spesi pere realizzare tante opere pubbliche necessarie al nostro paese (ponti, strade, case popolari, restauri monumenti, chiese e opere d'arte, salvaguardia ambientale, interventi antisismici sulle abitazioni...). I giovani vogliono lavoro non elemosina, non vogliono vivere e sentirsi parassiti, ma salvaguardare la dignità del lavoro per tutti.