Tagli ai vitalizi: 20 ex deputati sono pronti alla battaglia

Roma - L'avanguardia dei Venti, vecchietti ma forti, è pronta alla pugna, costi quel che costi. Il ricorso alla magistratura amministrativa pure, a firma dell'avvocato Maurizio Paniz, già parlamentare di Forza Italia ed esperto di una materia scivolosa, specie di questi tempi, quale gli appannaggi di chi fa politica e la decurtazione dei medesimi. «Non si può prendere una categoria sì, un'altra no, a seconda del vento che tira, di ciò che pretende la piazza», il grido di battaglia di Paniz.

I suoi venti ex colleghi (lui compreso? «Non ho ancora deciso») si opporranno alla delibera del Consiglio di Presidenza di Montecitorio che il 22 marzo scorso ha imposto agli «ex» onorevoli un «contributo di solidarietà». Si trattava di fronteggiare la pressante, chiassosa richiesta grillina di cancellare del tutto, o quasi, le pensioni dei parlamentari, e il Pd non ha trovato di meglio che varare l'ennesima misura «transitoria». Un taglio in percentuale al vitalizio che, per gli assistiti di Paniz rischia di costare da 600 a 1500 euro il mese, mica bruscolini. Il presupposto dei ricorrenti è che non vi sia anzitutto il presupposto della «transitorietà», già sancito dalla Corte costituzionale nel 2013. Anche perché già altre volte sono state varate misure del genere. Paniz è ancora più tranchant, rispetto al ricorso che sarà presentato nei 30 giorni successivi alla comunicazione agli interessati: «Qui si tratta di far rispettare i principi basilari della legge, primo fra tutti quello d'uguaglianza. Se si vuole stabilire una decurtazione a tutte le pensioni, noi saremo i primi... Ma non possono prenderci come agnelli sacrificali... E poi, perché a noi ex, e non ai parlamentari attivi? O ai magistrati? Anzi, ricordo bene che quando il governo Monti aveva tagliato le loro pensioni, la Consulta aveva dato torto al governo...».

Il provvedimento riguarda gli assegni annui superiori ai 70mila euro; i vitalizi vengono tagliati del 10 per cento fino a 80mila, del 20 fino a 90mila, del 30 fino a centomila, del 40 oltre. Tra i ricorrenti, «ex» di ogni schieramento politico. «Ma prima della presentazione del ricorso, i nomi non li dico neanche sotto tortura», dice Paniz.

Commenti
Ritratto di unononacaso

unononacaso

Sab, 15/04/2017 - 09:15

Buona Pasqua Paniz! Chissà, l'uovo riserva sempre belle sorprese.

8

Sab, 15/04/2017 - 10:07

Penso che il problema sia mal posto. Non si tratta di decurtare od eliminare i vitalizi, bensì di ottenere, anche con sequestro di beni, un risarcimento dei danni causati da questi cialtroni al Popolo Italiano.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 15/04/2017 - 10:27

Hanno un bel coraggio. In questo momento poi!

Ritratto di unononacaso

unononacaso

Sab, 15/04/2017 - 10:35

Si tratterebbe di cambiare leggi speciali fatte a posta per loro. E visto che hanno determinate prerogative, mai succederà. Facciamocene una ragione e piuttosto pensiamo a chi ci rappresenta.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 15/04/2017 - 11:04

Miserabili.

Ritratto di repubbliQetta...

repubbliQetta...

Sab, 15/04/2017 - 11:10

PAPPONI!

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 15/04/2017 - 11:47

indipendentemente dal colore politico ,vale solo il colore dei soldi, si sono fatti leggi a loro uso e consumo , magistratura in primis,e se l'onesto cittadino vittima dei bazzelli di STATO si lamenta è un sovversivo, magari fascista,non certo compagno come vorrebbero questa banda di dannati

Ritratto di Ratiosemper

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 15/04/2017 - 12:29

Ritento. Naturalmente la pretesa di "rapinare" un trattamento economico "maturato" è contro ogni logica di buon senso, di moralità e di legalità .Vale solo a soddisfare le voglie dei "nuovi moralisti" della politica, necessità per procacciarsi il consenso "giacobino" alla loro affermazione specie se disoccupati e sfaccendati al servizio di Grillo e Casaleggio. La serietà in politica è altra cosa. Grazie dello spazio.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 15/04/2017 - 16:59

Come al solito ci focalizziamo su un non problema. A me farebbe più piacere leggere che il nostro governo sia impegnato a tagliare gli sprechi che sono il vero cancro di questo stato. Mi farebbe piacere sentire che il governo separi l'assistenza dalla previdenza. Mi piacerebbe applaudire alla lotta dell'evasione fiscale incominciata dalla visita della Gdf negli studi medici specialisti come quelli dei dentisti, dermatologi, ginecologi e specialisti vari e negli studi di professionisti quali avvocati, commercialisti ecc.. Sarei contento che la GdF, ancora, controlli le dichiarazioni dei redditi di tutti quelli che possiedono auto di categoria elevata, yacts ed appartamenti di lusso. Sosterrei la guerra del governo a tutte le cooperative e ong e sindacati obbligando loro di presentare i bilanci a fine anno... Ho incominciato a scrivere credendo di essere sveglio, invece, sognavo!!

carlottacharlie

Sab, 15/04/2017 - 18:12

Farabutti ladri malfattori. Personalmente ricordo ogni nome di questi cialtroni, gli italiani li ricorderanno quando potremo votare?