Tajani: "L'Autonomia è un pasticcio"

Il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, attacca il governo gialloverde e critica l'Autonomia che definisce "un pasticcio"

Tav, nucleare, sicurezza, autonomia ed economia. Per il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, sono troppi i temi divisivi tra Lega e M5S.

"Il problema non sono i rapporti personali. Possono pure scambiarsi messaggini amichevoli, ma non per questo le questioni politiche si risolvono. Anche matrimoni che cominciano in nome dell'amore eterno poi possono durare pochi mesi. E qui non stiamo parlando di amore ma di politica", spiega Tajani in un'intervista al Messaggero in cui spiega che Matteo Salvini e Luigi Di Maio"fanno a vicenda cose che l'altro non condivide ma accetta per poi ottenere quello a cui tiene". Ed è per questo che il leader della Lega dovrebbe rompere"perchè neppure la Dc nei suoi momenti peggiori - ricorda il presidente - procedeva a colpi di compromessi al ribasso e di mediazioni senza costrutto o con risultati pessimi per l'Italia, come per esempio nel caso nel Decreto Dignità che sta facendo perdere posti di lavoro". T

ajani sottolinea come la flat tax sia sparita dall'agenda e i due alleati di governo sono divisi pure sulla politica estera, come dimostra il caso Maduro."Nessun governo può andare avanti in queste condizioni. E in Parlamento ci sarebbero i numeri per l'alternativa. Questa non è fantapolitica", considerato anche che "molti leghisti sono scontenti, o addirittura increduli, per l'abbraccio paralizzante con i 5Stelle". Un nuovo governo con Salvini premier è possibile. "Io credo che una nuova maggioranza aperta a chiunque voglia costruire qualcosa per l'Italia, invece di rassegnarsi al nulla, può esserci eccome e dobbiamo metterla insieme", dice il vicepresidente forzista. Gli italiani hanno votato centrodestra e "perciò noi stiamo lavorando a costruire l'alternativa e il passaggio delle Europee, in cui prevedo il crollo di M5S, sarà fondamentale in questo senso", spiega Tajani che critica il governo anche sull'autonomia. "Quella che stanno proponendo è un pasticcio", dice.

"Non è neanche un progetto, - aggiunge - è un insieme di confusione e di errori non condiviso neppure tra le forze di governo. O si fa un discorso serio e generale sul decentramento, con al centro il principio inderogabile del rafforzamento della capitale italiana, come avviene per la Germania con Berlino, oppure non si va da nessuna parte". "Nessuno parla del ruolo di Roma che deve crescere e non essere affatto penalizzata. Solo una capitale forte può rendere forte un Paese. Ma è mai possibile che non si capisca questo? Trattano Roma come se fosse una città da 200mila abitanti. Andrebbe invece trattata come Berlino, come una città-stato. E mi stupisce che il sindaco Raggi non si batta per questo".

Commenti

Atlantico

Lun, 25/02/2019 - 11:39

Ci sono dei cialtroni che stanno cambiando faccia all'Italia senza discussione, senza contraddittorio, dietro le spalle dei cittadini. Tajani ha ragione in pieno.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 25/02/2019 - 11:47

... mamma mia che gigante politico! da oggi in poi bisogna abolire il termine "statista" e adottare "stajanista" ah ah ah!

TitoPullo

Lun, 25/02/2019 - 11:50

BEH....ROMA STA GIA' AFFONDANDO NEI SUOI RIFIUTI E NELL'INCOMPETENZA DEI SUOI AMMINISTRATORI!!

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Lun, 25/02/2019 - 11:57

....di dov'è Tajani????....Lombardia,Veneto Emilia Romagna lo chiedono.....cosa centra il governo atlantico???....da tanti anni fra l'altro.....con referendum fra l'altro.....il torpore ti sta annebbiando

nopolcorrect

Lun, 25/02/2019 - 12:25

Tajani ha perfettamente ragione sul ruolo che Roma dovrebbe avere. Il trasporto pubblico a Roma è un disastro, bisogna attendere un autobus a volte per quaranta minuti. Un Governo serio acquisterebbe immediatamente tutti gli autobus necessari affinché non si dovesse attendere più di cinque-dieci minuti fra un autobus e l'altro. Idem per il problema delle buche e dei rifiuti, ci vuole un immediato intervento governativo, Roma è la Capitale d'Italia non dovremmo vergognarci davanti ai tanti turisti da tutto il mondo per come è tenuta.

ginobernard

Lun, 25/02/2019 - 12:32

beh è normale che da romano Tajani si esprima così. Roma è destinata a perdere potere e soldi. Mi chiedo cosa aspettino le regioni a residuo fiscale positivo a rivoltarsi a Roma. Sarebbe ora che anche nella capitale incominciassero a capire cosa vuol dire tirare cinghia ... invece di fare feste e banchetti a spese dei contribuenti. Non per niente la chiesa si è installata a roma ... la città dei parassiti.

Atlantico

Lun, 25/02/2019 - 12:42

Se si cambia la veste costituzionale del paese lo si faccia con trasparenza, davanti all'intera comunità nazionale, non con atti bilaterali negoziati come si fa tra privati, o come i ladri. Tajani ha ragione.

acam

Lun, 25/02/2019 - 12:46

carotajan possibile che tu no capisca i retroscena, eppure sei arrivato alla presidenza della commissione europea. salvini ha il problema silvio che ancora mattarella non digerisce e con i numeri del quattro marzo potrebbe essere sostituito da un PD, il che significa matteo defenestrato. con dimio in caduta libera ha percorso facile basta promettere e mantenere la metà, si rafforza le spalle e se riesce a convincere, arrivato a prima delle prossime elezioni abbassa le tasse e sbaraglia tutti, se abbassa le tasse adesso ottine solo il miglioramento del pil ma alla lega rimane poco da dare al momento dell'elargizione degli oboli...

Maura S.

Lun, 25/02/2019 - 12:46

Questo soggetto che parla, parla e sparla, che ha fatto per l'Italia. Un gran parlare per poi accettare qualsiasi decisione dai soliti padroni?????????? della UE.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 25/02/2019 - 12:57

Ovvio quello che dice, mezza italia deve magnare sulla lombardia...da romano si preoccupi della sua città cloaca.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 25/02/2019 - 14:13

"Nessun governo può andare avanti in queste condizioni. E in Parlamento ci sarebbero i numeri per l'alternativa. Questa non è fantapolitica", considerato anche che "molti leghisti sono scontenti, o addirittura increduli, per l'abbraccio paralizzante con i 5Stelle". Noto, con dispiacere, che questo signore non ha il senso del rispetto del voto dei cittadini. Quando in 50 se ne andarono da Fi a sx ebbe a che ridire, ora vorrebbe che una sostanziosa parte stufa dei 5s etc. affluisse a dx e fare un nuovo governo? Magari con Silvio o lui "conducator"? Il "nuovo leader" del partito della convenienza ipse dixit!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 25/02/2019 - 14:17

Aggiungo: quanto all’autonomia la costituzione da indicazioni chiare: quelle si chiedono (Zaia e Fontana, oltre Chiamparino e altri governatori sono su quella linea) non mi pare che si voglia stravolgerle. Tajani ventriloquo di Silvio: che pena!

hellas

Lun, 25/02/2019 - 14:23

Forza Italia è ridotta oramai ad un'entità ectoplasmatica, al 6% più o meno... E le fregnacce di Tajani, su Roma che poverina di sente trascurata... affossano definitivamente un partito finito..... A Roma imparino ad amministrare in modo decente, la finìscano di mantenete un esercito di magnoni fancazIsti,m che sarebbe ora, e dian alle regioni che la chiedono l'autonomia per essere finalmente più efficienti! L'impero romano è crollato nel 476 dopo cristo, qualcuno lo dica a Tajani!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 25/02/2019 - 14:33

Le parole di Tajani,sono una ragione,un chiarimento,da fare riflettere sul motivo di non votare FI!

Ritratto di Montagner

Montagner

Lun, 25/02/2019 - 14:56

Basta non se ne può smettiamola di dire fregnacce! . . . . Caro Tajani, . . . . mi rendo conto che l'autonomia le dia fastidio, visto che difende l'indifendibile (sopratutto quelli che si divertono ad amministrare certe regioni) con i soldi degli altri . . . . Ci vuole più rispetto nei confronti di quelle, regioni, poche e virtuose, che permettono alle altre, spendaccione, di fare e ripianare il bilancio di questo stato di predicatori !

carlottacharlie

Lun, 25/02/2019 - 16:07

Roma, caro Tajani, da quando cadde l'Impero cominciò il suo declino ed oggi, dopo 70anni di -democrazia- è diventata fogna; i più idioti incompetenti e lazzaroni sono proprio in quei palazzi e, se si vuole renderla vera capitale bisogna avere il coraggio intelligenza e buonsenso di rivoltarla mandando a casa i farabutti che, spero lo sappia anche lei, sono in numero abnorme per un paese di soli 60milioni d'abitanti. L' amministrazione pubblica ingigantita è il desiderio degli assaltatori alla diligenza sfruttatori e fa specie che chi si sente "onesto" e parla a vanvera non sfrondi di tante inutili malepiante.

rudyger

Lun, 25/02/2019 - 17:53

Si faccia una legge in cui è stabilito che la monnezza di una regione deve rimanere ed essere gestita da quella regione e non inviata altrove o all'estero. Vedrete che il problema si risolve da solo.

daniloilo

Lun, 25/02/2019 - 17:55

Tajani sei un grandissimo ignorante.Stai zitto, tu di autonomia non sai niente e capisci un tubo. L'autonomia farà bene anche alle altre regioni(naturalmente a quelle che non vogliono più farsi mantenere come la tua).

dredd

Lun, 25/02/2019 - 18:16

"fanno a vicenda cose che l'altro non condivide ma accetta per poi ottenere quello a cui tiene". Vuoi vedere che ha finalmente capito come funziona la politica?

kallen1

Lun, 25/02/2019 - 18:27

Tajani ha pensato a quanti voti perderà, dopo queste dichiarazioni, da Emilia, Lombardia e Veneto? Forse no....proprio un bel politico autolesionista!

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Lun, 25/02/2019 - 18:30

Il romanissimo Tajani cerca di difendere i privilegi (leggasi stipendi sontuosi) dei funzionari romani. Certo che la Capitale, che ci rappresenta tutti, dovrebbe essere un esempio di servizi, comportamenti, amministrazione eccellenti....ma questa è e ce la dobbiamo tenere...purtroppo.

acam

Mar, 26/02/2019 - 04:25

gattomannaro Lun, 25/02/2019 - 18:30 presumo di avere qualche anno piu di te per raccontare la capitale é semmpre stata un ricettacolo di persone venute da fuori, che hanno cercato di fare i propri interessi, non si fanno i nomi ma sono conosciuti, se ogni tanto c'è un romano fa parte del gioco, quando andai via dalla città fu proprio per allontannarmi da quel siparietto, diventato gran teatro nazionale di attori italici nordisti e suddisti ben assortiti.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mar, 26/02/2019 - 13:27

@acam - 04:25 Classe '45.... ammetto, a Roma ho trascorso complessivamente poco più di un mese, alla fine degli anni '70. Ora, ho solo riscontri, diciamo, televisivi. Allora c'era più dignità....