Tangenti, l'Anm a Renzi: "Andare oltre le polemiche"

"Frutti avvelenati da riforma errata e delegittimazione toghe". Continua il braccio di ferro tra Sabelli e premier

"Bisogna andare oltre le polemiche, che rischiano di mettere in ombra i veri temi, la corruzione e le buone riforme". All'indomani del violentissimo scontro con il premier Matteo Renzi, il presidente dell'Anm Rodolfo Sabelli ribadisce ai microfoni di Agorà che "le riforme sbagliate in tema di corruzione unite alla delegittimazione della magistratura costituiscono un cocktail che produce frutti avvelenati, di cui oggi vediamo gli effetti".

Ad aprire lo scontro con il governo è stata proprio l'Associazione nazionale magistrati che ha usato contro Renzi parole molto dure. "Uno Stato che funzioni dovrebbe prendere a schiaffi i corrotto e accarezzare i magistrati - ha tuonato Sabelli - invece in Italia, da Tangentopoli fino ad oggi, è accaduto il contrario". Un’atto di accusa non direttamente rivolto contro il governo, ma al quale Renzi ha replicato con toni perentori: "Con le istituzioni non si scherza: non accarezziamo i corrotti". "L’accusa è triste, oltre che falsa e ingiusta", ha dichiarato il presidente del Consiglio rivendicando l'operato del governo: "Aumentiamo le pene e correggiamo la inaccettabile prescrizione per reati di corruzione, portiamo avanti le norme sul falso in bilancio e abbiamo già messo in campo l’Autorità anticorruzione guidata da Cantone perchè appalto per appalto, casa per casa, sporcizia per sporcizia, si può intervenire e fare pulito".

Oggi il secondo atto. Ad Agorà Sabelli ha riconosciuto che sulla riforma del falso in bilancio "c’è un’inversione di tendenza", ma ha insistito sul punto che sulla corruzione "bisogna fare di più". E, considerato che dalle ultime indagini emergono rapporti tra questo fenomeno e quello della criminalità organizzata, "vanno estese alla corruzione le regole di indagine che valgono per la mafia", intercettazioni comprese. Quanto poi all’Autorità anticorruzione evocata ieri da Renzi a riprova dell’impegno del governo sul fronte della corruzione, Sabelli ha osservato che agisce sul piano della prevenzione che è "fondamentale, ma non basta: occorre intervenire anche sul lato della repressione e della diffusione di una cultura della legalità".

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 18/03/2015 - 09:54

Non saprei con chi schierarmi. Certamente non con Renzi, che l'ha fatta chiaramente fuori dal vaso. Ma anche la magistratura non brilla, pur se bisogna riconoscere che ci sono molti magistrati che lavorano bene e rischiano anche.

apostata

Mer, 18/03/2015 - 10:03

Uno dei segni del risanamento della magistratura sarà quando i magistrati non potranno esprimersi in questi toni contro la politica e torneranno nei limiti di vincitori di concorso impiegati statali. La tracotanza fa rimpiangere le critiche di cossiga ospite della latella in una magistrale presa di posizione contro un altro presidente dell’anm (https://www.youtube.com/watch?v=IkXVc6nIL_8).

tonipier

Mer, 18/03/2015 - 10:36

" CHI COMANDA LE PROCURE?" Associazione Nazionale Magistrati, Centro superiore Magistrati. Ordine degli Avvocati....vere associazione silenziose, il cittadino viene completamente abbandonato, derubato sotto tutti i livelli...l'ITALIA in bancarotta dovuto in parte a questi signori...mai un solo intervento in base a degli esposti presentati, mutismo totale a spese del contribuente, meritano le patrie galere.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 18/03/2015 - 10:58

Il PD è marcio. In Sicilia ci sono prestanome della mafia che partecipano alle primarie (ad es. a Collesano). Renzi si dimetta! Gli italiani sono stufi di scandali (Lupi, Mose, Roma capitale, Penati, Coop rosse, Buzzi, Incalza, Gavio, ecc.), vogliono trasparenza e onestà, vogliono dire basta alla mafia: vogliono il governo dello statista SILVIO BERLUSCONI.

Démos_Cràtos

Mer, 18/03/2015 - 11:02

@apostata verissimo, i magistrati la devono smettere di intromettersi negli affari di tutti quei poveretti che si fanno corrompere. Non è questo il loro ruolo e non devono mai permettersi di giudicare questa gente. Uno dei segni del risanamento della magistratura lo ha esposto lei magistralmente, mi permetta di aggiungere che uno dei segni del risanamento di questo paese sarà quando chiunque potrà permettersi di gestire i propri "affari" senza interferenza alcuna.

vince50_19

Mer, 18/03/2015 - 11:06

Renzi vada oltre le polemiche? Giusto! Sarebbe il caso che, parimenti, dando supporto al riserbo che DEVE essere una peculiarità della magistratura, lui andasse in aula a fare il lavoro per cui prende lo stipendio.

maubol@libero.it

Mer, 18/03/2015 - 11:07

Mai letto, sentito, visto tanto dibattimento da parte dell'Anm, segno che la riforma Renzi, ha già dato qualche risultato! Bene! Prima poteve cadere il mondo, non sentivo mosca volare nè da l'Anm, nè dal Csm. Alla magistratura era concesso, tutto! Finalmente le cose stanno cambuando. Sabelli ci dica quanti mln all'anno lo stato tifonde per gli errori della casta!

albertzanna

Mer, 18/03/2015 - 11:10

E' inutile che Sabelli vada a cercare pagliuzze negli occhi altri e non voglia vedere le travi gigantesche negli occhi dei magistrati orientati del CSM e dell'ANM. L'unica vera e immane deligittimazione dei magistrati è quella che i magistrati stessi si creano con le loro azioni giudiziarie, cioè la Non Giustizia che ogni giorno amministrano nelle aule dei tribunali, e quei magistrati sanno benissimo che le loro azioni sono indirizzate solo ed unicamente a mantenere il loro potere, che la Costituzione italiana non prevede e non stabilisce. Albertzanna

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 18/03/2015 - 11:11

Ancora non mi spiego cosa c'entri un sindacato o associazione che sia, l'anm appunto, in questa diatriba con questioni attinenti lo Stato e le sue leggi o con la magistratura, quella sana, che giudica secondo le leggi e non solo interpretandole. A prescindere dal fatto che si schiera per difendere l'indifendibile.

glasnost

Mer, 18/03/2015 - 11:38

Magistrati! non vi sembra eccessivo tutto questo casino per 5 giorni di ferie che vi hanno tolto?

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mer, 18/03/2015 - 11:52

non solo i 5 giorni in meno . non si sono nemmeno accorti che per colpa della loro imbecillità , incuria e lazzaronaggine , un giovane è morto sgozzato . scusate sapientoni del nulla , cosa aveva di così urgente da fare il magistrato che doveva studiare gli incartamenti del fottutissimo musulmano? il presidente dell'associazione sa cosa fanno tutto il giorno i suoi amici magistrati e pm compresi ? loro i puri , vanno a puttane come molti altri . non è vero ? allora spieghino a due famiglie rovinate da una puttana che andava sia col magistrato che con un impiegato di un ente pubblico . i due uomini sono venuti alle armi e il magistrato è morto . gelosia !!!!! ma per favore vuole che le racconti altre storiacce ? ma non fate i santerelli che siete anche peggio

Zizzigo

Mer, 18/03/2015 - 12:03

Cosa pretenderebbe la magistratura per facilitarle i doveri? che a tutti i neonati venisse impiantata una radiospia con registratore permanente? eppoi ci impiegano anni anche per risolvere (quando ci riescono) i più banali illeciti evidenti di un truffatore!

glasnost

Mer, 18/03/2015 - 12:25

@Zizzigo : mi sembra esagerato impiantare a tutti la radiospia, basta impiantarla a tutti quelli non di sinistra. Ma forse ripensandoci ha ragione lei. deve esserci anche per i sinistri così si hanno armi di ricatto se qualcuno dovesse disallinearsi (alla renzi p.es.)

agosvac

Mer, 18/03/2015 - 12:51

Suvvia, egregio Renzi, faccia contento sabelli, gli dia i suoi 45 giorni di ferie, anzi le aumenti a 60!!! Se invece non volesse dargli partita vinta, faccia una sana e completa riforma della magistratura eliminando la magistratura inquirente sostituendola con avvocati dell'accusa eletti dai cittadini, modificando il Csm con l'esclusione da esso di tutti i magistrati( è indegno di un paese civile che i magistrati si controllino da soli!!!), introduca non solo la responsabilità civile ma anche quella penale( sarebbe bene che chi condanna ingiustamente si faccia anche un po' del carcere che ha inflitto!!) ed infine cambi sostanzialmente l'esame per diventare magistrati!!!!!

squalotigre

Mer, 18/03/2015 - 12:54

02121940 - un giorno mi spiegherà cosa rischia un magistrato. Che gli cada la penna dal tavolino? Che gli si rompa la sua preziosa Montblanc con la quale firma i provvedimenti di intercettazione? Perché sia civilmente che penalmente non rischia alcunché e qualsiasi provvedimento prenda, compreso quello di accusare un innocente senza prove, di rovinare un innocente e la sua famiglia, di far passare anche un solo giorno in carcerazione preventiva ad un povero diavolo che magari è solo un omonimo, il magistrato al massimo rischia una promozione o proprio quando non se ne può fare a meno un trasferimento in una sede più prestigiosa, magari passando dall'inquirente alla giudicante. Ma guai a criticare la magistratura perché se rispondesse dei propri errori, allora come farebbe a svolgere il suo lavoro? sarebbe bello se valesse anche per me, medico.

Iacobellig

Mer, 18/03/2015 - 13:18

Si, pagare i danni che fanno i magistrati che lavorano male, come tutti!

Ritratto di ersola

ersola

Mer, 18/03/2015 - 13:37

scusate ma i magistrati che hanno assolto berlusconi per il caso ruby erano comunisti pentiti o no?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 18/03/2015 - 13:48

Sono sicuro che Fonzie Renzi risponderà a Rodolfo Sabelli in questo democratico modo: Anche l'A.N.M. deve andare oltre, almeno sino a raggiungere "quel paese" dove, sino ad oggi, nessuno è stato in grado di spedirla. Insomma tra MAFIOSI ci si capisce al volo!

Klotz1960

Mer, 18/03/2015 - 14:01

Vogliono solo mantenere gli oltre due mesi di vacanze all'anno e gli stipendi tra i piu'alti d' Europa, mentre abbiamo una delle giustizie piu lente ed inefficienti del mondo. Del resto, ed in particolare del nostro Paese, non gliene importa nulla.

ciannosecco

Mer, 18/03/2015 - 14:07

"ersola" Per saperlo,basta leggere le sentenze.Non esiste altro sistema.Saluti.

Massimo Bocci

Mer, 18/03/2015 - 14:14

Hanno ragione gli ANM, ora gli manderanno la lista della priorità per la giustizia giusta : ferie illimitate , orari liberi (alla maniera dei creativi della Apple,se voglio lavorare e vanno, sennò' meglio,basta che gli mandino sentenzia per PA a regime), poi compensi e rimborsi a pie' di lista, e commisurati al ruolo di casta (modello Quirinale), collaudo libero per ruderi e incompiute di regime,fallenti procurati,ecc..ecc. In fondo siamo o SI in un regime e allora qualcuno benedietti se ne goda i privilegi.

little hawks

Mer, 18/03/2015 - 14:20

Bisogna che il magistrato che sbaglia paghi realmente e non continui la sua strapagata carriera. In mezzo a tanti magistrati ci saranno quelli bravi ma di sicuro ci sono, per fare un esempio, quelli politicizzati che non erogano giustizia a chi ne ha bisogno ma seguono i loro personali teoremi. Non mi sembra che, tra gli altri, il magistrato che ha rovinato Tortora abbia pagato i danni che ha fatto. E le vicende di Milano? Gente dotata di elevatissimo potere e sempre impunita può essere un pericolo per la democrazia.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 18/03/2015 - 14:26

Quando cominciano ad alzare la voce (magistratura) vuol dire che gli stanno portando via qualcosa .

vinvince

Mer, 18/03/2015 - 14:29

.... vedere la pagliuzza nell'occhio altrui e non vedere la trave nel proprio ... è da decenni che la magistratura ha un numero rilevante di membri iscritti a : " magistratura democratica " ; magistrati politicamente schierati in barba al principio stesso più importante della giustizia : come fa un magistrato ad essere imparziale se è di parte ? Ma nessuno ha mai detto niente o quasi ... nessuno ha mai osato fare qualcosa !!! A prescindere che il governo sia più o meno attaccabile, ma gentili Anm, vi sembra proprio di essere nella posizione di chi può bacchettare gli altri ?

giovanni PERINCIOLO

Mer, 18/03/2015 - 14:30

"Frutti avvelenati da riforma errata e delegittimazione toghe". La piantasero un

Antonio43

Mer, 18/03/2015 - 14:32

Ersola, ma perchè vuoi essere preso a male parole? Quello che ha detto questo sabelli è una vera e propria volgare provocazione. Un magistrato, purtroppo lo è, non può parlare in quei termini nei confronti di una istituzione. Se si sono alzati i toni nei confronti di una procura, quella milanese, è stato perchè quella procura ha imbastito un'accusa che dal punto di vista penale non reggeva, moralmente tutto quello che vuoi. Quel processo è stata la prova, se mai ci fosse stato qualche dubbio, che l'obbiettivo era abbattere il Berlusca, smembrare il centrodestra. Si può dire che è stato raggiunto lo scopo, quindi merito alla "rossa" e ad "occhio di falco". sabelli, come si dice, ciurla nel manico, fa finta, vorrebbe far intendere che l'anm è una cosa seria, ma per favore!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 18/03/2015 - 14:36

"Frutti avvelenati da riforma errata e delegittimazione toghe". La piantassero una buona volta di piangersi addosso e vedere come un accanimento quello che é prassi normale in tutte le democrazie : tutti rispondono in sede civile del loro operato e non vedo perché la casta deve essere esente. Quanto alla delegittimazione non trovino scuse, a delegittimarsi ci riescono benissimo da soli senza bisogno di aiuto esterno da parte della politica o dei cittadini! Si facciano un bell'esame di coscienza e si guardino finalmente allo specchio se ancora hanno dubbi!

apostata

Mer, 18/03/2015 - 22:09

@@@@Démos_Cràtos. Non si può rinnegare la supremazia della politica. La politica è la volontà e l’immagine del Paese, la politica siamo noi. Se la politica funziona male è segno che funzioniamo male noi, che ci sono problemi nei canali e nella qualità di partecipazione e non si può invocare il ruolo supplente di altre componenti coordinate siano esse magistratura, esercito, vigili del fuoco, forestali, operatori ecologici, preti, vescovi, cardinali e papi, ecc... La prima causa di mal funzionamento della politica è la carenza di partecipazione e di controllo fin dalle cellule primarie. L’eccesso di delega e l’assenteismo sono gli stessi che corrompono la vita dei condomini e mettono in grave posizione di debolezza i condomini nel rapporto con gli amministratori. Alla volontà di partecipazione si preferisce spesso la volontà di critica disfattista, demagogica, violenta.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 19/03/2015 - 13:29

Quelle di Sabelli sono interferenze nel potere legislativo ed esecutivo. Un "Sindacato dei giudici" non ha alcuna ragione di esistere. Infatti la missione dell'ANM è semplicemente eversiva.

angelomaria

Mer, 25/03/2015 - 09:11

solo le loro impunibili buongiorno e buontutto avoi cari lettori e direzione

angelomaria

Lun, 30/03/2015 - 12:35

SE MI CHIEDETE NON MI FIDO DI UNO E DEGLALTRI LORO SOLO LI'A TIRARE L'QCQUQ AI LORO MULINI!!!CORRUZZIONE ?SI SA'PUNIBILE SOLO QUELLA DICENTRODESTRA!!!

angelomaria

Lun, 30/03/2015 - 12:36

ACQA MANNAGGIA ERA UN BEL PO'SCUSATE